Messaggi e commenti per Marco Travaglio - pagina 10

Messaggi presenti: 208

Lascia un messaggio o un commento per Marco Travaglio utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Leggi anche:
Frasi di Marco Travaglio

Domenica 19 luglio 2020 18:10:37

Sign. Travaglio da suo estimatore DESIDERO fare una proposta per aiutarecerti ristoratori in difficoltà. Tuttichiedonoaiuti al governo credo si debba accedere ai conti bancari vedere veramente chi ne ha bisogno.. Per questi si potrebbe effettuare sgravi fiscali per le persone che si recano in questi ristoranti. Alfine dioncentivare i consumi.

Venerdì 10 luglio 2020 09:59:21

Spett.. le dottor Marco Travaglio, sono le 7, 39 del giorno 10 luglio 2020 e le sto scrivendo perché ritengo la sua pagina Marco Travaglio # L'Informazione come la più importante pagina di Facebook. Si è creato un piccolo problema e parliamo di spam. Ho impiegato non poco per scriverle una lettera riguardo il " copia e incolla " che sono costretto ad usare poiché sto scrivendo su parecchi gruppi. Io quando ho lavorato per la Telecom Italia S.. p. A. ho imparato ad arrivare ai risultati velocemente senza pensare ai mezzi. In 60 giorni due promozioni. La prima per un'Area regionale allo sbando e quattro dipendenti che lavoravano, ma senza computer ed ognuno ne teneva 1.. Ho imparato da solo come utilizzare i fogli elettronici, Ho preparato i programmi per i miei quattro dipendenti e un lavoro di 4, 5 ore si è trasformato in un lavoro di 10 minuti, per ognuno.. Io per me lo avevo di controllo. Ogni dipendente mi portava il lavoro svolto registrato su dischetto. Il mio computer controllava il lavoro svolto e se c'era l'errore nessun problema. il lavoro veniva ripetuto ed in genere era giusto. Io stampavo l'ordine firma e timbro. L'ordine partiva. problema dell'Area risolto in circa 45 giorni. Dopo 15 giorni, seconda promozione: affiancato al Capo dell'Ufficio del Personale secondo solo al Direttore regionale. Una miopericardite blocco' la mia carriera. Ero a rischio di infarto. Quando io scrivo un post, esprimo un concetto ben preciso. Con tanti gruppi, il " copia e incolla " non è spam in quanto esprime lo stesso concetto e con le stesse parole ed è veloce e sintetico. Le risposte prepreparate lasciano il tempo che trovano. Io voglio chattare con un amministratore o un moderatore perché un amministratore mi ha comunicato che tra i Miei Amici si erano infiltrati dei " falsi amici leghisti ".. Dovevo essere veloce e sintetico e spedire un unico documento a tutte le pagine su cui scrivo compreso la sua. Il " copia e incolla " era necessario. Stesse parole e identico concetto. Dato di fatto: frasi precompilate senza possibilità di replicare non sono democratiche. Se io compro un quotidiano e dopo 10 minuti compro lo stesso quotidiano la prima pagina del primo è esattamente uguale alla prima pagina dello stesso quotidiano. E' spam? Certo che no. Allora perché i dati elettronici fatti con il " copia e incolla " devono essere considerati spam? Perché è semplice interferire sui computer? Non è tanto semplice interferire con un computer fisso collegato alla rete tramite fibre ottiche. In WI-FI si, è molto più semplice. Una domanda sola: io scrivo per Marco Travaglio # L'Informazione dal 2006, invitato dalla sig. na Monica Stangellini senza sapere il motivo. Forse le era piaciuto qualche mio post. Spesso facevo tardi. Mi ricordo che verso le quattro di mattina, quando avevo completato il mio post e lo volevo pubblicare Lei attaccava i suoi pungenti manifesti disegnati a mano, penso da Lei, Ogni mio post era pubblicato. Poi non ho potuto più usare il fisso perché i tecnici della Telecom non riuscivano ad installare i cavi per internet e non scrissi più fino a poco tempo fa. perché un hacker mi bloccò due portatili e il cellulare. Vorrei sapere per il controllo spam dietro le quinte vi è solo l'automazione o vi sono degli amministratori che decidono se bloccare si o no i post? Secondo me ci sono degli amministratori, perché anche senza mettere frasi volgari, ma dicendo: " Mi fate ridere perché etc. " il post viene subito bloccato. anzi non posso più pubblicare sulla pagina in questione. se ci sono degli amministratori, si stanno comportando peggio del " fascistello " Salvini. Perché impedirmi qualsiasi post, anche normale senza motivo ma solo per antipatia, l'atto compiuto è un atto pari a fatti che ci eravamo scordati tanti anni fa, sono atti di " Fascismo ". Il fatto che non posso scrivere più sulla pagina dove mi avete accolto sempre bene, non mi crea problemi, ma vi è materiale per scrivere su altri post che accettano sempre i miei post, anche se scritti con il " Copia Incolla". Distinti saluti. F.. to Giuseppe Minervini

