Messaggi e commenti per Marco Travaglio - pagina 6

Messaggi presenti: 206

Lascia un messaggio o un commento per Marco Travaglio utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Leggi anche:
Frasi di Marco Travaglio

Martedì 24 novembre 2020 10:02:51

Carissimo Marco, scusa la licenza.
Anche io parlo di scuola continuo ad essere contraria alla presenza indiscriminata come prima dell'inizio della scuola. Consapevole che i messaggi che ho inviato a attivisti importanti del M5S, qui o sostenitori di Conte facciano la stessa fine: "essere ignorati", non tanto perché non letto ma perché ognuno parla per se stesso. Io ho detto è ripeto ora il contrario di ciò che si sta facendo. Nelle scuole i ragazzi, soprattutto i più piccoli vivono in sistemi detentive ed inefficienti per la didattica limitata in ogni mossa in ogni spazio per non parlare dei programmi non rispettati dagli insegnanti che scaricano sui ragazzini i ritardi mentre quelli preparati arricchiscono e si rasettano il cervello sospendendo tempo ed interesse. Io sono per una DAD consapevole e continua, la presenza deve essere limitata agli studenti con difficoltà di apprendimento o a quelli che non hanno mezzi per seguirla, grazie all'incuria nel pensare ai banchi prima di creare nuove strutture, così i banchi hanno sostituito vecchi banchi monoposto mentre gli arredi sono stati eliminati (non in senso metaforico ma realmente), per lasciare posto ai banchi in sovra numero. Così come la DD doveva essere fatta da scuola con i pochi in presenza ed gli altri da casa. Il grosso del movimento lo fanno le famiglie per gestire la frequenza dei figli. Ora a scuola si rischia tutti i giorni, più personale, insegnanti poco presenti, ragazzi lasciato fuori al freddo a mangiare seduti sulla terra umida od in piedi appoggiati ad un muro ghiacciato. Ragazzi che, fuori dal controllo degli insegnanti e bidelli che si girano e fanno i suoi, esercitano il micro bullismo e la micro violenza organizzata in gruppetti. Facendo dei corpo a corpo indicibili per cui i soliti ignoti portano a casa lividi e sono derubati di oggetti, merende, libri, quaderni ecc. E.. parlo di primarie. ! Mentre a casa i genitori non avrebbero iniziato questo percorso per il pericolo di perdere il lavoro ed i nonni, indispensabili, non possono lasciare fuori casa i loro cuccioli. Mentre a scuola il virus circola come i pidocchi e le famiglie sono contaminate e perdono il lavoro. La Dad in presenza ed a distanza contemporaneamente, nessuno ci arriva o gli insegnanti non la vogliono per non essere controllati?

Lunedì 23 novembre 2020 11:01:05

Salve, non so so più a chi chiedere e mi restano solo " gli amici". Tutti continuano a parlare di scuole primarie aperte, i DPCM parlano di scuole primarie aperte anche nelle zone rosse, La ministra imperterrita dichiara che le scuole devono riaprire, ma nessuno parla della Puglia, la mia regione, dove ufficialmente le scuole sono aperte, ma in pratica troviamo una situazione a dir poco paradossale che io chiamerei da deficienti: Il presidente Emiliano ha dovuto controvoglia lasciare aperte le primarie, ma stolkerizza giornalmente e più volte al giorno i genitori invitandoli con toni minacciosi a non mandare a scuola i loro figli per il diritto alla salute e in seguito ad una sua delibera regionale che autorizza ciò non facendo considerare assenza il restare a casa. Vediamo quindi, unica regione al mondo, che le scuole elementari sono aperte sì ma frequentate da pochi alunni mentre gli altri restano a casa, per cui i maestri vanno a scuola e fanno lezione contemporaneamente per alcuni in presenza e per altri in DAD. Veramente demenziale, ma NESSUNO NE FA MAI UN ACCENNO in nessuna trasmissione televisiva nè mai ne parla la Azzolina. Ed il PD?

