Messaggi e commenti per Giuseppe Conte

Messaggi presenti: 2.790

Lascia un messaggio o un commento per Giuseppe Conte utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Leggi anche:
Frasi di Giuseppe Conte

Domenica 17 ottobre 2021 18:05:29

Il presidente Draghi e i giovani; Il reddito di cittadinanza; l’ISEE


Invito del presidente Draghi ai giovani ad acquistare una casa con il mutuo!
Reddito di cittadinanza: la verità nascosta!
La verità sull’ISEE.
Bella iniziativa del Presidente Draghi, un grandissimo aiuto per i giovani per realizzare il sogno della casa e della famiglia.
Ma domandatevi se dopo aver acquistato la casa con il mutuo dovesse restare senza lavoro, senza cassa integrazione, senza alcuna indennità o ristoro da parte dello stato. Insomma senza alcuna entrata economica.
Richiede il reddito di cittadinanza e si accorge che l'ISEE inserisce il VALORE IMMOBILIARE della sua abitazione e supera il reddito di € 9. 360 (corrispondente a un valore immobiliare di € 120. 000) non potrà percepire il reddito di cittadinanza e la speranza di essere aiutato a trovare un altro lavoro, ai corsi di formazione ecc.
Morale della favola: bene agli aiuti pensati dal Presidente, se l'ISEE viene modificato, eliminando il valore immobiliare della casa acquistata e dove abita inserendo in un altro rigo “ALTRO VALORE IMMOBILIARE di seconde case ecc.
Questo valore immobiliare è stato definito dal relatore della legge: “Diritti reali di godimento posseduti sui beni immobili” e nell’ISEE è stato monetizzato!!!
Certamente chi abita nella propria casa può bontà sua godersi l’utilizzo della e godersela, ma vi siete mai chiesti come si può sopravvivere, non avendo nessunissima entrata economica, come mangiare, pagare le bollette, le rate del mutuo, insomma per continuare a SOPRAVVIVERE, in attesa di trovare un POSTO DI LAVORO con l’aggravante di non poter usufruire del RdC anche nella formazione e recupero di un posto di lavoro!
Beniamino Marogna

Mercoledì 13 ottobre 2021 19:21:05

Egr. dr. Conte, non pensa di esagerare nel continuamente ripetere che Salvini e Meloni dovrebbero partecipare alla manifestazione di sabato 16, credo inopportunamente concessa a poche ore dal voto, nella delicata situazione generale, e dove assordante e incessante sarà il cantare “bella ciao…”? Per fortuna abbiamo anche politici coerenti con le idee che rappresentano, stabilito inoltre che i delinquenti di sabato scorso nulla hanno a che fare con i due politici citati.

Mercoledì 13 ottobre 2021 09:50:57

Tamponi gratuiti e greenpass


Egregio Presidente, Vorrei che si esprimesse con la chiarezza che La contrddistingue sulla gratuità o meno dei tamponi per chi non vuole vaccinarsi. Io ritengo che pagarli, da parte dello stato, sia una forma di condono che premia, come al solito, chi non adempie a un dovere civico ed uno schiaffo a chi questo dovere l'ha compiuto. La ringrazio per l'attenzione e, augurandoLe buon lavoro, la saluto cordialmente,
Adriana Belfiore

