Messaggi e commenti per Matteo Salvini

Messaggi presenti: 356

Lascia un messaggio o un commento per Matteo Salvini utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Lunedì 17 giugno 2019 09:12:23

Buongiorno signor ministro, vorrei avere l 'opportunità di parlare con lei, riguardo alla mia situazione attuale difficile. Grazie buona giornata.

Lunedì 17 giugno 2019 07:16:24

Ci lamentiamo tutti delle tasse che ci strozzano ma... CHIEDIAMOCI SEMPRE COSA HANNO FATTO TUTTI I GOVRNI DEGLI ULTIMI 20 ANNI CON LA MONTAGNA DI DENARO CHE CI HANNO "LEGALMENTE" ESTORTO? Le condizioni del paese sono tali da farci pensare che i "poverini" hanno subito un'evasione fiscale al 100/100 con incassi zero. Tutta l'Italia è in rovina, ponti che crollano, scuole fatiscenti, strade e autostrade trasformate in Emmenthaler svizzero, amministrazioni dalla centrale alle periferiche in deficit cronico. DOVE sono finiti i miliardi di miliardi di miliardi che abbiamo versato all'erario in 20 anni? ? ? ?

Lunedì 17 giugno 2019 06:56:38

Concordo in pieno con Ilio: l'IMU è una vera e propria estorsione, che il caro Monti ha pensato bene di triplicare dall'oggi al domani, che si paga indipendentemente dal fatto che su quell'immobile si percepisca un reddito o meno (quanti appartamenti, botteghe ecc oggi sono sfitti o gli affittuari non pagano con le enormi difficoltà da parte del proprietario, viste le leggi evidentemente a loto sfavore, a buttarli fuori e l'impossibilità del recupero di tale credito?). Per anni ci hanno detto di investire sul mattone e così hanno fatto i nostri padri e nonni ed oggi ci ritroviamo schiacciati da tasse inique.
Spero tanto che Salvini, nel quale io credo, tolga questa tassa ingiusta o perlomeno faccia pagare un importo molto più basso.

Domenica 16 giugno 2019 19:24:17

Per Ilio
Carissimo Ilio, moltissimi italiani come te e come me sono spremuti di tasse all'inverosimile. La politica italiana degli ultimi decenni ha fatto leva sulla disinformazione voluta, il popolo, purtroppo, influenzato dalla RAI nelle mani della sinistra ha creduto e continua credere nelle menzogne. La tassa sulla proprietà privata (IMU) che non tiene conto del reddito reale esiste solo in Italia. L'Italia è un paese di mafia, la mafia chiede il pizzo senza tenere conto di quanto realmente un imprenditore guadagna e così fa pure lo stato italiano. L'IMU si basa sulla rendita catastale, una rendita fittizia introdotta in Italia durante il periodo fascista. All'epoca del fascismo la rendita catastale ai fini fiscali aveva un senso perchè non esisteva la dichiarazione dei redditi obbligatoria ne le fatture obbligatorie o gli scontrini di cassa. In quell'epoca l'economia italiana era principalmente basata sull'uso dei suoli, agricoli e commerciali, e per poter calcolare i tributi da versare allo stato si faceva riferimento alla rendita catastale, differenziata secondo i vari usi del suolo e quando c'erano calamità veniva applicata l'esenzione. Veniva utilizzata la rendita catastale anche per i tributi sulle compravendite. Con l'introduzione della dichiarazione dei redditi obbligatoria la rendita catastale ai fini fiscali non veniva più considerata tranne che per le compravendite di immobili, sino a quando ai signori della politica italiana non è venuta l'idea di riconsiderare anche la rendita catastale ai fini fiscali in modo da estorcere agli italiani ulteriori somme oltre a quelle già salate sul reddito, una vera estorsione di stampo mafioso (o paghi o ti rovino). Viviamo in un periodo in cui sull'antifascismo hanno fatto fortuna molti politici e guarda caso utilizzano, impropriamente ed arbitrariamente, norme e leggi del fascismo mentre affermano che il fascismo è il male assoluto. Ricordo che Matteo Salvini affermava apertamente ed esplicitamente che l'IMU era una rapina e quando sarebbe stato al governo l'avrebbe abolita, spero che non si tratti solo di una promessa elettorale ma che quanto prima Matteo Salvini metta mano ad una riforma su questa tassa estorsiva di stampo mafioso. Spero che questi commenti qualcuno li legga altrimenti restano solo uno sfogo.