Domenica 22 novembre 2020 21:26:11

Buonasera sig. Travaglio. Ho ammirato i suoi articoli per anni, ho seguito tutti i suoi interventi trovandomi spesso in totale accordo. Mi sono abbonata al suo giornale. Ma ora è da un po' di tempo che non riesco a capirla. Non riesco a trovare più quell'essere sempre obbiettivo che tanto amavo. Perchè non una parola sulla scuola? I ragazzi si stanno ammalando, io ho un figlio di quasi 14 anni in prima liceo che è irriconoscibile. La scuola chiusa per prima e sempre l'ultima a riaprire. In Francia in Germania in UK... non è così. Come può lei non dire una parola su questa situazione terribile... non mi parli di sicurezza perchè non le credo. Mi sento tradita da tutti e davvero desolata. Buona sera.
Marina

Venerdì 20 novembre 2020 23:48:42

Sig. travaglio buonasera. lei è un buon giornalista ma non sa un ca**o di medicina. quindi preferisco ascoltare un dott. come crisanti, che si distingue da tanti politici, medici, giornalisti e altri corrotti al soldo di multinazionali del farmaco che vogliono usare 60 milioni di italiani come cavie.
io credo nei vaccini ma non mi fido di sicuro di un pastrocchio fatto in 6 mesi. anche i più sprovveduti come lei dovrebbero sapere che per testare un vero vaccino vanno dai 3 ai 4 anni minimo.
stanno ancora cercando il vaccino per hiw e altri virus da decine d'anni.
dietro alla pfaizer ci sono personaggi che stanno investendo centinaia di milioni di dollari in azioni e tutto sulla pelle della povera gente che vogliono usare come cavie.
se lei è convinto, si vaccini lei, la sua famiglia e tutto il suo giornale, così poi vedremo i risultati. un saluto.
rosario gallo.

Mercoledì 18 novembre 2020 20:37:55

Mi piacerebbe che l'Italia prendesse il MES e lo utilizzasse per riaprire i piccoli ospedali di provincia che hanno chiuso negli ultimi 10 anni. Tu cosa ne pensi? Conosco persone e situazioni molto problematiche a causa di queste chiusure. Sarebbe utile un sondaggio italiano tipo raccolta firme per sapere cosa ne pensano gli italiani? Con grande stima, Lorenzo

Giovedì 12 novembre 2020 10:21:38

Buongiorno direttore travaglio mi chiamo massimo vivo a Pistoia, avendola vista spesso nei vari programmi televisivi sono rimasto colpito da come lei argomenta le sue tesi, sensa privilegiare quelle più coode e condivise, per questo ho pensato di provare a contattarla. Premesso che la mia vicenda perme singolarmente é un grosso peso pur capendo che rispetto alle tematiche trattate in televisione é un granello di sabbia, le racconto l'accaduto grandi linee se poi lei potesse rispondermi e mi richiedesse approfondimenti sarei lieto di illustrarglieli. Tutto iniziò nel 2012 la mia ex moglie rimase incinta del terzo figlio in 4 lappartamento dove attualmente vivo diventava troppo piccolo si parla di settantacinque metri quadri, sono un metal meccanico dipendente e fino alla separazione lavoravo da solo. Conobbi una famiglia che vendeva la propria casa mi dissero che ne avevano già acquistate due e le stavano ristrutturando per andarci ad abitare a breve con una delle due sue figlie, una sposata e l'altra in procinto. Torno a visionare la casa con mia moglie dopodiché mi dicono la cifra e io feci la mia proposta, nel 2012 vendere non era per niente facile. Non conoscendo io nessun geometra andai da uno indicato da un mio conoscente, i miei risparmi di venticinque anni di lavoro ed un mutuo umpo più alto per incamerare umpo di soldi erano di euro trentacinquemila li impegni tutti con un assegno al compromesso fatto dal geometra. Il compromesso recitava ; de Nicola si impegna a vendere il proprio appartamento con un tempo massimo di due anni e saldera i venditori con il ricavato e l'erogazione di un mutuo, il compromesso recitava anche che la casa che io avrei comperato era stata succeduti alle figlie tramite donazione e che al momento del rogito notarile sia i genitori che le figlie dovevano firmare e tutto sarebbe stato concluso. Io ero tranquillo mi ero affidato ad un professionista. Trascorse il tempo il mercato inmobiliare era inchiodato non riuscì a vendere. Chiesi alla controparte di darmi altri sei mesi di tempo proponendogli euro quattrocento al mese come una sorta di affitto, mi risposero sei inadempiente niente da fare, tenga conto direttore nen frattempo abitavano già in altre case e l'appartamento in questione vuoto. Sgomento mi rivolsi ad un avvocato il quale contatto la controparte e comincio ' una trattativa con il loro legale, ne venne fuori un secondo compromesso su loro proposta di prendere il mio appartamento in permuta per un valore di euro centomila il resto con l'erogazione del mutuo poi misero anche una data molto ravvicinata dopo la quale se non si fosse concluso l'affare avrei pagato io euro cento al giorno di penale. Per questo motivo il mio avvocato gli chiese di darmi le chiavi per eseguire lavori di eventuali adeguamenti e imbiancatura non che ordinare i mobili, risposero no apriamo noi e chiudiamo noi la sera fissando via via telefonicamente. Perfetto io ero al settimo celo la banca mi disse ok due mesi e si va al rogito. Riuscì a farmi mettere in turno a lavoro, altre mezze giornate compresi sabati e domeniche esegui tutti i lavori di risanamento muratura e arrivai nei due mesi a finire grazie anche all aiuto di un mio fratello tenga conto una casa su due piani di mt centoquatanta. Un venerdì mattina conclusa una telefonata con mondoconvenienza per fissare la data della consegna e montaggio mobili, mi scuilla il telefono era la banca, risposi dicendo bene quando si conclude, dissero c'è un problema non possiamo erogare il mutuo non causa sua che sappiamo dai conti non essere stato mai insolvente, ma ci siamo accorti che c'è una donazione da parte dei venditori, quale è il problema risposi loso c'era scritto sul compromesso disse il geometra che sia figli che genitori avrebbero firmato tutto regolare, disse il geometra o già fatto altri contatti in questo modo. La banca rispose, ma dove vive il suo geometra queste cose non esistono e nessuna banca le eroghetebbe il mutuo, le dica ai venditori di assolvere la donazione fatto questo le erogheremo il mutuo. Ci ritrovammo tutti con gli avvocati, da parte del mio avvocato fu detto togliete la donazione, risposero, no noi siamo cristiani praticanti andiamo perfino al famili dey la donazione é un atto di amore e non possiamo recedere. Allora proposi io prendo un mutuo di diecimilaeuro più alto e pago io lassoluzione della donazione risposero, no é un fatto di etica cristiana, domani vieni a prendere tutti i tuoi arnesi altrimenti li troverai in strada. Direttore mi rendo conto che é una storia lunga e io non riesco a essere sintetico scrivendo é per questo che la prego di contattarmi e le garantisco che sono in buona fede ho provato a contattare giornali locali, poi le iene, striscia la notizia, Massimiliano laudadio veniva in classe mia alle medie anno detto che il caso non gli interessava e auguri, Report non mi ha risposto in dignato speciale nemmeno, l'unico che mi ha preso in considerazione direttore eduardo bianchini del giornale linea libera scrivendo un articolo il 4 settembre intitolato comprar casa a Pistoia se avesse tempo le chiedo se può visionarlo é moldo più sintetico di me e le dice l'epilogo. Direttore la saluto cordialmente e mi permetto di inviare il mio numero di cellulare 340------- grazie per l'ascolto.