Mercoledì 13 ottobre 2021 08:24:38

Ma se si attuano politiche monetarie sempre più restrittive, volte a contenere la moneta circolante, potranno riuscire le imprese del mercato interno a reperire tutta la moneta sufficiente a consentire la restituzione dei prestiti alle banche?
Ma se la moneta circolante si riduce sempre più e le imprese domestiche hanno sempre più difficoltà a restituire la moneta ricevuta in prestito alle banche, come potranno queste ultime continuare a prestare moneta alle imprese a tassi d’interesse contenuti?
Ma se le banche non prestano più soldi alle imprese per svolgere attività produttiva a chi li prestano a tassi d’interesse contenuti e per fare che cosa?
Ma se tutti i Paesi aumentano il loro livello di competitività per ottenere moneta esportando, chi importerà i prodotti di quelli che vogliono esportare?
Ma se c’è chi applica politiche monetarie ultra espansive, svalutando la moneta, sviluppandosi sempre più e aumentando l’occupazione, e, per contro, c’è chi applica politiche monetarie ultra restrittive, attuando svalutazioni interne deflazionistiche e depressive, riducendo i salari e l’occupazione, chi potrà essere, alla lunga, il più competitivo tra i due?
Ma se, per essere competitivi, si riduce sempre più l’incidenza del fattore lavoro sulla produzione, impiegando sistemi sempre più automatizzati, chi, nel mercato interno, potrà fornire la moneta occorrente a consumare i prodotti del sistema produttivo automatizzato, se non attraverso l’aumento del livello di indebitamento privato?
Ma se sempre più persone si indebitano e sempre meno moneta circola, come potranno gli operatori finanziari evitare il loro slittamento progressivo dalle posizioni coperte a quelle speculative e, infine, a quelle ultraspeculative, cioè verso posizioni sempre più vicine a condizioni di insostenibilità sul piano finanziario?
Ma se l’attività finanziaria si orienta al controllo dell’azione degli Stati, che così perdono ogni autonomia decisionale in campo monetario, invece di orientarsi sullo sviluppo del sistema produttivo, chi sarà in grado di intervenire, regolando il mercato, nell’eventualità che situazioni finanziarie insostenibili esplodano in crisi finanziarie?
Ma se i debitori si indebitano sempre più e i creditori si affidano a sistemi informatici sempre più potenti, per poter prevedere la data di scadenza dei rimborsi, questi sistemi informatici potranno essere in grado di fornire tutta l’informazione coerente e completa che permetta di evitare che le date di scadenza dei rimborsi slittino sempre più nel tempo?
Ma se un Paese in deficit commerciale è obbligato ad attrarre capitali esteri, per mantenere invariato il tasso di cambio della propria valuta, in che modo pensa di poter preservare i propri capitali domestici e le proprie prospettive di crescita future, quando proprio l’arrivo dei capitali esteri smobilita e distrugge i capitali domestici trasformandoli in potenziale moneta circolante, utile a mantenere in vita lo squilibrio commerciale?

Martedì 12 ottobre 2021 23:55:52

Libro Call Day consegnatoLe dal Senatore Gianmauro Dell'Oluo M5stelle di Bari


Buonasera Presidente,
Le scrivo per esprimerLe la mia gioia immensa nel sapere che il mio libro è nelle Sue mani!
So che il Senatore Gianmauro Dell'Olio gliel'ha consegnato in occasione della Sua partecipazione ad un comizio in provincia di Bari, a supporto del candidato Sindaco Raimondo Innamorato, di Noicattaro.
Le piazze costantemente colme di persone che La sostengono confermano che il nostro Paese abbia bisogno di uomini seri, competenti e onesti come Lei! In qualità di Presidente del Consiglio ha fatto raggiungere all'Italia degli importanti risultati ed obiettivi! Mi auspico che quel ruolo così importante e ambito possa essere ricoperto presto nuovamente da Lei, perché lo merita!
In relazione al mio libro, spero che riesca a leggere almeno qualche pagina! Vorrei trasmetterLe le emozioni di una semplice lavoratrice che ha cercato con tutte le proprie forze ed energie, studiando, di intraprendere una battaglia lavorativa importante per scalfire il sistema marcio degli appalti del Contact Center Inps! Si palesava una vera e propria interposizione fittizia di manodopera ! Io e le tre colleghe di Bari, insieme al Senatore Dell'Olio del Movimento 5 stelle, abbiamo portato avanti un progetto innovativo che cambierà la storia di 3000 lavoratori!
Sono consapevole dei Suoi innumerevoli impegni ma nel mio cuore conservo la speranza di ricevere un Suo commento sul Progetto di internalizzazione del Contact Center Inps e, chissà, sul mio libro!
Le auguro di percorrere un sentiero ricco di soddisfazioni, conservando i valori preziosi di uomo del Sud!
Cordiali saluti.
Dott. ssa Luigia Gatti.

Martedì 12 ottobre 2021 13:22:43

Sig. Conte
se mi permette desidero condividere con Lei alcune Meditazioni.

La Campagna elettorale disciplinata anche da Leggi dello Stato (almeno dovrebbe) inizia 30 giorni prima del voto è si CONCLUDE alla 1/2 notte del penultimo giorno prima del voto.

Nel 1946 in Italia per un referendum andarono a votare circa 89,08% degli aventi diritto.

Sembra che (con trend in discesa) recentemente in Italia 10/2021 abbia votato il 54, 7 % e precedentemente il 61, 58% con un calo di circa 7%.

In questo stesso anno 9/2021 in Germania ha votato il 76, 8% con un aumento del 0, 6%.

Dal mio punto di vista e forse di tante/i in Italia I cittadini vanno a votare troppo spesso e si dovrebbe fare in modo di far votare una sola volta o due nel territorio nazionale/ europeo in 4/5 anni.

