Messaggi e commenti per Milena Gabanelli - pagina 4

Messaggi presenti: 506

Lascia un messaggio o un commento per Milena Gabanelli utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Leggi anche:
Frasi di Milena Gabanelli

Lunedì 17 maggio 2021 18:08:07

[Strangolati dalla CINA]

Buongiorno dottoressa Gabanelli.
Lavoro in uno dei settori che hanno fatto grande l'Italia del nord: il manifatturiero metalmeccanico.
Macchine in acciaio, strutture in acciaio, alle quali viene attaccato il Know-how italico e la tecnologia di servizio per realizzare impianti che servono tutti i settori industriali.
sarebbe possibile puntare l'attenzione sul prezzo folle delle materie prime? si prenda in considerazione l'acciaio! lamiere e profilati hanno fatto un balzo di +200% nel giro di qualche mese... lamiere di ferro che pagavamo 60 centesimi al Kg adesso costano 1, 50 euro.. materiali mancanti sul mercato.. pura follia e suicidio industriale di un'Europa incapace di difendere i propri settori industriali da una inflazione delle materie prime che rischia di strangolare l'intero comparto.
i nostri fornitori danno per certo che la CINA abbia acquistato MILIONI di TONNELLATE di acciaio semilavorato dalle fonderie e dfalle acciaierie Polacche, Rumene ecc.. si è accaparrata tutto il materiale disponibile a mercato e non esporta più nemmeno un kg di ferro e acciaio.
questa pandemia, nata in Cina, sta completando la transizione del paese del sol levante verso il dominio totale dei mercati.

quando saremo costretti a pagare il doppio per una maniglia, oper un cacciavite e un chiodo, o per un banco di scuola e una lavatrice... cosa diremo?

e per non parlare della crisi ben nota dei microchips!

non sarebbe il caso di far ripartire l'Ilva di Taranto? qui si muore di inazione e di codardia.. se non di servilismo verso la nuova padrona del mondo!

Mercoledì 5 maggio 2021 20:44:09

Richiesta di approfondimento sulla scuola


Gentile dott. ssa Gabanelli
sono un'insegnate di scienze di Milano e volevo chiederLe se già non l'ha fatto di approfondite il tema della scuola in tempi covid in un aspetto in particolare tra i molti: il PCTO: PERCORSI PER LE COMPETENZE TRASVERSALI E DI ORIENTAMENTO
dopo 15 mesi di pandemia (e ancora non sappiamo quando potremmo tornare alla normalità e di quale normalità di parlerà) ci ritroviamo tra i mille problemi anche quello di rispettare il monte ore dei PCTO (90 ore nei licei... prima durante e dopo pandemia!!!)
Ho pensato di scriverle per capire se ci fossero spiragli per portare alla luce questa problematica
ho scritto anche una mail al ministro dell'istruzione per sollevare il problema
chissà se avrò mai una risposta
Gent. Ministro
mi permetto di scriverle per sottoporle un problema non da poco che da 15 mesi a questa parte esiste per i ragazzi e per i docenti della scuola superiore di secondo grado
Il problema riguarda le ore di PCTO che nelle scuole superiori devono essere fatte, nonostante tutto, nonostante il Covid, nonostante la vita (anche quella scolastica) che non è stata e mai più sarà, quella di prima!!!
Possibile che nessuno abbia preso in considerazione il fatto che con la pandemia tutto il PCTO si è ridotto ad un'ulteriore lezione on line (per quanto interessante) ma non certo una esperienza di vita in una struttura o in una realtà che non sia quella scolastica? a volte qualche sondaggio o ricerca on line di fonti, realizzazione di ppt... ma di cosa stiamo parlando?
Abbiamo fatto salti mortali per cercare soluzioni alternative interessanti, per far compilare i diari ai ragazzi ma per favore... venite incontro alla necessità di abbassare il monte ore e a rivedere i termini di un progetto che avrebbe un significato (che io credo debba essere comunque rivisto, ma questa è solo la mia umile opinione) solo se fossimo in una situazione "normale".
Giusto per non perdere di credibilità e per non inseguire sogni in questo momento parzialmente e dico solo parzialmente realizzabili.
Scusi la franchezza ma a volte è necessario un bagno di realtà e io sono proprio quel tipo di insegnante che grida a gran voce le necessità e il disagio che la scuola sta attraversando non solo per questo aspetto.
Spero tanto in una sua risposta o almeno di una sua riflessione su questo argomento

