Messaggi e commenti per Massimo Giletti - pagina 10

Messaggi presenti: 576

Lascia un messaggio o un commento per Massimo Giletti utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Leggi anche:
Frasi di Massimo Giletti

Lunedì 25 gennaio 2021 11:43:35

Il povero Berlusconi


Solo una grave forma di sindrome di Korsacoff od una desolante disonestà intellettuale giustificano il riferimento a Berlusconi nel messaggio con il quale il Sig. Egidio Michele Intotero giustamente condanna l'evasione fiscale del suocero di Giuseppe Conte e la relativa norma ad personam. che ha annullato gli effetti penali.
Berlusconi è un pregiudicato che ha legalizzato la corruzione ed il puttanesimo nel paese ; evasore fiscale per circa 400 milioni di euro, condannato in via definitiva soltanto per una evasione di 7 milioni grazie alle prescrizioni
HA SCONTATO LA PENA PORTANDO CIOCCOLATINI, UNA VOLTA A SETTIMANA, AGLI ANZIANI DI CESANO BOSCONE.
Sulle leggi " ad personam - ad mediaset-ad Mondadori- ad puttanem" non vale la pena soffermarsi; è la memoria corta che ancora consente a questo individuo la presenza sulla scena politica Italiana.

Lunedì 25 gennaio 2021 11:13:40

Basta con Genovese: il suo non è giornalismo


Dottor Giletti,: basta,. .. si fermi!. La prego! !
Da ultimo Il suo non è né giornalismo né spettacolo!
La sua trasmissione rimesta nella melma umana, senza accorgersi che a volte oggettivamente veicola indegne manovre difensive o accusatorie.
I processi non si fanno in TV, specialmente quando essi in sede propria si svolgerebbero a porte chiuse, proprio per non amplificare la lordura.
Perché non mette la sua indubbia bravura al servizio di cause più nobili e rispettose del dolore altrui ? Anche gli introiti pubblicitari aumenterebbero.
Ad maiora!

Lunedì 25 gennaio 2021 09:39:11

Testimonianza sul problema delle mascherine del marzo 2020


Buongiorno dott. Giletti, complimenti e grazie per tutto quello che fa.
Volevo dare la mia testimonianza per quanto riguarda il problema delle mascherine nel periodo di marzo 2020, quando eravamo nel mezzo della pandemia, anche io nel mio piccolo mi sono messo subito in contatto con un mio carissimo amico cinese, un imprenditore molto in gamba che si era subito messo a disposizione per organizzare un eventuale fornitura di maschere. Ad 1 euro l’una, ma abbiamo trovato la strada sbarrata. Ho tutti i whatsapp dal 18 marzo.
Se posso essere utile le lascio anche il mio numero 333 -------.
Sono un imprenditore e vivo a Roma.
Grazie di tutto, speriamo di sconfiggere questo cancro.
Distinti saluti
Franco Francia

Domenica 24 gennaio 2021 22:48:30

Voglio sapere perché il Ministruzione ha sperperato centinaia di milioni di euro sui banchi a rotelle, e soprattutto chi ha deciso e protetto i broker e chi ha incassato le tangenti su un acquisto insensato come i banchi a rotelle e voglio vederli in galera. Puoi cortesemente fare una bella inchiesta? Grazie. Giuseppe

