Messaggi e commenti per Matteo Salvini

Messaggi presenti: 385

Lascia un messaggio o un commento per Matteo Salvini utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Giovedì 13 giugno 2019 13:23:31

Per Anna, ma non per Salvini, perché non ha mai risposto, neanche per terza persona, da ciò deduco che non ci legge e sinceramente " chi non mi vuole non mi merita " oppure do ' sui nervi e non si vuole confrontare. Io sono una donna che adora i fatti e mi ci metto in prima persona. FACCIO non mi limito a guardare e chiacchierare. E sinceramente ho ottenuto belle vittorie non solo per me ma anche per gli altri. Non guardo solo nel mio giardino, non sono egocentrica e non amo chi invece lo è. Sono stata educata così e così, insieme a mio marito, abbiamo educato i nostri figli e per fortuna ci è andata bene. Premesso ciò, sono completamente d'accordo con te. Ho sviluppato pazienza ed accetto anche le sconfitte, perché la vita è così. I politici tutti, non mi hanno mai dato troppo affidamento, li vivo più come parassiti (certo non tutti, ci sarà qualche anima che fa' e ci crede) ma d'accordo o no, non mi piace che la gente venga inascoltata e sottovalutata, perché non risponde? Visto che esiste questo sito, dovrebbe farlo, sono pronta a metterci tutti insieme, prendere un bel treno e presentarmi a Roma, visto che siamo parte del popolo sovrano. Credi che ci sia qualcuno pronto a farlo? Forse io e te.. FORZA GENTE FATEVI SENTIRE A FURIA DI GRIDARE QUALCUNO CI ASCOLTERA '. Ma questo purtroppo fa' parte di altri tempi.

Giovedì 13 giugno 2019 08:53:43

Una proposta: invece dei minibot chiedi un aiuto agli italiani, che sono meglio di quello che sembrano, "EURO ALLA PATRIA" senza cercare imitazioni. La proposta fatta nei modi giusti potrebbe avere risultati non indifferenti. Un tuo amico...

