Messaggi e commenti per Myrta Merlino

Messaggi presenti: 428

Lascia un messaggio o un commento per Myrta Merlino utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Lunedì 20 luglio 2020 13:03:13

Vi prego di condividere e aiutarci a portare all'attenzione Nazionale la storia di Angelica...
Aiutateci a sostenere la famiglia a fronteggiare le costose spese per le cure...
Piange il cuore nel constatare e prendere coscienza di come... A volte... Purtroppo... La propria speranza di vita sia legata e "vincolata" anche dal fattore economico... Anche il costo di un caffè a testa può fare la differenza se si uniscono le forze...
Lei ci mette tutta la sua grinta, forza e determinazione... Ma ha bisogno di tutti noi per poter continuare la sua battaglia ❤️

🔴 Aiutiamo Angelica.

Angelica ha solo 18 anni. All'inizio di febbraio Angelica ha trovato lungo il suo percorso un rarissimo tumore cerebrale. Un raro tumore che rappresenta appena il 2% di tutti i tumori cerebrali pediatrici. Le sue condizioni sono critiche. Angelica vuole combattere, e noi con lei. Anche un piccolo contributo e pochi minuti del vostro tempo possono davvero fare la differenza. Per questo vi chiediamo di aiutarci, e darle insieme una speranza.

➡ Per aderire: https: //gf. me/u/ygkqq2

Sabato 4 luglio 2020 16:12:16

Sabato 4. 7. 20, sono andato al mercato coperto di piazza vittorio, credo di aver scoperto il focolaio più incredibile di roma, il distanziamento era impossibile, le mascherine per pochi, ma soprattutto l'igiene era assente in ogni aspetto. le movide dei giovani sono incontri per nulla pericolose perchè hanno una ripetività non giornaliere come la quotidianeità del mecato. fuori sostavano due macchine dei carabinieri e dei vigili urbani niente di niente. eppoi per giungere al mercato bisogna tapparsi il nasino per il forte odore di urina, degli animali a due zampe.
quanto era bella e vivibile piazza vittorio quando ci passavo con il tram per recarmi a scuola.

Venerdì 26 giugno 2020 08:34:01

Salve vi invio la lettera che ieri ho spedito al presidente Zaia mettendolo a conoscenza del mio problema, riceverò risposta, ma!!!
In merito alla eccellente sanità veneta, le sottopongo la mia attuale situazione;
il 15 di questo mese purtroppo mia madre cade in bagno e batte la testa procurandosi un ematoma intracranico, portata al pronto soccorso con l’ambulanza viene ricoverata in neurologia.
il giorno 18 viene chiesto a mia sorella da parte della capo sala, “ sua madre va in struttura o a casa? ”, la risposta ingenua e senza secondi fini di mia sorella è “a casa”, intendendo dove viveva in piena autonomia.
Il giorno 19 mi chiamano dall’ospedale per chiedere se sono a reperibile per consegnarci gli ausili!!!, chiedo ignaro di che si tratta e mi si riferisce che sono un letto da reparto una sedia comoda e il materasso anti decubito, scioccato e non comprendendo la situazione, chiamo il reparto di neurologia e inizia una discussione di 45 min, con l’esito che loro hanno bisogno del letto e mia madre viene dimessa, chiedo un incontro per capire la situazione, ma mi si riferisce che essendo venerdì la capo sala e il medico finivano il turno e non ci sono fino al lunedì, scioccato mi metto in moto per avere risposte.
Chiamo il suo medico, il presidio di zona, l’assistente sociale di zona, e fino alla sera ci si scambia telefonate per vedere di far attivare l’inserimento in un centro di recupero a tempo determinato per far riprendere le funzioni motorie, almeno in parte, a una persona prima con buona autonomia, inserimento per altro attivabile dal reparto dove è degente.
Il reparto di neurologia dell’ospedale rifiuta di attivare l’inserimento in struttura per riabilitazione, con affermazioni prive di tatto e di umanità; mia madre ha ormai vissuto la sua vita; non ritengono che serva la fisioterapia; che è così e così resterà;.
Potete ben pensare come mi sia sceso addosso uno sconforto depressivo, trovandomi davanti questo muro di cemento armato senza umanità, io e mia sorella ci siamo attivati come possiamo pre le nostre forze per dare a mia madre un degno vivere, l’assistente sociale che ci segue e anch’essa perplessa dall’atteggiamento del reparto di neurologia tenterà il possibile per aiutarci, ma sabato 27 mia madre mi viene scaricata a casa con ambulanza e se verrà accettata in un centro di riabilitazione vista l’uscita dall’ospedale, le verrà rifatto il tampone anti covid, e messa in quarantena pre struttura, non ho parole per spiegare la situazione a una persona di 87 anni pienamente consapevole e che ha lavorato e dato tanto a tutti noi, e non intendo solo noi figli, ma anche a questo paese, che ora la ritengono merce avariata e inutile.
E se l’idea è di escludere i nostri anziani eliminandoli dal tessuto sociale, si commette un errore mostruoso, sono il nostro piedistallo in cui questo paese si erge e se si disgrega sprofonderemo in un buio medioevo, non voglio vivere in un mondo che non si prenda cura di chi ha dato tutto della sua vita per farlo crescere,
con il cuore e il morale ferito vi saluto Mauro Tiozzo.

