Antonio Padellaro

Antonio Padellaro

Antonio Padellaro

Antonio Padellaro nelle opere letterarie

Biografia

Antonio Padellaro nasce a Roma il 29 giugno del 1946. Volto noto ai telespettatori di La7, è un giornalista tra i più famosi per il grande pubblico. Scopriamo di più nella biografia di Antonio Padellaro che segue, su questa firma storica di testate prestigiose, andando ad approfondire le tappe importanti del suo percorso professionale e della sua vita privata.

Antonio Padellaro: gli esordi di un giornalista versatile

Antonio sin da giovane mostra una forte passione per il giornalismo, al punto tale da diventare giornalista professionista a soli 22 anni nel 1968, periodo particolarmente acceso per le cronache italiane e di tutto il mondo. Viene inizialmente arruolato dall'Ansa (Agenzia Nazionale Stampa Associata), dove trascorre i primi tre anni di gavetta.

Nel 1971 approda alla prestigiosa testata milanese, Corriere della Sera: grazie alla sua conoscenza del territorio viene nominato redattore e responsabile della redazione con sede nella capitale d'Italia.

Antonio Padellaro

Antonio Padellaro

I suoi interessi per la parola scritta non si limitano al mondo del giornalismo: Antonio Padellaro nel 1977 firma la sceneggiatura del docu-film Forza Italia! (sulla situazione politica d'Italia nel dopoguerra e negli anni del cosiddetto Miracolo economico italiano), mentre riesce a conseguire in parallelo anche la laurea in Legge.

Antonio Padellaro negli anni '90

Dopo una permanenza di quasi vent'anni al Corriere della Sera, nel 1990 il giornalista romano sceglie di abbandonare il quotidiano a causa di sopraggiunti attriti con la dirigenza del Partito Socialista, all'epoca uno dei più influenti anche in campo editoriale.

Antonio Padellaro, da giornalista a scrittore

Dopo una lunga carriera nel quotidiano milanese viene assunto a L'Espresso, costola di Repubblica famosa per i suoi approfondimenti. Presso la testata, Padellaro svolge le funzioni di vice direttore e, considerata la diversa natura del ruolo, che gli lascia più tempo libero, il giornalista si diletta nella scrittura di svariati libri.

Nel 1995 esce Non aprite agli assassini, seguito nel 2000 da Senza cuore. Queste sono le due pubblicazioni più importanti, ma nel corso degli anni Padellaro firma altri libri focalizzati sulle vicende politiche dei nomi più rilevanti della "Prima Repubblica", nel frattempo crollata. Tra questi spiccano Aldo Moro, Francesco Cossiga e Bettino Craxi.

Antonio Padellaro negli anni 2000

La collaborazione con l'Espresso si conclude nel 2001, quando Padellaro inizia a prestare servizio presso l'Unità, giornale che riprende l'attività grazie alla direzione di Furio Colombo. Assieme a quest'ultimo, l'anno successivo pubblica Il libro nero della democrazia, uno dei tomi più critici che siano mai stati scritti contro Silvio Berlusconi, all'epoca all'apice della sua carriera politica.

Dopo quattro anni, nel marzo del 2005, Antonio Padellaro viene nominato direttore de L'Unità, succedendo a Colombo. Nel maggio del 2008 la società editrice dell'Unità passa sotto la proprietà di Renato Soru. In questo momento Padellaro si trova coinvolto in un gioco politico: il segretario del Partito Democratico Walter Veltroni afferma, nel contesto di un'intervista rilasciata al Corriere della Sera, la sua volontà di vedere il quotidiano ex socialista capitatanato da una donna.

Il risultato è che nell'agosto dello stesso anno Padellaro viene sostituito a capo dell'Unità da Concita De Gregorio.

Il Fatto Quotidiano e la TV, la consacrazione di Antonio Padellaro

Nei primi mesi del 2009 vede la luce il suo blog Gioco pulito, nel quale viene annunciata l'uscita del libro omonimo (Io gioco pulito) scritto a più mani. Si tratta della continuazione ideale di un giornale animato dalla passione dell'impegno civile: di fatto il libro pone le basi per la futura collaborazione stretta con Marco Travaglio, assieme al quale nel maggio del 2010 Antonio Padellaro partecipa a una riunione di studenti della London School of Economics and Political Science.

Nell'ambito della conferenza i due affrontano temi molto importanti con un focus centrale sulla libertà di stampa in Italia, mirando a tracciare l'istantanea di un panorama che Padellaro e Travaglio vedono sempre più compromesso.

Antonio Padellaro con Marco Travaglio

Antonio Padellaro con Marco Travaglio

Non stupisce perciò la loro decisione di fondare Il Fatto Quotidiano, del quale Padellaro rimane direttore fino al febbraio del 2015, quando si dimette in favore di Marco Travaglio.

Antonio Padellaro negli anni 2020

Ad oggi Padellaro rimane uno degli editorialisti più letti del quotidiano. Oggi la carriera attiva di giornalista di Padellaro può considerarsi conclusa, a fronte della scelta di presenziare come ospite fisso di Otto e mezzo, programma condotto in prime time da Lilli Gruber, e di avvicinarsi sempre di più al mondo della televisione.

Nel 2019 colleziona anche un'importante esperienza come conduttore della trasmissione C'ero una volta (condotto insieme a Silvia Truzzi).