Domenica 24 gennaio 2021 21:39:34

Grazie a tutte le anime coragiose che scrivono e parlano di verità nascoste


Grazie a tutte le anime coragiose che scrivono e parlano di verità nascoste e combattono la menzogna e i bugiardi, artefici e sostenitori di questo regime cancerogeno Nazionale, Mondiale e Cosmico. IO più volte, continuo quotidianamente “nel mio piccolo” con i miseri mezzi che ho, combatto e denuncio alcuni svariati CRIMINI CHE COMMETTONO GLI ASSASSINI CRIMINALI CHE SIEDONO ALLA PUNTA DELLA PIRAMIDE che si sta quotidianamente sbriciolando con l’uragano tempestoso della VERITÀ. Se ancora questo regime mortale agonizzante sta ancora emettendo gli ultimi respiri, è per una sola causa. È per gravissima colpa di miliardi di collaborazionisti UMANI e UMANOIDI. È Tutta colpa dei traditori collaborazionisti in tutta la storia del genere umano. Mi piace molto la sintesi e la chiarezza del pensiero lineare e non contorto. Di seguito chiarisco chi sono i Traditori*Giuda*Collaborazionisti. Vado nel dettaglio e stilo un piccolo elenco dell’identichit di questi criminali. I peggiori nemici nelle dittature sono i censori e ancor di più i loro collaborazionisti consapevoli e inconsapevoli. In nessun’epoca e luogo del mondo non esisterebbe nessun DITTATORE e DITTATURE se non ci fossero questi ignobili traditori collaborazionisti che si vendono anche l’anima per un “BREVE” pasto di abbondanza, potere e notorietà. La MASSONERIA paesana e MONDIALE è colei che dispone oltre di tutto il denaro mondiale, comanda il braccio armato di tutte le mafie con i tentacoli e con uomini traditori collaborazionisti. Questi vigliacchi fanno doppi e tripli giuramenti di fedeltà. Molte cose possono essere spiegate così: “Cane non mangia Cane”! Chi sa capire, "capisca" tutte le porcherie che avvengono sotto gli occhi di coloro che sanno vedere e non girano la testa dall’altra parte. I vili collaborazionisti dei FULMINATI mondialisti che compiono quotidianamente crimini contro l’Umanità lo fanno per mano dei traditori collaborazionisti compiendo disastri, massacri, abusi, soprusi e crimini contro l’umanità e nessun ORGANO GIUDIZIARIO Nazionale e Mondiale ferma questi CRIMINI E CRIMINALI. Perché moltissimi esseri umani e umanoidi in divise militari in ogni dove sono sempre collaborazionisti e servi dei dittatori? Se non ci fossero queste larve di collaborazionisti traditori non ci sarebbe nessuna dittatura al mondo. A tutti i collaborazionisti si dovrebbe applicare la Legge del taglione, che dice “ occhio per occhio, dente per dente, oppure chi di spada ferisce di spada perisce. È Tutta colpa dei traditori collaborazionisti se in tutte le ere storiche hanno cooperato collaborato a sostenere vigliaccamente il regime di parassiti che in vari modi hanno schiavizzato e massacrato il genere umano. Per colpa di moltissimi collaborazionisti servi silenziosi e ossequiosi verso questo regime, fatto di VILI AGUZZINI TIRANNI e dalla peggiore feccia di politicanti Nazionali e Mondiali stanno privando di tutti i diritti umani con la scusa di voler debellare un virus con la “CORONA” che loro stessi hanno modificato e lo stanno ancora disseminando cospargendo in tutto il globo per colpa colposa dei Giuda collaborazionisti. I grandi parassiti che stanno al potere, con la complicità dei collaborazionisti vogliono permanere sulla terra ancora per altri millenni ancora, con la scusa efficace del virus telecomandato. Con questo virus telecomandato dai parassiti di ogni grado Massonico Mondialista, il putridume mondiale sta venendo a galla insieme ai loro volti umanoidi. Poiché la libertà non te la regala nemmeno il tuo DIO, te la devi conquistare quotidianamente con le unghie e con i denti e tutti coloro che combattono quotidianamente per le libertà, lo fanno anche per i vigliacchi collaborazionisti e per quei vili che si nascondono non facendo niente. Le bestie sanguinarie al potere mondiale non guardano più in faccia nessuno, nemmeno i loro più fedeli servi collaborazionisti. La prova provata che i dittatori mondiali si servono dei collaborazionisti anche in divisa per poi sbarazzarsi in malo modo al momento opportuno. Tutto questo i traditori collaborazionisti non l’hanno ancora capito che faranno “a tempo debito” la stessa fine degli umani schiavizzati maltrattati e massacrati. Tutte le anime libere e quelle che desiderano esserlo, devono combattere e vincere questi vili parassiti criminali per conquistare con molto onore, impegno e fatica la: LIBERTÀ, VERITÀ, GIUSTIZIA, e PROSPERITÀ per tutti i Popoli della Terra meritevoli. Se gli UMANI non faranno questo chi vivrà vedrà. Cosi è.
Il CORONA VIRUS e Il Nuovo Ordine Mondiale https: //www. yo utube. com/watch? v=ZSn7rjT8Kvo

