Messaggi e commenti per Myrta Merlino

Messaggi presenti: 269

Lascia un messaggio o un commento per Myrta Merlino utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Martedì 31 marzo 2020 12:25:34

Myrta, siamo stanchi di parole, governo lento, dal inizio si è sottovalutato che eramo in emergenza, adesso li aiuti offendendo la nostra intelligenza e dignità. Ma, in quali mani siamo. Myrta persone come lei è la nostra voce. Aiutateci! !

Martedì 31 marzo 2020 12:09:31

Cara Myrta, scusami se ti porto via un pò del tuo tempo prezioso.
Sono una mamma e moglie di 51 anni, Ti seguo sempre quando posso e mi sei tanto simpatica per la tua solarità e capacita a tenere a bada a tanti problemi che spesso questo governo non è in grado di adempiere, Tu con i tuoi ospiti mi fate capire tante cose, in particolare su questa nostra situazione. Io sono molto preoccupata e ti spiego il perchè: sono una operaia, lavoro presso A. I. A., Agricola tre Valli di Nogarole Rocca In provincia di Verona. Ho un mutuo acceso e la banca mi dice che non posso sospenderlo perche io lavoro, percepisco uno stipendio di 1. 200 €, ho una figlia di 11 anni e un marito di 65 anni anni che non lavora da 11 anni. Sinceramente non ne posso piu, ma sopratutto non capisco perche io non possa accedere al piano che il governo ha attuato per far si che tutti possano vivere senza dover elemosinare e poi vi è anche la salute che mi tormenta. Non capisco perche vi è gente che pur avendo 2 o anche 3 stipendi possa accedere al piano salva famiglie e io no. Non capisco perche tutti mi dicano di no, io voglio capire se non posso avere un aiuto dallo stato oppureno, poi si parla tanto di solidarietà, ma quando vedo queste ingiustizie mi rendo conto che la parita non esiste e che chi è nella miseria è destinato a morire. La banca non mi concede la possibilità di avere agevolazioni e perche non posso accedere a questo salva famiglie, devo prima forse morire per avere un aiuto da chi di competenza. Gradirei una tua risposta perche voglio capire cosa fare, credimi cara Myrta sono esausta e se ti dico che non ve la faccio piu è davvero poca cosa. Attendo con ansia una tua parola e ti abraccio con affetto Irma.
Se mi risponderai fallo sulla mail di mio marito: -------. Ti lascio anche il mio numero di telefono nel caso tu volessi contattarmi, che è il: 340 -------
Aspetto, non lascirmi anche tu in questo vivolo cieco e senza speranza. P. S. ma mio marito non può avere avere qualche aiuto ?.

Martedì 31 marzo 2020 12:03:39

Buongiorno, seguo sempre la sua ed altre trasmissioni, non sento più parlare di sbarchi sulle coste siciliane. Che fine hanno fatto gli immigrati? Grazie! !
Agostino Berardi

Martedì 31 marzo 2020 11:54:50

Buongiorno Myrta, mi sono preso una pausa prima di scrivere come consigliato ma non cambia quello che penso che non è certo positivo. mi spiace per il tuo ammirabile ottimismo, ma esiste anche il realismo, esiste la realtà oggettiva, esistono ormai decine e decine di testimonianze proprio di coloro che noi tutti solo oggi reputiamo degli eroi. ultimo esempio la puntata di report andata in onda ieri sera. anzi mi permetto di consigliare a te e ad altri tuoi colleghi di smetterla con dell' inutile buonismo nei confronti di chi ci dovrebbe difendere. è ormai chiaro che sono stati commessi molti errori da parte di enti ed istituzioni a tutti i livelli, mondiale continentale nazionale regionale. migliaia di persone ci hanno rimesso la vita e chissà quanti ancora purtroppo faranno la stessa fine. mi piacerebbe ad esempio che il prof. Pregliasco, oltre che stare in tv una valanga di ore al giorno e tutti i giorni, avesse l'onestà di non parlare di sfortuna per ciò che sta succedendo, lo ritengo offensivo per chi sa ragionare e chi cerca di capire cosa è andato storto per arrivare a questa tragica situazione. Locatelli ed altri suoi colleghi che negano l'evidenza risultando in enorme difficoltà e imbarazzo davanti all'evidenza dei fatti, incalzati da giornalisti che semplicemente cercano la verità con dati e testimonianze inconfutabili. si nega l'evidenza, cosa che mi fa ribollire il sangue e mi riempie di rabbia che si aggiunge alla disperazione. peccati MORTALI sono stati commessi e mi pare strano che voi non ve ne siate resi conto. sarà stata incapacità ? inadeguatezza in certi ruoli fondamentali e vitali ? o addirittura commessi volontariamente per interessi politici ed economici ? e voi, ancora oggi, cosa fate ? continuate a dargli credito e parola senza la minima volontà di cercare la verità. questo secondo me non è buon giornalismo, non è il modo di risolvere la situazione e cercare di migliorare le cose. in nome di un ottimismo fuori luogo anzi li appoggiate, gli consentite di continuare nel solco della menzogna e della disonestà intellettuale. voi giornalisti dovreste essere le sentinelle per noi cittadini, invece ho l'impressione che siate in troppe occasioni troppo morbidi se non addirittura responsabili di una comunicazione superficiale, accondiscendente. non basta mandare in onda servizi ed interviste toccanti per svolgere bene la vostra fondamentale professione. profondamente disperato, incazzato, deluso, Simone Tognacchini

