Messaggi e commenti per Milena Gabanelli - pagina 2

Messaggi presenti: 502

Lascia un messaggio o un commento per Milena Gabanelli utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Leggi anche:
Frasi di Milena Gabanelli

Domenica 6 giugno 2021 10:34:20

Aumenti spaventosi materie prime


Buon giorno Milena
seguendo da alcuni mesi l' andamento dei prezzi delle materie prime, vedi estratto, sia per motivi di lavoro che personali, stavo cercando di costruire la mia prima abitazione alla quale rinuncero' per i motivi di cui sotto.
Aumenti speculativi di questa portata non possono non avere effetti inflazionistici che peseranno sulla vita di tutti noi, e per quale motivo?
E' questa la domanda chiave, non e' di certo causa della legge domanda/offerta, considerando la tremenda contrazione della domanda dovuta al covid. Ma al di la delle cause tecniche quello che mi preoccupa e' che la politica non ne parla mentre il mercato verra' invaso da miliardi di recovery che solo in parte avranno effetto sulla vita quotidiana, i prezzi del legno. acciaio, rame, alluminio stanno andando alle stelle, vorrei davvero sentire i media parlarne la politica discuterne, ma nulla io ritengo che sia in parte dovuta ad una bolla speculativa ma vorrei che si chiarisse per poter dare un messaggio di come e quando eventualmente fare investimenti sul nostro futuro con la consapevolezza dei rischi che si corrono. Grazie per la cortese attenzione Pierluigi Risoli

Rincari che superano anche il 100%: 19mila imprese padovane minacciate dalla "bolla" delle materie prime

Secondo l’ultimo aggiornamento del Fondo Monetario Internazionale a marzo 2021 si registra una crescita del prezzo dei metalli di base del 65, 7% su base annua, particolarmente pesante per minerali dall’enorme utilizzo come ferro (+88, 1%), stagno (+77, 0%), rame (+73, 4%) e alluminio (+36, 0%), per non parlare dell’acciaio, con una media di aumenti che, per alcune tipologie, supera il 100%

Domenica 6 giugno 2021 07:30:25

[Acconti Irpef]

Mi piacerebbe venisse affrontato il problema del acconti IRPEF per chi compila il 730, siamo alla canna del gas eppure dobbiamo versare acconti per l'anno successivo no sapendo se avremo non solo lo stesso reddito, ma se ne avremo uno
È un problema che nessuno solleva ma che interessa milioni di Italiani
Sugli affitti per esempio in questo anno di pandemia molti non hanno percepito l'affitto eppure non solo pagano IRPEF come se l'avessero incassato ma in più pagano l'acconto per l'anno prossimo, è una vergogna!!!

Sabato 5 giugno 2021 18:49:20

Quante persone e boschi devono bruciare


Gentile sig. Milena Gabanelli, innanzitutto premettiamo che siamo due artigiani di una cittadina di provincia e ci rivolgiamo a lei dopo mesi di indagini a cui eravamo giunti ancora prima della pandemia. Però in questi giorni sui canali ufficiali si è iniziato a parlare dell’incremento esponenziale del consumo del tabacco. A questo punto dobbiamo fare un passo in dietro di una ventina di anni, dal momento che io e il mio collega siamo un po’ estranei ai resoconti scritti, abbia un po’ di pazzienza e cerchi di interpretare la nostra ricerca. Noi siamo partiti una sera dal ragionamento perche si spengono le sigarette! Il rappresentante della Philippe morris e Laki stike disse all’epoca della legge del 2001 riportata su tutte le testate giornalistiche nazionali che l’utente finale (il tabagista) non dovra fare nient’altro che continuare a fare quello che facieva prima, cioè, aspirare. Ora la digressione nella digressione. Negli Stati Uniti sono state fatte due class actioens contro le multinazionali del tabacco da cui sono stati tratti due famosi film, uno in cui nel tabacco veniva maggiorata la percentuale di catrame, persa la causa, secondo caso nel tabacco veniva maggiorata la percentuale di ammoniaca. Anche questa causa persa dalle multinazionali. A questo punto con le restrizioni mondiali contro il tabagismo nasce una terza idea. Come si possono vendere più sigarette? Si fanno studi di mercato. I fumatori potenziali sono! Persone con nevrosi e instabilità caratteriale, adolescenti, donne.. se Lei controlla dalla approvazione della legge della comunità europea sullo spegnimento controllato delle sigarette l’aumento del consumo attuale è aumentato del 400/100. Sig. Milena noi stessi siamo tabagisti, ed il fatto che la sigaretta si spegne se non aspiri come confermato dal rappresentante delle compagnie del tabacco chiude il cerchio. La legge si propone come prevenzione agli incendi domestici e a quelli boschivi, per cui con le legge europea viene approvato il sistema di tre anelli di carta nella sigaretta per impedirne la combustione se non c’è una aspirazione forzata. ora io e il mio socio Stefano ci poniamo una domanda che in questo caso è obbligatoria, quante persone e boschi devono bruciare per giustificare

