Messaggi e commenti per Mario Monti

Messaggi presenti: 136

Lascia un messaggio o un commento per Mario Monti utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Lunedì 19 dicembre 2011 22:33:04

un errore madornale

ricevo il sottostante messaggio con l'invito a farlo girare.
in calce trovate le mie considerazioni.

______________________________________________

e' in atto una vera e propria rivoluzione popolare tramite internet!!!!
fate girare,fate girare,

cosa chiediamo a monti?

l'europa chiede di aumentare l'età delle pensioni perché in europa
tutti lo fanno.

noi chiediamo:
invece, di arrestare tutti i politici corrotti, di allontanare dai pubblici uffici tutti quelli condannati in via definitiva perché in europa tutti lo fanno, o si dimettono da soli per evitare imbarazzanti figure.

di dimezzare il numero di parlamentari perche' in europa nessun paese ha cosi' tanti politici !!

di eliminare tutti i politici delle provincie, perche' ci sono gia' quelli delle regioni - da 40 anni !

di diminuire in modo drastico gli stipendi e i privilegi a parlamentari e senatori, perché in europa nessuno guadagna come loro.

di poter esercitare il "mestiere" di politico al massimo per 2 legislature come in europa tutti fanno !!

di mettere un tetto massimo all'importo delle pensioni erogate dallo stato (anche retroattive), max. 5.000,00 euro al mese di chiunque, politici e non, poiche' in europa nessuno percepisce 15/20 oppure 30.000,00 euro al mese di pensione come avviene in italia

di far pagare i medicinali, visite specialistiche e cure mediche ai familiari dei politici poiche' in europa nessun familiare dei politici ne usufruisce come avviene invece in italia, dove con la scusa dell'immagine vengono addirittura messi a carico dello stato anche gli interventi di chirurgia estetica, cure balneotermali ed elioterapiche dei familiari dei nostri politici !!

cari ministri, non ci paragonate alla germania dove non si pagano le autostrade, i libri di testo per le scuole sono a carico dello stato sino al 18° anno d'eta', il 90 % degli asili e nido sono aziendali e gratuiti e non ti chiedono 400/450 euro come gli asili statali italiani !!

in francia le donne possono evitare di andare a lavorare part-time per racimolare qualche soldo indispensabile in famiglia e percepiscono dallo stato un assegno di 500,00 euro al mese come casalinghe piu' altri bonus in base al numero di figli .

in francia non pagano le accise sui carburanti delle campagne di napoleone, noi le paghiamo ancora per la guerra d'abissinia.

noi chiediamo che voi politici la smettiate di offendere la nostra intelligenza, il popolo italiano chiude 1 occhio, a volte 2, un orecchio e pure l'altro ma la corda che state tirando da troppo tempo si sta' spezzando. chi semina vento, raccoglie …..tempesta !!!

se approvi, pubblica lo stesso messaggio e chiedi ad altri di farlo ! ! !
__________________________________________________

devo confessare che ero tentato di cestinare tutto perché tutto questo schifo lo abbiamo consentito noi italiani con il nostro voto nel corso dei decenni passati ed ora pretendiamo che monti, come una specie di cavaliere bianco invincibile e dotato di super poteri ce ne liberi.
condivido tutte le rivendicazioni contenute nel testo suddetto ma sono certo che il testo contiene un errore madornale ed è per chiarire questo aspetto che lo pubblico.
l'errore madornale sta nel fatto che questa lettera sia inviata a monti.
il destinatario deve invece essere il popolo italiano che ha scelto e votato questa classe politica, a cui monti e il suo governo sono totalmente estranei, e che ci ha condotto in queste condizioni di precarietà e dei depressione.
monti non è libero di poter fare quello che vuole, non ne ha il potere.
tutte le leggi che può proporre devono essere approvate dal parlamento che è quello che sappiamo.
solo il popolo sovrano può imporre una nuova linea di condotta e lo può fare col voto.
ricordiamocelo quando andiamo a votare.
cerchiamo di crescere e di prendere consapevolezza che noi stessi dobbiamo essere artefici del nostro destino e non possiamo invocare o peggio, pretendere che altri ci liberino dalle catene che noi stessi abbiamo messo ai nostri piedi.
le proteste sterili non aiutano certamente il governo monti, che a mio parere è quanto di meglio si possa avere e che forse non lo comprendiamo e non lo meritiamo, che opera in condizioni di estrema precarietà, che in 15 giorni ha dovuto approntare una manovra certamente dura e difficile da digerire, manovra indispensabile se non si voleva fallire come la grecia.
aspettiamo a giudicarlo dopo che gli avremo dato il tempo di governare.
non lo condanniamo frettolosamente.

