Messaggi e commenti per Paolo Del Debbio - pagina 3

Messaggi presenti: 424

Lascia un messaggio o un commento per Paolo Del Debbio utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Leggi anche:
Frasi di Paolo Del Debbio

Domenica 14 febbraio 2021 21:02:28

[Sfogo di un ristoratore disabile]

Buongiorno Sig Del Debbio
sono un ristoratore che segue la Sua trasmissione con attenzione e in questo periodo, oltre che trascurato o meglio ignorato da tutte le istituzioni, mi sento particolarmente disabile perché non sono più in grado di camminare eretto. Ci hanno fatto chiudere e spendere dei soldi per adeguare il locale, poi ci hanno fatto riaprire per 3 mesi e poi di nuovo chiusi in attesa del natale ma quest'anno mi sa che i remagi non sono arrivati. Adesso per concessione dall'alto ci hanno fatto aprire a mezzogiorno, che per noi è assolutamente insufficiente. Da me c'erano 90 posti adesso con il covid 60 e li rispetto. Tra poco ci richiuderanno anche perché oggi sul treno Torino oulx c'era talmente tanta gente che lo hanno dovuto fermare e dividerla su due ma nel farattempo in codeste condizioni ha percorso 40 km.
E poi sino i ristoranti i Giuda che aiutano i contagi! La ringrazio se troverà il tempo per leggere questo mio, probabilmente ultimo, sfogo. Se vuole Le posso inviare anche le foto della situazione del treno.

Venerdì 12 febbraio 2021 00:46:38

[Si ponga questa domanda metafisica...]

Quando, mi chiedo la finirete di intervistare solo chi vi fa il vostro sporco comodo? I suoi ospiti ridicoli compresa la signora Karima... La verita' chiaro!!! Dovete raccontare la verita', non quella che vive la gente di Parioli o milano2 o chi ha la scorta pagata da gente che lavora VERGOGNA

Giovedì 11 febbraio 2021 23:16:19

[Vaccinazione]

Egregio Signor Del Debbio,
Sono un cittadino inglese, detenuto agli arresti domiciliari presso il domicilio di mio figlio qui in Italia. Sono disabile, 55 anni e ho ricevuto l’invito di recarmi a fare il vaccino Covid dal servizio sanitario inglese ma essendo agli arresti in Italia non mi è concesso. Dovrò aspettare (la misericordia) il mio turno che come prevede il direttore Belpietro tra qualche anno (se sarò ancora vivo!
Alla faccia del diritto di curarsi !
La seguo sempre! Complimenti.
Ps. Se avessi avuto lei come insegnante, sarei un plurilaureato.

Giovedì 11 febbraio 2021 23:09:11

Caro Paolo, non riesco a capacitarmi di come esponenti del pd possano ancora presentarsi in televisione con quel ghigno e quell'aria arrogante dopo tutti i disastri che hanno combinato! ! Inoltre devo dire che quel poveraccio di Pedulla con la sua difesa a spada tratta dei 5 stelle e di quell'incopetente di Arcuri, mi fa veramente pena! Spero proprio che si possa riuscire a liberare l'Italia il più presto possibile dal flagello pd e m5s che ci hanno rovinato. Cordiali saluti

Mercoledì 10 febbraio 2021 19:10:07

[Vacanze di Carnevale]

Ho sapito per caso che in Veneto dal 15 al 17 febbraio tutte le scuole saranno chiuse per le vacanze di Carnevale, nonostante i mesi di lezione persi per via del Covid, soprattutto alle superiori. Credo che la notizia meriti un adeguato commento da parte tua. Grazie

Martedì 9 febbraio 2021 17:58:29

Aiuto stiamo morendo... il mondo abiti da sposa sposo cerimonia e filiera matrimoni