Domenica 16 giugno 2019 01:53:40

Buona sera Ministro Salvini, Premetto che sono un suo simpatizzante e credo nella Lega e l'ho votata con la speranza di un vero e proprio risanamento del nostro bel paese dove i nostri antenati nel corso degli anni hanno lavorato duramente per l'incremento economico e poi nei conflitti molti hanno perso la vita per il proprio paese credendo in un futuro migliore per loro stessi e per le generazioni successive, io spero che ciò che non hanno fatto i governi passati lo facciate voi per rispetto di chi ha costruito e combattuto per L'italia e si è sacrificato per essa, è veramente vergognoso che il popolo italiano in gran parte sia stato ridotto alla disperazione economica dovuta a una mala amministrazione governativa e assoluto menefreghismo nell'osservanza di adottare una politica diversa aiutando il popolo che è quello che fa crescere il paese anzi che strozzarlo di tasse su tasse fino al punto di far chiudere migliaia di imprese (seguite anche da molti suicidi) creando un alto livello di disoccupazione con un gran malessere comune. Una volta l'aziende prosperavano ed era anche difficile trovare un capannone in affitto molti l'anno costruito come ha fatto mio padre e l'imprese edili lavoravano con tutto il suo indotto, adesso sono tutte ferme. A questo punto le voglio sottolineare un grosso problema da non sottovalutare che riguarda me stesso e molti altri Italiani che sono in possesso di un IMMOBILE COMMERCIALE: IMPOSSIBILE VENDERE, IMPOSSIBILE AFFITTARE, per quanto mi riguarda sono svariati anni che non trovo da vendere (neppure a sottoprezzo) e neppure affittare l'immobile ad uso commerciale nonostante incarichi ad agenzie e anche annunci privati, ma la cosa PEGGIORE è che nonostante non abbia alcun reddito c'è l'obbligo di pagare l'IMU di oltre 2000 Euro su un locale ormai vecchio di 50 anni da ristrutturare con un valore irrisorio, io mi chiedo se questo non è un furto legalizzato e senza proporzioni a danno di me stesso e della mia famiglia, e questo vale anche per tutti gli altri Italiani che sono nelle stesse condizioni per una legge che di questi tempi e in tali circostanze deve essere categoricamente riformata soprattutto per rispetto di chi ha lavorato e adesso si trova nel disagio. Mi auguro che prenda a cuore questa faccenda. Grazie.

Sabato 15 giugno 2019 20:06:47

Per Michele Cherenti

Carissimo Michele Cherenti la definizione di cosa è l'Italia l'ha data una vecchia signora che vive in toscana e che un tempo scappò dalla Russia per fuggire dal comunismo. La signora di origine russa, riferendosi alla tassa sulla proprietà immobiliare (IMU) disse queste parole: " sono scappata dalla Russia per fuggire dal comunismo e non avrei mai immaginato di trovare in italia il comunismo camuffato da democrazia ". Questa è la realtà. Le tasse sulla proprietà, scisse dal reddito, in Europa esistono solo in Italia. I politici italiani imbrogliano quando dicono che l'IMU esiste pure negli altri paesi europei. Stai attento, i pensionati scappano dall'Italia e non solo per le tasse soffocanti, scappano pure per la burocrazia inefficiente e parassitaria, per la sanità pubblica diventata quasi inesistente, per i servizi scadenti ecc: ecc..

Sabato 15 giugno 2019 18:17:58

Caro Ministro Salvini,
A parte di aver sempre votato per lei come unica possibilità di migliorare l'Italia, c'e un problema che mi fa sentire gabbato dall'Italia. 4/5 anni fa, visto che risiedo all'estero per lavoro da tanti anni (registrato come tale all'albo italiani Residenti estero di Beirut) e che vigeva l'esenzione prima casa, acquistai una casa di catasto basso, vecchia da riparare, pensando di vivere in pensione in Italia (Fiumicino). Inviai l'importo da Beirut, Libano dove sono residente rappresentanti risparmi di anni di lavoro.
Dopo 2 anni hanno cambiato la legge sulla base che siccome chi vive all'estero abita da qualche parte la casa in Italia è una seconda casa e quindi... Imu: tre volte quella normale anziché esenzione, spazzatura tripla -e mai usata-, elettricità tripla, etc. !! !
Mi sento attirato in una trappola! Anziché attirare investimenti esteri dagli italiani che vivono all'estero attraverso l'acquisto di una casa dove poi vivrebbero e spenderebbero in pensione ci spingono a vendere tutto, ritrasferire i fondi all'estero e non tornare in Italia per vivere in pensione.
Puo' far ripristinare le precedenti norme sulla base della convenienza dello Stato italiano ad attirare investimenti dagli italiani che vivono all'estero, attirare la residenza in Italia al momento della pensione con il relativo spendere per vivere?
Quando acquistai era così, altrimenti non avrei investito ingenti somme per usufruirne solo 2/3 settimane all'anno: meglio l'albergo.
Mi dia un cortese cenno con tutta la franchezza che la contraddistingue e per la stima ed il rispetto che ho per lei attraverso il voto. In tutta franchezza, se entro fine anno non ci sarà il ripristino dell'esenzione precedente, venderò tutto e con la mia famiglia ci indirizzeremo verso altri paesi, inclusi gli studi dei figli. Attendo di leggerla. Cordialità
Michele Cherenti, Beirut, Libano

