Biografie

Tennessee Williams

Tennessee Williams
Tennessee Williams nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Tennessee Williams

Biografia

Tennessee Williams, il cui vero nome è Thomas Lanier Williams, nasce il 26 marzo del 1911 a Columbus, nel Mississippi, figlio di Edwina Dakin Williams e di Cornelius Coffin. Cresciuto nella casa dei nonni materni e dovendo sopportare le prese in giro del padre, che nota la sua diversità rispetto agli altri maschi, nel 1929 inizia a frequentare il college, ma senza ottenere risultati apprezzabili.

Dopo aver lavorato presso l'International Show Company, Williams si laurea nel 1938. Quello stesso anno, però, sua sorella Rose, affetta da un disturbo mentale che le causa schizofrenia e ansia, viene chiusa in un ospedale psichiatrico e lobotomizzata. Subisce una operazione al cervello che la riduce a una sorta di vegetale.

Thomas rimane profondamente colpito da questo avvenimento, imputandolo a una decisione della madre. Nel corso del tempo sviluppa un forte senso di colpa verso Rose, acuito dal timore di fare la sua stessa fine a causa degli attacchi di panico di cui è vittima. Nel frattempo, accettando e riconoscendo la propria omosessualità, Williams intrattiene relazioni con diversi uomini.

Le prime opere

Tra il 1935 e il 1936 vengono messi in scena in teatri locali degli atti unici scritti da Thomas e rappresentati da compagnie amatoriali. Nel 1937 egli assiste alla rappresentazione di "Candles to the Sun", mentre l'anno successivo scrive "Not About Nightingales", una storia ambientata in carcere, che tuttavia sarà recuperata solo diversi anni dopo la sua morte e portata sul palco postuma.

Nel 1939, anno in cui è il vincitore - grazie ai suoi atti unici "American Blues" - di mille dollari concessi dalla Fondazione Rockefeller, egli decide di adottare Tennessee come suo nome di battesimo.

Tennessee Williams negli anni '40

Successivamente si sposta tra New York e New Orleans, per poi andare anche nel Nuovo Messico e nella cittadina di Capo Cod, a Provincetown, dove è presente una comunità di artisti. Nel 1943 sottoscrive un accordo con la Metro-Goldwyn Mayer che lo vincola alla scrittura della sceneggiatura di un film.

Non trovandosi a proprio agio con i ritmi e con le richieste di Hollywood, si dedica nuovamente al teatro scrivendo "Lo zoo di vetro", la cui rappresentazione conquista un immediato successo. Quindi è la volta di "Un tram che si chiama Desiderio", che nella prima a Broadway, nel 1947, vede Jessica Tandy nei panni della protagonista Blanche, con Marlon Brando nel ruolo maschile e la regia di Elia Kazan.

Tutto della sua vita è nelle sue opere; tutto delle sue opere è nella sua vita. (E. Kazan, su Tennessee Williams)

Il trauma e la depressione

Intanto ha una relazione che dura fino al 1947 con Frank Merlo, scomparso prematuramente a causa di un tumore ai polmoni. In questo periodo Tennessee Williams approfitta della stabilità e della serenità garantitegli dal suo compagno per dedicarsi alla scrittura. Il decesso di Frank, tuttavia, lo porta a uno stato di profonda depressione, che lo avvicina all'alcolismo e che è amplificato dal terrore di diventare pazzo come la sorella.

Williams riesce comunque a scrivere "Estate e fumo", un dramma che - però - non ottiene i riscontri positivi dei suoi lavori precedenti. In seguito porta a termine "La rosa tatuata" e "Camino Real", che a loro volta vengono accolti tiepidamente. E' anche per questo motivo che il drammaturgo americano inizia ad accusare un rapporto complicato con il suo pubblico e con la critica teatrale, oltre che con la scrittura creativa in generale.

Gli anni '50, '60

Nel 1955, comunque, Tennessee Williams ritorna sugli scudi grazie a "La gatta sul tetto che scotta" (che riceve un premio Pulitzer), seguita un paio di anni più tardi da "Improvvisamente l'estate scorsa". Nel 1962 la prima de "Il treno del latte non si ferma più qui" viene messa in scena in Italia, al Festival dei due Mondi di Spoleto. Ma sono "La dolce ala della giovinezza" e "La notte dell'iguana" gli ultimi due drammi che si fanno apprezzare in maniera consistente.

I personaggi fanno tutti parte di me stesso, nel bene e nel male. Soprattutto nel male, perché trovo che in uno scrittore - come in tutti, del resto - ci sono molti lati negativi che si vorrebbero nascondere. La differenza fra gli altri e lo scrittore è che lui, invece di nasconderli, deve farli venir fuori, i lati negativi, e farli crescere.

Nel 1965 scrive tre atti unici: "The Gnadiges Fraeulein", "Now the Cats with Jewelled Claws" e "The Mutilated. A cavallo tra la fine degli anni Sessanta e l'inizio degli anni Settanta completa "In the Bar of a Tokyo Hotel", "Will Mr. Merriweather Return from Memphis?" e gli atti unici "I Can't Imagine Tomorrow" e "The Frosted Glass Coffin".