oppure vogliamo abbiamo già nostalgia la situazione politica di un mese addietro?

Domenica 18 dicembre 2011 20:46:44

IL GOVERNO MONTI NON E' A RISCHIO,
E' FORTISSIMO!

Io credo che il governo Monti sia assolutamente al sicuro ed arriverà alla fine naturale della legislatura perché Monti ha un formidabile alleato: La crisi economica.
Le forze politiche che lo farebbero cadere, getterebbero l'Italia nel caos e nella miseria, se ne assumerebbero tutta la responsabilità e sparirebbero dalla scena politica.
Quindi io credo che Monti, essendo in una tale posizione di forza, dovrebbe essere meno condiscendente nei riguardi della Casta e pensare al bene della Nazione.
Non si faccia intimidire dal tizio di turno che minaccia di "staccare la spina" o altre simili amenità.
Quello stesso tizio, che stupido non è, sa bene che, se cade il Governo si va velocemente verso la catastrofe di cui egli stesso è responsabile e quindi staccherebbe la spina a se stesso e sarà molto attento a non compiere azioni suicide.
Il Governo Monti dovrebbe invece picchiare duramente sull'evasione fiscale, su tutti gli infiniti privilegi della Casta, che non è costituita solo dai parlamentari ma è infinitamente più vasta e dannosa, sugli enormi sprechi nel campo delle opere pubbliche tanto cari alla Casta.
Con gli ingentissimi capitali così recuperati potrà dare un formidabile impulso all'economia e al welfare senza essere costretto a tagliare i redditi della povera gente, le risorse alla Sanità, alla Scuola, alle Forze dell'Ordine.
Così finalmente l'Italia potrà avere giustizia sociale e benessere, cose che da troppo tempo ci mancano.

Un cordiale saluto
Vito Pipitone

Domenica 18 dicembre 2011 09:34:29

Questo Professore in unione con i suoi colleghi distruggerà gli italiani pensando di salvare se stesso e le kaste.
Chi lo ho proposto ci ripensi e anche chi lo vota.
La fine sarà per TUTTI.Noi " ultimi " saremo i primi...a morire. Si avvera quanto detto: gli ultimi saranno i primi...

Giovedì 15 dicembre 2011 13:45:52

Lettera aperta al Prof. Monti

Ben consapevole dello stato attuale in cui versa il Nostro Paese, da una persona del Suo spessore dal punto di vista tecnico professionale ci saremmo aspettati di più. Non condivido le Sue scelte sia nella sostanza che nella forma. Fondamentalmente saremmo stati tutti bravi a fare delle manovre fatte di tasse e aumenti, così come hanno fatto i precedenti Governi. Secondo il mio modesto parere ha visto il nostro Paese come Stato e non come Impresa, nella sua posizione attuale io la vedevo come un Temporary Manager e come tale l'obiettivo principale doveva essere l'analisi del sistema produttivo Italia e la sua rivalutazione. Manovra di tagli al sistema e rilancio commerciale avrebbe prodotto un risultato sicuramente migliore: L'aumento delle tasse è come aumentare il prezzo finale di vendita di un prodotto, giustificabile se si ha un valore aggiunto in più e l'offerta coincide o supera la domanda. Così come ha fatto ci ritroviamo nelle stesse condizioni di un'azienda che non fattura ma mantiene il patrimonio negli attivi, una pazzia, un economista dal suo immenso valore come Lei sa che da tale situazione bisogna allontanarsi.
Augurandole un buon lavoro cordialmente La saluto
Mario Gatto