Buon giorno, sono la sig. Gloria Nicastro di uno dei tanti atelier, non scirvo per farmi pubblicità e parlo a nome non solo della mia attività ma di tutti i venditori e creatori di abiti da sposa d'italia, e del settore wedding tutto.
Al momento nei vari "Sit In " d'Italia hanno dato voce solo alle" wedding"... organizzatrici di matrimoni... lavori giovani ! !, infatti le realtà piu' longeve vantano malapena una decina di anni di attività,
non sapendo cosa rispondere perchè non conoscevano bene neanche loro cosa ci fosse dietro i nostri lavori hanno parlato che sono fermi "... "aiutateci a far sognare"
... sognare non ha costo, ma noi non vendiamo sogni...
abbiamo spese giornaliere, specie ora che siamo aperti e non lavoriamo, affitti, luce, telefoni riscaldamento, commercialisti, consulenti, tari, e siamo a corrispettivi zero! ! dal gennaio 2021 siamo al 80-90% sino al 100% di incassi mancati
neanche con promozioni e sconti... nessuno ferma un' abito se non sa la data del matrimonio!
I dipendenti in cassa... ed i pochi aiuti sono serviti per pagare le tredicesime i contributi di dicembre bollette e pochi mesi di affitto per evitare sfratti.
Noi come dobbiamo vivere?
Siamo realtà quasi tutte tramandate da nonne a madri e da madri in figlie e con magazzini storici di tessuti e pizzi prestigiosi
e collezioni che sono arrivate alla fine del 2019 per la stagione 2020 e sono state invendute e si sommano a quelle di fine 2020 sulla stagione 2021
siamo tutti pieni di merce e rischiamo tutti il fallimento,
i nostri fornitori di materie prime o case di abiti che sono i nostri grossisti sono messi tutti come noi e ci ricattano dicendo che se non paghiamo ci indurranno al decreto ingiuntivo.
Vorremmo che qualcuno prendesse in mano la nostra voce
in periodo di pandemia e' legale cio'?
Ci stiamo ammalando, se non di covid ne andrà la nostra testa e il nostro cuore...
Come possiamo far fronte ai nostri inpegni che in altri momenti sarebbero "normali "
pagamenti stagionali soliti, se i nostri clienti non possono sposarsi o meglio non possono festeggiare in quanto non vi sono regole per i ricevimenti?
Ogni partita IVA nel nostro settore con magazzino ha scoperti dai 100/ 150 mila euro... questa e' l'esposizione annua stagionale del nostro settore sposa, sposo e cerimonia

Nel mio piccolo ho scritto un VADEMECUM comportamentale per poter basarsi alla ripartenza dei festeggiamenti, iniziando addirittura dal momento della preparazione degli sposi presso le proprie abitazioni sino al momento del ricevimento... ispirandomi all'asilo di mio nipote,
... ho scirtto MATRIMONIO IN BOLLA lo troverete su facebook su LE G DI EMOZIONI SPOSI
Semplice, scritto da una persona che vanta 30 di professione, e il contatto dei giovani ogni giorno, anch'essi chiedono a gran voce di dar loro voce, regole e faranno ripartire la nostra filiera che non e' solo fatta di abiti ma di:
fotografi, bomboniere, orafi, fiorai, truccatori, estetisti, catering, vetrinisti, sarte, modelliste, ricamatrici, stiliste, venditrici, segretarie, vino, cibo, pasticcerie, musicisti, baby parking,
animatori cantanti orchestrali, corali, giardinieri, proprietari di ville, castelli, cascine, tecnici luci,
e poi altri ancora... sembra poco... AIUTATECI non so come ma vi prego di contattarmi
siamo pronti a dar voce... stiamo perdendo il nostro lavoro MADE IN ITALY le nostre usanze la nostra storia
Si salveranno solo le grandi distribuzioni che hanno le spalle coperte, holding ed importatori dalla Cina

sono stata intervistata da rai tre piemonte, anche questa intervista la troverete sulla nostra pagina facebook
c'e' la possibilità anche di riunire oltre altri professionisti anche sposi che vogliono dare voce a questo problema
Gloria Nicastro 392-------

Venerdì 5 febbraio 2021 09:13:38

Cliché razzista: il signore che invita la giornalista a "tornarsene" a casa è un sempliciotto


[A casa sua...]