Venerdì 14 giugno 2019 14:18:07

Buon giorno ministro Salvini oggi tramite il quotidiano la verita ho scoperto mio malgrado il fatto che voi lega avete votato per dare i soldi a radio radicale, ho sempre ammirato la sua bravura x aver portato la lega a questi livelli condivido molto la sua linea di pensiero, ma non quella x radio radicale se e una azienda privata con dipendenti, allora trovo corretto dare la cassa integrazione, ma non dare soldi visto che in passato avete già dato, si arrangino a trovare sponsor, qui devo dar ragione ai grillini anche se in parte non sono in linea con il loro pensiero pensiero, ma in questo caso sono stati coerenti, e le assicuro che tanta gente e in linea come soprascritto.
le auguro un buon lavoro, e buona vita.
donatella freschi
Treviso

Venerdì 14 giugno 2019 10:27:52

PPER CINZIA E PER FRANCO PALMIERI
Grazie della fiducia, ma c'è un malinteso. Il mio scritto non mirava a sollevare una "rivoluzione" fatta di una bella scampagnata a Roma con cartelloni, striscioni di protesta e bandierine in mano ma... sfoggiando un sorriso smagliante sulle labbra. Se ne vedono anche troppe e del tutto inefficaci. Incominciamo al livello locale incalzando tutti insieme gli amministratori inetti, incapaci o inadempienti. Porto a caso l'esempio di una ipotetica scuola di un piccolo villaggio sperduto in un angolo recondito d' Italia. "Roma" non sa neppure che quella scuolla esiste, ma i paesani lo sanno, eccome! Ora, se l'edificio è fatiscente, sono i GENITORI DEI BAMBINI che la frequentano A DOVER INTERVENIRE sul PRESIDE, prima autorità competente in materia. Alle riunioni docenti-genitori si segnala il problema e per cominciare si chiede un controllo tecnico per garantire la sicurezza dei bambini. E si aspetta. Nessun risultato. All'ennesima riunione con l' ennesimo richiamo al dovere, il tono diventa piu' minaccioso: dovesse staccarsi un cornicione o un pezzo di intonaco e ferire, o addirittura uccidere un bambono, VERBALI DELLLE ASSEMBLEE ALLA MANO comprovanti le reiterate richieste di intervanti ignorate, si preannunzierebbe una denuncia collettiva contro il preside per inadempienza, gestione irresponsabile e inidoneità alla carica. Questo comportamento è applicabile alle migliaia di situazioni locali piu' o meno critiche e pericolose che vanno prontamente attaccate con fermezza paziente ma con azioni COLLETTIVE INSTANCABILMENTE RINNOVATE. Solo cosi' saremo buoni cittadini, meno distratti, irresponsabili, indifferenti, criticoni e piagnucolossi. Saremo piu' fieri di noi stessi e del nostro paese. Ci sentiremo piu' vicini gli uni agli altri e piu' soddisfatti per essere riusciti a modificare qualche stortura sia pure in misura minima. Siamo granelli di sabbia è vero, ma messi insieme possiamo formare grandi spiagge. Non è difficile come sembra: io l'ho fatto due volte, ho raccolto centinaia di firme per contestare decisioni comunali che comportavano disagi per gli abitanti. Al rifiuto degli uscieri di farmi incontrare il sindaco per consegnargli personalmente il documento, mi sono seduta sulla soglia del municipio spiegando che lo avrei atteso li' per giorni, se necessario. Dieci minuti dopo sono stata ricevuta e ho ottenuto cio' che volevamo tutti. Volere è potere, basta poco.

Giovedì 13 giugno 2019 15:57:54

Ciao cara io ci sono a sono pronto a partire con voi per ROMA

Commenti Facebook