Messaggi e commenti per Maurizio Landini - pagina 5

Messaggi presenti: 357

Lascia un messaggio o un commento per Maurizio Landini utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Leggi anche:
Frasi di Maurizio Landini

Sabato 6 febbraio 2021 15:10:14

[In pensione chi deve andare...]

Dopodomani che andate dal prossimo Primo Ministro avete l'occasione di esporre il grande problema di salvare piu di 100 mila vecchietti (ultra 60-enni) dal prossimo licenziamento, o da farli diventare invalidi, mandandoli in pensione. Basta riconoscere in modo figurativo gli anni lavorati nei paesi non convenzionati. Sono tutti italiani, italiani naturalizati, ecc... che hanno lavorato come tutti i loro concittadini che andranno in pensione perche fortunati di aver lavorato gli stessi anni ma tutti in Italia. Non permettete questa discriminazione (art. 3 e 38 della costituzione). Non chiedono la pensione per gli anni lavorati fuori Italia, chiedono la pensione solo per gli anni lavorati in Italia e questo perche non ce la fanno piu a lavorare sui tetti, ponti ecc... con l'eta avanzata che li tormenta...

DIASPORA 91-19

arch. Rubolino cav. Giorgio

Asti, 21/01/2021

Sabato 6 febbraio 2021 14:40:38

Buongiorno Sig. Landini,
dopo aver sacrificato 5 anni della mia gioventù dai 17 ai 22, lavorando e andando a scuola di sera, mi ritrovo con 41 anni di lavoro, 6 anni in più richiest dal Sig. Dini e in parte dalla Sig. a Fornero come sacrifici per aiutare L'INPS e lo stato per errori non nostri, senza aggiungere altro. Sono disoccupato e non trovo lavoro pur avendo risposto a un'infinità di offerte di lavoro di ogni tipo. Le chiedo per favore, faccia in modo che vengano tolti i requisiti di ogni genere dalla pensione a 41 anni per i precoci, come me ci sono tanti altri lavoratori immagino che si trovano nel limbo senza poter uscirne in qualche modo e non mi sembra affatto giusto. Essere disoccupati è già molto grave e a sessant'anni lo è ancora di più, oltre ad aver versato allo stato regolarmente tasse e contributi. Grazie per l'attenzione.
Cordiali saluti
Ambrogio Michele Cascione

Venerdì 5 febbraio 2021 21:11:43

[Sindacato non aiuta i suoi iscritti]

Buona sera, io scrivo per un problema che avrei ma non riesco a capire da che parte sta il sindacato. Mi hanno costretta a iscrivermi per avere per prima cosa i conteggi esatti per il lavoro svolto in più e non pagato. Faccio una premessa chi mi ha assunto per 1 e mezza in nero è un finanziere ormai in pensione ma va in giro minacciando chiunque perché lui è un finanziere. Risultato i conteggi non me li danno perché sembra che sia un segreto ed io ho pagato 70 euro per niente visto che anche il loro avvocato ha millantato che potremo incorre a problemi di carattere penale. Ma che gente assumete??? Io purtroppo penso che la mafia è presente anche nei sindacati. È uno schifo. Buona serata.

Giovedì 4 febbraio 2021 18:28:31

Rinnovo CCNL vigilanza armata e servizi fiduciari


Caro Landini le scrivo per evidenziare un, problema che ci affligge ormai da 5 anni, io sono un operatore fiduciario è dal 2015 che non viene rinnovato il nostro contratto di lavoro come prevede la legge. la mia azienda per cui lavoro è la Sicuritalia SPA, la mia paga oraria è di 5€ lordi e poco di più quella delle GPG, abbiamo provato tavoli, incontri ma nulla di fatto sembra che sono inattaccabili. Ora le chiedo se può contattarmi, e la metterò in contatto con delle persone del sindacato filcams CGIL che stanno lottando con noi.
Grazie attendo fiducioso in un vostro interessamento.

Giovedì 4 febbraio 2021 18:22:58

Pensione: dopo una vita di lavoro non posso accettare di fare la fame


Buongiorno, sono in pensione dopo 38 anni di servizio e 63 di età dal 2014 con opzione donna, ero in segreteria scuola percepivo 1200 di stipendio e ora la mia pensione e di 697€ da fame, inca Cgil di Bergamo che mi segue da 7 anni e ritiene sbagliati i calcoli non riesce a risolvere in contrapposizione con INPS che ritiene giusto questo calcolo, come risolvere ? Per dignità dopo una vita di lavoro non posso accettare di fare la fame e non mi rassegno non so più a che santo rivolgermi, ringrazio per l’attenzione e se mi risponderà

Giovedì 4 febbraio 2021 11:08:21

Confermare quota 100 ovvero 41 per tutti


Preg. mo Segretario Generale dott. Landini, avrei bisogno di sapere se questo Governo agisce contro gli italiani.
L'Inps a seguito del covid ci sta guadagnando poichè migliaia di pensionati sono deceduti restituendo in gran parte la pensione. Dopo 62 anni di età sia fisicamente che mentalmente non si lavora piu' bene e non solo per determinate categorie e tutto questo è fisiologico ancorchè aggravato dalle nuove epidemie, ebbene lasciare a 62 anni il posto ai giovani che ne hanno necessità e sono pieni di salute. E come mai in Francia si puo' accedere alla pensione a 62 anni, l'Italia non fa parte della CE? Dove sono i soldi versati in 41 anni di contributi? Siamo noi a decidere quando andare in pensione e in ogni caso i 41 anni ci contributi sono piu' che sufficienti. Come mai il Reddito cittadinanza rimarrà in vigore (è risaputo che ne usufruisce gran parte di persone che non hanno voglia di lavorare) mentre la quota 100 con 38 anni di contributi versati e 62 anni di età verrà eliminata? Allora eliminiamo anche il reddito di cittadinanza o lasciamo entrambi sino alle prossime elezioni.
E' importante sapere che sia per la quota 100 che quota 41 per tutti, la pensione è in percentuale ridotta e quindi sia il governo che l'Inps dovrebbe accontentarsi.
NON MOLLATE ASSOLUTAMENTE. Quota 100 sino alla fine legislatura ovvero quota 41 per tutti.
Cordiali saluti.

