Messaggi e commenti per Milena Gabanelli - pagina 5

Messaggi presenti: 263

Lascia un messaggio o un commento per Milena Gabanelli utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Lunedì 11 maggio 2020 09:47:46

Mi rivolgo a lei perché approfonduscr molto i problemi e soprattutto riesce a proporre delle soluzioni.
Tema: Covid 19
Problema: la Fase 2 tornerà alla Fase 1.
Perche? Milioni di italiani si credono immuni! Allora? Mi dia una mail a cui posso mandare... come e cosa fare per difendere tutti... a lei poi il compito di diffonderlo (essenziale) qualora lo trovasse utile come credo
In attesa, buona giornata
G. G. M.

Lunedì 11 maggio 2020 09:37:16

Buongiorno.
Mi sembra evidente, seppure non mi occupi di informazione, che vengono taciute cose di importanza enorme in questo momento.
Perché non sappiamo niente del 5G e dei satelliti?
In ogni sito che ho guardato si dice che non si conoscono le controindicazioni.
E noi permettiamo una cosa simile?
Sono certa che sta succedendo qualcosa di molto grave.
Ogni giornalista degno di questo nome dovrebbe impegnarsi nel comprendere e diffondere la verità.
Magari, vista la sicura pericolosità dell'argomento, unitevi.
Non ho altri strumenti per sollecitare un rapido intervento in questo senso.
Ma fate presto.
Fermate l'orrore che sta iniziando. O almeno proviamoci.
Maria Rosa Vecchiettini

Lunedì 11 maggio 2020 07:04:10

D. ssa Milena Gabanelli, un decreto del Capo dello Stato di accoglimento, due sentenza del consiglio di stato di accoglimento per di più approvate e pubblicate nel vademecum del ministero dell'interno, come atti giurisprudenziali, a cui tutti dovranno riferirsi per essere ammessi ai benefici del fondo di solidarietà L. 44/99.
si aggiungono due audizioni, una dal sottosegretario di Stato agli Interni, l'altra davanti la Commissione Parlamentare Antimafia, nonostante tutto, incredibilmente la mia ammissione ai benefici per le vittime di estorsione e corruzione, deve essere ancora discussa.
per tutto ciò le chiedo d. ssa Milena Gabbanelli di contattarmi prima possibile, perché sono esausto di questa gravissima pagliacciata, per favore mi contatti al n. 331 -------. saluti Gianfranco Nobilia.

Domenica 10 maggio 2020 19:46:01

“CREDO IN UN RATING MIGLIORE”
Premetto che per tanti anni son stato il responsabile dell’ufficio rating (rating validato dalla Banca d’Italia) di una importante banca italiana e, senza nessuna presunzione di essere un grande esperto, credo di poter argomentare sull’aspetto delle assegnazioni.
Fitch, come noto, ha abbassato il rating dell’Italia. La decisione dell'agenzia americana - prevista il 10 luglio - è stata anticipata. I rating dell’Italia sono così al momento attribuiti: S& Poor’S BBB; Moody’s Baa3; Fitch BBB-
S&Poor’s il 25 aprile 2020 ha confermato il rating all’Italia BBB con outlook negativo;
il 29 aprile 2020 Fitch abbassa il rating all’Italia;
l’8 maggio 2020 Moody’s non modifica il rating.
Due pesi e due misure?
In un momento mondiale di pandemia una solerte agenzia di rating declassa una nazione tra le più colpite al mondo dal Coronavirus.
Già molte economie nel mondo sono “in ginocchio”, non solo la nostra e un’agenzia di rating dovrebbe, a mio modo di vedere, avere il dovere, se non altro morale, di sospendere per un lasso di tempo le proprie valutazioni per non influenzare i mercati finanziari. No!!! Fitch ne anticipa addirittura la valutazione.
Qualche pensiero malizioso è plausibilmente giustificato.
E’ in ogni caso, utile riferire sulle modalità e sui criteri con i quali si costruisce un rating. La regola vuole che le valutazioni di qualunque soggetto analizzato si basi su criteri omogenei e cioè che il questionario che porta alla valutazione dei medesimi sia uguale per tutti. Sarei molto curioso di vedere le domande poste dal questionario nonché i pesi e le soglie imposte per la loro valutazione. Mi spiego meglio, si possono dare pesi e livelli quantitativi alle risposte in modo che alcune incidano maggiormente rispetto ad altre sul risultato finale del rating.
Ci sono, però, anche possibilità di modificare il rating finale se si usa un sistema Judgemental (cosiddetto override) per tener conto di peculiarità non previste nei questionari, che lo possono far variare in positivo o in negativo. Quindi i rating sono o statistici puri o sempre statistici con intervento “umano” sul giudizio finale.
Oltre a questo c’è da dire che sistemi molto buoni hanno capacità previsionali intorno all’ 80% resta quindi un margine di errore non trascurabile.
Dimenticavo, il rating rappresenta l’indice di solvibilità per il ripagamento degli impegni finanziari assunti.
Allora qualche lecita domanda:
1) Nei questionari è considerato il pubblico risparmio di una nazione?
2) Nei questionari è considerato il patrimonio artistico? (come si sa l’Italia ha dipinti, sculture e tanti altri beni culturali, tutti di inestimabile valore e che nessun altro paese possiede).
3) Nei questionari vengono considerate le riserve auree? A febbraio 2020 l’Italia si posiziona quarta (contando il FMI) e terza come Paese (dopo Stati Uniti e Germania) con le sue 2. 451, 8 tonnellate di oro.

