Messaggi e commenti per Paolo Del Debbio - pagina 5

Messaggi presenti: 298

Lascia un messaggio o un commento per Paolo Del Debbio utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Domenica 28 giugno 2020 20:49:10

Caro Paolo, seguo i tuoi programmi sempre con interesse, sei un professionista/giornalista, molto preparato, e vicino alle problematiche sociali del ns. tempo. Ho notato che i programmi vari che imperversano in tv della cosiddetta "sinistra"non avendo complessi di inferiorità, anche se tacciati di campanilismo, continuano il loro percorso senza avere dubbi... mentre anche il tuo programma alcune volte mi dà l'impressione che per non ricevere accuse varie, di non obiettività, approfondisce temi invitando persone (Vauro/Fusani ecc. TROPPE VOLTE) queste persone non sono interessanti, ma inutili nell'apportare qualcosa di positivo al programma diciamo pure che con queste presenze, il livello culturale e di analisi... scende.. per questo spengo il tv.. e leggo un libro. Saluti

Sabato 27 giugno 2020 21:44:43

Caro sig. Giorgio Pizzo lei mi ha ridato uno spiraglio di fiducia nell'intelligenza dei miei concittadini che il nostro governo, invece, reputa dei poveri cretini da condir via a loro piacimento. Poveri sicuramente, ormai, ma cretini no, almeno tutti quelli che non traggono vantaggio economico e politico da questa immensa e confusa crisi.
Probabilmente la sua precisa e argomentata disamina, scritta in un ottimo italiano, verrà giudicata da qualche "disinteressato" fan del governo come critica troppo negativa, quindi inutile a fronte di una crisi immane, imprevedibile e mai verificatesi negli ultimi cent'anni. Questa è la giustificazione che i nostri "capaci" governanti vantano quando non sanno più cosa dire; ma sono, nel frattempo, trascorsi cinque mesi dalla prima dichiarazione di emergenza. Io potrei fregarmene perchè ho continuato a riscuotere la mia pensione (spero ancora a lungo) ma sono sconvolto al pensiero di coloro che da mesi non incassano un euro. Sarò tacciato di populismo e non me ne vergogno, ma la flemma con cui i nostri politici hanno affrontato i gravi problemi della gente comune è dovuta al fatto, incontestabile, che loro hanno continuato a ricevere un sostanzioso stipendio: fattore che sommato alla diffusa incompetenza è risultato micidiale.
Ormai si stanno rinviando le scelte più importanti al mese di settembre come se tutti gli italiani in luglio e agosto fossero assenti: in vacanza, ma con quali soldi?
La ringrazio ancora per il suo prezioso contributo e saluto cordialmente
giorgio legnani

Sabato 27 giugno 2020 16:45:53

Dritto e Rovescio. Azzeccatissimo!
In questo periodo in cui buona parte della popolazione si trova ad affrontare innumerevoli immensi problemi di vera e propria sopravvivenza il nostro caro Governo si attiva e si mobilita strenuamente solo per farci vedere il Dritto, nascondendo, spudoratamente e senza ritegno alcuno il Rovescio.
Perché? Mi direte.
E' presto detto: emergenza coronavirus, covid-19, argomento del giorno.

Dritto.
Il nostro Presidente del Consiglio dei Ministri, Prof. Giuseppe Conte, (sicuramente intelligente e bravo professore, ma più che Conte lo vedrei come Marchese, sì Marchese del Grillo “Mi dispiace... ma io so' io e voi non siete un cazzo! ”) ci ha “allietato” più di qualche serata con le sue apparizioni in TV comunicandoci di decreti, norme e misure di sostegno per tutti: alimenti ai morti di fame e benefici di ogni tipo per tutte le categorie. E tutto subito. (salvo poi dispiacersi per i ritardi ed i malfunzionamenti delle procedure) In pratica ci ha detto di aver tutti acquisito, magari per un periodo limitato, nuovi diritti per far fronte alla grande pandemia che ci ha messo in ginocchio senza averne alcuna colpa. (il seguito dimostrerà che la pandemia ci ha messo in ginocchio ed il nostro Governo c'ha messo pure la corona di spine sulla testa) E così, il Governo, amplifica quell'”ammortizzatore sociale” (bella definizione) chiamato CIGD (Cassa Integrazione Guadagni in Deroga) ed il REM (Reddito di Emergenza). Soddisfacendone i requisiti necessari è sufficiente fare domanda e la cosa è fatta. Semplice vero? Semplicissimo direi! Arriveranno soldi a tutti e a palate (non per nulla Tridico, ancora più di un mese fa, ha detto:”Stiamo riempiendo di soldi gli italiani”... che sia un Marchese pure lui? Mah!. .. è probabile).
E questo, togliendo tutto ciò che sta tra parentesi, è il Dritto.

