Messaggi e commenti per Milena Gabanelli

Messaggi presenti: 582

Lascia un messaggio, un suggerimento o un commento per Milena Gabanelli.
Utilizza il pulsante, oppure i commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Leggi anche:
Frasi di Milena Gabanelli

Nota bene
Biografieonline non ha contatti diretti con Milena Gabanelli. Tuttavia pubblicando il messaggio come commento al testo biografico, c'è la possibilità che giunga a destinazione, magari riportato da qualche persona dello staff di Milena Gabanelli.

Lunedì 10 gennaio 2022 06:56:45

Richiesta opinione su prof. Giuseppe Tritto


Salve,

stimo da sempre la sua persona..

Non sono un no vax e ho fatto 3 dosi di vaccino.

Ma gradirei una sua opinione sul libro e le dichiarazioni del prof. Tritto:

ht t / w. ----- -- = Pip08tZjX0A
ht t / w. -------. it/attuali-------89632/
htt ps: //it. li-------810a

In attesa di Vs. notizie, ringrazio.

Con stima

Gian Marco Sigismondi
Via ------- 9
Strozza (BG)

Domenica 9 gennaio 2022 15:56:09

L'obbligo assicurativo per gli sciatori


Perchè è stato previsto l'obbligo dell'assicurazione per gli sciatori e non si è invece deciso, come in molti altri sport, che siano i gestori degli impianti a garantire la copertura assicurativa magari prevedendo un voce specifica nell'abbonamento o nel biglietto?
La norma introdotta è assurda per queste ragioni:
1. se decido di andare a sciare per un giorno o mezza giornata, devo farmi l'assicurazione e mi sembra un'assurdità!
Ma non solo.
2. Ieri mio figlio - regolarmente assicurato - è stato investito da un altro sciatore che, dopo averlo "atterrato" [ha riportato alcune lesioni, fortunatamente non gravi, alla spalla e gli sci da discesa professionali, sono stati significativamente rovinati], non si è fermato. Mio figlio, ha anche cercato di identificare il soggetto, ma, evidentemente, essendo infortunato, non ha potuto fermarlo. E così è rimasto lì, con la spalla ammaccata e con gli sci inutilizzabili e senza la possibilità di far nulla.
Lo so che nel mondo ci sono problemi notevolmente maggiori, ma segnalo questa assurdità perché proprio oggetto di un recente intervento normativo, in quanto l'obbligo assicurativo è scattato dal 1° gennaio scorso.
Grazie dell'attenzione
Fiorenza Dal Zotto 349-------

Venerdì 7 gennaio 2022 01:03:41

Progetto inclusivo scolastico OAIA


Sono un docente di Roma con un progetto di inclusione OAIA nato nelle aule scolastiche e ora diventato inchiesta su interreligiosita' e non discriminazione a scuola. L'OA all'IRC non è gestita. L'OA ha un potenziale enorme nella gestione delle differenze; non solo quelle religiose. Oggi si può fare a costo zero.
Unesco appoggia il progetto
La Sapienza Università Roma anche (pegadogica Villa Mirafiori).

Info
oaiaubam. -------. it

vari post

Umberto Bielli
-------. com Bielli Umberto CV about

E mail
-------
348 ------- solo whatsapp

351 ------- solo chiamate vocali

Giovedì 23 dicembre 2021 15:56:45

Gent. le D. ssa Milena Gabanelli, desidero portare alla Sua attenzione l'argomento "sul caro petrolio di Sicilia" e sulla censura in materia. La Sicilia più delle altre regioni d'Italia ha una popolazione in ginocchio per interventi poco convincenti. Il reddito di cittadinanza e l ' ecomafie che fanno arrivare ai cittadini le cartelle impazzite. Il Presidente della regione con il suo partito "diventerà bellissima" ha deciso di incentrare la sua campagna elettorale sull ponte dello Stretto di Messina a tre campate. Che fine ha fatto"l'oro nero" e chi gestisce i pozzi sulla terra-ferma e " offshore ". L'isola sembra vivere " Il deserto dei Tartari "(la fuga del tempo). Sicuro che la Sua sensibilità proporrà a livello nazionale ed europeo il problema del petrolio siciliano, al fine di avvantaggiare economicamente noi isolani. Le porgo distinti ossequi. cell. 340.. ------- Lo Faro Giancarlo

Martedì 14 dicembre 2021 10:15:56

Troppa superficialità


Dottoressa Gabbanelli, mi scusi ma continuo a riscontrare estrema superficialità e arraffazzonaggine nelle informazioni che ci dà il. lunedì sera, soprattutto per quanto riguarda le notizie sulla sanità e sul sistema sanitario italiano, Sono una vecchia psicologa, ho un marito medico psichiatra e quindi sappiamo bene come funziona dall'interno la vita della sanità. Non coincide minimamente con le informazioni che riscontriamo dal suo datarono E' un guaio perché molti italiani credono a quello che lei dice e che, spesso non è reale. La pregherei di informarsi meglio. Saluti
Agnese Vogelsang
Roma, via -------, cell, 338 -------