cordiali saluti e complimenti per il suo lavoro

Cinzia Grazioli
Milano

Martedì 4 maggio 2021 20:31:18

Sistema aperture lattine diverso da quello attuale


Gent. ma Dott. ssa Gabanelli, le scrivo per chiederle, se fosse cosa possibile, di parlare in una delle sue sempre interessanti trasmissioni di questo sistema che ho ideato. Le ho scritto su un indirizzo email “ -------. it “ dove le accenno di questo innovativo sistema che ho ideato e sottoposto alle principali societa’ del settore Beverage. La Crown Packaging con filiale in UK (Cumbria) previo NDA ha visionato il brevetto, lo ha ritenuto molto ben fatto e molto innovativo ma loro lavorano solo l’ alluminiò pertanto non potevano prenderlo in considerazione. Le riposto qui quanto scritto nella e-mail sperando di ricevere un suo cenno. Se fosse reso noto quanto ho realizzato dalla sua autorevole voce sarebbe per me già’ molto gratificante a prescindere dal risultato che potrà’ avere sul mercato internazionale. Le auguro buon lavoro.
Cordialmente
Matteo Paggi
Via ------- 54, 40122 Bologna
Phone + -------

Buona sera Dott. ssa Gabanelli,
mi chiamo Matteo Paggi sono di Bologna, Le scrivo per portarla a conoscenza di un brevetto che ho realizzato per le lattine delle bibite e chiederle (qualora fosse possibile) di parlare di questo problema. Molte cose sono state scritte in questi anni nel merito dei problemi di salute menzionati da medici con interviste presenti anche su internet riguardo alla poca igiene sulla base dove si trova l’apertura delle lattine con l’attuale sistema “ stay on tab “. Nel 1999 una sentenza del TAR del Lazio di cui le allego l’articolo su Repubblica ma del quale Lei sara’ certamente a conoscenza, scrivevano che tutte le lattine con sistema “ stay in Tab “ andavano ritirate dal mercato (si parlava di oltre 20 miliardi di lattine... ) e la necessita’ di trovare un tipo di apertura alternativo. Ebbene io ho progettato, fatto realizzare a un ingegnere progettista la mia idea con tanto di capitolato e disegni tecnici che ho successivamente brevettato con regolare deposito C/o Bugnion S. p. A di Bologna di cui posso fornire la documentazione del brevetto con la successiva concessione che mi hanno rilasciato la quale attesta quanto esposto riguardo a questo innovativo sistema “ perfettamente “ igienico. Un tappo con un ancoraggio ingegnoso sulla base della lattina al cui interno alloggia una piccola cannuccia che si aziona all’apertura del tappo. Questo ha inoltre risolto anche l’aspetto delle cannuccia sfuse, che dopo aver bevuto quasi sempre vanno disperse nell’ambiente. Ho provato a far conoscere questo sistema scrivendo a tutte le societa’ del settore Beverage compresa Coca Cola e Pepsi Co ma per quanto ritenga la mia un’ottima soluzione sembra che l’innovazione non interessi a nessuno. Il brevetto e’ realizzabile in materiale PLA biodegradabile e applicabile a tutti i contenitori in alluminio e PLA. Sono dispiaciuto perche’ si parla tanto di materiali biodegradabili per l'ambiente, l’igiene per i consumatori sempre piu’ attenti alle problematiche esistenti da sempre ma ora anche a causa del Covid 19. Per essere presi in considerazione bisogna essere una multinazionale, diversamente non guardano le soluzioni innovative con l’attenzione che meriterebbero.
La ringrazio per quanto potrà eventualmente fare, al fine di sensibilizzare le aziende e societa’ nei confronti dei privati come me, i quali possono trovare soluzioni virtuose per risolvere problematiche rivolte anche alla salute dei consumatori e/o per le diverse esigenze di mercato.
Nel ringraziarla per il tempo che ha dedicato alla mia lettera le auguro buon lavoro.
Cordialmente,

