Messaggi e commenti per Milena Gabanelli - pagina 2

Messaggi presenti: 469

Lascia un messaggio o un commento per Milena Gabanelli utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Leggi anche:
Frasi di Milena Gabanelli

Mercoledì 17 febbraio 2021 13:11:04

Nettuno - discese su spiaggia libera chiuse da circa 9 anni - Help


Per Milena Gabanelli – HELP - HELP

Cara Milena Gabanelli, sei la n/s ultima speranza.

Sono circa 9 anni che i cittadini di Nettuno (RM) chiedono disperatamente alle varie PA che si sono succedute nel tempo di riaprire l’unica discesa sulla spiaggia libera della Divina Provvidenza/Marinaretti che le suore di una Casa di Riposo per anziani del Vaticano mantenevano aperta, e che fu chiusa da un privato, nuovo proprietario a cui il Vaticano la vendette.

Negli ultimi 9 anni dunque per cercare di ottenere la riapertura di quella discesa venduta ad un privato vi sono state molte iniziative dei cittadini, con raccolta di firme, flash-mob sotto il Comune, petizioni, ecc., sempre senza alcun risultato.

Nel 2019 un anziano avvocato di Nettuno, Adolfo Bruno, vissuto fin da ragazzo in quel quartiere e dunque memoria storica circa l’infinità di altre discese pubbliche esistenti in quel tratto di strada di via Gramsci, ora tutte chiuse da cancelli privati sia sul lato strada che sul lato spiaggia libera, prendeva l’iniziativa di predisporre una PETIZIONE/ESPOSTO all’attuale Sindaco di Nettuno, ing. Alessandro Coppola, firmata da ben 852 cittadini, in cui reclamava “Il Diritto di Accesso al Mare” della cittadinanza chiedendo la riapertura di tutte le discese a mare pubbliche ma abusivamente chiuse, in quanto i beni demaniali non sono USUCAPIBILI.

La PETIZIONE/ESPOSTO venne inviata al Sindaco, alla Procura della Repubblica di Velletri, a diverse P. A. interessate, a diversi media a febbraio 2020; il Sindaco più volte ricevette una delegazione dei firmatari promettendo di risolvere il problema per la scorsa estate 2020; ma sono rimaste solo promesse.

Il 14 agosto 2020 una delegazione di 11 firmatari, patrocinati dall’avvocato Adolfo Bruno, presentò alla Procura della Repubblica di Velletri formale denunzia del Sindaco e di alcuni Dirigenti del Comune per “omissione di atti d’ufficio”.

In attesa che la denunzia venisse messa a ruolo, il Sindaco venne intervistato da un giornale locale, il Granchio, e nuovamente promise per la prossima estate 2021 l’apertura di una discesa e di un ascensore per i disabili nel tratto di strada interessato, via Gramsci.

La stampa locale ha sempre collaborato con i firmatari per mantenere vivo il problema; la denunzia viene messa a ruolo a dicembre 2020, e si giunge al Consiglio Comunale di gennaio 2021 in cui, a precisa richiesta dell’opposizione, il Sindaco ripete che “a giorni avrebbe emesso un’ordinanza di apertura del civ. 91”.

A tutt’oggi ancora nulla, e noi firmatari della PETIZIONE/ESPOSTO e della successiva denunzia temiamo che siano solo chiacchiere per prendere tempo, con il preciso scopo di attendere che una decisione in merito, impopolare per gli amici, notabili e poteri forti che abitano le lussuose ville sul mare di via Gramsci la prenda il Magistrato a seguito della denunzia, con i tempi lunghissimi della Giustizia in Italia.

Si fa notare che uno di tali palazzi di via Gramsci, al civ. 123, fu appunto progettato negli anni ’80 dall’attuale Sindaco, ing. Alessandro Coppola, ed ha sia a dx che a sx 2 discese a mare ed un ascensore al civ. 121 sempre chiuso; discese che in tale periodo di pandemia, per limitare i contatti tra le persone, potrebbero essere utilizzate dai cittadini una solo in discesa e l’altra solo in salita, mentre l’ascensore potrebbe essere resa disponibile solo per i disabili.

Dunque il Sindaco ben conosce questa situazione, in quanto il suo progetto approvato dal Comune prevedeva una piscina per un uso pubblico sulla spiaggia; piscina mai realizzata, cancelli alle due discese a mare e ascensore in disuso e sempre chiusa.

