Biografie

Lacordaire

Lacordaire
Lacordaire nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

Biografia

Jean Baptiste Henri Lacordaire nasce il 12 maggio 1802 a Recey-sur-Ource, figlio di un dottore della marina francese. Cresciuto a Digione ed educato al cattolicesimo, si allontana dalla religione durante gli anni del liceo. Studia Giurisprudenza con l'intenzione di diventare avvocato, e nel frattempo frequenta un circolo letterario e politico, la Société d'études, che raccoglie la gioventù monarchica locale.

Nel 1822 si reca a Parigi per svolgere il tirocinio come avvocato, ed entra nell'ufficio del procuratore generale Mourre. La vita nella capitale francese, tuttavia, non lo soddisfa: nel 1824, dopo un periodo di crisi esistenziale, si converte e sceglie di diventare sacerdote. Entrato nel seminario Saint-Sulpice di Issy-les-Moulineaux grazie all'intervento dell'arcivescovo di Parigi monsignor de Quélen, stringe un rapporto stretto con il Duca di Rohan-Chabot, che gli suggerisce di aderire alla Compagnia di Gesù.

Il 22 settembre 1827 Lacordaire viene ordinato prete e riceve l'incarico di cappellano di un convento di Visitandine. Dopo essere stato secondo cappellano in un liceo (esperienza grazie alla quale ha la possibilità di notare la scristianizzazione delle nuove generazioni a causa dell'insegnamento pubblico), viene invitato da Félicité de Lamennais nella sua tenuta: insieme con lui e Charles de Montalemberg si unisce alla rivoluzione di luglio, e sostiene le contemporanee rivoluzioni in Italia e Belgio.

Contribuisce alla fondazione del giornale "L'Avenir", che difende la sovranità assoluta del Papa in ambito religioso e promuove l'allargamento del suffragio universale e la libertà di stampa. Poco dopo Lacordaire fonda l'Agenzia generale per la difesa della libertà religiosa. Nel 1831 una scuola da lui fondata con Montalembert viene chiusa dalla polizia; in seguito a questi avvenimenti, "L'Avenir" interrompe le pubblicazioni, e Lacordaire si reca a Roma per presentare una Memoria a Papa Gregorio XVI. L'accoglienza che gli viene riservata, tuttavia, è molto fredda, al punto che il pontefice arriva a condannare le sue idee (e in particolar modo le istanze relative alla libertà di stampa e alla libertà di coscienza) nell'enciclica "Mirari Vos".

Dopo avere pubblicato una lettera di sottomissione a Gregorio XVI, Lacordaire incontra la letterata russa Madame Swetchine, convertita al cattolicesimo, con la quale intraprende una relazione di amicizia molto stretta. Più tardi tiene alcune conferenze presso il College Stanislas su suggerimento di Frédéric Ozanam: gli appuntamenti vengono tuttavia sospesi a causa della presenza - nei suoi discorsi - del tema ricorrente della libertà, ritenuto pericoloso e in grado di pervertire i più giovani. Nel 1839 egli prende l'abito domenicano con il nome di Domenico nella basilica di Santa Maria sopra Minerva di Roma; quindi, svolge un anno di noviziato nel Lazio, scrivendo una "Vita di San Domenico" prima di fare ritorno in Francia.

Sostenitore della Rivoluzione del 1848, aderisce alla Seconda Repubblica Francese e, dopo aver fondato con Ozanam il giornale "L'ére nouvelle", viene eletto per il collegio di Marsiglia all'Assemblea Costituente, dalla quale si dimette nel giro di breve tempo. Rimasto disilluso dal regime repubblicano, lascia la direzione del giornale lanciato poco prima; in seguito, condanna il colpo di Stato andato in scena a dicembre del 1851. Nel 1852 accetta la direzione di un collegio di Oullins, mentre due anni più tardi si sposta in una scuola di Sorèze. Eletto membro dell'Académie francaise nel 1860 al posto di Alexis de Tocqueville, Lacordaire muore il 21 novembre 1861 a Sorèze.

Frasi di Lacordaire

5 fotografie

Foto e immagini di Lacordaire

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Lacordaire ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Lacordaire nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

10 biografie

Nati lo stesso giorno di Lacordaire

Francesco Giuseppe I d'Austria

Francesco Giuseppe I d'Austria

Imperatore austriaco
α 18 agosto 1830
ω 21 novembre 1916
Emil Zatopek

Emil Zatopek

Campione ceco di atletica
α 19 settembre 1922
ω 21 novembre 2000
Heinrich von Kleist

Heinrich von Kleist

Drammaturgo e poeta tedesco
α 18 ottobre 1777
ω 21 novembre 1811
Quentin Crisp

Quentin Crisp

Scrittore, attore e autore satirico inglese
α 25 dicembre 1908
ω 21 novembre 1999
Alexandre Dumas padre

Alexandre Dumas padre

Scrittore francese
α 24 luglio 1802
ω 6 dicembre 1870
Nicolò Tommaseo

Nicolò Tommaseo

Linguista, scrittore e patriota italiano
α 9 ottobre 1802
ω 1 maggio 1874
Victor Hugo

Victor Hugo

Scrittore francese
α 26 febbraio 1802
ω 22 maggio 1885
Federico Guglielmo IV di Prussia

Federico Guglielmo IV di Prussia

Monarca tedesco
α 15 ottobre 1795
ω 2 gennaio 1861
Arthur Hugh Clough

Arthur Hugh Clough

Poeta inglese
α 1 gennaio 1819
ω 13 novembre 1861
Camillo Benso conte di Cavour

Camillo Benso conte di Cavour

Politico e statista italiano
α 10 agosto 1810
ω 6 giugno 1861
Elizabeth Barrett Browning

Elizabeth Barrett Browning

Poetessa inglese
α 6 marzo 1806
ω 29 giugno 1861
Ippolito Nievo

Ippolito Nievo

Scrittore e patriota italiano
α 30 novembre 1831
ω 4 marzo 1861