Matteo Paggi
-------
Website ;
ht tps: //ma tteo-pag gi. jimdos ite. co m

https: //www. repubblica. it/online/fatti/lattine/lattine/lattine. html? ref=search

Lunedì 19 aprile 2021 08:38:44

[Discriminazioni in ambito lavorativo]

Gentile Dr. ssa Gabanelli, mi chiamo Tiziana Guerrini e sono anestesista rianimatore. Sono nata a Roma, ma per ragioni familiari da venticinque anni vivo in Trentino. Vorrei inviarle, se Lei fosse interessata, una sentenza della corte di Appello di Trento - sezione Lavoro - che condanna l'Azienda Sanitaria Provinciale trentina per le sofferte vicissitudini lavorative dei miei ultimi cinque anni. La sentenza è passata in giudicato essendo stata pubblicata il 6 marzo 2020 ed è quindi divenuta inappellabile. Avrei piacere di approfondire con Lei una tematica così attuale e rilevante come quella della discriminazione di genere in ambito lavorativo. Spero fermamente in una Sua gentile considerazione al problema, ritenendo che gli elementi della triste vicenda che mi ha coinvolto possano essere di utilità per tutti quanti vivono situazioni di disagio lavorativo (mobbing). Colgo l'occasione per augurarLe buon lavoro rinnovandoLe i miei più sinceri e cordiali saluti. Tiziana Guerrini

Giovedì 8 aprile 2021 12:21:03

[Richiesta di intervista diretta Facebook]

Buongiorno dott. Milena,

mi chiamo Marco Tealdo, sono un educatore e da anni, con l'associazione che abbiamo costituito, ci occupiamo di politiche di inclusione come antidoto allo sviluppo di dinamiche di emarginazione e fenomeni correlati. Seguo il suo lavoro da sempre e, in questo periodo, abbiamo dato vita ad una rubrica su Facebook dal titolo PAROLE SCOMODE. Ci piacerebbe intervistarla in una di queste dirette social per fare conoscere il suo prezioso lavoro come stimolo e come proposta di una cultura della resilienza indispensabile innescare un cambiamento.

Sarebbe disponibile? Le lascio il mio cellulare in modo tale da poterci sentire e concordare il momento dell'eventuale intervento.

La ringrazio in anticipo per la disponibilità. Disponibile per ulteriori chiarimenti, Marco Tealdo (347 -------)

Nella speranza di ricevere sue indicazioni, la saluto cordialmente. Se volesse seguirci, la nostra pagina Facebook si chiama INCLUSION LAB

Mercoledì 7 aprile 2021 22:07:35

[Contatto email o telefonico di Milena Gabanelli]

Buona sera, gentilmente avrei bisogno di un indirizzo email o, se fosse possibile, anche telefonico.
In attesa di risposta, ringrazio e porgo cordiali saluti.
Lara Capuzzo

Domenica 7 marzo 2021 11:25:59

"Usi civici" su immobili privati


Centinaia di cittadini proprietari di casa non abusiva non possono alienarla perchè ignorano da sempre che il lotto relativo all'immobile è gravato da "USI CIVICI" norma risalente anche oltre il Medioevo che sancisce essere nulli tutti gli atti notarili di compravendita che da sempre sono stati stipulati.