Italiani, brava gente! Il Signore che invita la giornalista a "tornarsene" a casa è un genio ed un sempliciotto. Visceralmente, ma non lo sa, ma non è solo, è un razzista "portatore sano". Non si rende conto che le sue affermazioni sono un clichè razzista da manuale. 30 anni fa nell'italianissima Milano, soldato specializzato, sono stato tenuto in attesa per ore mentre il comandante chiamava reparto dopo reparto pronunciando con accento piemontese il mio cognome, aggiungendo "napoletano" (ma io ero Campano, tutt'altro che Napoletano). Tutti i vari "capufficio" mi rifutarono, finchè un maresciallo "terrone" mi accettò. Inutile dirlo: tutti si chiedevano perchè non postessi fare il militare a casa mia. Si vergogni! (Ma so che non lo farà).

Venerdì 5 febbraio 2021 00:39:42

[Genitori gay]

Si parla tanto del diritto delle madri e dei padri gay, ma non si considera minimamente il diritto dei figli che, una volta raggiunta l’età della ragione, potrebbero non accettare di avere una famiglia gay.

Giovedì 4 febbraio 2021 21:50:17

Gentile dr. Del Debbio io capisco tutto, le opinioni di tutti, ma il sedicente Pedullà non si può veramente sentire. Non ha capacità critiche e un portavoce non autorizzato da nessuno. Capisco che faccia spettacolo ma è una vera tragedia. Basta. Cmq la seguirò sempre con affetto e convinzione

Giovedì 4 febbraio 2021 16:33:57

Poteri: voi quello di decidere la nostra vita, noi di accettare nostro malgrado


[Per prof. Paolo Del Debbio]

A Fratelli d’Italia Sig. a Giorgia Meloni, alla Lega Sig. Matteo Salvini,
a Forza Italia Sig. Silvio Berlusconi
da Alberto Vincenzo Vaccari

Siamo tutti uomini seppur con lavori e poteri diversi, voi quello di decidere la nostra vita, noi di accettare nostro malgrado. L’unica cosa che da parte nostra abbiamo è di poter scegliere il nostro destino con il Voto, si chiama Democrazia.

Nella mia vita, da giovane pronto a darsi da fare per una società migliore, a uomo maturo pronto a candidarsi in una lista civica dopo una breve esperienza politica, a uomo di cultura con Leonardo e Dante, a scrittore ed esperto d’arte con partecipazioni televisive, ho sempre pensato di vivere in un paese libero e democratico, da tempo sono invece convinto che non sia così.

A tutti gli effetti, l’Italia non è un paese democratico, incarna in maniera subdola una forma dittatoriale, non di una singola persona o partito ma, bensì, di una dittatura di sistema, in una Costituzione che sancisce la Sovranità al Popolo ma che in realtà permette il contrario. L’intera storia della Repubblica Italiana ne è testimone. Dai Presidenti della Repubblica, prima carica dello stato, non eletti dal popolo, ai numerosi Presidenti di Governi pure non eletti, a partiti o movimenti che si propongono in un modo e fanno il contrario; in pratica il popolo vota i propri rappresentanti convinto di dare un mandato in un senso e invece si ritrova il contrario, si chiama “fregatura”.

Oggi l’Italia ha un’occasione unica, irripetibile...
DARE IL VOTO AL POPOLO PER COSTRUIRE UNA VERA DEMOCRAZIA

L’appello del Presidente della Repubblica è l’ennesimo “inciucio di palazzo” per quanto prestigio abbia il Candidato a Presidente del Governo, e per qualsiasi motivazione drammatica ci possa essere, solo il permettere al popolo d’essere arbitro del proprio destino può essere giusto, anche se si dovesse morire per rinascere.

Il Presidente incaricato può essere la persona giusta ma, a un solo patto, che è in tutte le democrazie del mondo, scelga una parte e si candidi.

In questo momento il popolo italiano è toccato sul vivo come mai, senza nemmeno le primarie libertà causa Covid, proprio per questo ha il sacrosanto diritto di non vedersi violare l’unica possibilità che ha di dire da chi vuole essere governato.

