Oggi: domenica 21 dicembre 2014 » S. Pier Canisio
Giorno per giorno i profili di miti e personaggi famosi che si sono meritati un posto nella storia

Arthur Wellesley I duca di Wellington

Il Duca di Ferro

Commenta
Arthur Wellesley I duca di Wellington

Arthur Wellesley nasce a Dublino il giorno 1 maggio 1769 da una famiglia dell'antica nobiltà inglese trapiantata in Irlanda. Nel 1787 entra nell'esercito e parte con la spedizione nei Paesi Bassi. Negli anni dal 1794-1795 si trova a combattere contro la neonata Repubblica francese. Promosso colonnello, nel 1796 viene inviato nelle Indie Orientali, delle quali suo fratello Richard sarebbe divenuto, poco dopo, Governatore. Qui si forgia alla vita militare ed ai combattimenti.

Rientrato in patria viene eletto alla Camera dei Comuni, ma la minaccia napoleonica si fa sempre più pressante, ragione per la quale ritorna nell'esercito. Dopo una breve spedizione in Danimarca, nell'aprile 1808 riceve il grado di tenente generale ed è inviato in Portogallo e Spagna: l'insurrezione, partita da Madrid il 2 maggio 1808, presto si estende all'intera penisola iberica.

Wellesley giunge a sostenerla e coordinarla e, nonostante Napoleone impieghi nel conflitto i suoi migliori comandanti ed ingenti forze, non riesce a spuntarla, perdendo oltre 400.000 uomini in Spagna fra il 1808 ed il 1814. In quest'ultimo anno riceve il titolo di I duca di Wellington.

Al ritorno di Napoleone - che ha ritrattato la sua prima abdicazione - dall'isola d'Elba, è nominato generalissimo di tutti gli eserciti alleati. Concentra subito le forze nei Paesi Bassi e, il 18 giugno 1815, affronta Napoleone a Waterloo, dove resiste strenuamente fino a sera dando tempo e modo ai prussiani, al comando di Blucher, di giungere in soccorso. Arthur Wellesley consegue così la storica vittoria e marcia su Parigi.

Al Congresso di Vienna, dove rappresenta l'Inghilterra, contrasta con fermezza la condanna a morte dell'imperatore francese. Nel Regno Unito riceve, nel 1827, il comando in capo dell'esercito, che conserva fino al 1842.

Torna alla politica alla guida del partito conservatore dei "Tory" - che difende la supremazia del sovrano contro la crescente autorità del Parlamento - osteggiando tutti i tentativi di modernizzazione nel campo sociale.

Arthur Wellesley è Primo ministro in un governo di coalizione con il liberale Robert Peel agli Interni, dal 1828 a 1830. Dopo la sconfitta dei tories alle elezioni del 1830 si dimette. Sarà poi ministro degli Esteri nel primo governo Peel dal 1834 al 1835 e ministro senza portafoglio nel secondo, dal 1841 al 1846.

Arthur Wellesley I duca di Wellington, muore a Walmer, il 14 settembre 1852, all'età di 83 anni.

Figura di primo piano della storia politica e militare britannica ed europea degli ultimi secoli, Arthur Wellesley è l'uomo che induce due volte Napoleone ad abdicare costringendolo al definitivo abbandono delle scene. Per la sua risoluta determinazione viene ricordato come il "duca di ferro". Unica sua pecca: l'incapacità di comprendere l'importanza dell'innovazione, alla quale si oppone sistematicamente, e le cui conseguenze emergeranno con sempre maggior evidenza nei decenni a venire.

Cerca nelle biografie:

Ultimo aggiornamento: 14/10/2011

Accadde oggi

21 dicembre 1913
Realizzato da Arthur Wynne, il New York World pubblica il primo cruciverba di cui si abbia notizia.

Ha detto:

«Il male viene fatto senza sforzo, naturalmente, è l'opera del fato. Il bene è sempre il prodotto di un'arte.»
Charles_Baudelaire
Testo di Stefano Moraschini