Giovedì 15 dicembre 2011 10:01:23

Egregio presidente del consiglio Mario Monti lei invece di prenderserla con i pensionati perchè non mette le tasse ai giocatori di pallone agli attori di cinema ai conduttori televisivi a chi possiede i yot a mare chi stà al governo che prende lo stipendio da nababbo o la pensionee da nababbo . quelli che sono andati in pensione presto aal età in cui potevano ancora lavorare, ai conventi ed alle chiese come il vaticano che hanno tesori di un valore inestimabile le tasse le devono pagare anche loro è tutti gli extracomunitari come i cinesi i polacchi gli albanesi ed i senegalesi devono essere espulsi dall italias è sequestrati tutti i soldi che hanno fatto adesso perchè noi del popolo che stiamo a casa senza lavoro è senza soldi ci siamo rotto le scatole di vedere che questi individui vengono trattati con i guanti bianhi è noi dobbiamo chiedere l'elemosina per campare non c'è l'ha facciamo più i vecchi di 70 anni devono andare in pensione specialmente qui a napoli che ci sono ragazzi di 38 anni cvome me che hanno fatto i corsi della regione per andare a lavorare nell asia è non vengono presi perchè ci sono troppi vecchi 70 enni nell azienda faccia qualcosa per i disoccupati storici di napoli noi ci chiamiamo bros dica al presidente della regione fate andare in pensione i 70 enni è faccia andare a lavorare i bros nell asia . La tassa sulla prima casa deve essere tolta deve fare solo la tassa sulla seconda casa è diminuire le assicurazioni auto che i propietari sono disoccupati o operai, è mettere le tasse sulle macchine blu, sulle macchine degli industriali è dei giocatori etc etc è sulle barche di lusso cioè yot Auguri di buon Natale è spero che si passi la mano per la coscienza è faccia si che le tasse le paghino tutti anche chi evade è che diminuisca gli stipendi ad assessori consiglieri è ministri è senatori

Mercoledì 14 dicembre 2011 14:08:39

Sono un semplice cittadino e lavoratore per lo Stato e per l'Italia, ultimamente sopraffatto da un immane senso di...chiusura e contrizione economica e finanziaria, e morale: crisi, debito pubblico, tasse, mutuo, spese varie per se e la famiglia, disagio per la poca curanza della politica (se esiste ancora)! Si è aperto uno spiraglio di soluzione dopo anni, di manovre piani finanziari, leggi, e politica inconcludente, vana e fallace, con il Professore Mario Monti, pragmatico, deciso, tecnico e un non politico, capace e un padre!
capace e un padre! Lasciamolo lavorare.
Vorrei però sottoporgli ed agli economisti e che lavorano con lui (e anche a noi)una riflessione: tra le tante cose che si potevano fare, forse si poteva inserire con un decreto o altro un semplice, contributo di € 10,00 pro capite da versare alla posta in c/c, per ogni residente in Italia, o meglio cittadino italiano, dato che è in corso d'opera il c.d. "censimento" , € 1000 e/o impresa per ogni persona giuridica operante sul suolo italiano,e risolvere qualche problemino in più e forse con meno sacrifici!
Facciamo qualche conticino e vediamo se ci sarebbe stato un pareggio di bilancio un pò prima, con meno spese e sacrifici per tutti; o come si dice non sempre per i soliti e i più deboli, e più equo (correggetemi se mi sbaglio). Forse avendo anche qualche soldino, o meglio euro: per la ricerca, il lavoro, lo sviluppo ed il sociale, oltre che per la famiglia su cui la ns Repubblica si fonda? Spero che giri e gli arrivi. Grazie Presidente, o Professore..sono con te!