Dunque, cara Milena Gabanelli, ci occorrerebbe un aiuto con un fortissimo clamore mediatico nazionale che solo la tua trasmissione può sollevare.

Questo è il recapito dell’avvocato Adolfo Bruno, citato nella Petizione/Esposto e nella successiva denunzia:

Adolfo Bruno - tel. 06 ------- –
cell. 340------- –
PEC: adolfo. [email protected] legalmail. it

Grazie da uno dei firmatari della Petizione/Esposto.
Enzo – cell. 347 7884845 –
Email: [email protected] it

P. S. – Non ho trovato una mail ove poter allegare alcuni dei tantissimi documenti ed articoli relativi a quanto esposto.

https: //www. ilcaffe. tv/articolo/63322/passaggi-al-mare-chiusi-a-nettuno-i-cittadini-scrivono-a-sindaco-e-procura
https: //ilclandestinogiornale. italiasera. it/primo-piano/106363/petizione-per-le-discese-a-mare-a-nettuno-denunciati-sindaco-e-dirigenti/
https: //ilgranchio. it/tag-notizie/discesa-a-mare/
https: //m. facebook. com/ilclandestinogiornale/posts/discesa-al-mare-alla-divina-provvidenza-carlo-conte-incontra-il-sindaco/2146412972316335/
https: //m. facebook. com/ilclandestinogiornale/posts/2117511891873110/
https: //inliberauscita. it/politica/90326/pd-nettuno-riprendiamoci-la-discesa-a-mare-della-divina-provvidenza/
https: //www. latinaoggi. eu/news/cronaca/73915/nettuno-flash-mob-davanti-al-comune-ariaprire-le-discese-a-marea
https: //www. affitta. it/annuncio_430735_appartamento_100mq_nettuno_roma. html

Domenica 14 febbraio 2021 14:19:50

Lavoro nelle carceri


Gentilissima Dr. ssa Gabanelli,

Ho visto anni fa la puntata sul lavoro gratuito nelle carceri. Mi sembrò all’epoca un idea meravigliosa e l’aspetto più sconcertante fu la totale ignoranza della classe politica rispetto all’argomento.
Sono riuscita a ritrovare la puntata e rivedendola l’ho trovata ancora validissima e meritoria di essere ripresa in considerazione.

La contingenza del momento con un nuovo Presidente del Consiglio ed una nuova Ministra della Giustizia (Cartabia) potrebbe essere la condizione ideale per ri proporre e perseguire l’obiettivo di mettere in pratica questo fantastico progetto descritto nella puntata di Report. Per consentirne la messa in opera basterebbe introdurre una norma sulla possibilità di risarcimento che il detenuto deve allo stato per il suo mantenimento ed il pagamento delle spese processuali.
Potrei sottolineare i vari aspetti della problematica ma la visione del filmato fa una sintesi perfetta della problematica e le possibili soluzioni “copiando” le soluzioni degli altri paesi.

Bisognerebbe riuscire a presentare il filmato a tutte le figure politiche coinvolte con la Giustizia compreso il partito Radicale e qualche magistrato tipo Gratteri.

Io sono un chirurgo plastico in pensione e mi piacerebbe moltissimo poter fare qualcosa per promuovere questa idea così intelligente e che ci farebbe fare una magnifica figura con poca spesa.

Con tutta la mia stima
Patricia Cecchi

Sabato 13 febbraio 2021 21:51:47

[Ingiustizia sanitaria]

Buona sera.

Mi permetto di disturbarla perché il mio cuore è pieno di dolore e nonostante stia cercando aiuto per capire trovo solo disinteresse e porte chiuse.
Mia madre affetta da demenza media, dopo avere avuto un problema ai reni gli è stata negato una biopsia e quindi le cure xche: anche se l'avessero curata sarebbe rimasta la demenza e la sua qualità di vita nn sarebbe migliorata. È morta come un cane dopo un mese... mentre mi suplicava di nn lasciarla morire e si preoccupava x me xche sarei rimasta sola... x darle una idea di demenza... purtroppo nn sono riuscita ad aiutarla, a urlare, xaricarmela sulle spalle e portarla via e adesso non riesco più a vivere. Ho bussato a tanti... ma nn interessa a nessuno. X favore mi dia un consiglio... Lorena belloni.

Venerdì 12 febbraio 2021 14:43:47

[Chiarimenti]

Pensionamenti a me nn chiari. 338 -------. Le scrivo xke lei era cliente del mio ex e poi xke credo in lei e in quello che fa.. grazie.