Lunedì 13 dicembre 2021 20:39:49

Riforma fiscale circolare per azzerare evasione fiscale


Buonasera,
seguo sempre i suoi eccezionali dataroom, in merito a quello di stasera mi piacerebbe che si potesse innescare una vera riforma fiscale circolare, che potrebbe azzerare l' evasione, ponendo tutti contro tutti, utilizzando i pagamenti digitali, e pagando le tasse solo su quello che non viene speso.
Mi piacerebbe illustrarLe l'idea basata sull' evoluzione del sistema fiscale USA.
Con la mia stima
Ing. Sergio De Pellegrin

Lunedì 13 dicembre 2021 20:38:31

Evasione


Levasine fiscale in italia e oltre il50% e i pensionati pur di rispiarmare perche non arrivano a fine mese sono evasori

Sabato 11 dicembre 2021 12:23:54

Nessuna giustizia per l'impiagati dell'ONU


Gentile Dottoressa Gabanelli,
Mi chiamo Sonia Bezziccheri, sono nata a Roma il 12 Marzo 1970 (CF BZZSNO70C52H501W), ex diplomatico ONU per 12 anni. Sono tra gli Italiani che hanno dovuto lasciare l'Italia per lavorare nel campo prescelto a 21 anni; i concorsi interni, posso dire, erano preassegnati. Il mio lavoro e' stato una missione per la salvaguardia dei diritti dei più deboli che ho perseguito con passione e davvero tanti sacrifici. Ho vissuto all'estero per 24 anni; in Angola, per Medici Senza Frontiere, ho coordinato una missione con più di cento persone tra medici e infermieri. Ho lavorato per l'abolizzione della pena di morte negli Stati Uniti; per Amnesty International in Inghilterra, Bruxelles e Hong Kong. In Colombia ho anche seguito la riconsegna delle armi delle bande armate urbane, prima di essere assunta per 12 anni alle Nazioni Unite nell’Agenzia per la Droga e il Crimine (UNODC) nel Sud Est Asiatico (2002-2014).
Dal 2007 in seguito ad una situazione di stress crescente sul posto di lavoro, sia fisica che psicologica, mi sono ammalata. Un dolore cronico al collo e alla schiena mi impediva di stare in posizione eretta per più di un'ora; alternando lo stare sdraiata per le successive 2 ore, così per tutto il giorno, a casa come in ufficio. Ho convissuto con questa disabilità per diversi anni. Ho viaggiato tra la Cambogia, l'Italia e la Tailandia in sedia a rotelle facendomi visitare da moltissimi specialisti ma senza miglioramenti.
Purtroppo le Nazioni Unite non avevano nessuna politica di tutela di sicurezza sul lavoro, di misure ergonomiche per gli uffici. Il dolore divenne cronico e tutta la mia vita concentrata sulla gestione dello stesso, cosa che mi costringe da allora ad indossare un collare cervicale giornalmente, a non poter stare troppo in piedi e a non poter portare alcun peso. Il dolore in fase acuta non e' sopportabile. Cervicobrachialgia molto dolorosa e cronica (il dolore è sempre presente solo varia di grado). Nel 2009 ho inoltrato la prima domanda di disabilità (Advisory Board for Compensation Claims). Dal 2007 al 2012 sono stata costretta dalla malattia a un prolungato riposo, intensa fisioterapia e a vari trattamenti incluso farmacoterapia, antidolorofici ma senza nessun miglioramento.
Fino al 2012-13, quando gli episodi di dolore acuto si sono progressivamente intensificati limitando sempre di piu' la mia mobilita' e peggiorando la qualita' della vita. Tra giugno e ottobre 2013 sono stata di nuovo ricoverata all'ospedale Villa Betania a Roma (il primo ricovero fù nel 2008 con un totale di 8 mesi di malattia dovuto alla debilitante cervicobrachialgia). Nel 2013 accertarano anche una malattia autoimmune, la Fibromialgia, per cui dovetti lasciare la mia professione in quanto le numerose limitazioni dovute dal dolore non mi permettevano piú di lavorare nell'ambito dell'ufficio. Di conseguenza nel 2013 ho richiesto l'invalidita' (Disability Benefit) per dedicarmi alle cure. Ma malgrado fossi ancora ricoverata, il mio posto e salario furono aboliti lasciandomi senza risorse.
É una situazione in cui nessuno si dovrebbe trovare; e da che mi sono sempre schierata per i diritti umani ora vedo i miei calpestati da chi é preposto e dichiara di tutelarli nel mondo. Sembra che nessuno sia in grado di valutare e punire questi comportamenti, nessun tribunale se non quello interno stesso all'ONU. Sono 9 anni che combatto anche solo per vedere riconosciuto il mio diritto ad un qualsivoglia sostegno economico che mi é venuto totalmente a mancare (la prima causa dal 2009 e la seconda dal 2013).
Tutto ciò è stato provato con numerosi rapporti di specialisti. In ogni modo, i Servizi Medici dell'ONU hanno sempre negato l'evidenza; ai tribunali dedicati (United Nations Dispute Tribunal [UNDT], e United Nations Appeals Tribunal [UNAT]) non ho ottenuto nessuna giustizia anche se il giudice nominato ha riconosciuto le mie ragioni. Al contrario la prima richiesta è stata archiviata per un tecnicismo e il suo contenuto mai esaminato - anche se la patologia era già permanente. La seconda richiesta di disabilità è ancora pendente al tribunale dal 2013 - malgrado anche questa sia cronica e senza cura. Nel frattempo l'INPS ha riconosciuto l'invalidità al 78% - basandosi sugli stessi documenti inoltrati all'ONU. Tutt'ora e malgrado l'evidenza, non ho ottenuto nessun riconoscimento. Non credo sia giusto che un diplomatico italiano possa essere trattato in questa maniera; un trattamento che reputo scandaloso per qualunque lavoratore. È come se non ci fosse nessun tribunale (o sindacato) capace di tutelare questo tipo di ingiustizia; pertanto mi appello a Lei e spero che il governo possa aiutarmi. La ringrazio per l'attenzione. Per qualsiasi altra informazione sulla questione, sono a Sua disposizione.