Domenica 24 gennaio 2021 17:30:17

Le affermazioni di Cerno


Ho scritto un mail per commentare il comportamento, secondo me, ambiguo di Cerno, nella scorsa puntata ha affermato che se tornasse Berlinguer farebbe molta fatica a riconoscere il suo partito e gliene do atto, quello che non capisco è come fa a votare la fiducia al governo dove ci sono proprio quei ministri che critica con tanta rabbia. Delle due una: o non è poi così arrabbiato o sta semplicemente, come tutti, difendendo il suo privilegio economico, spero che lei, dott. Giletti, questa sera chieda lumi al senatore Cerno, io ho provato a cercare una forma di contatto del suddetto senatore ma non ho trovato nessuna sua mail dove indirizzare il mio scritto, cordiali saluti e complimenti per la trasmissione.

Sabato 23 gennaio 2021 14:13:22

Secondo caso a Palermo in due mesi


QUESTO È IL SECONDO CASO CHE ACCADE A PALERMO IN DUE MESI. Fateci più puntate su questo tema che vi pongo di seguito qua, aiutamo questa ragazza che voleva anche suicidarsi, voleva farla finita a quanto pare, ad andare avanti nel ribellarsi testimoniando fino in fondo, facendogli capire che una nuova vita di rinascita ce e ci sarà sempre e comunque, e consigliando soprattutto a quelle ragazze che non hanno testimoniato per vergogna nei loro confronti e soprattutto per vergogna nei confronti dei loro genitori a testimoniare nelle trasmissioni in modo anonimo e a testimoniare anche in tribunale nell'anonimato con il paravento davanti, aiutate a mettere davanti alle loro responsabilità morali ed etiche questi manager arrestati che facevano andare avanti la loro attività e venivano chiamati solo perché le ragazze si prostituivano, altre email di altri ragazzi di Palermo come quella mia saranno inviate, fateci alcune puntate su questo fatto, teniamo i fari accesi su questo fatto per evitare che quelle ragazze che vogliono testimoniare non siano minacciate in tutti i modi anche tramite eventuali intimidazioni più o meno inquietanti, ed a incoraggiare anche a quelle ragazze che sono andate a letto con migliaia di clienti più o meno ricchi con la promessa di fare carriera a non spaventarsi a ribellarsi testimoniando in televisione e anche nelle sedi giudiziarie, se si svolgerà un processo, manteniamo i riflettori accesi su questo fatto, e chiediamo ad i genitori che usino il bastone e la carota se serve per far testimoniare a quelle ragazze che erano iscritte a questo Agenzia o erano vicino a queste persone e a questa Agenzia e che ancora non si sono ribellate e che hanno paura nel testimoniare perché si vergognano difronte a loro e anche soprattutto si vergognano difronte ai loro genitori a dire la verità testimoniando su tutto ciò anche agli investigatori, e a testimoniare anche davanti gli investigatori anche in forma anonima e anche se si svolgerà un processo a testimoniare in tribunale facendo nomi e cognomi dei clienti facoltosi e non facoltosi della Palermo bene, della Milano bene, della Napoli bene, ne hanno anche parlato l'altro giorno di tutto ciò su RAI 2 alle 14 su una trasmissione televisiva per mezz'ora ma è troppo poco mezz'ora per parlarne, sfruttate il vostro audience per parlare di tutto ciò. Questo lo potete fare? Io dico che lo potete fare perché in fin dei conti avete parlato anche di Bunga Bunga, quindi fatelo.

