Messaggi e commenti per Myrta Merlino

Messaggi presenti: 22

Lascia un messaggio o un commento per Myrta Merlino utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Sabato 21 dicembre 2019 22:49:29

Cara Mirta,
mi fa molto piacere di averla rivista alla conduzione dell'Aria che tira e visti gli ultimi avvenimenti vorrei fare alcune considerazioni:
della Lega non vorrei parlare e tantomeno di Salvini (rischierei di usare una terminologia non proprio ortodossa).
Invece vorrei parlare della Meloni che fa tanto la disinfettata al punto da definire F. d. I. il partito della coerenza, serietà e concretezza.
Vediamo:
- Consigliere comunale a Fermo (VA) arrestato con l'accusa di associazione a delinquere di stampo mafioso
- Presidente del consiglio comunale di Piacenza, associazione mafiosa (espulso dal partito)
- Capogruppo di F. d. I. alla regione Calabria (accusato di associazione mafiosa)
- Tesoriere del partito arrestato nel 2016 per traffico di rifiuti in Campania.

E allora mi domando, ma che ha da strillare in parlamento se poi si scopre che il suo partito è come tutti gli altri? Forse anche peggio?

La saluto cordialmente e con l'occasione le porgo i migliori auguri di un Buon Natale e Felice Anno Nuovo.

Giorgio Orsolino

Venerdì 20 dicembre 2019 11:10:58

Buon giorno mi chiamo Bernardo Sandri sono un uomo di 50 anni grande invalido che quotidianamente combatte con due malattie, ma le posso garantire che sul mio viso non manca mai il sorriso tanto che ho coniato la frase: "Si stancherà prima la vita di farmi male che io di soffrire". Premesso che non sono qui né per pietà ne per denari, ma quando i miei impegni lavorativi me lo consentono: seguo la sua splendida trasmissione che informa la persone usando toni chiari e nel rispetto di un canonico giornalismo coerente e libero. I suoi canali di comunicazione hanno il potere di arrivare al cuore del problema e della gente trasmettendo messaggi positivi e soprattutto con l'onestà intellettuale figlia della sua professionalità. Proprio per questo motivo ho sentito il bisogno di raccontarle della mia vita trascorsa all'ombra di una famiglia assente che: invece di sostenermi per contrastare la malattia, mi etichettò come infantile e superficiale non curandosi mai veramente di come io stessi. Purtroppo questo loro comportamento mi condusse a frequentare ambienti deviati e amori inquinati tanto che oltre a essere diventato un delinquente violento, entrai nel tunnel dell'anoressia arrivando a pesare 38Kg per 1 metro e 69 cm di altezza. La mia vita è diventata un libro che si intitola"IL BRIVIDO DI UN BACIO", ma ripeto non sono qui per PUBBLICITÀ, ma perché vorrei che i miei errori e quelli dei miei famigliari diventassero luce nella tempesta di altri giovani. Quindi, se potessi avere un suo contatto mail, le allegherei un file del mio manoscritto chiedendole di leggerlo al fine di poter sviluppare il tema in una sua trasmissione o di dedicargli un piccolo angolo sul suo blog. Non parlo del libro ma del tema che di cui tratta il mio romanzo, infatti oggi che sono genitore ho sempre il timore che i miei comportamenti di padre possano essere deleteri e distruttivi per mio figlio. Non le chiedo di menzionare ne a me ne il mio libro: NON CERCO UNO SPONSOR. E' dall'età di 13 anni che lavoro e oggi ho un impiego onesto, una bellissima famiglia e non cerco notorietà vorrei che mai nessun'altro giovane debba provare sulla sua pelle quel dolore che ti stringe in una morsa implacabile. C'è stato un tempo in cui andavo in giro in Ferrari mentre oggi che ho la deambulazione ridotta: mi sono fatto limitare la mia patente A e, dopo aver fissato il mio bastone allo scooter, corro nel vento piegando come un tempo facevo con il mio Suzuki RG 500, ma io ho la fortuna di essere un tipo che si adatta… quanti giovani ci riuscirebbero? Infatti sul mio volto c'è sempre un bel sorriso proprio perché forgiandomi nella sofferenza: ho imparato a contrastare le avversità, ma non so quanti ragazzi sarebbero in grado di riuscirci senza un piccolo sostegno e quindi vorrei aiutarli in qualche modo. Non sto qui a suggerirle di invitare in trasmissione sociologi o psicologi che possano spiegare meglio le dinamiche che spingono alla ribellione un adolescente, il suo share è la conferma della sua capacità e bravura nell'approfondimento e nella messa in onda di una trasmissione, ma da padre a padre le chiedo, dal profondo del mio cuore, di dedicare anche solo un piccolo spazio di approfondimento affinché figli e genitori possano comprendere come bloccare sul nascere quei meccanismi devastanti che spesso conducono un ragazzo sulla via di una dipendenza. Invitandola a leggere il mio libro, la informo che sulla mia pagina face book Bernardo Sandri potrà trovare alcune recensioni del medesimo, ma voglio sottolineare che avrei molto piacere di ricevere il suo giudizio come pura e semplice crescita personale che NON PUBBLICHERÒ MAI DA NESSUNA PARTE. Prima di porgerle i miei ringraziamenti e i miei più cordiali saluti mi auguro che possa accogliere la mia richiesta perché a volte i miracoli di Natale avvengono davvero. Sandri Bernardo