Non voglio dilungarmi oltre ma credo che l’operato delle società di rating possa non essere perfetto, in grado, però, di influenzare i mercati finanziari sia in positivo che in negativo e questa solerzia, però, offre molti spunti di riflessione e necessità di approfondimenti tecnici.
Giovanni Celano
P. S.
Alcune informazioni sono state assunte dai siti:
https://www. investire-in-oro. com/riserve-auree- mondiali-delle-banche-centrali-quante-sono/
https://www. teleborsa. it/ Quotazioni/Rating
https://www. ilpost. it/2020/04/25/standard- poors-confermato-rating-italia/
https://www. ilsole24ore. com/art/moody-s-non- modifica-rating-l-italia-evita-serie-b-ADbssOP

Domenica 10 maggio 2020 18:16:25

Un amico mi appena girato la sua clip di domande circa le capacità inesistenti di alcuni totalmente incapaci a svolgere attività governative di Stato.
Ebbene, saranno almeno 40 anni che ne parlo... ritengo necessario: un curriculum attendibile e verificabile, un esame attitudinalepreparato da equipe scientifica riconosciuta, una attenta analisi del quoziente intellettivo, più brevemente conosciuto come Q. I., ma non è tutto, per precauzione un "eletto" a cariche di Ministeri della repubblica dovrebbe passare, (così come per particolari ranghi militari).. almeno da un riscontro negativo di famigliarità, fino alla settima generazione, con idioti, pazzi, o criminali. Ripeto, ho sempre trovato inconcepibile che si ricoprissero cariche importanti senza un'analisi minima delle capacità di codesti individui.

Domenica 10 maggio 2020 10:53:39

Il vero disastro paese deriva dalla incompetenza, fermamente voluta dalla politica, dei penosi apparati tecnici che dovrebbero controllare e autorizzare gli investimenti pubblici..
Per la mia cinquantennale esperienza di progettista (dalle piccole alle più grandi opere realizzate in questo mezzo secolo in Italia ma anche nel resto del mondo) da una stima, ovviamente sommaria ma ben documentata nei casi da me trattati, il 70 % sono investimenti totalmente sbagliati.
Quando ho sentito dichiarare (finalmente in concordia) che un fattore fondamentale della ripartenza era il provvedimento "sblocca cantieri", lo sconforto che oramai caratterizza i miei giorni è stato sopraffatto dal sorriso a mezza bocca: il miglior modo di ripartire è quello di "bloccare lo sblocca cantieri" e sostituirli con quelli giusti. Purtroppo la materia gode di fitte e indissolubili organizzazioni politico -imprenditoriali.
Le faccio un esempio tra i più eclatanti: il MOSE.. Il mostruoso e sbagliato Progetto è stato da noi tecnici
(Università di Padova figli della Commissione De Marchi) di maggior efficienza e e di costi realizzativi/manutentori estremamente minori osteggiato e contrastato con una soluzione tecnica (del resto già studiata e realizzata nella grande diga olandese, è stata ovviamente ignorata dal Comitato di affari rappresentativo di tutta la politica italiana, mangiatoia di tutti i partiti a cui si è abbeverato anche Il nuovo condottiero delle magnifiche sorti e progressive dello sbrindellato stivale.
Le cito alcune altre iniziative del genere:
-il ponte sullo Stretto
-la TAV
- le dighe e le strade della Cooperazione italiana
-le opere finanziate dalla Unione europea
e indietro popolo
Se fosse interessata alla pubblica denuncia di alcuni di questi "inverosimili" mercimoni io potrei fornirle tutto il materiali e i nomi degli scrotagonisti dell' italico dissesto
Ma giustamente non lo sarà perchè ha già le sue belle battaglie in programma).
Il mio va considerato come uno sfogo dettato da tutte le "denunce, " da me presentate ad Autorità e organi di stampa, rimaste sempre puntualmente ignorate