Parlo a nomi di alcuni ragazzi di Palermo, noi guardiamo "Non è l'Arena", ma oltre a parlare del fatto di Genovese dovete parlare anche su quello che è accaduto a Palermo, dove due manager di un agenzia di moda "Vanity Models Management" sono stati arrestati perché avevano creato un giro di sfruttamento della prostituzione minorile e anche con maggiorenni in cambio di soldi, o di avanzamento di carriera nel mondo dello spettacolo, è coinvolto anche un produttore televisivo locale napoletano che faceva andare in onda il suo programma locale napoletano in alcune reti televisive locali napoletane, cercate di fare un appello a quelle ragazze che sono state trascinate a prostituirsi e che ancora non si sono volute ribellare e che non hanno testimoniato anche in tribunale dicendogli di non avere per nulla vergogna nei loro confronti e nei confronti dei genitori a decidersi nel testimoniare accusando i loro manager e i loro clienti a prescindere se erano ricche o meno, e cercate di incoraggiare quelle ragazze che hanno avuto il coraggio di testimoniate ad andare fino in fondo nel testimoniare se ci sarà un processo, in un eventuale processo.

Venerdì 22 gennaio 2021 18:25:39

Sarei curioso assistere ad una puntata sugli aiuti del Presidente del consiglio riguardo al suocero aiutato
con un decreto legge più ad personam della storia. (per non avere versato al comune di Roma di Virginia Raggi in cinque anni quasi 2 milioni di tassa di soggiorno dovuta. Immaginatevi cosa sarebbe accaduto se al posto di Conte ci fosse stato Silvio Berlusconi a fare leggi ad personam per i propri familiari! Titoloni, edizioni s traordinarie e M5s sulle barricate, con manifestazioni.

Venerdì 22 gennaio 2021 13:03:20

Abbandonare il caso Genovese: agli Italiani interessano altre cose


Buongiorno, Dott. Giletti, sono un'Ass. Sociale, ho lavorato 24 anni al Sert dell'ASL di Salerno.
Le chiedo gentilmente di abbandonare il
caso Genovese, a noi Italiani in questo momento interessano altre cose, ci interessa quello che avviene in Parlamento e questo lei lo fa splendidamente, io infatti seguo sempre la prima parte del suo programma e poi cambio canale e cosi stanno facendo quasi tutti.
Lei sta perdendo terreno, la invito ad andare a leggere i commenti sulla trasmissione.
Lei, mi scusi, sta dando un brutto messaggio ai nostri ragazzi, non ho sentito da parte sua o dei suoi ospiti in studio una parola contro le droghe, la sua trasmissione è diventata una vetrina di ragazze che hanno scelto la via più facile per procurarsi la droga e partecipare ai festini.
Sta passando un pessimo messaggio.
Cerchiamo invece di rivalutare la figura di Vincenzo Mucciolo che io personalmente ho conosciuto.
Se vuole fare delle inchieste posso darle tutto il materiale che le occorre.
Sa come andrà a finire la storia di Genovese?
In un nulla di fatto, si presenterà il solito prete che accoglie tutti i Vip nella sua comunità e a 2. 500 euro al mese che pagherà l'ASl di appartenenza lo salverà.
Torni a fare il giornalista serio il gossip lo lasci alle varie Barbara D'Urso.
Con immutata stima.
Rosa Lotito.

Martedì 19 gennaio 2021 11:27:39

Malattia rara e burocrazia


Buongiorno,
sono Ilaria e faccio parte di un piccolo gruppo di persone affette da Cipo (Pseudo Ostruzione Intestinale Cronica), una patologia rara, gravemente invalidante che influenza negativamente la qualità della vita quotidiana.
Solo vivendo sulla pelle questa condizione è possibile capire pienamente le difficoltà fisiche, psicologiche, le lotte quotidiane contro il proprio corpo e contro tutto e tutti, contro le illogicità delle normative, Leggi che burocraticamente dovrebbero rispondere alle domande di aiuto e di soddisfazione dei bisogni della malattia stessa.

Vogliamo cercare di sensibilizzare e cercare di catturare l’attenzione di tutti, evidenziando le molteplici difficoltà che incontriamo, non solo dovute alla malattia, ma alla burocrazia e le Leggi che ci complicano la vita.

Vogliamo portare alla luce la condizione oggettiva che viviamo quotidianamente, in una visione complessiva più ampia, perché la conoscenza è l’inizio di una prospettiva amplificata.