Domenica 8 novembre 2020 20:03:01

Ciao Marco.

A proposito di covid alcune riflessioni...

DISTANZIAMENTO
Ma è possibile continuare a mantenere il distanziamento anticovid a 1m?
Prima del covid il distanziamento naturale era già 50/100 cm tra estranei.
Possibile che i "cervelloni" del cts (e del governo) non pensano di raccomandare 2m ovunque (quindi anche tra i tavoli dei locali) tranne tra posti a sedere sui mezzi di trasporto (un sedile) come negli USA, visto che questa non avrebbe nessun costo economico e sociale ma eviterebbe sicuramente assembramenti di persone quando in fila al supermencato, negozi, etc.

RISTORANTI
Assurda la chiusura alle 18, dovrebbero riaprirli fino alle 23 nelle zone gialle, vista la (giusta) limitazione dei posti ai tavoli a 4 persone e magari distanziando i tavoli di 2m.

TURISMO
Le città d'arte vuote per tutta l'estate (ancora adesso), con tutte le ovvie conseguenze per l'indotto (hotes, ristoranti, etc), perchè siamo stati forse l'unico paese europeo che ha continuato a richiedere la quarantena dagli arrivi (solo) dai paesi extra UE invece di sostituirla con tamponi prima della partenza.
Quindi i pochi turisti che sono venuti in europa sono "dovuti" andare in Francia, Germania, Spagna, etc. costingendo, oltretutto, gli aerei di Lungo Raggio Alitalia a terra.
Cosi mentre gli italiani sono stati liberi di circolare ed affollare tutte le località balneari come se il covid fosse finito, potenziali turisti sono stati tenuti fuori dai confini e con il risultato che oggi abbiamo gli stessi contagi degli altri paesi europei... oltre il danno pure la beffa.
Se non eliminano questa "ridicola" ed inutile qurantena (sostituendola con i più, oltretutto, sicuri tamponi) per i voli dal resto del mondo, continueremo a non avere turisti e la nuova Alitalia partirà (già "zoppa") senza passeggeri di Lungo Raggio (chi verrebbe in Italia dovendo stare richiusi per 14gg?)
Se dobbiamo convivere con il covid, si dovrebbe accettare lo scambio di turisti (sicuri) tra paesi dove non è in atto il lockdown.
Il turimo (e il trasporto aereo) è l'unico settore ancora fermo, una follia...
(ps: sono un pilota di linea)