Tiozzo Mauro Netti
via ------- 26
36100 vicenza
tel 335-------
-------

Venerdì 19 giugno 2020 12:58:09

Perche' nella trasmissione invitate personaggi come il sig. Preatoni
che non ha nulla da offrirci se non la sua arroganza di arricchito e che e' convinto che il suo pensiero sia l'unico giusto.
Basta con i detentori della verità.

Giovedì 18 giugno 2020 13:11:01

Ho ricevuto una raccomandata da una banca richiedendomi dei soldi con a garanzia di fideiussione falsa sulla storia delle banche questa è la meno grave ecco perché non ho nessun conto corrente le storie sono molto interessanti

Lunedì 15 giugno 2020 23:17:34

.. ma chiedere a Renzo se non crede che il fatto di essere considerato inaffidabile derivi anche dal piccolo precedente di aver invano promesso che avrebbe lasciato la politica se avesse perso il referendum? (Promessa, tra l'altro, non richiesta da nessuno?)

Lunedì 15 giugno 2020 08:29:40

Buongiorno Mirta,
Si può usare la visiera al posto della mascherina, che rende difficoltosa la respirazione con le alte temperature estive? Complimenti per la professionalità e la sensibilità con cui conduci la trasmissione che seguo tutti giorni
Grazie per l'attenzione

Sabato 13 giugno 2020 21:18:13

Salve. A proposito di cassa integrazione non ancora erogate, voglio trasferire la mia esperienza risalente al 2012. Quattro mesi di CIG in deroga mai erogati poiché l'INPS ha respinto la determina della regione con la dicitura " lavoratore con età inferiore a 14 anni". Cara Myrta ne avevo ben 46 di anni. Non mi dilungo ma ho tutta la storia documentata, se questa storia può interessare non esitate a contattarmi. Grazie e complimenti per la trasmissione.

Giovedì 11 giugno 2020 00:21:05

Buongiorno ho visto l'ultima intervista al Senatore Salvini dove ad un certo punto diceva che con la liretta moltissimi italiani avevano potuto comprare la casa e lei replicava sottolineando che in quegli anni il debito italiano era altissimo ebbene vorrei confutare questa sua lieve imprecisione intanto negli anni precedenti la tanto bistrattata moneta vinceva addirittura gli Oscar le allego il link
https://scenarieconomici. it/quando-la-lira- vinceva-gli-oscar-delle- monete-assegnati-dal-financial-times/
Dopodiché volevo fare una precisazione riguardo il debito pubblico fino al 12 febbraio 1981 prima che Andreatta e Cuampi decretassero il divorzio tra Banca d'Italia e il tesoro il debito era al 57% circa sul PIL i tassi che erano controllati dalla B C erano tra il 4/5% subito dopo il divorzio il debito pubblico esplode poiché a fissare i tassi d'interesse erano i famigerati mercati e non più la banca d'Italia aveva perso la funzione di prestatore d'ultima istanza e quindi i mercati imponevano tassi enormi alla fine degli anni 80 abbiamo pagato interessi che sono andati dal 12 fino al 20% ed è cosi che il debito pubblico esplode ma qui la divisa moneta lira sestetto lo chiami come vuole insomma l'unità di conto non c'entra affatto con il sistema e le nuove regole imposte per poi traghettare bel meraviglioso mondo neoliberista dove gli stati sono trattati come aziende dimenticando sempre la differenza che c'è tra il buon padre di famiglia che può contare sulle risorse finanziarie limitatamente a quelli che guadagna poco o tanto che sia mentre LO STATO avendo la sovranità monetaria potrebbe stampare tutta la moneta necessaria al pieno sviluppo e piena occupazione del suo paese poiché questo non so se li sa la moneta non è più legata ad un sottostante aureo il famoso sistema del gold standard dal 1944 con gli accordi di Breton Woods superati essi stessi il 15 agosto 1971 quando Nixon annuncia al mondo intero che anche il dollaro abbandonava la convertibilità con l'oro l'unico limite imposto alla creazione di moneta è l'inflazione se si stampasse slegandola dal sottostante di beni e servizi prodotti dalla nazione. Anche questo link è interessante https://www. inuovivespri. it/2019/12/17/ debito-pubblico-lo- sapevate-che-litalia-dal-1980- ad-oggi-ha-gia-pagato-quasi- 4-mila-miliardi-di-interessi-mattinale-479/

Mi scuso per la mancanza di punteggiatura ma scrivo di getto con uno smartphone ed è tardi. Buonavita a lei, sono certo che Ella cerca non solo la verità ma anche la giustizia.
Cordialmente
Vincenzo Spallino

Mercoledì 10 giugno 2020 16:10:25

Gentile Redazione, più volte avete parlato dei contratti a tempo determinato in prossima scadenza. Propongo il caso di mio nipote, 32 anni laurea triennale in scienze politiche, che lavora per Poste Italiane come portalettere da un anno. Il suo contratto a tempo determinato è stato rinnovato per alcune volte e sarà in scadenza alla fine del mese di giugno. Ha lavorato in condizioni di rischio e di precarietà per tutto il periodo del "Coronavirus" e fra pochi giorni riceverà come premio per aver ben lavorato, il licenziamento definitivo. Se qualcosa cambierà nel futuro per i contratti simili, non lo riguarderà più se nel frattempo verrà  licenziato. Tornerà ad essere disoccupato ed il suo posto verrà preso da giovani inesperti e "speranzosi" in un lavoro stabile. È giusto? Cosa si può fare per dare evidenza questa ingiustizia? Grazie 

Rosa Maria Distefano

Commenti Facebook