STRANO MA VERO ad ogni votazione i Partiti Politici innescano cosí tanti discorsi e discorsetti (dove le mafie si mimetizzano) che anche il voto per eleggere un Bidello di Scuola Elementare e paragonabile alla elezione di un Preside o Ministro/a dell'Istruzione
(l'importanza del posto di lavoro).

Comunque il fatto che in Germania abbia votato circa il 77% non significa che va tutto bene. Da Italiano/Europeo ma non Tedesco con " 34" anni di Residenza in Germania (Locomotrice Europea) non ho avuto ancora il diritto di Votare nelle Nazionali... però in Europa ci allarghiamo la bocca nel parlare di quelle Nazioni che non rispettano i Diritti Umani.

Eppure chi ha vissuto per la mobilità del lavoro in diverse zone dell'Europa dovrebbe essere in grado di votare (da Europeo) anche in altre zone e dare un contributo d'esperienza alla formazione di quella Unione del futuro che non puo' essere soltanto di Compra/Vendita.

Oggi addirittura le ARMI hanno più risalto della qualità del Cibo o della Cultura o delle Organizzazioni dei Servizi.

"Recentemente un Tedesco (Steinheim, vicino Stoccarda) per avere una Aut'ambulanza per uno Zio che stava male... stanco di aspettare... ha telefonato alla Polizia dicendo d'aver ucciso suo zio. In pochi minuti alcune auto della polizia, un auto con medico a bordo e una aut'ambulanza erano sul posto... sembra una logica Italiana vero ? No ! E' logica Europea.

Ci si muove soltanto se ci sono SOLDI in ballo... oppure se ci sono cadaveri nella spiaggia di Balestrate... o se il robottino su Marte si e' sporcato di sabbia per colpa di quelle conchiglie di vita passata che si sono fatte frantumare.

Se però ci chiedessimo perche' costruiamo e vendiamo ARMI tutti i politici, durante le varie Cerimonie con corone d'alloro in mano, si abbasserebbero la testa e nessuno avrebbe il coraggio di aprire interrogazioni sull'argomento... che TIMIDI vero ?

La prima fonte di Difesa non sono i muri, o l'olio bollente da versare su chi prova ad arrampicarsi e scavalcare il muro... una comunità oggi si valuta in funzione ai servizi che offre.

L'Italia deve realizzare progetti, le Votazioni per tutti i Partiti devono avere questo unico obiettivo.

Il Partito che realizza più progetti non ha bisogno di andare in giro al di fuori dei 30 giorni ha fare comizi... i Partiti dopo aver ricevuto i voti devono lavorare per la comunità e non per loro stessi.

Il compra/vendita degli eletti ai cittadini, che pagano tasse e che lavorano onestamente non interessa.

Il Calcio ha inquinato i nostri Cervelli.

Cordiali Saluti.
Gaetano, f.

N. B.
Valuterò se dare una copia al Presidente del Consiglio o al Presidente della Republica o a tutti e due.

Martedì 12 ottobre 2021 02:04:01

Italia vittima di meccanismo giuridici internazionali


Caro Prof Conte, La invito a riflettere sui recenti fatti di Polonia: sia sulla loro mancata integrazione giuridica che sulle loro manifestazioni pro-Europa. Che cosa ci sta dicendo l'est Europa? A me pare che ci stia dicendo una cosa molto semplice ovvero che vuole una moneta forte spendibile a livello internazionale (euro) ma non vuole nè la reciprocità giuridica nè la reciprocità sociale. Se non usciamo dal nostro provincialismo e dal nostro campanilismo tutto italiano e non costruiamo reciprocità giuridica e sociale con l'est Europa rischiamo di venire travolti sia politicamente che economicamente da meccanismi di sistema. Le nostre piazze piene di milioni di persone di queste settimane che protestano per varie ragioni e che fanno solamente salire rabbia e impotenza a mio parere ci dicono che l'Italia è pesantemente ridimensionata giuridicamente a livello mondiale. Siamo considerati dalle aziende (sia piccole che grandi) un mercato e, se da una parte la nostra economia, il nostro pil, funzionano, manca il nostro diritto internazionale. La invito a riflettere sulla necessità di sviluppare il nostro diritto internazionale investendo tempo in ricerca giuridica sui meccanismi giuridici che ci coinvolgono come italiani. Non possiamo continuare con il miglioramento delle leggi italiane interne, con la discussione intensa delle modifiche alla nostra Carta Costituzionale e non investire tempo e denaro per discutere di leggi internazionali. Finiremo vittime di una incapacità di comprendere il rapporto giuridico con i nostri partner commerciali ovvero in primis Paesi dell'est e poi Paesi arabi e Cina. Paesi che hanno sistemi giuridici diversi che vanno studiati attentamente per poi creare meccanismi internazionali di rapporto giuridico con il nostro Paese, meccanismi che non siamo prevaricanti. Non si tratta solamente di difendere una identità ma si tratta di una questione giuridica che finisce direttamente per coinvolgere la vita quotidiana degli italiani. Pertanto la invito sia a moltiplicare i suoi rapporti e le sue visite all'estero e i suoi rapporti con i suoi colleghi universitari esperti di diritto internazionale che a stimolare la discussione nel m5s sulla questione dei rapporti giuridici internazionali del nostro Paese. Il tema fondamentale è: "l'Italia vittima di meccanismo giuridici ingiusti e non interdipendenti tra Paesi"
Cordialmente Italo Fabbri