Martedì 1 giugno 2021 20:49:13

Gentilissima Milena Gabanelli, buona giornata. Ho molto apprezzato il suo report sulle sanzioni disciplinari inflitte ai magistrati. Ma pochi sanno che le denunzie disciplinari sono discrezionalmente archiviate dal Procuratore Generale con atti segreti. Si tratta mediamente di oltre 1. 200 archiviazioni all'anno, condannate all'oblio.
Rinvio a http s: //www. giu stiziain sieme. it/it/giur isprudenza- discip linare/1235-il-pr ocedime nto-discipli nare-nei-con fronti-dei-magistr ati-or dinari-archivi o-perc he-arc hivio
Se le interessa potrei mandarle altri attinenti documenti..
Grazie per l'attenzione. Cordialità vivissime.
Rosario Russo, già sostituto proc. generale presso la Suprema Corte, oggi in pensione.

Martedì 1 giugno 2021 16:08:36

Toghe giudici e malagiustizia


Buongiorno D. ssa Gabanelli ho letto il suo articolo sul corriere della sera "Giudici, cosa succede quando sbagliano: magistratura, processi e carriere". Ecco mi mi sarebbe piaciuto che in mezzo a questo servizio, trovasse spazio la protesta al oltranza fatta davanti a 55 procure d'Italia, di tanti cittadini che armati di foto di Falcone e Borsellino distribuiscono volantini informativi sulla Costituzione e Legalità. Non c'e una testata giornalistica che abbia speso una parola! Solo qualche accenno su canali you tube, e qualche tg locale. Nulla di nulla, come se non esistessero, anzi in un paio di procure tipo Roma. Catania, Treviso, "diciamo" che non sono stati accolti civilmente di alcuni facenti parte delle forze dell'Ordine. Il mio augurio e lei possa trovare 5 minuti del Suo prezioso tempo, per dare un 0cchiata all'Associazione Governo del Popolo APS e al suo presidente Francesco carbone e L'Avv Virginia Cerullo. Saluti

Lunedì 31 maggio 2021 11:07:42

[Indagine su EMA]

Gentile signora Gabanelli, le scrivo da ammiratore del suo giornalismo di denuncia.
Perché non approfondisce il fatto che l’EMA, ente preposto al controllo europeo sui farmaci, è finanziato solo per il 14% dalla comunità europea mentre il restante 86% proviene dall’industria del farmaco? Non trova che questo fatto sia inquietante?

