Messaggi e commenti per Milena Gabanelli

Messaggi presenti: 622

Lascia un messaggio, un suggerimento o un commento per Milena Gabanelli.
Utilizza il pulsante, oppure i commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Leggi anche:
Frasi di Milena Gabanelli

Nota bene
Biografieonline non ha contatti diretti con Milena Gabanelli. Tuttavia pubblicando il messaggio come commento al testo biografico, c'è la possibilità che giunga a destinazione, magari riportato da qualche persona dello staff di Milena Gabanelli.

Mercoledì 18 gennaio 2023 19:28:19

Opzione Donna


Gent. ma dott. ssa Gabanelli,
Ho appena letto il suo pezzo: "Pensioni: le menzogne dei politici" e mi permetto di esternarle il mio punto di vista.
Sono nata il 2 gennaio 1964 e, come molte altre coetanee, facendo affidamento sulle reiterate promesse di tutti i partiti dell'attuale maggioranza riguardo alla proroga di Opzione Donna con i requisiti vigenti al 31/12/2021 o addirittura all'intenzione di renderla strutturale, sono rimasta profondamente delusa dal modo in cui la legge di bilancio ha stravolto e ristretto la misura, consentendone l'accesso a meno di un migliaio di donne italiane aventi gli ulteriori vincolanti requisiti di essere caregiver, invalide o licenziate.
E tutte le altre donne che hanno raggiunto l'anzianità contributiva e anagrafica per esercitare liberamente l'unica opzione che, seppur penalizzante economicamente, rappresenta la sola modalità loro riservata dal 2004 in avanti???
Non dimentichiamo che le quote 100-102 e 103 hanno fortemente discriminato le donne, per le quali è praticamente impossibile raggiungere la stessa anzianità contributiva degli uomini!
Perché i mezzi di comunicazione non riportano l'effettiva situazione? ? Tutto tace al riguardo e si parla di proroga, quando in realtà la misura è stata stravolta e tutte le promesse fatte alle donne disattese.
Anche dopo la manovra di Bilancio, forse per tenerci buone, voci della maggioranza hanno ventilato che qualcosa si sarebbe potuto fare con il Milleproroghe o con un decreto ad hoc.
Domani si terrà l'incontro tra il Ministro del Lavoro e i Sindacati.
Noi donne non molliamo. Il Comitato Opzione Donna Social e il Movimento Opzione Donna hanno organizzato un presidio sotto al Ministero del Lavoro. L'ingiustizia è grande, la delusione profonda.
Ho sempre ammirato la sua schiettezza e trasparenza e ho voluto esternarle questa situazione al limite del paradosso.
Mi perdoni per il tempo che le ho sottratto, ma sentivo il dovere di informarla.
Con sincera stima,
Maria Grazia Binda Beschi

Giovedì 15 dicembre 2022 09:59:11

KiteGen, perché non decolla ?


La fusione nucleare è lontana e per salvare il pianeta e migliorare il clima bisogna prendere strade nuove. Alla fine non ci resta che sperare negli aquiloni della Kitegen che sfruttano il vento della troposfera, venti forti e costanti presenti in tutto il pianeta, che possono darci tutta l'energia di cui abbiamo bisogno. Il problema è che non si trovano € 50milioni per avviare la filiera industriale con 50 unità Kitegen Stem da 3 MW che dimostrerebbero questa verità. Perchè non si trovano € 50milioni ?
Chissà se Milena Gabanelli può svelare il mistero ?

Martedì 21 giugno 2022 17:40:45

Tecnologia molto sospetta


Vi prego di controllare la tecnologia E4SHIELD di Elettronica Group, che promette di “disattivare i virus, incluso SARS COV2, con la radiofrequenza”. Fosse la solita teoria-bufala diffusa via chat, non vi farei perdere tempo, ma si tratta di un prodotto di una grande azienda… se avete la possibilità, chiedete un parere ad un professore di Campi Elettromagnetici o Microonde, che non sia coinvolto in tale affare e/o con Elettronica Group! Sembra proprio essere la solita brutta storia all’italiana. Grazie e buona serata

Lunedì 16 maggio 2022 20:28:28

Crisi energetica


Gentilissima dot. ssa Gabbanelli, sono in attesa di seguire sul suo servizio sulla difficile crisi energetica attuale. Sono un dipendente enel che presto uscirà per pensione anticipata. Ho lavorato in produzione e nel 2015 ho vissuto la chiusura di 23 centrali termoelettriche perché fuori mercato inquinanti e non più redditizie. Alla vendita del sito ho manifestato le mie perplessità rispetto al nuovo indirizzo che sarebbe stato dato all'area industriale, turistico ricettivo. In opposizione all'opinione quasi unanime, ritenevo indispensabile che l'area rimanesse allo scopo di produzione di energia attraverso sistemi diversi anche rinnovabili. Mi fu risposto che eravamo in eccesso di disponibilità di energia. Forse esistevano interessi diversi

