Messaggi e commenti per Matteo Renzi

Messaggi presenti: 108

Lascia un messaggio o un commento per Matteo Renzi utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Martedì 8 ottobre 2019 17:20:44

Sono un consulente finanziario internazionale e sono in contatto con diversi capi stato africani
Mio tramite Sara possibile sviluppare progetti in africa. Coinvolgere aziende Italiane e creare posti di lavoro (minimo 3000)
Il ritorno di immagine sarebbe enorme

Vorrei essere contattato per illustrare il mio progetto

Saluti
A. Bonanni

Domenica 6 ottobre 2019 11:40:59

"caro senatore"

sono disgustata dal suo atteggiamento nel criticare salvini perché a provocato la crisi di governo l`agosto..
lei pensa di essersi comportato meglio nel creare un altro partito subito dopo il giuramento dei ministri?
la mia opinione?
per quello che può valere, visto che proprio non ci tenete in considerazione, è che vi e partito a tutti quanti non un venerdì ma tutti e 52..

come fate a guardarvi tutte le mattine allo specchio.. ma soprattutto come fate a guardare i vostri figli negli occhi è non vergognarvi, sapendo che se fate la bella vita lo fate a spese del popolo italiano che state riducendo sul lastrico?


signor senatore.. so che non leggerà mai quanto gli viene scritto.. ma se qualcuno per lei lo farà dovrebbe dirgli quanto disprezzo suscita in tanti di noi.

signor senatore e signori politici tutti, godetevi questo momento di benessere perché prima o poi la ruota della vita cambia è per tutti voi sarà difficile abituarsi alla miseria, mentre noi ci siamo già

una mamma che dopo una vita di lavoro deve continuare a tirare la cinghia per mantenere voi

Giovedì 3 ottobre 2019 13:08:09

Carissimo senatore, sblocchi l'indice istat sui pensionati almeno da 3000 euro lordi o 3500 euro lordi si ricordi che i pensionati sono 16. 000. 000, e votano, ne faccia una sua battaglia, si ricordi che siamo sedicimilioni.
Buongiorno

Martedì 1 ottobre 2019 21:59:38

In un periodo di cambiamenti climatici, di dissesti idro-geologici e green new deal le chiedo un'attenzione particolare per il territorio italiano dato che l'ambiente è salute e la salute è ambiente.
L'invito a guardare il film "un passo dal cielo"che mostra un territorio del trentino da sogno e faccia in modo che tutto il territorio italiano diventi ricco e rigoglioso come il Trentino-Alto- Adige.
Tanti auguri.

Martedì 1 ottobre 2019 17:25:16

Scrivo a proposito di fine vita e dell'eccellenza dei servizi di cure palliative che già esistono. Io ho assistito mia madre, affetta da patologia oncologica, dopo opportune chirurgie e riabilitazione in clinica perché recuperasse quanto possibile, in casa. Un ultimo anno felice e amoroso, fino alla fine. Ottimamente accompagnate, nella fase terminale che rende inutile ogni terapia, dal supporto di servizi di cure palliative, fino alla sedazione profonda. Questi percorsi esistono ma godono di pochissimi mezzi, scarso personale, le liste di attesa per accedere, infinite. Nel caso di mia madre, e mio che l'ho assistita e accudita da sola, siamo state sostenute e affiancate da personale e servizi Antea
con un deciso e sostanziale supporto, molto valido dal punto di vista medico e umano. Il mio timore è che porre la questione del fine vita, come avviene oggi, in rigidi e aridi termini astratti, porti a risolvere il tutto con la determinazione di una scelta puramente individuale, col risultato di un abbandono, piuttosto che di una libertà in più. Nell'ora invece in cui l'ambiente intorno ci deve aiutare e abbracciare. Esprimo cioè il timore di una de- responsabilizzazione da parte della sanità pubblica che trovi così il pretesto per rimandare a una gestione individuale anche questo momento, oltre alle tante fasi di cura, assistenza e accudimento che la pratica delle dimissioni precoci già riversano sui familiari accudenti. I servizi di cura palliativa mettono al riparo pazienti e familiari da una solitaria e tragica decisione. Perché non pensare di rafforzare questi servizi e estenderli ad altre patologie progressive e gravemente invalidanti attualmente escluse? Non vorrei cioè che una battaglia sterilmente ideologica risultasse controproducente e finisse per ridurre o, peggio, annientare, questi servizi finora offerti. Che andrebbero piuttosto incrementati.
Quanto alla possibilità di rinunciare a terapie e chirurgie, è già ampiamente praticata negli ospedali. Il consenso informato sui rischi è già uno strumento validissimo di scelta personale. Mancano, semmai, adeguate campagne di informazione.
Il mio medico curante è cattolica osservante ma questo non le ha impedito di informarci correttamente. Non capisco perché il pensiero laico debba essere attribuito solo a persone non credenti. Non è e non deve essere così. Non ho volutamente toccato l'argomento della fede. Non deve essere l'argomento dirimente.
Mi scusi di averla annoiata così a lungo. L'argomento del resto è impegnativo:) un sorriso anche a lei che ci saluta sempre così. Luisa Ramundo