Mercoledì 8 luglio 2020 18:42:53

Spett. le dottor Travaglio Marco il sottoscritto Minervini Giuseppe, Le descrive un avvenimento non giustificabile da parte di non pochi gruppi associati al Movimento 5 Stelle. Il 17 Giugno 2020, penso a Palazzo Montecitorio vi era anche l'Onorevole Presidente del Consiglio dei Ministri. Toccava a Lui incominciare il dibattito. dopo esattamente quattro parole tutti o quasi tutti gli onorevoli parlamentari appartenenti al gruppo politico della Lega e forse altri onorevoli appartenenti ad altri gruppi politici si sono alzati e hanno lasciato la sala del Palazzo Montecitorio e forse hanno abbandonato proprio il Palazzo Montecitorio. Mio parere è che non potevano farlo in quanto ciò significa assenteismo e in questo caso di massa. Chiaramente non si poteva conoscere chi aveva commesso l'assenteismo o no. Attualmente né ne al Palazzo Madama, né al Palazzo Montecitorio e né al Palazzo Chigi vi sono gli strumenti per controllare l'assenteismo di qualsiasi Senatore, di qualsiasi Deputato e qualsiasi Ministro. Ha dovuto studiare un po' di leggi e su Facebook ha inserito una premessa riguardante l'articolo n. 54 della Costituzione italiana e dieci punti da presentare ad una piattaforma. Qui di seguito la mia, che non considero solo mia, ma di tutti i gruppi associati al Movimento 5 Stelle, petizione corretta dopo averne fatta una decisamente spam e che sembra servisse al suo tornaconto: http: //chng. it/TWM7yLff. Ha fatto un copia e incolla del link che l'avrebbe portata direttamente alla sua petizione. Dovrebbe bastare ricopiarla su altro punto per farLe vedere la sua petizione. Comunque nella sua prima petizione, ha seguito i consigli che change. org, che è la piattaforma scelta dal sottoscritto, ha seguito i consigli della piattaforma stessa, che gli venivano dati tra cui di personalizzarla al massimo, di sottoscriverla personalmente perché le statistiche di change. org dicevano che i suoi risultati sarebbero stati migliori. Ciò ha portato al disguido. Il sottoscritto ha sbagliato e lo ammette e ha corretto la petizione. Sono 10 semplicissimi punti che non danno alcuna possibilità né ai Senatori, né ai Deputati e né ai Ministri di atto di assenteismo. Qualcuno, e il sottoscritto sa chi, ha conservato la prima copia della petizione e l'ha fatta girare. Risultato: una catastrofe per il sottoscritto. Su molte pagine gli amministratori con una frase già pronta e che non dà possibilità di replicare democraticamente e ciò compreso due sue pagine, di cui una la ritengo importantissima ed è Marco Travaglio # L'Informazione, non può più scrivere. Con la presente intanto contesto la decisione degli amministratori della sua pagina prima indicata e contesto la non possibilità di replicare con dati alla mano. La sua petizione è stata variata ed accettata da chi ha voluto leggere prima di impedirgli di scrivere. Inoltre le frasi già predisposte lasciano il tempo che trovano. Una discussione democratica con gli amministratori sono regolari. Dato di fatto, con quella frase predisposta e non contestabile quasi tutti i gruppi collegati al Movimento 5 Stelle si stanno comportando peggio del " fascistello " Matteo Salvini. Segue raccomandata scritta a mano e non sul computer, perché qualcosa gli dice che Le piacciono lettere scritte così. Distinti saluti. F. to Giuseppe Minervini