Cordialmente, Sonia Bezziccheri

Martedì 30 novembre 2021 18:58:57

La storia infinita


Se il 110% e il bonus facciate hanno dato un po' di ossigeno all'asfittico settore dell'edilizia, quale è stato il prezzo? Tanti, anzi tantissini italiani super convinti che avrebbero potuto effettuare migliorie (non sempre necessarie) alla propria casa si sono precipitati su questa occasione certi che far fare lavori di ristrutturazione non sarebbe costato niente. Errore! A parte che ciò che non paga il singolo cittadino, paga la collettività-perche i soldi dello Stato sono i soldi dei contribuenti e che se spesi su questo capitolo non ne avremo a sufficienza per altri lavori essenziali (scuole, ospedali, strade), i malcapitati che hanno scelto queste agevolazioni si sono tuffati dentro, letteralmente, a lavori infiniti. Perchè? Perchè mancando ponteggi, ma soprattutto manodopera, il mercato era già saturo dopo pochi mesi dalla pubblicazione dei vantaggi di questi incentivi. Nonostante questo i proprietari di appartamenti e case, incalzati dagli amministratori hanno continuato a chiedere questo tipo di migliorie e i cantieri hanno continuato ad accettare lavori che non sarebbero stati mai e poi mai in grado di effettuare nei tempi stabiliti. Così le città hanno visto spuntare come funghi sempre più cantieri-infiniti e i lavori pattuiti hanno cominciato a lievitare da tre mesi a quattro, cinque, sei... una storia infinita di lavori infiniti. Dabbenaggine dei proprietari, eccessiva disinvoltura delle imprese edili? Tutte e due le cose, ma anche e soprattutto una legge fatta male e che non ha tenuto conto del Paese-Italia fatto di poca competenza e molta furbizia. Cari proprietari, che devo dire? Non lanciatevi in questa avventura se non ne siete costretti da una reale necessità. E soprattutto ricordatevi che quando finalmente tutti i lavori saranno terminati (e non sempre a regola d'arte) se mai vi scorderete dei ponteggi che impediscono di guardare fuori, del rumore martellante dei trapani e dei martelli pneumatici, della polvere dentro casa nonostante le tapparelle abbassate per mesi e mesi, delle lettere di sollecito alla ditta appaltatrice un ricordo rimarrà a imperitura memoria: il cesso chimico che per settimane e settimane continuerà ancora a troneggiare nel cortile di casa vostra anche a lavori finiti perchè il primo ad arrivare è sempre l'ultimo ad andare via!

Venerdì 26 novembre 2021 20:40:25

Vaccinazione contro il COVID bambini e adolescenti


Buonasera
In vista del datarono di questa sera vorrei evidenziarvi che nel Regno Unito gli adolescenti tra i 12 e i 15 anni fanno SOLTANTO UNA DOSE pfizer proprio per l alto rischio miocardite. Perché nessuno ne parla ?
Personalmente ho scritto una pec al ministero della salute e all istituto superiore della sanità ma non mi hanno risposto.
Grazie dell attenzione !

ht t / w. -------. uk/government/publications/jcvi---------

Commenti Facebook