Messaggi e commenti per Matteo Salvini

Messaggi presenti: 2393

Lascia un messaggio o un commento per Matteo Salvini utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Domenica 3 novembre 2019 09:01:18

7 milioni di aumento al personale della camera.
Era propio necessario quando già percepiscono minimo 5000 euro al mese.
Si fa presto quando i soldi non sono i tuoi ad elargire, io penso che un buon padre di famiglia avrebbe fatto diversamente non c'è il senso della misura e poi aumentano le tasse ma a che serve?.
Stanno programmando il nostro fallimento non il loro io penso che dobbiamo fare qualcosa.

Sabato 2 novembre 2019 23:17:48

Ciao, scusa se ti scrivo per dirti cosa penso dell'Iva. Ho una mia idea in tal proposito e ritengo che questa imposta sia addirittura anticostituzionale. Sarebbe da abolire con effetto immediato anche perché pagarla è controproducente. Provo a spiegarti il mio punto di vista: un commerciante paga già le imposte sul reddito e il reddito cos'è? Nient'altro che il guadagno.
Su quest'ultimo ci applicano l'Iva, cioè: imposta sul valore aggiunto. Ma non aveva già pagato l'IRPEF sul reddito il povero commerciante? Inoltre, la maggior parte degli imprenditori applicano l'Iva in modo errato, non sul valore aggiunto, ma sull'intero importo e non solo sul guadagno. Sono un cittadino qualunque che paga le tasse ma voglio pagare il giusto. Eliminando l'Iva si snellirebbe anche una buona fetta di burocrazia inutile. Basterebbe aumentare le imposte sui redditi del 3 o 4 % ma senza l'Iva il consumatore finale avrebbe più potere d'acquisto. Sperando di essere stato chiaro, ti auguro buona serata

Sabato 2 novembre 2019 19:23:10

Egr. Sen. Salvini,
con la presente, qualora dovesse leggerla, volevo segnalarle alcune cose. Presupposto essenziale che per poter cambiare questo Paese e l'Europa, per avere una continuità di pace sicurezza e prosperità, occorre essere dentro i relativi posti di comando, con i propri rappresentati, per discutere e trovare accordi e soluzioni ragionevoli e durature, senza ledere i diritti dei popoli europei.
A livello nazionale bisogna partire da una legge elettorale condivisa, di tipo maggioritario, chi vince governa e le alleanze di fanno prima, che garantisca la rappresentatività, ma soprattutto che garantisca la governabilità per un'intera legislatura. Il taglio dei parlamentari è stata una congiuntura, costringe a una revisione di tutto l'assetto.
Alcuni aspetti e riflessioni
Pensioni: in un sistema contributivo puro, occorre pensare a un tetto massimo di indennità pensionistica, con un'unica pensione. Le sembra normale che un pubblico dipendente, magistrato, insegnante, medico …., che si avvia alla carriera politica e ha fatto uno o più mandati regionale, parlamentare italiano e Europeo, possa percepire quattro pensioni? Passi l'indennità europea che potrebbe essere assimilata a una pensione estera, ma le altre 3? ! (una da dipendente pubblico (nel quale ha fatto anche carriera senza essere in servizio), la seconda da consigliere regionale, la terza da parlamentare. Non contiamo la quarta, e magari anche la quinta se ha avuto determinati incarichi. Questa si che è una vera ingiustizia!.
Grandi opere infrastrutturali: bisogna assolutamente partire con le grandi opere, senza se e senza ma, da sud al nord. Il nostro sud si può riscattare solo attraverso dette opere. Inutile che i miei concittadini del sud si lamentano dicendo che si può vivere solo di turismo. Potrebbero anche aver ragione, ma bisogna far pur arrivare i turisti in Puglia in Calabria in Basilicata in Sicilia. Le opere infrastrutturali già da sole garantirebbero, almeno per dieci anni, lavoro e sviluppo.
Pagamento con carte di credito: questa finanziaria vuol farci credere di stanare gli evasori costringendoci a pagare con carta di credito. Io quando pago il bolo dell'auto o prendo delle marche da bollo, pagamenti che vanno direttamente all'erario, quando chiedo di pagare con carta, mi sento rispondere che le stesse vanno pagate esclusivamente in contanti. Lo Stato che pretende dal cittadino quello che lo stesso non adempie. Singolare come comportamento. L'evasione è un fatto direttamente proporzionale, più alte sono le tasse più alta è l'evasione. Soluzione: abbassamento irpef, e la possibilità di scaricare tutto, dal dentista al giardiniere, dall'idraulico al meccanico.
Europa: in una prospettiva di pace, sicurezza, stabilita economica che sono il presupposto del benessere dei popoli. Garantendo l'identità e le peculiarità di ogni singolo Stato. Bisogna cambiare tattica e puntare a strategie di dialogo e soft compromessi. Smascherando Francia e Germania. Bisogna avere il coraggio di lanciare la palla fuori dal campo. Pensare a un progetto di futura Europa, che salvaguardi un punto in comune del nostro continente. La pace. L'Europa ha bisogno di reali poteri, ma al di fuori dell'Europa, per affrontare le sfide dei nuovi paesi emergenti. Noi si che vogliamo un Europa più forte, dove in alcune tematiche sia una unica voce a parlare. Penso a un ministero della sicurezza europeo, che includa le varie polizie di ogni singolo Stato. Una sorta di polizia federale. Un ministro degli esteri e uno dell'economia. Cominciare a pensare ad un ministero della difesa europeo, per la risoluzione delle crisi di interesse nell'area mediterranea, per avviarsi, in dieci venti anni, al superamento della Nato. Tutto questo ovviamente comporta una cessione di sovranità a vantaggio di più Europa.
Quanto sopra è il sentimento e la voce del popolo moderato.
Cordiali saluti
Marcello Vantaggiato