Rovescio.
Be', mi pare scontato, se ne parla, se ne legge e se ne sente dire continuamente in tutte le trasmissioni TV. Anche quella di Stato se ne occupa spesso, magari con toni più sommessi rispetto ad altri, ma anche la RAI, portavoce del potere, ne parla.
Lo si legge su tutti i giornali ciò che accade, io non li leggo tutti, non potrei permettermelo per motivi di tempo ed anche di disponibilità finanziaria, ma ho spesso l'occasione di vedere le varie rassegne stampa di Rainews o Skynews e altri vedendo solo i titoli principali che evidenziano il “Grande inganno”. Lavoratori che lamentano di non aver ancora ricevuto la cassa integrazione, imprenditori che non hanno avuto accesso ai finanziamenti promessi, commercianti, ristoratori, baristi, che, dopo una chiusura coatta, non riescono più a riaprire per ripartire; per non parlare delle difficoltà del settore turistico. Tutta questa gente, tutte queste categorie di persone che ho appena citato, sono le vittime del “Grande inganno”: promesse non mantenute, dichiarazioni false (Tridico), mancata assistenza, mancato rispetto dei tempi, norme oscure che celano la realtà.
Ci fanno credere di avere un diritto ma poi in realtà ce lo negano. Tutti i decreti emessi per far fronte all'emergenza, ognuno dei quali ha assunto un suo nome, (ad esempio decreto Cura Italia) potrebbero essere riassunti con un unico nome: decreto Grande Inganno.
Anche io, nel mio piccolo, e come tantissimi altri miei connazionali, avendo tutti i requisiti e le carte in regola, ho potuto usufruire dei magnifici benefici riportati nel decreto Grande Inganno.
Io sono un lavoratore dipendente e sono a casa, in cassa integrazione, dal 9 marzo 2020. Ad oggi ho ricevuto, in data 8 maggio 2020 un bonifico da parte di INPS relativo alla CIGD per il periodo dal 9 marzo 2020 al 31 marzo 2020, nient'altro, più niente. Mi chiedo: “Se Tridico dice di aver riempito di soldi gli italiani, qual'è la mia nazionalità? ”
Ma non è tutto. Adesso viene la parte migliore, quella che, a mio avviso, esalta l'impegno profuso da esperti conoscitori dei bisogni, delle necessità, delle priorità dei propri cittadini ed esalta la vera natura del decreto Grande Inganno.
REM, ovvero Reddito di emergenza. (“nove uno uno, qual'è l'emergenza? ”, “Scusi, ho sbagliato numero... nessuna emergenza”)