Lunedì 6 luglio 2020 22:23:01

Scrivo perché sei l' unica persona oggi in cui ancora credo. Vago nel buio più profondo ormai da poco più di 4 mesi, sballottata e confusa da notizie contraddittorie su qualunque aspetto del Coronavirus. Seguo con attenzione al momento tutte le notizie che riguardano la riapertura delle scuole ed il cuore mi si stringe: didattica mista, turnazione, distanziamento tra i banchi, mascherine, orari scaglionati. Ed allora ti faccio una domanda, caro Marco... aiutami a capire: quei bambini, ragazzi, adolescenti che torneranno tra i banchi di scuola sono gli stessi che vedo sulle spiagge, nei parchi, nelle paninoteche dimentichi del virus? Sono al mare in vacanza: nessun lido mette in atto le regore di sicurezza previste: assembramenti, nessuna sanificazione nei cambi degli ospiti, nessuna prenotazione, nessuna richiesta di documenti. Siamo a rischio o la pandemia è stata solo uno scherzo per intimorire? Ed intanto solo le scuole sono oggetto di discussione... mentre seduti su una panchina del parco due adolescenti si baciano ed abbracciano, complice la Luna. Quanta invidia provo, grazie

Sabato 4 luglio 2020 08:47:54

Non è assolutamente vero che Esposito fosse contro Berlusconi ! Lo incontrai all'Ufficio di giudice di pace di Roma anni fa dove esercitavo le funzioni onorarie, e lo vidi passare nel corridoio. Fu lui a riconoscermi, in quanto eravamo stati per così dire nemici alla Pretura di Sapri e poi al Tribunale di Lagonegro. Si fermò e passammo un'ora a parlare di giudici di sinistra e anche del governo Berlusconi. Anzi, era a favore di alcune leggi del governo, e mi disse alcune cose che sono riservate. Io sono di sinistra, Berlusconi non è il mio tipo preferito, però la verità è VERITA'. Avv. Licia Cicchiello

Giovedì 2 luglio 2020 16:58:25

Stimato direttore, la diffusione delle recenti notizie giudiziarie del dr. Silvio Berlusconi, mi ha ricordato di aver letto un libro scritto da Maurizio Vilroli dal titolo "La libertà dei servi" che nella premessa, tra l'altro, segnala" Ritengo infatti, he l'Italia sia un paese libero, nel senso che c'è sì laq libertà ma quella dei servi, non quella dei cittadini. La libertà dei servi o dei sudditi consiste nel non essere ostacolati nel perseguimento dei nostri fini. La libertà del cittadino consiste invece nel non essere sottoposti al potere arbitrario o enorme di un uomo o di alcuni uomini. Poichè in Italia si è affermato un potere enorme, siamo, per il solo fatto che tale potere esiste, nella condizione di servi, Il potere in questione è quello di Silvio Berlusconi, detentore di una ricchezza immensa, proprietario di televisioni, giornali e case editrici, fondatore e signore di un partito politico che egli controlla a suo piacere. ". A mio avviso la lettura di tale libro è molto interessante in quanto ci arricchisce e ci stimola a riflettere meglio sui motivi e le cause dei disagi che ciascuno di noi incontra nei rapporti sociali e nelle richieste di applicazione concreta dei diritti costituzionali e conseguenti diritti individuali e collettivi. Dobbiamo tendere insieme, convintamente, a chiedere ed affermare la libertà del cittadino.