Giovedì 28 gennaio 2021 21:36:12

Lettera aperta al presidente della repubblica


DR. LANDINI NON SO COSA DEVO FARE - NESSUNO HA DATO UN CENNO. NEMMENO GLI ORGANI DI STAMPA. CHE TEMPO FA HO INVIATO
Gent. mi Direttori, Vi prego di trovare un piccolo spazio per pubblicare questo appello, e chi meglio di voi, riuscira’a farlo leggere a milioni di persone principalmente ai legislatori e a tutti gli organi sindacali. GRAZIE
LETTERA APERTA ALL’ONOREVOLE PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA.
Gent. mo Onorevole Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella, Salute.
Chi Le scrive è un padre di famiglia che con 40 anni di contributi - 60 anni di eta’ – disoccupato-monoreddito – senza nessun sussidio-vorrebbe andare in pensione.
Ho inviato tante e-mail a istituzioni sia politiche che sindacali spiegando la mia situazione, sicuramente simile, se non la stessa di tanti lavoratori ex dipendenti privati, ai quali a causa di fallimenti aziendali ci troviamo in queste situazione.
Mio malgrado, tuttora non ho ricevuto nessun cenno di riscontro o solidarieta’.
Mi appello a Lei Egregio Presidente:, il legislatore che ha fatto la legge forse non ha pensato ? Per chi ha 38 anni di contributi e 62 anni puo’ andare in pensione (quota 100) mentre noi che ne abbiamo 60 anni di eta’ - 40 anni di contributi – disoccupati – monoredditi – senza sussidio, non possiamo andare in pensione perche’ non abbiamo l’eta’.
E’ paradossale.
Si pensava che con la nuova riforma pensionistica ci avessero pensato.
Avrei preferito avere ancora il posto di lavoro, avere uno stipendio, facendo una vita dignitosa, e andare in pensione a tempo dovuto.
Ci vogliono portare alla poverta’ dopo 40 anni di contributi (comprensivi figurativi NASPI) a 60 anni di eta’?
La prego, intervenga Lei, e i legislatori che hanno competenza.
Certo di un Suo interessamento, La ringrazio anticipatamente e con l’occasione Le porgo distinti saluti.
Il buon Dio la protegga sempre.
POLITO FRANCESCO – CATANZARO – TEL. 339 -------

Giovedì 28 gennaio 2021 19:55:29

Purtroppo le leggi del jobs act dal 2015 che dovevano incentivare il lavoro non hanno fatto altro che renderlo piu' precario e hanno impoverito i lavoratori.
Difatti il contratto a tempo indeterminato e' una chimera.
Nel caso in cui si riesca ad ottenere un colloquio lavorativo si parla sempre di tirocini o lavori part time a tempo determinato con inquadramento da ultimi o penultimi livelli anche a chi ha gia' esperienza lavorativa regressa.
L'alibi del datore di lavoro e' la crisi e il discorso di mettere in prova il lavoratore
Cioe' abbiamo fatto passi indietro di anni ed oggi trovare un lavoro retribuito il giusto e ' praticamente impossibile.
Perche' i sindacati non fanno nulla e non si cerca di modificarle queste leggi ?
Evidentemente a qualcuno fa comodo sfruttare i lavoratori che di fatto hanno solo doveri e pochi direi pochissimi diritti.

Giovedì 28 gennaio 2021 13:16:53

Ho 772 contributi al 31-12- 1992 e 919 al 31-12-1995. La legge prevede 936 settimane al 31-12-1995 (18 anni). Mi mancano 17 settimane. per poter aver il calcolo della pensione con il sistema retributivo fino al 2011. Le sembra giusto? Faccia qualche intervento per eliminare questa ingiustizia, anche con accredito oneroso, considerando che si andava in pensione con 35 anni di contributi e lo sparti acque sarebbe dovuto essere 35/2= 17, 5 anni (910 settimane).
Andrò in pensione nel 2022 con 42 anni e 10 mesi oppure con i 67 anni di età (sono nato nel 1955). Non ho aderito alla quota 100, attualmente lavoro.
Distinti saluti..

Giovedì 28 gennaio 2021 07:40:43

Buongiorno volevo dire tante imprese hanno come il solito approfittato di questa pandemia per fare i furbi esempio mio figlio da 14 anni ha lavorato con una ditta, è stato messo in cassa integrazione da marzo 2020 e tutt'ora è ancora fermo prima gli è stato detto di licenziarsi e lui non lo ha fatto nello stesso tempo la ditta ha assunto altro Personale senza reintegrarlo come è possibile tutto ciò dove sono i dritti di un lavoratore che ha sempre rispettato il lavoro perché non ci sono i controlli su queste imprese le auguro una buona giornata

Buongiorno signor Landini volevo sapere se la legge è uguale per tutti l l'adeguamento della legge europea dice che si deve lavorare 40 ore settimanali con tutto il rispetto per i nostri datori di lavoro chiedo perché noi portieri di condominio dobbiamo lavorare 48 ore la settimana cioè 9 ore giornaliere più 3 ore il sabato = 48 forse la nostra categoria non fa parte di questa unione

Commenti Facebook