Venerdì 8 maggio 2020 11:37:18

Gentile. dott. ssa
milena garbanelli
le scrivo per chiederle come mai nessuno si interessa alla problematica relativa al business dei corsi di ammissione ai test universitari che oramai sono diventati solo un arricchimento per i soliti noti ed a un impoverimento per quei genitori che sognano un futuro luminoso per i loro figli a costo di indebitarsi per poi rimanere il più delle volte con un pugno di mosche in mano considerato che ogni anno ci sono una miriade di ricorsi per irregolarità.
la ringrazio per ciò che vorrà e potrà fare per evidenziare un problema che attanaglia moti genitori ma a cui sembra non interessi a nessuno, continuiamo a far progredire ed arricchire le università straniere

Venerdì 8 maggio 2020 10:56:38

Buongiorno, vorrei richiamare la sua attenzione sulla commistione tra la P. A. e le categorie di professionisti privati. Si parla sempre di spese esagerate per la P. A. ed è vero, ma è anche vero che intere categorie hanno vantaggi economici dalle norme, faccio un esempio: è stato fatto un accordo per trasmettere la dichiarazione dei redditi (cosa che in precedenza ha sempre fatto l'Agenzia delle Entrate) da parte dei CAF e dei professionisti. Ora non tutti sanno che lo stato versa una cifra per ogni dichiarazione trasmessa. ; risultato sono nati moltissimi CAF borderline, con sede a Roma e persone introvabili sul territorio, spesso legate alle imprese, che non sono per niente professionali, creano problemi anche al contribuente. Il discorso danno lavoro non regge perchè con gli stesso soldi si potrebbero assumere dei giovani a tempo determinato, esattamente come fanno i CAF, che intanto imoarerebbero e potrebbero avere dei vantaggi per i concorsi nell'Agenzia delle Entrate. Monti aveva cercaqto di rivedere questo patto scellerato, ma non c'è riuscito, Renzi con la precompilata ha fatto qualcosa, ma molto osteggiato dai commercialisti. Altro tema: la semplificazione: ma chi la vuole? In Italia prosperano i Fiscalisti, categoria sconosciuta all'estero, che da una possibile semplificazione avrebbero tutto da perdere, come i tecnici che per legge possono operare con il catasto. Altro settore le vendite immobiliari: qui sono i notaio che a fronte di impooste sempre più esigue per la prima casa, si prendono il 5% del prezzo di vendita come onorario per un atto che potrebbe essere tranquillamente fatto presso l'ufficio da un funzionario, con le dovute garanzie.. Allora perchè gli italiani sono così poco propensi alla compravendita immobiliare? Per le imposte? O per l'aggravio, notevole degli onorari? Guai a toccarli. Questi gli esempi che conosco io, ma in ogni settore credo ci siano. Il fatto è che il pubblico viene frenato, stoppato, sminuito per fare spazio al privato che occupa ormai interi settori dei servizi, lucrandoci. Mi piacerebbe se ne occupasse lei, che mi pare l'unica in grado di farlo.

Al mio precedente messaggio vorrei aggiungere la questione SOGEI, l'azienda (privata) montrum che gestisce per intero le banche dati dell'Agenzia delle Entrate per una cifra notevole, ovvio. Al momento della riforma che avrebbe dovuto informatizzare l'ente si era pensato di assumere ingegneri informatici, che in effetti sono stati assunti, solo che poi, cambiato il governo, si è dato tutto in mano a SOGEI, creata ad hoc (vedere a chi fa capo...)

Venerdì 8 maggio 2020 03:19:33

Gentile. dott. ssa
milena garbanelli
vorrei sottopore in un mio modestissimo scritto in merito a una eventuale situazione che potrebbe, forse, essere interessante. se riterra' opportuno ricevere in copia, quando la inviero', le chiedo anticipataemente che eventuale publicazion dopo le nessarie correzione dovra' avvenire con la mia approvazione. l'argomento riguarda la salute di numerosi cittadini., il tutto documentato.
in internet trova riscontri a mio nome,. se riterra' di volermi sentire, a mie spes., telefonicamente. con autorizzazione alla registrazione. di quanto esporro'.
al momento, grazie anticipate deella sua attenzione, augurissimi
da 10. 314. km.
aldo caretti
presidente
caretti famiy group inc
usa-italy-
los angeles
california

Giovedì 7 maggio 2020 14:13:47

Buongiorno, pongo alla vostra attenzione la storia di Ginevra Pantasilea Amerighi alla quale il 23 Marzo 2011 è stata portata via la figlia di 18 mesi dal marito con la complicità del Tribunale dei minori di Roma. Il fatto è avvenuto in seguito alla denuncia sporta verso l’uomo che era già stato denunciato più volte in precedenza e che in fase di allattamento la picchiava. Da quel giorno madre e figlia non si sono mai più viste né sentite e sono passati ormai 9 anni. Ginevra ha fatto tutto il possibile per riabbracciare sua figlia ma non è servito. Se poteste intervenire con un servizio per porre sotto l’attenzione mediatica questa storia assolutamente ingiusta e tragica ve ne sarei grata.
Grazie mille e buon lavoro.

Commenti Facebook