Martedì 30 giugno 2020 11:53:07

Egr. Direttore, per prima cosa complimenti sempre per il Suo lavoro. La seguo da sempre. La trovo una persona obiettiva (merce rara nel ns paese) ed è proprio per questo che mi rivolgo a Lei. Mi farebbe piacere se potesse rispondermi.
Il problema:art. 117 comma 4 del cd decreto Rilancio Italia; tale art., come sicuramente saprà, impedisce di intraprendere e/o proseguire azioni esecutive contro le Asl sino al 31. 12. 2020. L'impignorabilità sancita, dovrebbe riguardare solo le somme stanziate per l'emergenza covid-19 ma, purtroppo, viene applicata in modo indiscriminato a tutti i pignoramenti, anche a quelli risalenti a tempi molto antecedenti l'emergenza (ed aggiungo ottenuti con anni di lavoro e sacrifici considerando i tempi tecnici dei ns Tribunali). A tale provvedimento non ha fatto seguito (come sarebbe invece stato necessario) alcuno strumento volto a realizzare i diritti oggetto delle procedure esecutive bloccate, parliamo di provvedimenti esecutivi emessi dall'Autorità Giudiziaria, di creditori che aspettano da anni. Non si è previsto alcun intervento presso le ASL per il pagamento dei debiti nei confronti dei terzi (fornitori, cliniche, centri accreditati etc). Aggiungo che tali crediti, definiti dall'Autorità Giudiziaria, sono gravati da interessi moratori ((8-9% annuo) con notevoli ulteriori danni per le finanze pubbliche. Le conseguenze sul sistema economico sono evidenti.
Tutti gli imprenditori, cliniche convenzionate, laboratori che in virtù di tale normativa non potranno recuperare i loro crediti nei confronti degli enti del servizio sanitario (si ripete, crediti portati da titoli esecutivi delle Autorità Giudiziaria dopo anni di lavoro e spese) potranno essere essere dichiarati falliti (con conseguenze devastanti in termini di perdite di posti di lavoro, avviamento e beni). se non riusciranno a far fronte ai loro debiti verso fornitori, dipendenti etc; come possano fare a pagare i loro debiti se non soddisfatti dei loro crediti è un mistero che la norma non svela, un rompicapo senza soluzione.
Direttore, il "nuovo" Governo giallorosso ha rispolverato una vecchia legge del Governo Berlusconi (già solo questo fatto dovrebbe far riflettere!) ma, in più, ha ripristinato una normativa già dichiarata INCOSTITUZIONALE. Una vera assurdità, una cosa senza senso, soprattutto dal momento in cui il decreto che l'ha sancita prende il nome di "rilancio Italia". Ma quale rilancio??? Credo, ma posso sbagliarmi, che per prima cosa per rilanciare il Paese, occorra pagare i debiti che lo Stato ha con tutti i suoi creditori. Credo lo abbia detto qualcuno più importante di me. Come avrà capito, faccio l'Avv. (La prego di non generalizzare... non siamo tutti ladri, bugiardi, imbroglioni, evasori), qualche persona onesta c'è ancora ed al Sud dove vivo, lottiamo per la sopravvivenza non esercitiamo la professione a Milano o Torino (purtroppo).
Essendo specializzato nel settore del recupero dei crediti della sanità, il decreto ha fulminato completamente il mio lavoro. Come se il decreto Le impedisse di fare il giornalista.
Alla luce di quanto premesso, mi sembrano senza senso le polemiche di questi giorni sull'accettazione o meno del MES; a quanto pare soldi che sarebbero destinati proprio al settore sanitario; Il Paese i soldi non li ha, lo sappiamo, la normativa di cui Le sto parlando, lo dimostra in modo palese.
Come si può coordinare questo con tutta la filosofia di cui sento tutti i giorni sui media? MES si Mes no, ma stiamo scherzando?
Non voglio poi parlare del fatto che poi con la Sanità impignorabile, lavoreranno solo gli "amici degli amici", grossi fornitori, multinazionali, senza problemi economici che possono permettersi di aspettare (lucrando gli interessi moratori) i tempi biblici di pagamento. Tutto ciò in un settore in cui ogni anno vengono arrestati o indagati molti amministratori pubblici per corruzione o concussione.
Insomma Direttore, ho bisogno di una Sua parola. Abbiamo scritto a tutti, ma Lei sa bene, i Politici...
La ringrazio anticipatamente del tempo che magari mi dedicherà.
Con stima
Francesco Chiummariello

Martedì 23 giugno 2020 21:29:23

Buonasera Travaglio, la seguo da anni a otto e mezzo e leggo i suoi editoriali che trovo quasi sempre condivisibili, ma... quando lei chiama Renzi l’innominabile io che non sono renziana mi dispiaccio per questo più che sgradevole anzi orribilmente arrogante epiteto che non fa onore a un giornalista democratico come lei. Mi creda non sono la sola a provare fastidio e sconforto per il livello bassissimo che dobbiamo subire. Le chiedo di riflettere sulla necessità o meno di insistere su questo punto. Buonasera e perdoni la mia sincera ingerenza. Adriana Monti

Giovedì 18 giugno 2020 11:36:52

Da un po' di tempo credo di riuscire ad apprezzare il direttore del Fatto che è sempre assai documentato e puntuale. Diventa totalmente inattendibile e spudoratamente fazioso quando tenta di difendere l'indifendibile dei cinque stelle. (cfr. da ultimo il caso Di Battista)

Martedì 16 giugno 2020 08:13:55

Buongiorno! Seguo da molto tempo il suo lavoro di giornalista e mi trovo spesso allineato alle sue analisi socio-economiche. In questi giorni sono veramente basito. Il Prode Anselmo è sceso in campo (Di Battista) e lancia in resta combatte i mulini a vento. Poteva scegliere momento migliore per ingaggiare battaglia? Renzi se la gode come un matto. Quod non fecerunt destre fecet Battiste. Che genio politico! Dove l'hanno pescato? dentro il fustino del Dixan? Ci mancava qualcuno che rimestasse la merda. Spero che il movimento segue Grillo e non questo Ciceruacchio da strapazzo.
Mi scuso per lo sfogo e grazie

Commenti Facebook