Giovedì 13 giugno 2019 08:26:59

PER IL MINISTRO SALVINI E PER CINZIA
Mi chiedi "quale amministrazione darebbe sicurezza di agire per il benessere dei cittadini e dell'Italia tutta". Ovviamente, non avendo la sfera di cristallo, non ho la risposta ma quello che ho è un cervello pensante. Politicamente parlando per principio non sono di destra, nè di sinistra, nè di centro e neppure di una delle loro innumerevoli e folkloristiche combinazioni. Il mio voto lo do' a chi mi sembra piu' credibile e piu' serio nel prospettare soluzioni ragionevoli, fattibili e possibilmente nuove. Essendo una persona molto logica, NON HO MAI RINNOVATO IL MIO CONSENSO a chi mi ha deluso come fa chi non è capace di guardare a piu' di un millimetro dal SUO naso o, per essere piu' chiara, dal SUO PIATTO. Il privilegio del voto ci conferisce l'onore e l'onere di « premiare » chi ha lavorato bene o "punire" chi si è mostrato indegno del nostro consenso. Credimi, il voto è la nostra SOLA arma di difesa contro il marciume della politica, fatte le debite eccezioni. Ma VOTARE NON BASTA: il dopo voto deve essere accompagnato dallla PAZIENZA e dai « tappi nelle orecchie » contro gli immancabili denigratori sistematici, i fomentatori di malcontento e gli spanditori di dubbi e sfiducia. Bisogna ASPETTARE CHE IL TEMPO CI DIMOSTRI QUANTO VALGONO i nostri prescelti. In tal modo il nostro giudizio " A POSTERIORI", positivo o negativo che sia, avrà motivzioni basate su fatti concreti e non su influenze esterne. Rispedire alla « casella di partenza » gli incapaci servirà a migliorare il loro comportamento futuro. Se viceversa, a risultati zero, li riprteremo al potere, per logica elemenare, li spingeremo a fare come prima se non peggio. Mi sembra lapalissiano. Ma parliamo di QUESTO governo. Certamente non ha vita facile. Non sfugge a nesuno che ha tutti contro « appasionatamente », da un'opposizione, che definirei piuttosto ostruzionismo, a un'Europa « matrigna » che ha i sui figli preferiti e lancia ai negletti sfide non indifferenti. Questo governo ce la dovrà mettere tutta per riconquistare il POSTO DI PRIMO PIANO E IL RISPETTO che spettano di diritto ad un GRANDE paese fondatore come l'Italia ma dovrà anche trovare accordi per smantellare le vecchie regole all'origine della crisi economica dell'intero continente. Riusciranno ? Vedremo, Il compito è titanico. A questo si aggiunga l'azione demolitrice dei guastatori dei 5 Stelle e di Forza Italia, bifronte piu' dello stesso Giano. Da non sottovalutare il facile sconforto dei cittadini facilmente influenzabili o poco informati che troppo presto si dicono delusi e scoraggiati perchè « non vedono risultati » (un esempio per tutti: si era mai vista la magistratura sotto accusa come sta accadendo in questi giorni ?) ma che, voto a parte, restano assolutamente passivi. Cerchiamo di valutare con un minimo di obiettività il lasso di tempo che i giallo-verdi hanno avuto a disposizione per lavorare: 430 giorni dall'elezione, 377 dalla stesura del contratto e meno meno di un anno dall'insediamento. Hanno trovato un paese ridotto all'osso che non ha bisogno di ritocchi da estetista, ma di un'azione energica a tutto campo. Bisogna intervenire su un dissesto finanziario senza uguali, una giustizia che fa acqua da tutte le parti, una tassazione ladra, un sistema scolastico da rivedere dalla A alla Z (stipendi dei docenti, programmi FORMATIVI, localizzazioni ecc.), disservizi in ogni campo, assenteismo, corruzione, evasione fiscale, malavita grande e piccola (cui si è aggiunto l'ultimo regalo dei "buonisti", la mafia nigeriana), per non parlare dello stato di strade, autostrade, ponti, edifici pubblici, delle costruzioni abusive, delle inondazioni, degli smottamenti e potrei continuare. "SAN MATTEO", "SAN LUIGI" E "SAN GIUSEPPE" con la forza di tre miracoli congiunti avrebbero FORSE già reso l'Italia un novello Eden facendo sparire dal giardino incantato perfino il pomo della discordia. Ma i nostri Matteo, Luigi e Giuseppe sono solo uomini e in quanto tali per spostare le montagne hanno bisogno di mezzi e di tempo. Focciamo loro questa piccola "concessione", limitiamoci per un po' a guardare e a valutare i risultati che se pur minimi, già ci sono. Continuiamo ad essere orgogliosi della NOSTRA Italia che non ha uguali nel mondo e ad avere fiducia in un futuro migliore che pero' non cadrà dal cielo… Cerchiamo di diventare FINALMENTE buoni cittadini. COLLABORIAMO CON LE AUTORITA'. Segnaliamo cio' che non va, piu' e piu' volte se necessario. INSISTIAMO NEL PRETENDERE RISPOSTE e DENUNZIAMO I POSAPIANO e I TRUFFALDINI (cfr. LA COLPEVOLE obliterazione di cartellini degli assenteisti), puniamo I FANNULLONI come certi impiegati dei Centri per l'Impiego che rispondono "NON NE SAPPIAMO NIENTE" e non si sprecano neppure per fare una telefonata a Roma e chiedere la documentazione necessaria a dare risposte ai cittadini sul Reddito. L'UBIQUITA' non NON è dote UMANA. Governo e forze dell'ordine non possono essere ovunque, sapere tutto e stare a guardia di ogni singolo cittadino per evitare che delinqua. Anche il cittadino ha dei doveri civici da rispettare e deve collaborare attivamente senza rifugiarsi nel comodo « E io che ci posso fare ? ». PUOI, PUOI ! AD ESEMPIO POTRESTI SEGUIRE I LAVORI PUBBLICI nel tuo quartiere, PROTESTARE SE passando ti accorgi che si sono FERMATI, PRETENDERE SPIEGAZIONI DALLE AUTORITA', proprio come POTRESTI SEGNALARE SPACCIATORI PALESI, EDIFICI PERICOLANTI, BUCHE E SMOTTAMENTI PERICOLOSI, INSISTERE PER AVERE DELLE RISPOSTE E INCALZARE I RESPONSABILI DEL TUO COMUNE. Una noce nel sacco non fa rumore, dirai, allora RIEMPIAMOLO DI NOCI QUESTO SACCO. Sveglimoci, RACCOGLIAMO FIRME, PRESENTIAMO PETIZIONI, diamoci da fare e non restiamo impalati a guardare e a lamentarci « CHE DA 3 ANNI LA MEZZA STRADA CROLLATTA E' ANCORA TRANSENNATA » o che le buche diventano sempre piu' grandi e pericolose..
Ultima domanda che oso porre, ma non la minore in ordine di importanza: CHI ha provocato tutto questo SFACELO nel corso degli anni? Chi NON ha utilizzato i fondi europei lasciandoli dormire in banca (per intascarne verosimilmente gli interessi) SENZA investirli in opere pubbliche? Lo avessero fatto, PROBABILMENTE MOLTI PONTI NON SAREBBERO CROLLATI, I SOFFITTI DI TANTE SCUOLE NON AVREBBERO UCCISO BAMBINI, CI SAREBBERO STATI MENO SMOTTAMENTI, MENO ALLUVIONI, MENO MORTI E MENO GUAI PER L'INTERO PAESE. MENO DEBITI E PIU' LAVORO. PRIMA di usare la matita per tracciare quella famosa crocetta, RIFLETTIAMO sulle conseguenze che quel segnetto puo' avere sulla nostra vita, SU QUELLA DEI NOSTRI FIGLI e dell'intera nazione. Rossi, gialli o verdi che siano, in assenza di risposte, la mia è sempre la stessa: « A casa tutti, SI CAMBIA ! ». Io sono sempre pronta a rifarlo, Voi, ovviamente, fate come meglio credete.