Guardando alla storia della nostra Repubblica, che ci fa capire molte cose, faccio tre nomi: Moro, Craxi, Berlusconi, tutti e tre eliminati e non dal voto. A Berlusconi dico: sei stato tolto dal “Palazzo”, vuoi ora andare contro gli italiani per il “Palazzo”?

PERTANTO

Mi permetto da uomo libero, di fare un appello al Centro Destra, sperando rimanga Unito per il bene di tutti, non cadete nella trappola d’avallare un Governo non eletto dagli italiani, il treno passa una sola volta, se volete bene al Vostro e Nostro Paese è l’ora del Voto. Le ragioni sono le stesse che ha detto nel suo appello il Presidente della Repubblica: per un governo coeso che ha chiari obiettivi, investito dalla maggioranza degli italiani; per non ritrovarsi a decidere l’ennesimo Presidente della Repubblica da un parlamento delegittimato dal suo stesso fallimento; per non presentarsi all’Europa e al Mondo come una nazione di sessanta milioni d’abitanti “finto democratica”; per avere l’autorevolezza di ricevere “soldi o prestiti dall’Europa” come un paese Vero e Democratico. Per tutto questo c’è solo una cosa da fare in fretta: andare al voto.

ALBERTO VINCENZO VACCARI

Consulente di enti, musei, tribunali, mostre d’antiquariato, associazioni.
Restauratore accreditato alla soprintendenza ai Beni Storici e Artistici del Veneto.
Docente di storia degli stili e metodologie del restauro del mobile all’Istituto Andrea Palladio di Verona. Conferenziere in numerose città italiane, da Roma a Milano, Torino, Venezia, ecc.
Professore in Corsi di Formazione Europei.
Autore del libro “Dentro il Mobile”, considerato un “classico della storia del mobile italiano”, pubblicato in prima edizione da Neri Pozza nel 1992, successivamente distribuito a fascicoli dalla rivista “Cose Antiche” e “Brava Casa”, è stato nel 2005 ripubblicato dalla casa editrice Zanichelli in una “seconda edizione”, riveduta, ampliata ed aggiornata. Assieme al fratello prof. Renzo Vaccari, già collaboratore di “Dentro il Mobile”, è autore del libro “Il Mobile Classico della Pianura Veronese”, edito nel 2001 da “Il Prato” di Padova. Inoltre ha scritto un saggio su “Chi slegherà Maddalena”.
Relatore al convegno internazionale di studio “Interni Medievali”, organizzato dall’Università di Udine nel 1995.
Relatore nel 2004 alla “IV settimana del restauro e della cultura”, organizzata con il patrocinio dell’Università La Sapienza e del Museo della Scienza e dell’informazione scientifica di Roma.
Esperto d’arte in trasmissioni televisive: “ Mi manda Lubrano del 16 ottobre 1996” RAI 3;
ogni martedì da novembre 1997 a marzo 1998 come esperto d’arte nella trasmissione Candido condotta da Antonio Lubrano su TMC.
Nel settembre 2002 collabora con la trasmissione “RAI 1 mattina sabato e domenica”, inviato come esperto al mercatino dell’antiquariato di Lucca;
da ottobre 2005 all’aprile 2006 esce come esperto d’antiquariato nella trasmissione di RAI 2 Mattina in famiglia condotta da Timperi, Azzariti, Lubrano, Volpe;
Nel 2007, Domenica 17 giugno, il Giornale gli dedica un’intera pagina “TIPI ITALIANI”.
Nel 2020 Domenica 20 settembre, esce sul giornale l’Arena di Verona e su Italia Oggi un articolo dalla prima pagina e poi a tutta pagina sull’interno dal titolo “Addio al Mobile ora mi occupo di Leonardo e.. Dante”
Oggi è l’ideatore e Art Director del progetto “Celebrando Leonardo 2019 500 anni dalla morte e Celebrando Dante 2021 700 anni dalla morte”, con Vanna Maria Annichini e l’ASSOCIAZIONE CULTURALE MANI D’ORO Grezzana di Verona

TRASMISSIONI RAI UNO MATTINA CON ALBERTO VINCENZO VACCARI

Commenti Facebook