Giovedì 28 aprile 2022 23:53:50

Università e corsi on line


Buonasera
Sono una studentessa lavoratrice che ha deciso di laurearsi a 50 anni.
Paradossalmente posso ringraziare la pandemia che ha costretto le università a erogare lezioni in presenza e a distanza.
Molti studenti stanno chiedendo di mantenere la duplice modalità che consente di recuperare lezioni in caso di malattia o di studenti lavoratori.
Purtroppo il sentore è che molte università torneranno al medioevo togliendo la possibilità di seguire a distanza.
Questo immagino che sia dovuto alla necydi tutelare gli interessi delle università private.
Chiedo se potete approfondire la questione.
Io avevo già chiesto prima della pandemia la possibilità di seguire a distanza. Mi era stato risposto che questo servizio veniva erogato solo dalle università on line...
Quanti interessi a discapito di quanto prevede la costituzione... facilitare e favorire l'accesso all'istruzione... ma chi lavora evidentemente non ha diritto ad istruirsi... o almeno non all'università.

Martedì 19 aprile 2022 01:25:35

Denuncia a magistratura corrotta


Sto vivendo una situazione terribile a causa di miei brevetti vigliaccamente copiati da aziende di elettrodomestici che non hanno esitato a corrompere Giudici e anche miei avvocati da me incaricati e pagati ho le prove e possibile avere un aiuto ? ? ho prove e documenti a supporto di quanto sostengo!!! Giorgio Furzi t. 348-------

Lunedì 4 aprile 2022 09:47:23

Uso razionale dell'energia


Buongiorno, ho scritto qualche giorno fa accennando alle problematiche energetiche legate all’approvvigionamento / forniture di gas. I problemi energetici sono molto complessi e richiedono forti competenze multidisciplinari. Sulle TV e Radio possiamo assistere quasi quotidianamente a programmi dove vengono invitati politici e giornalisti che poco hanno a che fare con l’argomento. “Rubano” qualche informazione e poi si spacciano per esperti. Non è così che deve funzionare. Occorre spiegare (da chi ne capisce qualcosa) che prima di consumare è necessario porsi la domanda se stiamo consumando bene o male! L’uso o l’utilizzo razionale dell’energia dovrebbe essere considerato come una materia scolastica o Universitaria. Non significa consumare di meno per rinunciare a dei “benefici” ma consumare meglio. E’ risaputo che è possibile ridurre almeno un terzo dei consumi in tutti i settori (gas, petrolio, energia elettrica). E’ importante dedicarsi agli approvvigionamenti, ma è fondamentale agire sui consumi. Non siamo ancora entrati seriamente in quest’ottica. E dobbiamo sbrigarci.

Venerdì 1 aprile 2022 18:34:20

Blocco delle rinnovabili in italia


Buongiorno
Sarebbe bello venisse approfondito e divulgato un servizio che spieghi i motivi per i quali in italia ci vogliono 7 anni per ottenere autorizzazioni all'allaccio alla rete elettrica di impianti rinnovabili.
Grazie.

Giovedì 31 marzo 2022 12:37:14

Astrosamanta si è dimessa dall'esa. Dicono per un'ingiustizia.
Potresti dirmi cosa c'è di vero?
Grazie.

Martedì 29 marzo 2022 12:25:34

Momento strano!


Ciao Milena.
Lavoro nel settore gas gpl uso domestico (da non confondere con quello autotrazione) dal 1989.
Sarò breve, dall'inizio guerra in Ucraina, è successa una cosa strana, un po alla volta il gpl.. manca!.
In più è molto aumentato.
La cosa è un pò ingiustificabile, solo il 20% del fabbisogno arriva dai mari del nord, il resto Africa, Olanda, ecc.
Non è un prodotto estratto, gpl viene da gas di petrolio liquefatto, sono fumi di scarto nelle varie fasi lavorazione a caldo nelle raffinerie. È pieno, e negli anni 50, lo consideravano scarto.
Segue il mercato Platz, cioè il prezzo deciso in base i paesi più caldi, noi siamo al paese europeo caldo, quindi costa di più.
Non sono un professionista, sono un operaio, ma ci lavoro da più di 30 anni.
All'inizio questo "scarto" costava 380 lire al litro più 9%iva.
Ora si viaggia attorno ad 1, 20€ + 22%iva.
Mi sono sempre chiesto, come mai, da molti anni che seguo le inchieste, da Report e molte altre, come mai non si sia mai indagato su questo mercato, MILIARDARIO,
Ora manca prodotto, credo sia una speculazione ad ore. Visto che il barile del petrolio non è poi aumentato e col metano, il gpl non centra niente!

Ti ringrazio. Spero d'aver dato un imput.
Ciao Milena...

Lorenzo

Commenti Facebook