Lunedì 11 ottobre 2021 19:57:13

Buonasera Dott. Conte, da anni non appariva sulla scena politica una persona degna di fiducia, quella fiducia che si da solo alle persone serie.
Senza giri di parole pongo subito la domanda: se il governo da lei presieduto avesse avuto solo ministri 5 stelle e quindi senza altre interferenze politiche avreste affrontato l'epidemia covid allo stesso modo o invece, magari, come hanno fatto pochi paesi al mondo, ma con concreti risultati, facendo screening di massa, obbligatorio, con tamponi ripetuti frequentemente e conseguente isolamento in strutture di cura o di osservazione separate dei malcapitati infetti senza fare chiusure per tutti e salvaguardando quindi in modo migliore la salute della gente, con meno decessi, e l'economia generale? I paesi che hanno adottato tale metodo hanno reperito l'occorrente per i tamponi ed hanno dimostrato che i tamponi c'erano ed erano reperibili. Grazie per l'attenzione ed auguri per un nuovo governo. Conte.

Lunedì 11 ottobre 2021 16:16:11

Buonasera Presidente, sono una
Sua sostenitrice, le scrivo perché ho quasi 65 anni e dovrei andare in pensione nel 2024 (insegnante di scuola secondaria di secondo grado). Per favore fate qualcosa per modificare la Fornero senza eccessive penalizzazioni come per esempio il passaggio per intero al contributivo. Non ho ancora capito la linea dei 5S. Io spero molto in voi
Distinti saluti
Elisa Mirabelli

Domenica 10 ottobre 2021 09:57:09

Gentile Presidente, l'obbligo di green pass per andare a lavorare è una scelta sbagliata e oltremodo divisiva. In realtà nei luoghi di lavoro sono stati firmati protocolli molto stringenti atti a prevenire la diffusione della malattia. In realtà io penso si tratti solo di un espediente per assicurarsi che anche sui trasporti pubblici locali, il vero punto critico della questione, ci sia una sicurezza maggiore. Un espediente per nascondere il fatto che nulla si può o si vuole fare per migliorare le condizioni in cui moltissimi lavoratori pendolari sono costretti a viaggiare sui mezzi pubblici assiepati. Il risultato di questi espedienti che in una politica lungimirante non dovrebbero mai esserci, è un ulteriore divisione della gente sul falso problema pro o contro vaccini. Il movimento 5 stelle, sebbene in calo, ha ancora la forza parlamentare per imporre la sua visione, o perlomeno per ottenere gli aggiustamenti. Mi sta bene il green pass per cinema, teatri, discoteche, ristoranti e quant'altro, ma non per andare a lavorare o, perlomeno sarebbe dovuto essere stato compensato da una gratuità dei tamponi, gli unici che, diciamolo, permettono di accertare che una persona sia negativa. E glielo dice una persona che si è vaccinata subito e che tra poco farà la sua terza dose. Questo modo di governare semplificando un pò troppo, può andare bene per Draghi, ma Draghi non è un Dio. Le chiedo, come mai e dall''inizio dell'anno abbiamo una una media di 3 morti sul lavoro al giorno? Non è solo un problema di attrezzature, è un problema di ritmi, di tempistica, di carichi di lavoro. Le sembra normale che a 61 anni ci sia gente che debba salire sui ponteggi? Se non si vuole mandarli in pensione, fategli fare altro. Ma perché abbiamo strade così sporche secondo lei? Perché non ci sono gli spazzini le rispondo io, perché non si può demandare tutto al buonsenso della gente comune..

Commenti Facebook