Martedì 31 marzo 2020 11:31:34

Ciao Myrta, il prelievo del siero da un Igg che e' il pregresso e l'igm la situazione attuale acuta, la stessa cosa si fa per tanti esami ad esempio la clamidia. Se si ha l'igg positivo e l'igm negativo l'infezione e' passata, con l'igm positivo invece l'infezione e' in corso.
Per il resto diversamente da quanto dicono in tanti noi siamo seriamente in quarantena solo da 15 giorni, ne abbiamo persi almeno 15/20 con le analisi sbagliate che il virus era simile alla ns/influenza.. (leggi Gismondo). Inoltre prima di ripartire dobbiamo avere tutti le mascherine, adesso così non è. Vediamo invece le immagini in Corea, nonostante siano un paese povero, hanno tutti le mascherine... con stima Massimo

Lunedì 30 marzo 2020 15:26:16

Buongiorno Myrta sono Cristina Avogaro da La Spezia, vorrei farle presente che anche noi operatori dell'igiene urbana siamo quotidianamente sul territorio a contatto con la gente senza essere minimamente considerati eppure svolgiamo un servizio essenziale. Cordiali saluti

Lunedì 30 marzo 2020 11:21:06

Dott Merlino seguo sempre aria che tira adesso con questa epidemia ancora di piu e sono rimasto un po stupito nel vedere che non si parla quasi mai dei tagli fatti in passato alla nostra sanità, questi tagli sono stati fatti e voluti da qualcuno, hanno una paternità precisa politica ma anche personale si potrebbe chiedere ai politici che li promuovevano e ai media che davano ragione a tutto ciò. Si potrebbe parlare degli interessi di qualcuno a tagliare nel pubblico a favore del privato "convenzionato", a mo avviso i morti e i malati ora sono sulla coscienza di qualcuno (se ne hanno una). buna giornata grazie

Lunedì 30 marzo 2020 10:23:46

Innanzitutto complimenti per la sua trasmissione.
In questo momento di guerra sanitaria bisogna dire che non stiamo cavando il ragno dal buco. Anzi!
le voglio narrare un aneddoto breve successo a mia sorella e relativo marito. Questo è rimasto a casa con evidenti sintomi di COVID 19 ed è stato curato con della tachipirina (per oltre 15 giorni) che ha il valore dell'acqua fresca. A forza di insistere è stato finalmente ricoverato presso un ospedale in provincia di Cremona e sottoposto a ventilazione forzata (ma non intubato) e terapia con medicinali che hanno curato la sars e l'HIV. Dopo 12 giorni di degenze è stata recuperata la insufficienza respiratoria e dimesso. Sua Moglie (mia sorella) si è ammalata di sindrome influenzale e curata a casa e grazie a Dio si è ripresa ma non sappiamo se sia stata infettata da corona virus in quanto di tamponarla NON SE NE PARLA. ORA VIVE A CASA ASSIEME AL MARITO PER PRESTARE LE CURE NECESSARIE PER LA RIPRESA IN QUANTO RITORNATO MOLTO DEBILITATO. Ora mia sorella esce per la spesa e la farmacia ma non sappiamo se sia asintomatica oppure ancora indenne ma sta di fatto che può rappresentare un pericolo di contagio per altre persone.
Quanto narrato costituisce un problema enorme che riguarda il ritardo nella cura che vede poi ricoverati pazienti estremamente debilitati che stentatno a riprendersi anche se intubati. Cosa dire poi di mia sorella che vive con un reduce e nessuno la sottopone a tampone per cui circola a piede libero???
Dopo questa introduzione vorrei fermamente che lei intervistasse il Prof. Luigi CAVANNA dell'ospedale di Piacenza il quale sostiene a gran voce che i TAMPONI VANNO ESEGUITI CASA PER CASA DEI SINGOLI SOSPETTI e che LE PERSONE HANNO BISOGNO DI ESSERE CURATI PRECOCEMENTE (non devono giungere negli ospedali gente morente).
La prego intervisti questo professionista che ha individuato il problema nel suo aspetto essenziale. Altri suoi colleghi amano la notorietà e diffondono notizie non appropriate alla straziante attuale emergenza.
Saluti cordialissimi. BENELLI Dante Via ------- 7 Piadena Drizzona. Cell. 329 -------.

Sabato 28 marzo 2020 01:22:42

Gentilissima signora Myrta Merlino visto che la guardo quasi ogni mattina (fa pure rima). Vorrebbe fare un dibattito con gli esperti il fatto che il CORONAVIRUS potrebbe entrare anche dalle ORECCHIE e non solo dal naso e dalla bocca visto che sono tutte collegate tra loro e tutti portano ai polmoni per una broncopolmonite e le mascherine che normalmente si usano proteggono solo a metà. Grazie per la sua attenzione Saluti

Venerdì 27 marzo 2020 23:36:57

Ho mia nipote che vive sola a Londra perché li lavora. Stasera mi ha detto che ha la febbre a 38 ma fino a lunedì il medico di base non è reperibile. Vorrei sapere, per favore, se sapete se anche li come da noi c è qualche altro numero utile da chiamare. Lei ha seguito le linee guida del nostro governo ed è restata a Londra anche per non infettare la mamma immunodepressa. Se sapete qualcosa vi ringrazio dell aiuto. Cordialmente
Casarola Iride

Commenti Facebook