Sabato 2 novembre 2019 12:30:24

Caro Matteo, volevo solamente segnalare che: l'aumento del prelievo fiscale al Popolo Sovrano ed in particolare molto sofferto dalle famiglie di pensionati, invalidi, operai, dipendenti monoreddito, ha lo scopo di finanziare a debito, nuovi prestiti che incideranno negativamente sul debito pubblico dei prossimi Anni;
12 milirdi di rate annuali porterebbero alla gestione econica di almeno 200 miliardi di nuovi debiti sulle spalle degli Italiani!!!
Il tutto dietro l'indifferenza della UE e dei giudici contabili!!!
Un fraterno Saluto

Sabato 2 novembre 2019 10:12:21

Questa è la seconda volta che scrivo, vivo a Cosenza ed ancora non sappiamo quando si andrà a votare per le regionali, si respira un'aria decisamente pesante ma una cose è certa ci temono tutti sanno che in Italia è in essere un movimento per il popolo e non per i poteri ed i privilegi.
Matteo, continua cosi, un caro saluto.
Mauro

Sabato 2 novembre 2019 01:38:16

DROGA E SICUREZZA DEL CITTADINO
Un'ideuzza sul come far sparire il problema della droga ce l'avrei ma, se la esterno, verrò bollato come "fascista, reazionario e razzista" da tutto il marciume del buonismo italico; ma forse perché di tali giudizi me ne impippo altamente, la pubblico ugualmente: facendo però una premessa.
Pe attuare tale idea bisogna prima fare due cose: primo, ridare sovranità piena al Popolo Italiano infischindosi di quello che diranno quegli "svitati soloni della U. E. " che passano il loro tempo a sputar sentenze sempre a favore dei delinquenti e dei corrotti; secondo, prendere il Papocchio con tutta la sua ciurna e peracadutarli su Avignone: faremmo felice l'amico Macron e potremmo vendere i Palazzi Vaticani ai miliardari arabi, cinesi e russi, ripianando così anche gran parte del nostro debito pubblico. Fatto quanto sopra possiamo passare a realizzare la mia "ideuzza".
Emanare una Legge Speciale (in deroga a tutte la altre gia esistenti) che consenta di creare delle Squadre Speciali di Polizia che, in giro per tutta Italia, quando trovano uno spacciatore di droga, lo appicchino al più vicino palo dell'illuminazione pubblica, tenendocelo appeso per tre giorni col cartello "Spacciava droga". Sono sicuro che dopo pochi giorni, tutti quelli che campavano sulla droga si decideranno ad occuparsi di cose più inocue! Sento già un gran vociare, ma se si da retta ai ragli degli "asini bipedi" (con gran rispetto per quelli quadrupedi che invece sono molto intelligenti) non si va da nessuna parte. Eliminando dalla circolazione tale "sostanza mortale" riduciamo la maggior parte d'incidenti stradali ma, sopratutto, impediamo a tanti "cacasotto" di sentirsi "Super Eroi del Crimine" dimezzando criminalità e violenza. Ci potranno essere bande di ragazzi male educati ed abituati ad ottenere facilmente tutto e subito: basterebbe toglierli ai cattivi genitori e metterli per qualche anno in Istituti Militari dove Educatori muniti di scudiscio li rtiporterebbero sulla "retta via".
Un'altra riforma improrogabile è il sistema di vita tuttora vigente nelle Carceri Italiane.
E' ignobile ed inaccettabile che Cittadini onesti che lavorano dal mattino alla sere rispettando le leggi imposte per ottenere una civile convivenza, debbano devolvere parte del frutto del loro sudore ed intelligenza "per mantenere in oziosa villeggiatura" gente che del rispetto delle leggi per civile convivenza e, peggio ancora, della gente onesta, se ne sono fatti beffa, rapinando, truffando e facendo violenza su chi le leggi le rispetta! Pertanto, tutti i condannti in via definitiva, debbono essere obbligati a lavorare e col frutto del loro lavoro provvedere al proprio sostentamento ed al costo della loro necessaria vigilanza. Inoltre si debbono rimodulare le pene: per reati di terrorismo o di omicidio a seguito di tentativo di riduzione in schiavitù per trarne vantaggio (stupro, omicidio del partner che vuole interrompere la relazione, rapina finita in tragedia, mafia che uccide chi si oppone all'estorsione, ecc.) "l'ergastolo fine pena mai" deve essere ineludibile. Naturalmente debbono essere destinati ai lavori peggiori (miniere, scavi in gallerie, lavori sotterranei e similari) ; chi si macchia di tali delitti deve sapere che non rivedrà più il sole! Rivedono forse il sole le loro vittime? Il ladro o rapinatore che viene scoperto od ostacolato deve scappare, non uccidere. Il diritto alla difesa da parte della vittima "deve essere sacrosanto e comunque sempre tutelato".
Ovviamente va subito abolito e cancellato dalla Costituzione "quel ridicolo principio" che finalizza la pena alla rieucazione del reo. La pena, qualunque essa sia, è la punizione ed il risarcimento di un reato (oltre al risarcimentomateriale che comunque non si riesce quasi mai ad ottenere). Anche per i grossi trafficanti di droga, " qualora la mia radiosa ideuzza risulti impraticabile", l'ergastolo deve essere ineludibile poiché il danno che essi procurano all'Umanità è superiore a quello di un omicida.
Anche per i piccoli spacciatori (non meno di tre anni da scontare realmente in carcere) il lavoro deve essere uguale a quello riservato agli ergastolani, con raddoppio della pena ogni qual volta sono ripresi a spacciare (3 - 6 - 12 -24). Per tutti gli altri, il lavoro servito alle imprese, Enti (Regioni, Province e Comuni), sarà remunerato per la metà fino ai due terzi di quello salariale (i contributi saranno relativi) e verrà corrisposto agli Istituti di Pena che, a secondo della buona condotta del condannato, avranno la facoltà di devolverne fino a un 30% al condannato stesso e sarebbe un incentivo a comportartamenti adeguati a chi dev'essere conscio che si trova in carcere per espiare la giusta pena per aver commesso un reato contro la Comunità a cui appartiene e non in villeggiatura! La Polizia Giudiziaria deve portare semore una "pistola al pepe" ed usarla all'occorrenza.
Gli Enti potranno così godere della possibilità di curare il territorio (boschi e fiumi) con modica spesa, senza dover più assumere schiere di "scansafatiche e furbetti" sempre in tutt'altre faccende affaccendati tranne che in quelle per cui vengono lautamente pagati.
Deve essere abolito qualsiasi sconto di pena (comportarsi bene è un dovere ed infrangere tale dovere deve comportare un gastigo), magari rimodulando l'entità delle pene e diminuendo la forchettà tra la pena massima e la minina diminuendo così la discrezionalità del Giudice troppo spesso "scandalosa". I Giudici debbono "sottostare" alla Legge e non inventarsela e, quando sbagliano, debbono essere giudicati come tutti gli altri cittadini. "Nessuno può essere al di sopra od al di fuori della Legge", tanto meno un Giudice che dispone della Libertà altri.
Le diposizioni di cui sopra rendono la Civile Convivenza "più sicura, più giusta" e, sopratutto, porta benefici alle Casse dello Stato, il ché non è poco e ne usufruisce anche il Cittadino!
Concetti Romano - Cascina, li 1/11/2019. -