Dopo aver fatto tutte le valutazioni e verifiche per poter rientrare negli aventi diritto, rispettando norme e requisiti, compilo la domanda e la invio all'INPS. Tra le varie dichiarazioni dichiaro pure che: “ il valore del reddito familiare, nel mese di aprile 2020, determinato in base al principio di cassa, è inferiore all'ammontare del beneficio”. (parlavo prima di norme oscure che celano la realtà) Nessun problema, mi dico, la mia busta paga di Aprile è di €. 29, 00 (ventinove/00) quindi ben inferiore al beneficio. Respinta. Perché? Il mio reddito di Aprile 2020 è di 723 Euro. Ma come? Ma se ho una busta paga di 29 euro, qui c'è un errore! Nessun errore: in base agli accertamenti effettuati, in virtù delle passate dichiarazioni del mio datore di lavoro, in teoria, si badi bene in teoria il mio reddito di aprile 2020 è di 723 euro. Quindi in pratica ho percepito 29 euro ma in teoria sono 723. Ciò significa che in teoria il Governo ci sostiene, ma in pratica non lo fa. Ciò significa che Tridico, in teoria, ci riempie di soldi, ma in pratica non ce ne dà. Ecco dove sta il Grande Inganno. Sarà bene, a mio avviso, che gli italiani comincino ad insegnare la teoria al proprio stomaco! Sono stato ieri al supermercato e quando alla cassa ho chiesto se avessero accettato pagamenti torici, mi hanno risposto di no, dicono che accettano solo quelli pratici. E così mi rispondono in tutti i negozi e bar in cui vado, persino il giornalaio!, non ne capisco il motivo. Non riesco a spendere quei 723 euro teorici; speriamo che qualche malavitoso non pensi di scipparmeli, non riuscirei mai a spiegargli che, in pratica, mi sono già stati scippati, e rimarrei teoricamente senza una lira in tasca e visto che ciò che conta, ciò che vale, ciò che ti sostiene e provvede a darti una vita tranquilla e dignitosa è la teoria sarebbe un problema non da poco vedersene improvvisamente privati. Ma se proprio proprio mi dovesse succedere farei immediatamente una denuncia teorica in qualche teorica stazione di Polizia la quale, in teoria, avvierebbe subito un'indagine teorica.
Cosa direi a Conte ed al Governo tutto? Be', c'è poco da dire e nulla da fare... tuttalpiù, in ginocchio sui fagioli ed inchinandomi al loro cospetto potrei dir loro: “... voi siete voi e io non sono un cazzo! ” Posso assicurare però che io, per natura e per principio, non mi inginocchio mai, né sui sassi né sui cuscini.

Voglio riportare, pari pari, da “La Democrazia non esiste” uno scorcio di ciò che riporta l'autore, Piergiorgio Odifreddi, nel suo preambolo ed è un pensiero di Marie-Jean-Antoine-Nicolas de Caritat, marchese di Condorcet (non del Grillo): “La società che non viene illuminata dai pensatori, finisce ingannata dai cittadini. Noi non potremo combatterne qui che una specie: i ciarlatani politici... bastano anche un mediocre talento e un minimo impegno per fare disastri. Tutti percorrono la stessa strada: blandire il popolo, per tiranneggiarlo. Tutti diffamano le virtù che non possono abolire. Tutti odiano i talenti che non si avviliscono a servirli. Tutti temono che si faccia luce, perché non possono vincere che combattendo nelle tenebre. Mostrare al popolo le trappole in cui questa gente vuole attirarlo, è dunque uno dei primi doveri di coloro che abbiano a cuore la causa della verità e della nazione. ”

Personalmente individuo nella sua trasmissione, Dott. Del Debbio, l'impegno e la volontà di volerci mostrare e far conoscere le trappole e gli inganni a cui, giorno dopo giorno, siamo sottoposti. Dobbiamo subire giornalmente quest'incapacità di politici e amministratori mediocri e ciarlatani. E questo in nome della democrazia.
Grazie per il lavoro che svolge per noi cittadini succubi e ignoranti. Grazie davvero.
Un augurio di buon lavoro, a Lei ed alla redazione, ed un cordiale saluto
Giorgio Pizzo

Venerdì 26 giugno 2020 10:53:24

Gentile Dr., vorrei farLe presente quanto ho scoperto circa il bonus dei 1000 euro per lavoratori domestici. Tutti i media hanno sempre spiegato che le domande si sarebbero dovuto inoltrare tramite sito INPS o Patronato.
Per mia moglie ho provveduto tramite Patronato, che, a domanda inoltrata, mi ha comunicato giorno e ora della presentazione domanda. Dopo qualche giorno anche l'INPS ha comunicato di aver ricevuto la domanda, protocollata regolarmente e di accedere al sito per scaricare la ricevuta. In questa fase mi sono accorto che sulla maschera del sito relativa alla domanda di mia moglie, in piccolo, in un angolo si diceva che la domanda, per essere lavorata, l'interessato doveva avere un pin dispositivo, mia moglie aveva un pin ordinario e tramite ulteriore richiesta con allegata ovvia ulteriore documentazione, l'istituto avrebbe provveduto a convertire in dispositivo, solo dopo aver fatto ciò ho visto che la pratica è entrata in lavorazione. A tutt'oggi ovviamente non si è ancora ricevuto alcunchè. Mi preme far presente che tutta questa laboriosa procedura non è stata spiegata da nessuno. Uno presenta domanda tramite Patronato, riceve comunicazione dallo stesso che la domanda è stata presentata, riceve comunicazione da INPS che è stata ricevuta e protocollata e si ritiene tranquillo, giusto? E aspetta... I più scrupolosi vanno sul sito INPS e vedono che la domanda è lì con il suo bel protocollo, ma quanti si accorgono della piccola postilla relativa alla necessità di possedere un pin dispositivo affinché si possa procedere con la lavorazione della domanda? Qual'è il senso di questo ultimo passaggio? Tu Istituto hai una domanda con tutti i dati dell'avente diritto, puoi fare tutte le verifiche che vuoi, cosa importa che l'avete diritto debba avere un pin dispositivo anziché ordinario? L'unico senso che vedo è che non è niente altro che uno sporco mezzucci per non pagare un sacco di richieste. Si pensi su 100 richieste quanti hanno l'accortezza di andare a scovare tutti i passaggi sopra descritti. Mi meraviglio che ciò a tutt'oggi non sia stato evidenziato in nessuna trasmissione, probabilmente perché non si sa... Grazie per l'attenzione prestatami, fiducioso che Lei con la sua MANNAIA, evidenzi questa ulteriore scorrettezza del ns/governo e dei ns/e ti pubblici.
Distinti saluti
Paride Nardone
A disposizione per vs/eventuali necessità (338-------)