Sabato 14 dicembre 2019 15:55:09

Salve a tutti, sono Michelangelo Parente un ragazzo di 27 anni che al momento Le parla a nome di 455 ragazzi. Abbiamo bisogno di aiuto, del vostro aiuto, dell'aiuto di tutti i programmi e di tutte le televisioni. hanno fatto già alcuni servizi sulla nostra situazione, sia su i vari tg regionali, sia su quelli tg nazionali. Le racconto in breve la nostra storia. Partecipammo ad un concorso nel 2017 per diventare agenti della polizia di stato i cui requisiti previsti dal bando erano età max 30 anni e licenza media. dopo 2 anni la lega decidere di scorrere quella stessa graduatoria applicando però i nuovi requisiti, ovvero età max 26 (non compiuta) e licenza superiore. Facciamo ricorso il TAR lo accoglie e ci manda alle visite psico-fisiche. Superiamo anche quelle, otteniamo il foglio di idonietà ma l'amministrazione della polizia di stato ci cancella dalle graduatorie. Facciamo un altro ricorso per l'ammissione al corso di formazione, ottenendo sentenza favorevole sia al TAR sia al CDS. nonostante tutte queste sentenze ad oggi l'amministrazione ancora non ci avvia al corso, stiamo combattendo contro dei giganti che dovrebbero far rispettare la legge, non ignorarla. La prego a nome di tutti i 455 ragazzi si ascoltarci, non possiamo essere considerati vecchi a 26 anni. non possono violare quello che c era scritto nel bando. Ci dia una possibilità.
In attesa di un Suo positivo riscontro Le porgo i nostri piu cordiali saluti.
Gli Allievi Agenti Polizia di Stato.

Giovedì 12 dicembre 2019 16:18:54

Carisssima Myrta BEN TORNATAAA👏👏👏🙋🙋🙋un grande abbraccione da me, Patrizia da Treviso.
Quando ti ho vista in tv mi è venuto spontaneo sia commuoversi sia pensare ad alta voce "Myrta è tornata evviva".
Perché? Ma perché porti allegria, passione per il tuo lavoro, intelligenza, simpatia e umanità.
Grazie a te mi sono appassionata alla politica mai successo prima dei 60 anni (ora ne ho 63).
Beh, e con questo concludo, ti faccio i miei più sinceri auguri di un sereno Natale.
Un abbraccio👋Myrta
Patty

Martedì 10 dicembre 2019 12:24:32

Faticoso, quasi impossibile seguire programma senza di te. Chiedo da anni che tutti ma in particolare Manager tipo chicco testa (? ?) o i tipi come cofferati che ha reso orrenda Bologna DICHIARINO che cosa hanno fatto per l'umanità QUANTO GUADAGNANO E QUANTI CONTRIBUTI HANNO VERSATO. Ce la farai???

Venerdì 6 dicembre 2019 18:43:50

Seguo sempre la sua trasmissione ma dopo l articolo di libero su nilde iotti basta con questi scribacchini di senaldi e feltri che insultano tutti (anche in tv) senaldi e recidivo perché aveva insultato i meridionali (la7). chi li invita e complice. basta con l odio