Giovedì 13 giugno 2019 06:16:55

Per i ministri salvini e tria
visto i tempi che corrono, per quale ragione non si mette in esecuzione la sentenza della corte di g. europea che ha condannato la cei (vaticano) a pagare l'ici sulle attivita' commerciali mai versata all'italia dal 1992 per un ammontare che va dai 6 ai 13/14 miliardi di euro? ? la chiesa possiede in italia numerosissime attivita' indiscutibilmente commerciali il cui reddito non viene tassato, che si incassi almeno l'imu. l'enorme patrimonio immobiliare di incalcolabile valore che la chiesa possiede sparso nel mondo e l'incredibile numero di attività commerciali e non (radio, televisione, giornali, editoria, oggettistica sacra, banche, alberghi, negozi, ecc.) impedisce a chiunque di definirla "povera". si potrebbe anche per 5 anni congelare l'uno per mille e investirlo in grandi opere per lo sviluppo dell'italia che ne ha piu' bisogno del vaticano. mi piacerebbe davvero capire perche' il ministro salvini è contrario. grazie.

Mercoledì 12 giugno 2019 20:17:20

PER MARIO
Bravo, Mario! Finalmente qualcuno che dice pane al pane e vino al vino senza peli sulla lingua. Hai descritto con precisione matematica la seria situazione italiana e le origini del problema. Purtroppo per il paese, il prosciutto é rimasto ancora sugli occhi di troppi italiani che non "vedono" o fingono di essere ciechi recitando un copione studiato ad hoc.

Mercoledì 12 giugno 2019 20:04:33

Ciao Matteo, ricorda di quello che hai promesso e vai avanti piu' in fretta possibile a rimandare gli emigranti non regolari, perche sono gia' a organizzarsi, poi le accise sulla benzina metti al posto delle accise il bollo auto, per il semlpice fatto che una macchina fa 100. 000 paga per quello che consuma, se una macchina fa' pochissimi chilometri, come tanti pensionati che vanno a fare la spesa a fine settimana e basta, ricordatevi anche dei quei poveri terremotati, ecc... un Grande Saluto a te e a tutto il Governo.

Mercoledì 12 giugno 2019 16:16:18

Ritengo che bisogna fare molto di più per togliere la RAI e tanti altri mass media dagli artigli della sinistra. Il PD per decenni ha massicciamente influenzato l'opinione pubblica con i mass media e continua ad influenzarla. Non basta sostituire i vertici perché rimanendo invariato il resto cambia ben poco. Il PD si è radicato profondamente nei mezzi d'informazione così detti pubblici. Ancora oggi quando succede uno scandalo per corruzione e tangenti che coinvolgono persone della Lega o della destra in genere, la loro appartenenza politica viene sbandierata ripetutamente mentre quando lo scandalo coinvolge persone della sinistra vengono solo pronunciati i loro nomi senza sbandierare l'appartenenza al PD od altri partiti di sinistra, questo non può essere negato perché è di chiara evidenza. Gli italiani sono un popolo facilmente influenzabile sotto l'aspetto emotivo, la storia lo ha dimostrato, e la sinistra questo lo sa bene. Il PD ha pure fatto l'operazione politica più vergognosa della storia della Repubblica Italiana, l'operazione Mario Monti. Se alla caduta di Berlusconi fossero state indette nuove elezioni il PD avrebbe sicuramente vinto ma il PD non voleva andare subito al governo perché, per come stavano le cose ed in relazione alle loro matrici di sinistra, avrebbe dovuto raddoppiare le tasse e ciò avrebbe fatto perdere i consensi ed è stata studiata l'operazione Mario Monti che avrebbe consentito al PD di sedersi poi a tavola apparecchiata e banchettare con una infinità di nuove tasse per come, in realtà, è avvenuto. Il governo Monti ha triplicato le tasse sostenendo che era necessario per salvare l'Italia dal totale fallimento. Ma se dopo otto anni le tasse rimangano sempre quelle del governo Monti significa che l'Italia non è stata salvata e continua ad essere in pericolo. Ritengo che l'aumento delle tasse non ha affatto salvato l'Italia anzi, al contrario, l'ha maggiormente condannata ad una asfissia perenne.
Le risorse delle nuove tasse non sono state impegnata dal governo PD, dopo Monti, per salvare l'Italia ma sono state investite per creare nuovo passatismo burocratico, nuovi privilegi della politica e nuove inefficienze. Gli Italiani sono stati costretti a fare enormi sacrifici per essere ulteriormente soffocati dal fisco. Quando si tratta con l'Europa queste cose bisogna dirle apertamente ed a voce alta, forse capiranno meglio la situazione italiana. Se al parlamento europeo non si spiega nel dettaglio che cosa è in realtà la sinistra italiana, non capiranno mai. So che ci sono delle difficoltà dovute al fatto che se si critica la sinistra italiana qualcuno potrebbe evidenziare che questo governo ha pure una matrice di sinistra cioè i 5 stelle le cui ideologie si ispirano al Marxismo, " tasse, tasse, tasse e ancora tasse " come affermava Karl Marx per abbattere l'imprenditoria privata.