Giovedì 25 giugno 2020 13:24:11

Caro Del Debbio, vedo che oggi si occuperà di cassa integrazione probabilmente lei non sa che in data 22 aprile, (come da determina Presidenziale Inps n. 2) in piena emergenza Covid, il Presidente Tridico si è aumentato la retribuzione del 46% dai 103. 000 euro annuì di Boeri a 150. 000 euro che ne pensa? Noi intanto aspettiamo la cassa integrazione...
Saluti e vada fino in fondo

Giovedì 25 giugno 2020 01:18:36

Ristoratore distrutto psicologicamente e economicamente dalla propria banca dopo trent'anni di lavoro con la sola e unica banca. Questi sono da portare in piazza. 347------- è il mio contatto. Ho un solo desiderio quello di confrontarmi in faccia a tutta l'Italia con il presidente Cappa della mitica banca che da sempre si pubblicizza... 'Vicini Sempre'. Si dovrebbero vergognare. Ma prima di morire li porterò in tribunale. Scusi lo sfogo. Grazie dottor Paolo. Aspetto fiducioso. Distinti saluti. Mauro Fornasari e famiglia.

Lunedì 22 giugno 2020 18:14:02

Salve Paolo potresti parlare della vergogna degli uffici del registro che mentre tutti sono tornati al lavoro loro ancora non sono aperti al pubblico. nessuno risponde al telefono e sul sito risultano aperti mentre quando tu ci vai i cancelli sono chiusi, io abito vicino a Magenta. grazie

Venerdì 19 giugno 2020 11:31:54

Egregio signor Del Debbio,
la cosa che mi fa più rabbia è sapere quanti "personaggi" inutili ed incapaci che noi italiani, con i nostri soldi, manteniamo con stipendi esorbitanti per non avere assolutamente nulla in cambio.
Se potessi esprimere un desiderio e sapere che si avverasse, vorrei tanto far vivere loro con 600€ al mese almeno per un anno.
Noi italiani siamo troppo buoni, ma adesso siamo veramente stanchi e tutti quei "signori" dovrebbero capire che essere buoni non significa essere coglioni e fare qualcosa di concreto prima che sia troppo tardi.
La saluto distintamente.

Venerdì 19 giugno 2020 01:39:22

Dott. Del Debbio la prego la prossima volta che le dicono di sbloccare i grandi lavori per far riprendere l'economia la prego ricordi loro che ne esiste gia uno pronto ma che ancora non decolla i lavori di ricostruzione d opo il sisma del 2016 sono un marchigiano che si augura di poter ritornare a rivivere nella sua casa attualmente inagibile se lo fara le saro grato, molto grato grazie Armando Ortolani

Giovedì 18 giugno 2020 23:37:41

Egregio signor Del Debbio, per evitare
Tutto il casino di Napoli di ieri sera
Bastava semplicemente spostare la coppa di qualche mese
Non sarebbe successo niente
Da napoletano, le dico che senza calcio
Ma in salute se si rispettano le regole
Si può vivere meglio e goderci le feste
Quanto prima

Commenti Facebook