Martedì 9 febbraio 2021 10:30:58

[Che delusione, Milena!]

Che delusione nel dataroom dell'8 febbraio. TU QUOQUE? Al Sud del piano Marshall andarono solo le briciole (13%) e si è "dimenticata" i vincoli territoriali... in linea con tutti i giornali incluso il Fatto quotidiano. Non posso Allegare tabella a pag. 10 del file di Cdp

Martedì 9 febbraio 2021 10:04:24

Spese ambientali 2019 dei comuni italiani – parametrizzazioni, target e analisi - con stima saving ottenibile nel breve periodo


Buongiorno sono un Esperto in gestione energia certificato e da 40 anni mi occupo di area energia e ambientale, per decenni sono stato l'Eenergy Manager di San Paolo e poi di Intesa San Paolo che ho poratto ad essere la prima banca al mondo certificata ISO 50001
Ho appena concluso uno studio, basato su sistemi di analisi tipici della aera energetica per multisiti, sulle spese per area energetico-ambientale dei Comuni di Italia (15 miliardi €/anno) credo molto innovativo, con titolo
SPESE AMBIENTALI 2019 DEI COMUNI ITALIANI – PARAMETRIZZAZIONI, TARGET E ANALISI - CON STIMA SAVING OTTENIBILE NEL BREVE PERIODO
“Un approccio semplice per un contributo mirato e di indirizzo al miglioramento della gestione delle spese dei Comuni per le aree con impatto ambientale (su baseline 15 miliardi di euro/anno), utile anche alla attuazione della spending review”

Con i miei collaboratori abbiamo definito i "costi standard unitari per ogni voce di spesa" di tali spese correnti (cosa che lo Stato ha mai fatto) In base a tariffe medie abbiamo anche stimato standard corrispondenti di consumi energetici, emissioni, ecc. per abitante, mi pare molto interssante, specie perchè vaaria molto in base a dimensione Comune e ovviamente Zona energetica
Le cifre in gioco sono considerevoli, i Saving potenziali eliminando solo sprechi (più alti di quanto mi aspettavo) ammontano a circa 4, 5 miliardi €/anno. I grafici e gli andamenti emergenti evidenziano una polverizzaione, specie in alcune regioni, impensabile se non si vedono i dati reali (es comuni che hanno costi per abitante per vrifiuti doppi di quelli vicini, entrabi con stesso fornitore, oppure Regioni allineate ai target e altre con tutti i dati di tuttio copmuni molto oltre il target, ecc.).
Mi pare che in questo momento anche il governo potrebbe utilizzare bene questo studio per definire azioni di migloioarmento spesa pubblica, qui recuperiamo 4, 5 miliardi €/anno da non chiedere a Europa.

Il metodo che abbiamo i deato è di basso costo ed è estendibile ad altre voci di spesa (es stipendi, emolumenti a politici, ecc.) e/o altre aree della PA (USL, Regioni, ecc.)

NON LO DIAMO A NESSUN PARTITO POLITICO PERCHE' DEVE ESSERE UN CONTRIBUTO SUPERPARTES

Stiamo cercando uno o piu sponsor/committenti che ci paghino le sole spese vive (software, ecc., 8000 € non c'è IVA) e lo sponsor /committente acquisisce lo studio e i dati di dettaglio di ogni Comune e, ad es.:
• può metterli su un sito a scopo divuilgativo e ogni cittadino può accedere per vedere proprio Comune quanto spende e può risparmiare
• rielabora i dati in base a sue esigenze
• pubblica su rivista specializzata, fa un evento di presentazione (tv, giornali, ecc.), se servisse abbiamo già un accordo eventuale con Canale Energia
• può svolgere azioni di proposta di consulenza con le PA e/o aziende che operano per le PA
Se il tema fosse di suo interesse la prego di chiamarmi al 347------- che Le spiego meglio il tutto., mi dia solo qualche minuto per illustrarLe lo studiuo e pii valuterà l'interesse.
Grazie della attenzione che vorrà dedicare al tema
Distinti saluti
ing. GERBO ROBERTO

Lunedì 8 febbraio 2021 20:45:06

[Tre minuti del suo tempo]