Mercoledì 12 giugno 2019 09:20:13

E bravo Pasquale, io non sono "terrona" ma come tu ben vedi, il nostro " ministro " è così facilmente passato da " prima il nord" a " prima gli italiani " cosa non fa' il potere... e poi a cosa passerà " prima io" ? È già sulla buona strada

Mercoledì 12 giugno 2019 06:51:19

Egregio ministro Salvini,
"mi consenta" innanzitutto di inviarle un saluto da Campobasso, i cui cittadini, evidentemente, non hanno dimenticato il "trattamento" che la Lega, in un recente passato, ha riservato ai "terroni".
Ora ho da farle una domanda relativa ai 49 milioni (soldi degli italiani) rimborsabili in 80 anni.
Non sarebbe stato più logico e più giusto recuperare il debito sugli importi dovuti a titolo di rimborsi elettorali?
A Napoli risponderebbero:"cca nisciun' è fess' ! "
Lei, invece, cosa risponde (evitando, ovviamente, le "prese in giro) ? "

Martedì 11 giugno 2019 23:17:49

È da tempo sig Salvini che cerco in tutti i modi di recapitarle queste mie righe ma o prima o poi ce la farò,,,

Non so se il sig. Matteo Salvini legga di persona i messaggi oppure no, comunque in poche righe le voglio raccontare cosa mi è successo e cosa sta accadendo ora, nel 2014 ho avuto un incidente sul lavoro, caduta da 20 mt perché i mezzi di protezione non erano a norma, conseguenze ho uninvalidita del 33% ed a fatica lavoro, ora mi sono stati tolti anche 5 punti e di conseguenza anche la rendita è diminuita, ed ho un bimbo di 5 anni autistico. Dopo 3 mesi dall incidente la ditta dove lavoravo non esisteva più, i titolari anni intestato tutti i beni ad altre persone e di conseguenza L avvocato mi ha detto che faremo fatica ad avere un risarcimento, anzi quasi impossibile, ora me chiedo ma è giusto? A momenti muoio, il mio bimbo a rischiato di rimanere orfano perché loro hanno risparmiato, poi non ho diritto a niente perché loro non anno più niente. Non è giusto!! !! Ma quando io non riuscirò più a lavorare, e questo sarà presto, come farà la mia famiglia ? ? Con un risarcimento potevo metterli al sicuro ma così no,,, la mia domanda è,,, perché non ci può essere, come per le vittime della strada, un risarcimento per le vittime sul lavoro ? ? ?
Se queste righe le leggerà i le verranno riportate la prego faccia qualcosa, perché ci sono tanti lavoratori nelle mie condizioni, e con famiglie al seguito.
Io la ringrazio e la saluto Tieghi Marco.

Sig salvini probabilmente lei ha tante cose a cui pensare ma questa secondo me è una di quelle,,,

Non so se vorrà approfondire ma le lascio i miei recapiti
346------
Mail. M. ---

Inoltre per farle capire la verità vada su Google e scriva marco Tieghi cade dal tetto e vedrà con i suoi occhi.

La prego si interessi e metta in moto qualcosa perché tanti lavoratori sono nelle mie condizioni...
la saluto e spero che prenda atto delle mie parole... uno di lei,, Tieghi marco

Commenti Facebook