Mercoledì 25 settembre 2019 22:14:43

Non cambierete mai volete fare tutti la prima donna quando qualcosa vi va storto subito scissione e nuovo partito, aveva ragione la buonanima di pio la torre il 1980 e stato a pomarico un paesino di 4000 anime in basilicata, e stato a mangiare a casa mia con tutti i compagni del partito a detto ragazzi vi devo confidare una cosa abbiamo dato l'appoggio esterno alla dc e ci anno fatto un culo ad ombrello noi siamo fatti cosi non ci mettiamo mai d'accordo siamo sempre uno contro l'altro quando cerchiamo di fare qualcosa di buono facciamo scissione non siamo in grado di ragionare e metterci d'accordo non cambierete mai io credevo al governo renzi e ti difendevo ovunque ma siete tutti della gente senza scrupoli pensate solo ai fatti vostri politici associazione a delinquere

Giovedì 19 settembre 2019 11:38:12

Buongiorno, ho sempre stimato e votato Matteo Renzi, oggi con questa mossa, che ritengo inopportuna... in un paese dove si stava proprio ora respirando un clima più disteso.. dopo un anno e mezzo di bagarre continua... si torna al clima di sospetto, di ricatto rendendo le forze progressiste deboli, divise e litigiose... la gente nn si sente rassicurata... e c è di nuovo un clima di sconforto... a chi giova tutto ciò... se nn ai giochi di potere.
Sono molto delusa... c erano altri modi... più incisivi ed intelligenti per poter interagire in questo governo... sembra di essere di nuovo sprofondati negli anni 80... le forze al governo sotto scacco di piccoli partiti.. da cui però dipendeva la tenuta del governo... e che alzavano sempre la posta... fino a far cadere il governo stesso. I corsi e ricorsi storico... possibile che il passato nn insegni nulla.

Martedì 17 settembre 2019 23:30:53

Io sto festeggiando! Grazie per essere uscito dal PD! Ha rovinato un partito che ora potrà recuperare i voti persi a causa sua. Non vedo l'ora di vedere la sua faccia alle prossime elezioni quando finalmente sparirà dalla politica come sta sparendo il suo amico Berlusconi!

Martedì 17 settembre 2019 17:18:47

Buonasera signor Renzi, sono assolutamente consapevole del fatto che lei non prenderà in alcuna considerazione i nostri pareri e le nostre opinioni :non lo ha mai fatto neppure quando ad esprimere perplessità o dubbi non erano semplici cittadini, ma emeriti esponenti politici che avevano costruito con tanta fatica e grandi rinunce la "casa comune" del partito democratico.
Lei lo ha prima indebolito, eliminando tutti coloro che avevano un cervello pensante, sostituendoli con un esercito di "servi" pronti alla cieca obbedienza verso di lei ed ora se ne va con il suo squallido bottino di ministri e sottosegretari.
Un atteggiamento di onestà intellettuale e chiarezza nei confronti del presidente della Repubblica, del presidente del Consiglio e degli elettori che le hanno dato fiducia soprattutto come esponente del PD sarebbe stato molto apprezzabile.
Lei doveva andarsene il giorno dopo aver perso il referendum, ma come avrebbe potuto diventare senatore di un Senato che lei voleva abolire senza i voti di quegli ingenui del Partito democratico che hanno continuato a credere in lei?
Per fortuna io non sono tra questi è, per la prima volta da mesi mi sento " a casa" senza di lei.
Mi dispiace davvero tanto per tutti gli esponenti del PD che le hanno chiesto di restare, per salvare l'unità del partito sicuramente non avevano messo in conto la sua ambizione senza limiti e il servilismo di tutti coloro che l'hanno seguita.
Le auguro di cuore con un'espressione a lei cara di STARE SERENO

Martedì 17 settembre 2019 14:46:45

AUGURI. Non fare più referendum.

Commenti Facebook