Lunedì 31 maggio 2021 10:50:38

[Richiesta di contatto]

Istanza di revisione, la terza, da depositare eventualmente post mortem, del giudicato disciplinare - sent. Sez. disc. n. 143/2009 e Cass. Sez. un. Civ. n. 11179/2018 – sotto i tre profili: emergenza del novum, contrasto di giudicati, dipendenza da altro fatto costitutivo di giudicato disciplinare

Abstract: C’era una volta un P. M., giunto, con una buona dose di fatica, alla definizione di un procedimento ingarbugliato, confuso, in buona parte povero di contenuti, avviato da un p. m. dalla trattazione del quale era stato successivamente e con ragione esonerato. Un bel giorno di improvviso il P. M. vide sradicate le porte del suo studio e, perfino, della sua abitazione, apparire il p. m. esonerato che così lo apostrofò: sei un insabbiatore, colluso con i poteri forti, con i poteri anche criminali, ti prendo tutti i fascicoli del procedimento che provvederò a farlo io, il processo, come Dio comanda, in altra ma onesta e amica sede giudiziaria. Il P. M., che stava per essere rapinato, mise le mani sopra le carte, e replicò al rapinatore: lei da qui non porta via niente, io la blocco perché occorre che sia un giudice terzo a decidere, illico et immediate, nel mio e nel suo interesse, il da farsi.
Fu l’inizio della sua rovina, del P. M. in barba al principio che … … “i principi sono delle barriere che impediscono alle persone di seguire i desideri e gli interessi del momento”. Robert Nozick.
Per un sussulto di moralità e legalità. Enzo Jannelli

Giovedì 27 maggio 2021 10:26:42

[Falsita' pericolose]

Cari colleghi che vi affannate a spiegare alla Dott. ssa Gabanelli quanto lei sbagli a sparare mota sulla nostra categoria, per favore, smettete, non serve. Lei non legge a. niente, e' disinformata oppure, come credo, persegue un suo progetto. Vuole screditare la categoria. Mi sfugge il motivo, forse motivi personali. Unica cosa che dovrebbe sapere e' che cosi facendo, non solo danneggia il nostro importantissimo lavoro, ma di riflesso danneggia i nostri pazienti che purtroppo credono al vate, quello che lei crede di essere.
Colleghi, fate il vostro benedetto lavoro e cercate di fregarvene, se si puo' avvertiamo i nostri rappresentanti sindacali (anche se nutro poche speranze), e parliamo con i nostri pazienti di questa disnformazione, apriamogli gli occhi, anche perche' se si comporta cosi' con noi lo fara' anche con altre persone e categorie.

Dott. Enrico Pandolfi (un medico di base che risponde a 100 telefonate al giorno, visita, ha vaccinato tutti gli over 80 seppure con i colpevoli ritardi della Regione Toscana, ha lavorato sabato e domenica, da marzo 2020 riceve i propri pazienti con DPI reperiti personalmente, ha visto morire colleghi)

Mercoledì 26 maggio 2021 21:24:05

[Indecente approssimazione]

Sono molto delusa dai servizi di Milena Gabanelli che mostrano, soprattutto l'ultimo sui MMG, approssimazione, qualunquismo e una quasi nulla documentazione.
Mi chiedo " Ma dove vive la Gabanelli? ". Quanto ha detto sui MMG potrebbe averlo detto un qualunquista qualsiasi.
Dato che la sua voce arriva a tutti gli italiani ritengo la cosa piuttosto grave in quanto influenza le menti altrui verso posizioni che non sono assolutamente reali.
La prima verifica è stata in occasione del servizio sugli psicologi, anche questo per nulla documentato (io sono una vecchia psicologa che ha attraversato tutti i cambiamenti legislativi della professione, ) e trovo, dunque, disgustoso voler fare "audience" puntando sull'ignoranza. Peccato che la rete è la 7 e non Mediaset. Sono fortemente delusa, signora Gabanelli