Gentilissima Dr. ssa Gabanelli, buonasera.
Mi chiamo Alfredo Falletti e sono il responsabile della Comunicazione in Sicilia del Movimento 24 Agosto Equità Territoriale di Pino Aprile che potrà garantire sulla veridicità di ciò.
Mi pregio scriverLe per chiedere che mi possa dedicare soltanto tre minuti che potrebbero costituire la salvezza di venti milioni di meridionali dell’ennesimo saccheggio da parte del sistema nord centrico pronto ad artigliare tutto il possibile del Recovery Fund.
Sarei onorato di poter solo accennare di argomenti che, ove dovesse trovare interessanti, potranno essere affrontati nei modi e termini che Lei intenderà adottare magari con una intervista al nostro Presidente Pino Aprile che certamente Lei conoscerà.
Confido che questa richiesta non cada nel vuoto: le persone come Lei sono una delle poche speranze rimaste perché il Sud e soprattutto la Sicilia non diventino “altro” rispetto al resto del Paese; più di quanto non lo siano già.
Resto in attesa di riscontro e Le porgo i miei migliori saluti.
Alfredo Falletti
-------
Cell 348-------

Lunedì 8 febbraio 2021 20:37:18

Buonasera.
Nell'elenco delle contropartite del Piano Marshall presentate oggi sul suo sempre ottimo Dataroom, sono mancate le basi militari e missilistiche USA/NATO di difesa avanzata americana, distribuite in tutto territorio nazionale.
Grazie.
Sandra Monarcha

Lunedì 8 febbraio 2021 20:30:44

[Detassazione x favorire assunzioni giovani]

Sono senza parole: contavo molto su questo provvedimento tanto sbandierato come strumento x favorire l'assunzione di giovani fino ai 35 anni. La detassazione totale Finalmente forse i nostri figli potranno rinunciare alla fuga all'estero.. mi informo e scopro che è stabilito un tetto max di 6000 euro annui!!! Giovani plurilaureati, con master all'estero, conoscenza di più lingue.. ma che vergogna. ! L'alternativa è partita Iva con 800 euro, talvolta lordi. Questa è la realtà di tanti bravissimi giovani a milano. Se sono fortunati a trovare un lavoro prendono quanto il reddito di cittadinanza.. tanto quanto chi non lavora, o lavora in nero e evade, quando non utilizza i soldi x alimentare lo spaccio..
La prego: ponga il tema, come lei sa fare...

Lunedì 8 febbraio 2021 16:01:54

Napoli crolla, ma niente ristrutturazioni


Cara Milena
A Napoli siamo tristemente abituati a ricevere notizia di qualche crollo avvenuto per lo più a causa dell'incuria, vedi per ultimo il caso della Chiesa di Santa Maria del Rosario a piazza Cavour. Situazioni che spesso coinvolgono abitazioni private poco curate anche a causa della situazione di indigenza di chi vi abita. Una notizia rilanciata da alcuni giornali negli ultimi mesi non ha avuto secondo me l'eco che meriterebbe. Sempre a Napoli infatti l'archivio dei titoli edilizi degli edifici costruiti tra il 1900(millenovecento!) e il 2010 non sarebbe agibile, ragion per cui non accessibile da impiegati o tecnici che ne facciano richiesta. Tale condizione, che di per sé è paradossale poiché il privato che volesse ottenere o dimostrare l'agibilità della propria abitazione non può farlo a causa dell'inagibilità del comune (!), risulta ancora più grave dal momento che la stessa documentazione risulterebbe necessaria per lo svolgimento delle pratiche utili ai fini dell'ottenimento del bonus edilizio del 110% tanto sponsorizzato dal governo. Napoli, che ha spesso dimostrato di avere bisogno di un forte impegno di recupero dell'edilizia anche privata, è probabilmente l'unica città in Italia che non riuscirà a sfruttare uno strumento tanto importante come il bonus edilizio. Sarebbe interessante scoprire quale sia lo stato reale dell'archivio comunale e della documentazione che è lì conservata e quali siano le intenzioni di un'amministrazione forse troppo distratta da altre ragioni (o regioni?). ..
Di seguito i link di alcuni articoli che hanno parlato di questo problema:

https: //www. ilso le24or e. com/art/s uperbonu s-allarme-5 s-napoli-ca tasto-e-in accessib ile-ADN nK0r
https: //ww w. ilmat tino. it/napoli/c ronaca/pratich e_ediliz ie_arch ivio_del_c omune_di_napoli _interde tto-5651 199. h tml

Seguo sempre con interesse i tuoi servizi, un saluto affettuoso.

Commenti Facebook