Così come noi ci sono tanti altri malati con patologie neurodegenerative ed il nostro appello vuole essere a nome di tutte le persone malate che non hanno cure e vivono una malattia cronico-degenerativa.
Soprattutto in questo momento di pandemia mondiale, noi subiamo doppiamente la gravosità della situazione, passando in secondo luogo.
E’ logico che il Covid sia il fulcro di ogni attenzione medica, ma nel frattempo noi degeneriamo e rischiamo grosso.

Abbiamo già cercato di ottenere qualche risposta e di trovare un dialogo di confronto costruttivo per migliorare le cose con varie figure politiche, a cui abbiamo già inoltrato una missiva (allegata anche alla presente), ma nulla sembra accadere.
Marzia, una di noi, è riuscita ad andare alla trasmissione su Rai 1 ItaliaSì (di Sabato 03. 10. 2020), ma abbiamo bisogno di combattere su tutti i fronti...
... dateci Voi la Voce!!!
Abbiamo bisogno del Vs. aiuto, della Vs. forza.
Chi meglio di Voi può divenire il mezzo per fare giustizia una volta per tutte!

Aiutateci, siamo in pochi ma dobbiamo combattere contro tanta sofferenza.
In questo sito non è possibile allegare files, per cui Vi riporterò di seguito i punti della Missiva (problematiche burocratiche-legislative).
Tenete presente che pochi medici conoscono questa malattia, ed anche questo è un grosso problema se dovesse succederci un’urgenza.

Ringrazio per tutto il lavoro che fate.
Speriamo in una Vs. risposta positiva in merito.
Fateci sapere quanto prima.
Grazie
Ilaria Nava
Rif. cell.: 342-------
E-mail: -------
Associazione GIPsI – Gruppo Italiano Pseudo-ostruzione Intestinale ONLUS
CF 91195500375 - IBAN: IT50C0306902491100000000606

http: //gip siric erca. org/pseu doo st ruzionei ntestinale/malattia rara. a spx

MISSIVA CON PROBLEMATICHE BUROCRATICHE - LEGALI - LEGISLATIVE

Di seguito “alcune” delle molteplici problematiche che vanno ad inficiare la ns. situazione, già precaria:

1. A livello nazionale la patologia è stata introdotta nell’elenco delle malattie rare con D. P. C. M. 12. 07. 2017, ma purtroppo non è stata presa in considerazione nelle tabelle di invalidità.
Infatti per tale motivo lo stesso certificato di diagnosi Cipo viene riconsegnato e non messo agli atti, durante le visite per invalidità e L. 104/92 art. 3, c. 3.
Ciò non toglie che a livello legale le commissioni sono obbligate a valutare la situazione della persona sottoposta a visita in termini di deficit funzionali e capacità lavorativa.

Nelle commissioni di accertamento il giudizio della sintomatologia della malattia non può essere soggettivo, quindi dipendente dalla sensibilità e conoscenza di ogni singolo commissario esperto in materia, ma deve essere OGGETTIVO, come qualsiasi altra malattia già tabellata con una sua percentuale fissa e/o minima-massima.

Di fatto basterebbe aggiornare il sistema tabellare secondo le codifiche internazionali, in quanto è illogico riconoscere una malattia rara RI0040 (Cipo) ma non avere una codifica tabellare adeguata e continuare ad avere giudizi soggettivi dipendenti solo dai diversi membri delle commissioni.

Inoltre recandosi alle ATS di competenza, con il certificato di diagnosi della malattia rara, viene già rilasciato un documento attestante la condizione di malattia rara RI0040 con validità illimitata, purtroppo per noi malati.

Per cui dal punto di vista burocratico tale condizione, la relativa valutazione e riconoscimento ai fini legislativi, è alquanto spiacevole.

Ad oggi la Cipo rientra nel sistema di codifica internazionale ICD-10: K59. 8 Other specified functional intestinal disorders.

2. La necessità di avere L. 104, art. 3, c. 3 senza revisione, vista la condizione grave e degenerativa della malattia stessa, le difficoltà di sopravvivenza quotidiana, perché nel corso del tempo la situazione non potrà mai migliorare.
Da considerare che anche con questa grossa agevolazione per noi malati rimane un grosso scoglio affrontare ogni singolo giorno e viverlo nel dolore fisico continuando malgrado tutto, per quanto possibile.