Antonio Padellaro: vita privata

Padellaro ha due figli, Matteo e Giacomo, ed è un grande appassionato del cinema di Quentin Tarantino, dei compositori sinfonici russi e della letteratura novecentesca americana. Si dichiara molto indulgente rispetto al tradimento in amore, in cui professa un approccio "vivi e lascia vivere".

Frasi di Antonio Padellaro

7 fotografie

Foto e immagini di Antonio Padellaro

Video Antonio Padellaro

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Antonio Padellaro nelle opere letterarie

11 biografie

Nati lo stesso giorno di Antonio Padellaro

Cher

Cher

Attrice e cantante statunitense
α 20 maggio 1946
Arrigo Sacchi

Arrigo Sacchi

Allenatore italiano
α 1 aprile 1946
Bill Clinton

Bill Clinton

42° Presidente degli Stati Uniti d'America
α 19 agosto 1946
Bob Beamon

Bob Beamon

Atleta statunitense, campione storico del salto in lungo
α 29 agosto 1946
Bon Scott

Bon Scott

Cantante scozzese, AC/DC
α 9 luglio 1946
ω 19 febbraio 1980
Caterina Caselli

Caterina Caselli

Ex cantante e manager discografica italiana
α 10 aprile 1946
David Lynch

David Lynch

Regista statunitense
α 20 gennaio 1946
David Gilmour

David Gilmour

Musicista inglese, Pink Floyd
α 6 marzo 1946
Diane Keaton

Diane Keaton

Attrice e regista statunitense
α 5 gennaio 1946
Donald Trump

Donald Trump

45° Presidente degli Stati Uniti d'America
α 14 giugno 1946
Dori Ghezzi

Dori Ghezzi

Cantante italiana
α 30 marzo 1946
Fabio Capello

Fabio Capello

Allenatore italiano
α 18 giugno 1946
Freddie Mercury

Freddie Mercury

Cantante e musicista inglese, Queen
α 5 settembre 1946
ω 24 novembre 1991
George Best

George Best

Calciatore irlandese
α 22 maggio 1946
ω 25 novembre 2005
George W. Bush

George W. Bush

43° Presidente degli Stati Uniti d'America
α 6 luglio 1946
Gianni Versace

Gianni Versace

Stilista italiano
α 2 dicembre 1946
ω 15 luglio 1997
Ida Di Benedetto

Ida Di Benedetto

Attrice italiana
α 3 giugno 1946
Il Bikini

Il Bikini

Costume da bagno
α 5 luglio 1946
John Woo

John Woo

Regista cinese
α 1 maggio 1946
José Carreras

José Carreras

Tenore spagnolo
α 5 dicembre 1946
Julian Barnes

Julian Barnes

Scrittore inglese
α 19 gennaio 1946
Katia Ricciarelli

Katia Ricciarelli

Soprano italiana
α 18 gennaio 1946
L' Unesco

L' Unesco

Istituzione intergovernativa
α 4 novembre 1946
L' UNICEF

L' UNICEF

Organizzazione umanitaria
α 11 dicembre 1946
La Repubblica Italiana

La Repubblica Italiana

Stato
α 2 giugno 1946
Leo Gullotta

Leo Gullotta

Attore italiano
α 9 gennaio 1946
Maria Elisabetta Alberti Casellati

Maria Elisabetta Alberti Casellati

Politica italiana
α 12 agosto 1946
Michele Placido

Michele Placido

Attore e regista italiano
α 19 maggio 1946
Moni Ovadia

Moni Ovadia

Attore, regista, scrittore e cantante italiano
α 16 aprile 1946
Nicola Piovani

Nicola Piovani

Compositore italiano
α 26 maggio 1946
Oliver Stone

Oliver Stone

Regista statunitense
α 15 settembre 1946
Patti Smith

Patti Smith

Cantante statunitense
α 30 dicembre 1946
Riccardo Cocciante

Riccardo Cocciante

Cantante, cantautore, compositore e musicista italiano
α 20 febbraio 1946
Robert Mapplethorpe

Robert Mapplethorpe

Fotografo statunitense
α 4 novembre 1946
ω 9 marzo 1989
Sandy Skoglund

Sandy Skoglund

Fotografa e artista statunitense
α 11 settembre 1946
Sonia Gandhi

Sonia Gandhi

Politica indiana di origini italiane
α 9 dicembre 1946
Stefania Sandrelli

Stefania Sandrelli

Attrice italiana
α 5 giugno 1946
Steven Spielberg

Steven Spielberg

Regista e produttore statunitense
α 18 dicembre 1946
Susan Sarandon

Susan Sarandon

Attrice statunitense
α 4 ottobre 1946
Syd Barrett

Syd Barrett

Musicista inglese, Pink Floyd
α 6 gennaio 1946
ω 11 luglio 2006
Sylvester Stallone

Sylvester Stallone

Attore statunitense
α 6 luglio 1946
Ted Bundy

Ted Bundy

Serial killer statunitense
α 24 novembre 1946
ω 24 gennaio 1989
Timothy Dalton

Timothy Dalton

Attore britannico
α 21 marzo 1946
Tommy Lee Jones

Tommy Lee Jones

Attore statunitense
α 15 settembre 1946
Uri Geller

Uri Geller

Sensitivo israeliano
α 20 dicembre 1946
Vince Papale

Vince Papale

Atleta statunitense, football americano
α 9 febbraio 1946