Sabato 7 novembre 2020 16:38:24

Salve signor Marco,
sig. Marco ho piena fiducia in te perché sei uno dei pochi che ragiona con obiettività senza tendenza di parte e se anche parzialmente condividi il mio pensiero riguardo il covid19, sono sicuro che porteresti avanti il mio ragionamento. Ci vorrebbe un piano strategico che rimarrebbe sino alla fine della pandemia.
Portiamo la settimana a 8 giorni, 6 giorni lavorativi e 2 giorni di riposo.. E già questo da solo porterebbe un vantaggio economico. Tutti i siti e i centri di lavoro, quelli che possono organizzarsi restano sempre aperti, dando ai propri dipendenti i 2 giorni di riposo a rotazione tra gli 8 giorni della settimana, mentre i centri di lavoro oggi già in difficoltà di commesse, rimarrebbero sempre aperti, lavorando 5 giorni e dando sempre a rotazione i 2 giorni di riposo più 1 giorno di fermo a casa. E questo è il passaggio più semplice, mentre la cosa più difficile da affrontare e qui ci vuole un grande lavoro soprattutto dei Comuni che hanno la maggior parte dei dati personali dei propri cittadini. Dovrebbero quanto più possibile abbinare le coppie che lavorano anche in siti diversi, insieme ai propri figli minorenni studenti negli stessi giorni di riposo e /o festivi. Tutto questo vale anche per chi non lavora, disoccupati, precari, casalinghe, pensionati, studenti, ecc.
Tutti i lavoratori, finita la giornata di lavoro se ne tornano a casa e non possono uscire, salvo per motivi eccezionali. Si può uscire, invece, e con meno restrizioni nei 2 giorni di riposo /festivi.
Tutto questo porterà ad una diminuzione del flusso giornaliero per il lavoro del 25 %
ma soprattutto porterà ad una diminuzione degli assembramenti nei giorni festivi del 75 %, tutto a vantaggio per un minore rischio di contagi e per la ripresa di quei settori oggi più penalizzati.
Grazie per l'attenzione e
auguri a tutti per una presta ripresa
Vincenzo Scotto

Giovedì 5 novembre 2020 13:02:49

Carissimo M. Travaglio, sono un pensionato di 77 anni, ex insegnante,
Apprezzo pochissimi giornalisti, i quali sono sempre di parte e non fanno che enfatizzare il contrasto ed i conflitti tra i cittadini, già troppo disorientati e confusi da messaggi e programmi televisivi. Così infatti non si rendono conto di amplificare il conflitto e le divisioni tipica della nostra nazione.
Odio soprattutto i conduttori televisivi (non parliamo dei social), che invitano sempre i soliti: opinionisti "esperti" (politici, giornalisti, medici, ecc.) che non concordano mai su niente e creano solo confusione, ansia e paura (vedi covid 19) tra la popolazione.
Poichè lei è uno dei pochi che stimo, la invito, nelle trasmissioni televisive in cui partecipa, a consigliare, particolarmente i conduttori televisivi ad astenersi di invitare tanti e troppi "idioti"a partecipare alla trasmissione, in modo di dare notizie e non commenti (che non possono essere assolute)
Chi mai può dimostrare che il proprio pensiero o idea sia giusta e provata?
Vorrei estendere l'invito e scrivere a tutti i conduttori televisivi, ma non so se servirebbe. Mi affido almeno a lei che stimo e la invito, come a tutti, di essere sempre prudente e porsi tutti i dubbi sulle proprie idee e pensieri in modo di dare informazioni vere e sicure.
Le auguro buon lavoro.
sig. Alberto Govetto

Mercoledì 4 novembre 2020 21:08:00

Buona sera.
Trovo importante è interessante quello che sta succedendo in Cina con il Covid.
Conoscenti che si muovono da e per la Cina riferiscono assenza delle mascherine, quarantena di 14 giorni a carico del viaggiatore, scomparsa del contante e pagamenti tramite app telefonica che serve anche a tracciare.
Mi piacerebbe fosse interesse anche dei giornali quelli che succede lì in modo da avere fonti più certe di un sentito dire.
E inoltre: non possiamo imparare niente?
Mi spiace rompere a lei ma è uno dei pochi giornalisti che conosco che sia obiettivo, competente è disponibile alla risposta.
La ringrazio e saluto
Renata Carraro

Commenti Facebook