Gli ultimi anni

Negli ultimi due decenni della sua esistenza Tennessee Williams continua a scrivere, nonostante il declino progressivo della sua ispirazione. Ma le cattive recensioni della critica e l'accoglienza fredda del pubblico contribuiscono a peggiore i suoi stati depressivi. È il caso di "Small Craft Warnings", del 1972, o di "Out Cry", dell'anno successivo, ma anche di "The Demolition Downtown" e "This Is (An Entertainment)", entrambi risalenti al 1976.

Vorrei poter raccontare un giorno tutta la verità su quello che ho visto e sentito nel mondo dello spettacolo durante la mia lunga carriera. Eh, sì... Ma almeno ho la consolazione di aver fregato tutti i miei coetanei, dato che sono sopravvissuto a tutti!

Tre anni più tardi scrive l'atto unico "Kirche, Kuche und Kinder" e "A Lovely Sunday for Creve Coeur", ma anche "Lifeboat Drill". Agli inizi degli anni Ottanta conclude "The Notebook of Trigorin", "A House Not Meant to Stand" e l'atto unico "The One Exception".

Non aspettare il giorno che smetterai di soffrire. Perché quando arriverà saprai di essere morto.

La morte

Il 25 febbraio del 1983 Tennessee Williams viene trovato morto a New York, nella stanza dell'Hotel Elysee in cui risiede. Secondo la relazione del medico legale, a causarne il decesso è stato un soffocamento provocato dal tappo di una bottiglia di collirio ingerito accidentalmente. Lo scrittore aveva l'abitudine di mettere il tappo in bocca, dopo avere aperto la bottiglia, mentre spruzzava negli occhi le gocce di collirio: era una consuetudine che ripeteva ogni sera.

Frasi di Tennessee Williams

7 fotografie

Foto e immagini di Tennessee Williams

Video Tennessee Williams

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Tennessee Williams ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Tennessee Williams nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Tennessee Williams

11 biografie

Nati lo stesso giorno di Tennessee Williams

Alberto Sordi

Alberto Sordi

Attore e comico italiano
α 15 giugno 1920
ω 25 febbraio 2003
Christopher Wren

Christopher Wren

Architetto inglese
α 20 ottobre 1632
ω 25 febbraio 1723
Akira Yoshizawa

Akira Yoshizawa

Artista giapponese, maestro dell'origami
α 14 marzo 1911
ω 14 marzo 2005
Attilio Bertolucci

Attilio Bertolucci

Poeta italiano
α 18 novembre 1911
ω 14 giugno 2000
Emil Cioran

Emil Cioran

Filosofo rumeno
α 8 aprile 1911
ω 20 giugno 1995
Gian Carlo Menotti

Gian Carlo Menotti

Compositore italiano
α 7 luglio 1911
ω 1 febbraio 2007
Ginger Rogers

Ginger Rogers

Attrice e ballerina statunitense
α 16 luglio 1911
ω 25 aprile 1995
Jack Ruby

Jack Ruby

Criminale statunitense
α 25 marzo 1911
ω 3 gennaio 1967
John Grome

John Grome

Pittore inglese
α 14 marzo 1911
ω 12 luglio 2004
Josef Mengele

Josef Mengele

Medico militare nazista
α 16 marzo 1911
ω 24 gennaio 1979
Joseph Barbera

Joseph Barbera

Fumettista statunitense
α 24 marzo 1911
ω 18 dicembre 2006
Juan Manuel Fangio

Juan Manuel Fangio

Pilota argentino
α 24 giugno 1911
ω 17 luglio 1995
Mary Blair

Mary Blair

Ilustratrice statunitense
α 21 ottobre 1911
ω 26 luglio 1978
Maurice Allais

Maurice Allais

Economista francese
α 31 maggio 1911
ω 9 ottobre 2010
Nino Rota

Nino Rota

Compositore italiano
α 3 dicembre 1911
ω 10 aprile 1979
Renato Guttuso

Renato Guttuso

Pittore italiano
α 26 dicembre 1911
ω 18 gennaio 1987
Ron Hubbard

Ron Hubbard

Scrittore statunitense, fondatore di Scientology
α 13 marzo 1911
ω 24 gennaio 1986
Ronald Reagan

Ronald Reagan

40° Presidente degli Stati Uniti d'America
α 6 febbraio 1911
ω 6 giugno 2004
William Golding

William Golding

Scrittore inglese, premio Nobel
α 19 settembre 1911
ω 19 giugno 1993
Umberto II di Savoia

Umberto II di Savoia

Monarca italiano
α 15 settembre 1904
ω 18 marzo 1983
George Cukor

George Cukor

Regista statunitense
α 7 luglio 1899
ω 24 gennaio 1983
Joan Miró

Joan Miró

Artista spagnolo
α 20 aprile 1893
ω 25 dicembre 1983
John Fante

John Fante

Scrittore statunitense
α 8 aprile 1909
ω 8 maggio 1983