Lunedì 12 dicembre 2011 08:44:59

LA MANOVRA PUO' ESSERE PIU' EQUA

Al Presidente del Consiglio dei Ministri, Senatore Mario Monti.

Premetto che Lei e il suo Governo hanno tutta la stima e la fiducia mia e, credo, di tutti gli Italiani.

In merito alla manovra che il suo governo si accinge a varare e relativamente alla de-indicizzazione delle pensioni vorrei dire che mi sembra di trovare una iniquità che, forse, nella fretta di concepire la manovra, non è stata percepita e che, se così è, si potrebbe correggere.

Se la de-indicizzazione entra in azione in modo netto al di sopra di una certa cifra, supponiamo 1400 Euro al mese, accade che chi ha una pensione di 1400 Euro potrà continuare a godere della rivalutazione, chi ha anche un centesimo in più di tale cifra (e quindi praticamente la stessa pensione) non potrà beneficiare della rivalutazione.
Si creerà quindi una grande mancanza di equità fra due categorie di pensionati con pensioni molto modeste e credo che questo non sia nel suo intendimento.
Allo scopo di eliminare tale mancanza di iniquità, mi permetto di proporLe la seguente modifica:

Si stabilisca una soglia di pensione minima (per esempio 1400 Euro) che godrà della indicizzazione e si de-indicizzi tutta la cifra che supera tale soglia. In tal modo si avrà vera equità che, sopratutto fra i poveri, e molto più sentita.

Un cordiale saluto ed un augurio di buon lavoro

Vito Pipitone

Domenica 11 dicembre 2011 11:20:43

Il Presidente si dice e si vede è una persona assai pragmatica e responsabile...oltre che capace!! Vorrei sottoporgli una riflessione: tra le tante cose che si potevano fare forse si poteva inserire un contributo di € 10,00 da pagare alla posta in c/c,per ogni residente in Italia, o meglio cittadino italiano, dato che è in corso d'opera il c.d. "censimento" e risolvere qualche problemino in più! Facciamo qualche conticino e vediamo se ci sarebbe stato un pareggio di bilancio un pò prima e con meno spese e sacrifici per tutti; o come si dice non sempre per i soliti e i più deboli. Forse avendo anche qualche soldino, o meglio euro: per la ricerca, il lavoro, lo sviluppo ed il sociale, oltre che per la famiglia su cui la ns Repubblica si fonda? Spero che giri e gli arrivi. Grazie Presidente..sono con te!

Venerdì 9 dicembre 2011 21:39:49

Egregio Professor Monti, se volevate fare una cosa seria ed equa ve la siete fregata, cercate di porre rimedio al più presto. Cordiali saluti

Venerdì 9 dicembre 2011 18:11:08

Esimio professore, più mi addentro nella manovra che Lei ha proposto alle Camere, più mi sento di dare ragione a chi nei giorni scorsi mi ha detto "per una manovra così bastava un bidello, non serviva un professore".
Sempre i soliti... lavoratori e pensionati, ma non si poteva chiedere qualche una tantum ai Libreri Professionisti? (che tanto nero amano fare!) o ai soci di società in proporzione al valore Patriminiale delle società stesse al 12/2010? non sarebbero certo manovre strutturali ma in compenso si sarebbe potuto chiedere molto meno a chi lo stipendio lo spende tutto per arrivare a fine mese.
Questa manovra va a togliere 30/mld di euro dal commercio, il che significa 6/mld i IVA in meno, probabilmente almeno altrettanti di Irpef. Si perchè chi con lo stipendio o la pensione a malapena arriva a fine mese quello che da allo stato non lo spende più!
Riveda tutto e faccia qualcosa di più equo e dimostri che un bidello non avrebbe potuto fare meglio.
Non si offenda ma il mio pensione, schietto, riflette i commenti di decine e decine di persone con cui mi sono confrontato in questi giorni.
Cordialmente . C.Castenetto

Commenti Facebook