3. Una corretta valutazione per l’esigenza dell’accompagnamento.
Purtroppo la malattia può portare anche a questa necessità, ed anche se tanti sono di giovane età e riescono a camminare ancora, si ha bisogno di avere una persona sempre al proprio fianco.
Cercare di vedere il tutto nella complessità della situazione.

4. Una congrua valutazione per l’”inabilità lavorativa”, sia in ambito di lavoro nel settore privato che pubblico, perché la malattia è sempre la stessa e non cambia a seconda del settore lavorativo.
L’inabilità lavorativa esclude la possibilità di lavorare, ma allo stesso tempo andrebbe garantito un idoneo riconoscimento renumerativo, che sia in grado di farci vivere degnamente e sopperire a tutte le esigenze minime e sanitarie.
La ns. situazione continuamente in bilico è una lotta quotidiana contro il dolore fisico e tutto ciò che comporta la malattia e le cure. La forza di continuare contro tutto e contro tutti (anche da noi stessi) è compromessa dalla malattia. Come si può ben immaginare anche la ns. situazione lavorativa ne risente ed ovviamente il tutto si ripercuote sulla ns. situazione già precaria.

Chi riesce ancora a lavorare ed è malato si trova anche ad avere un numero di giorni dedicati a visite ed esami uguali ai lavoratori “sani”: non è logico.
Basti pensare a chi ha questa malattia, si trova comunque costretto a lavorare (con le molteplici difficoltà che la condizione stessa implica) ed anche se ha un riconoscimento di invalidità e L. 104, art. 3 c. 3, si ritrova ad usare le ferie per sopperire al fatto di continui controlli e visite.

5. La malattia ha per ognuno di noi un PTP (Piano Terapeutico Personalizzato) con molteplici farmaci e dispositivi meccanici/medici.
Per averli bisogna intraprendere diversi iter:
- quelli da farsi prescrivere dal medico di base con il codice di esenzione 040 della cipo e prenderli in farmacia
- quelli da prendere direttamente nelle farmacie degli ospedali, dopo consegna annuale del PTP presso l’ATS di riferimento
- quelli da banco anche se contenuti nello stesso PTP, ecc…
Il problema è che alla stessa malattia e necessità farmacologica/terapeutica OGNI REGIONE si comporta in modo diverso e capita che mentre per alcuni il farmaco/integratore/dispositivi meccanici o quanto necessario è reperibile gratuitamente e/o con ticket, per altri questo non accade.
Questa situazione è illogica, la malattia è sempre la stessa cambiano solo le Regioni.
Da considerare che quanto assumiamo è fondamentale per la ns. sopravvivenza, anche se ne faremmo volentieri a meno.

Ad ogni integrazione e/o modifica del Piano Terapeutico Personalizzato (PTP) corrisponde sempre un problema di approvvigionamento dello stesso medicinale/integratore/dispositivo/ecc.. dovuto alle classificazioni in fasce, per cui se questa integrazione del PTP, rientra nella fascia a totale carico dell’assistito, questo dovrà provvedere direttamente all’acquisto, senza tener conto che lo stesso è fondamentale nell’andamento della sindrome e quindi dovrebbe essere erogato senza spese e/o con ticket.

6. La malattia può rendere necessaria un’assistenza fisica per le necessità fondamentali delle attività quotidiane e di quelle legate alla condizione stessa.
Qui sorgono le altre difficoltà legate all’assistenza alla persona, che vanno dall’insufficienza di ore alle difficoltà delle persone a noi vicine che provvedono in prima persona ad assisterci.

Purtroppo esistono così tante patologie rare, che è impossibile averne una conoscenza approfondita, ma gli specialisti del settore hanno sicuramente un’idea sulle ripercussioni della Cipo e potranno dare una congrua spiegazione.
Alla fine solo chi ne è affetto vive sulla propria persona gli effetti debilitanti sia a livello fisico che mentale e non di meno nei rapporti sociali.

Commenti Facebook