Mercoledì 26 maggio 2021 20:07:12

Secondo la signora #Gabanelli, che continuo a ritenere una delle più brave giornaliste di inchiesta che ci siano in Italia, noi MMG in quanto non dipendenti del SSN bensì liberi professionisti in regime di convenzione, saremmo stati e saremmo ancora l'anello debole della catena, venuto alla luce durante questo ultimo anno in relazione alla pandemia da virus SarsCov2. E sempre secondo la signora Gabanelli questo tipo di rapporto libero professionale rappresenta il motivo principale per il quale noi ci sottrarremmo ai nostri compiti essendo responsabili anche degli accessi impropri al pronto soccorso.
Sono pronta a smontare punto per punto le accuse.
È sotto gli occhi di tutti che la costante e continua delegittimazione di noi MMG e del nostro lavoro è iniziata da settembre 2020, inizio della seconda ondata della pandemia che ha portato fino ad oggi ad un numero impressionante di decessi, molti di più rispetto alla prima. Mi chiedo perché e analizzo: sottovalutazione del rischio da parte di chi avrebbe dovuto vigilare che le riaperture a maggio 2020 avvenissero con la dovuta cautela mentre tutte le decisioni dall'alto portavano ad un "liberi tutti", avallato anche da autorevoli medici che avrebbero fatto meglio a tacere.
Noi ci aspettavamo la seconda ondata, perché sapevamo che per l'epidemia della "spagnola" fu esattamente così.
Ed ecco il primo motivo per il quale i MMG, considerati come degli strenui difensori della salute per la loro opera di tracciamento, controllo, monitoraggio e anche cura dei pazienti positivi da febbraio a maggio 2020 con reperibilità telefonica 7 giorni su 7, lavorando senza sosta sia in ambulatorio che a distanza, da settembre in poi diventavano improvvisamente dei capri espiatori. Eh sì, perché è stato semplice affermare che la seconda ondata si è verificata per il crollo della medicina territoriale... la medicina che applichiamo noi ogni giorno.
Non è cosi, ovviamente e mi verrebbe tanto da controbattere alla signora Gabanelli con una domanda: si è chiesta cosa sarebbe successo in Italia se noi non ci fossimo stati? ! Se i miei 120 pazienti curati e monitorati a casa si fossero precipitati in PS? !
Se si moltiplicasse il numero di positivi che ciascuno di noi ha monitorato a casa per il numero di MMG in tutta Italia, quale numero uscirebbe fuori? ! Ho avuto purtroppo 5 pazienti deceduti: pazienti con gravi patologie e con forme molto aggressive della malattia che sono stati prontamente ospedalizzati ma che purtroppo non ce l'hanno fatta. Ma ho avuto anche pazienti gravi che con il monitoraggio e l'assistenza e le cure cercando di applicare protocolli e linee guida condivise, ce l'hanno fatta ad uscire dal tunnel.
E come me hanno agito tutti i colleghi che conosco.
Non è il regime di attività libero professionale l'origine di tutti i mali come lei, signora Gabanelli, ritiene: anzi, è proprio in virtù del nostro rapporto libero professionale che siamo stati caricati di compiti non solo medici ma anche burocratici e di igiene e sanità pubblica ai quali non ci siamo sottratti creando tutti i presupposti per i quali la nostra giornata lavorativa ha sfiorato e continua a sfiorare le 12-16 ore. Mi chiedo quale lavoratore dipendente avrebbe accettato tutto ciò.
Una ultima considerazione, gentile signora Gabanelli: gli accessi impropri al PS considerando patologie diverse dal Covid, derivano unicamente dalla volontà del paziente di recarsi in una struttura dove riceve prestazioni GRATIS e IMMEDIATE che altrimenti non avrebbe. Mi chiedo dove sia finita la legge che stabiliva che per i codici bianchi e verdi in PS fosse dovuto il pagamento del ticket.
Non siamo noi gli artefici di questo stato di cose.
Sarebbe bello, gentile signora Gabanelli, che prendesse spunto da ciò che ho scritto, per rivedere un po' le sue affermazioni, che non tengono assolutamente in nessun conto la professionalità e l'abnegazione con le quali ci troviamo a lavorare ogni giorno.

Un medico di medicina generale.

Commenti Facebook