Mercoledì 4 dicembre 2019 21:11:23

Cara Myrta, sono una assidua spettatrice della tua trasmissione. DI tutti i problemi di cui sento dibattere, spesso a sproposito, ritengo che il problema principale da risolvere in questo Paese sia la riforma della Giustizia. Chi come me ha avuto a che fare più volte con la Giustizia, sia per lavoro che per questioni personali, si è reso conto come sia urgentissimo affrotare questo problema. Ti racconto l'ultima mia esperienza: il 29 gennaio 2019 ho presentato ricorso presso il Tribunale di Padova contro un atto esecutivo dell'Agenzia delle Entrate perché le cartelle esattoriali inserire nel provvedimento erano prescritte. Per questo ricorso, oltre alle spese legali ho versato 600 euro di Contributo unificato al Tribunale. A tutt'oggi, ovvero dopo 10 mesi il Giudice non ha ancora deciso nulla, ma dopo 10 mesi ha richiesto un ulteriore documento. L'avvocato mi ha detto che, non essendo perentorio il termine di presentazione di tale documento, se tutto va bene forse il Giudice deciderà a febbraio-marzo 2020.
Quindi, oltre aver dovuto ricorrere contro l'Agenzia delle entrate che notifica cartelle prescritte, oltre alle spese legali, oltre ad aver pagato 600 euro per un servizio che tutti noi paghiamo già con le tasse, per avere la decisione di un Giudice che deve accertare se la richiesta dell'Agenzia delle entrate è legittima, ovvero se le cartelle sono prescritte, ovvero verificare una scadenza, devo attendere oltre un anno e forse più (chissà), perché i Giudici non hanno una tempistica.
Quale sarà la decisione del Giudice, io comunque non avrò avuto giustizia, perché i tempi biblici dei processi annullano tale diritto.
Ti saluto con cordialità ANNA BETTELLA di Padova

Venerdì 22 novembre 2019 13:01:50

Dott. Merlino,
Mi permetto di darle un consiglio nel caso dovesse ancora invitare ed intervistare il Sig. Di Maio. Provi a chiedergli lumi sul tempo pieno nelle scuole:ad ottobre 2018 aveva dichiarato "da oggi il tempo pieno nelle scuole elementari è una realtà, abbiamo assunto già 2000 insegnanti". Crozza se ne è occupato subito, ha mandato in onda la dichiarazione decreto (tipo quella sulla povertà) lo ha dovutamente sbertucciato, ma il nostro non è mai stato chiamato a pagar dazio-
Cordiali saluti

Lunedì 18 novembre 2019 12:39:22

Signora Merlino,
Sto seguendo la sua puntata di oggi. La seguo sempre con interesse ma da Lei mi attenderei una maggior onestà intellettuale:mentre intervistava Luca, in pieno sollucchero, da piazza Maggiore ha più volte voluto ribadire che Lei si tiene al di sopra delle parti:se così fosse Le debbo dire che Le riesce piuttosto male, le sue simpatie sono fin troppo palesi e non vi è nulla di male, ma è male prenderci in giro.
Il sig Luca ha parlato di like, di social, di cose che al popolo interessano ben poco, ma dipingere da una parte il bene da lui impersonato (manovrato da Prodi) e dall'altra il cattivo Salvini non pare esattamente il massimo della democrazia. Capisco che è l'ultima spiaggia per il governo che Lei ha sempre, ESPLICITAMENTE, auspicato, ma probabilmente lo decideranno gli elettori, anche quelli che non inviano nessun like.
Buon lavoro

Lunedì 11 novembre 2019 16:02:51

Buona sera Dott. ssa MERLINO La disoccupazione e' il risultato di tutte le precedenti politiche basate sul profitto, l'illegalita' e l'incompetenza. Il R. di C. e' un provvedimento che sta aiutando molte famiglie in difficolta'e non si tratta di persone pigre o furbe. Trovo di cattivo gusto da parte di alcuni definire i disoccupati che ne stanno beneficiando come" coloro che se ne stanno comodamente seduti sul divano". Alcuni partiti vorrebbero abolire o modificare in peggio questo provvedimento. L'alternativa secondo loro qual e'? Far morire di stenti queste persone? Invece di accanirsi sul misero R. di C. perche' non provvedono a tagliare i loro faraonici stipendi? I rivenditori della zona in cui abito mi hanno riferito che da quando esiste il R. di C. le loro vendite sono aumentate. Penso stia succedendo la stessa cosa nel resto d'Italia. Nel nostro Paese esiste un problema sociale molto serio di cui non si discute mai. Si parla sempre di disoccupazione giovanile, mentre non si fa mai riferimento ai disoccupati di 40/50/60/ anni. Non appena ci saranno le condizioni favorevoli le imprese potranno assumere dei giovani. E gli adulti chi li assume? Un imprenditore tra un trentenne ed un cinquantenne chi sceglie? Il R. diC. e' percepito da pochissimi giovani e da molti disoccupati adulti che non hanno aspettative per il futuro. Ai conduttori e ai giornalisti chiedo gentilmente di sostenere in maniera costante il R. di C. e di sensibilizzare i politici sul tema riguardante la disoccupazione degli adulti. Grazie Cordiali Saluti Natalia Buda

Commenti Facebook