Venerdì 1 novembre 2019 21:22:10

Per piacere, di apertamente che non sei fascista, che non sei antisemita e che odi la violenza. Questo sentire continuo che la destra italiana è fascista è orribile. Voglio votare un partito che sia antagonista alla sinistra senza correre il pericolo di essere responsabile dell'ascesa di un partito che ci riporti nel baratro del nazismo

Venerdì 1 novembre 2019 10:36:20

La soluzione ai nostri problemi:
torniamo ad una economia di mercato e usciamo dall'europa ci conviene

Venerdì 1 novembre 2019 10:16:39

Buongiorno in vista delle elezioni in Emilia-Romagna avrei bisogno di essere contattata per poter parlare di cose che nn posso scrivere è vero qui nn sono stati denunciati membri di altro partito ma avrei molto da dire... la legge viene violata costantemente il sono di Bergamo e abito qui dal 2009 è ho 10 anni di cose che nn mi tornano... il mio n. é 334------- chiamatemi molto rami secchi e il caso di un ragazzo morto a causa... contattatemi grazie SALVINI NN IGNORARMI DOBBIAMO VINCERE MA FACENDO PULIZIA...

Giovedì 31 ottobre 2019 11:10:16

Buon giorno mi chiamo Mauro Reda nato a Cosenza (Calabria) il 19/02/1975 dove vivo, seguo da un po di tempo le dinamiche nazionali, non ho mai fatto politica in vita mia, ma, da quando esiste Matteo Salvini ho voglia di fare qualcosa per il mio paese per i miei figli, esercito la professione di agente immobiliare ed avendo a che fare con tante persone con le quali mi relaziono ogni giorno, percepisco una grande volontà di cambiamento. Scrivo il presento messaggio con l'augurio che possa essere letto, per manifestare la volontà di far parte del vostro movimento politico in modo attivo. Resto pertanto a disposizione per eventuali contatti, cordiali saluti.
Mauro Reda 348 --- ------

Commenti Facebook