Trattasi di lotti interclusi poichè non più idonei ad "usi civici" poichè ne hanno perso i requisiti. Le conseguenze antidemografiche sulla proprietà sono immaginabili, compresa l'assurda ingiustizia burocratica (l'iter vede coinvolti i Comuni, le Regioni e il Demanio).

Innumerevoli atti di compravendita sono stati effettuati durante molti decenni nella totale ignoranza di quasi tutti i proprietari, notai e banche, inconsapevoli della nullità dei medesimi atti. Perfino gli stessi uffici urbanistici di innumerevoli comuni italiani hanno ignorato questo stato di cose rilasciando concessioni edilizie che non avrebbero dovuto rilasciare.

Sarebbe opportuno che a livello nazionale si intervenisse il prima possibile affinchè il governo proceda con una sanatoria per eliminare una ingiustizia vergognosa che ricade su singoli cittadini che individualmente non possono fare nulla per svincolare le loro proprietà da storici, nefasti e incomprensibili vincoli che di fatto non permettono (laddove l'uso civico è noto) di investire liberamente, (vendendo o acquistando) un immobile di proprietà magari anche semplicemente ereditato.

Qui a seguire il link che ho trovato in rete a seguito di ricerche fatte dopo aver scoperto che in procinto di vendere una proprietà di famiglia siamo venuti a conoscenza di questo dettaglio che non ha reso possibile portare avanti la trattativa, dato che il lotto di 90 mq su cui è costruita la casa è gravato per 23 mq da USI CIVICI. Immobile acquistato dai miei bisnonni nel 1930 e di cui ci è stata rilasciata una concessione edilizia nel 2014 per ristrutturarla) di D'Ambrosio un notaio di Pescara che approfondisce dettagliatamente la questione e ne denuncia le assurdità ancora esistenti dai tempi dei feudi ai nostri giorni.

http s: //mioblog. notaiopescarada mbrosio. it/usi-ci vici/

Grazie per l'attenzione.

Nicoletta Barranca

Martedì 2 marzo 2021 11:28:42

Gentile Milena,
ho sentito ieri la news relativa al fatto che i cinquantenni si troveranno 99 euro di pensione in meno. Ora, secondo me bisognava aprire i telegiornali e sparare il titolone nella cover dei giornali. Invece sembra una cosetta da nulla... dato che io farei parte della fascia d'età interessata, essendo un cinquantenne allo stadio avanzato – e già non potendo contare su una ricca pensione - questa cosa mi lascia attonito, 99 euro non è una cifretta da nulla. Vorrà dire che non potrò comprarmi i libri o fare un giro in collina. Ma tutti fischiettano come se niente fosse. Ultima cosa: questa roba dei 99 euro invece di dire 100 è ridicola. Capisco il fruttivendolo che vende una cassetta di pomodori a 5,99 euro, ma lo Stato proprio no, non lo capisco. I miei cordiali saluti.

Martedì 23 febbraio 2021 14:04:30

[Laurea triennale]

Perché si sente molto poco su cosa sta succedendo in Africa a proposito di contagi, decessi, posti letto ospedalieri vaccini... In merito all'infezione da corona virus?

Martedì 23 febbraio 2021 09:13:52

[La fibra invisibile di Tim]

Buongiorno Milena,
vorrei che dedicasse qualche minuto a Tim ed alla impossibilità di avere disponibile, oggi, la Fibra Veloce, come cliente Tim.
Lo so c'è il problema dell'accordo con Open fiber con interessi economici e politici, però non è giusto che il mio dirimpettaio va a 1 Giga di velocità nominale con Vodafone, mentre io sono fermo a 200 Mega (sempre nominali) in attesa di accordi di bottega, senza dover annullare contratti e combattere per non pagare spese inutili, per cambiare gestore.
grazie.
Raffaele Garramone-Potenza

Commenti Facebook