Messaggi e commenti per Massimo Giletti

Messaggi presenti: 405

Lascia un messaggio o un commento per Massimo Giletti utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Venerdì 18 settembre 2020 15:39:30

Buongiorno dott. Massimo, sono un padre di famiglia e avrei bisogno di parlarle perché mia figlia, madre a (oggi) di una bimba di 8 anni, ha subito ingiustizie da parte di polizia e tribunale di Massa. Abbiamo cercato in tutti umidi di far venire a galla ciò che è successo 7anni fa, ma purtroppo avendo a che vedere con parenti che avevano ruoli in polizia, ci siamo visti archiviare denunce contro gli stessi non solo: ad oggi hanno portato in prescrizione una denuncia fatta da mia figlia perché pestata con una bimba di 6 mesi in braccio e con venti gg. di referto fatto dal pronto soccorso. Ci sarebbero troppe cose da scrivere e dire, perciò le chiedo se possiamo fare qualcosa per fermare queste ingiustizie a cittadini normali come mia figlia e la mia famiglia. So che Lei è una persona coraggiosa e onesta (la seguo su La 7 così come la seguivo sulla Rai) so che si prende a cuore i problemi per questo lez Chiedo di ascoltare il grido di un padre che non accetta corruzioni e compromessi con nessuno. Certo di essere ascoltatela saluto cordialmente: Ricci Ercole

Mercoledì 16 settembre 2020 15:30:28

Monitoraggio dell'aria
oggi, 15 settembre, ad Ancona si è verificato un grave incendio che, non ha avuto conseguenze per le persone, ma un forte impatto ambientale con sviluppi di grande quantità di fumi dei quali, a distanza di ore, non si conosce la composizione (forse presenza di acido cianidrico) ., sembrerebbe che l'ARPAM darà una risposta domani... E come in altre occasioni abbiamo avuto la dimostrazione che se non fosse per gli interventi dei vigili del fuoco, la grande macchina delle emergenze della Protezione Civile, non ha dato una risposta immediata. Il motivo di questa segnalazione è dovuto al fatto che alla popolazione non è stata fornita alcuna segnalazione circa i comportamenti da tenere, come se ave deciso di tenere chiuse la scuole avesse risolto il problema dell'aria che si respirava. Il mio rammarico, da ex dipendente della TELECOM, che di è interessato per anni di prevenzione sul lavoro e dell'ambiente, che nel 1999 con un mio collega, avevamo ideato un sistema di monitoraggio ambientale, con brevetto depositato a nome TELECOM E riconosciuto a livello internazionale, sistema che avrebbe consentito ad ogni cittadino, in situazioni come quella che si è verificata oggi, di conoscere puntualmente, in maniera capillare, in tempo reale le condizioni dell'aria nella sua zona. Perché non viene utilizzato, azione che comporterebbe un grande risparmio e maggiore efficacia al posto delle centraline che utilizzano le Provincie. Grazie per la disponibilità

Franco Castellani
333-------

Mercoledì 16 settembre 2020 10:14:21

Buongiorno Massimo, da buoi juventini che ne pensi di questa campagna aquisti della juve? STIAMO PERDENDO TROPPO TEMPO CAPISCO PERORA CE UNA BRUTTA SITUAZIONE DI LIQUIDITA MA NON POSSIAMO FARCI SFOTTERE DAI TIFOSI INTERISTI TI PREGO DI ANCHE LA TUA, X
SUAREZ

Sabato 12 settembre 2020 18:51:07

Parlare delle carte di credito che per un commerciate che costa molto e proporre un tipo di pagamento che riduce evasio e portera il paese a un paradiso fiscale tel 329-------

Venerdì 11 settembre 2020 15:48:37

Buongiorno dr. Giletti.
Sono un medico specialista in Igiene e Medicina Preventiva di 55 anni e lavoro come dipendente ASL a Salerno e sul territorio di Capaccio e Roccadaspide. Le scrivo, totalmente di getto, perché proprio pochi minuti fa ho letto su Google, non so se è vero o meno, che lei non esclude di scendere in campo e fare politica. Quindi, stimandola molto x le sue innumerevoli battaglie e pensando a quella che è la mia situazione lavorativa e non (non sono "amico degli amici", non sono "tutorato" ne "tutelato"). .. sembro sempre un po' figlio di nessuno... servo per tappare vari buchi lavorativi ma non ho mai alcun diritto, anche il più banale, ho pensato di scriverle e magari, raccontarle, se fosse possibile, la mia storia, che penso sia comune a molti... le persone che non hanno voce. Non voglio stancarla e dilungarmi ma, davvero, se ritiene che possa essere utile, avrò il piacere di raccontarmi e, soprattutto, ribadire quanto detto più volte da lei... oggi, nel mondo lavorativo e direi anche nella vita quotidiana, se non sei un affiliato politico, se non sei tutelato, se non fai parte degli amici, delle giuste correnti, sei semplicemente invisibile e non sei meritevole di niente.
Sono, però, una persona libera, scevra da ogni possibile compromesso e forse, anche per questo, scomodo... non sono ricattabile, non sono comprabile, non sono gestibile... sono appunto un uomo libero...
Se ritiene che possa esserle "utile", il mio numero di telefono è 333------- e la mia email è ------- mentre non sono iscritto in alcun social.
Nel salutarla con grande simpatia, ci tenevo a dirle che sono anch'io un tifosissimo della Juventus, addirittura abbonato all'Allianz Stadium da tre anni.
Cordiali saluti,
Luigi Milite

Venerdì 11 settembre 2020 11:39:56

Buon giorno Massimo, io non sono nessuno, non ho nessuna visibilità sui social ecc, ma ci tengo molto ad esprimere tutta la mia solidarietà, il mio sostegno e la mia gratitudine per il tuo coraggio civile e la tua onestà intellettuale. Coraggio! ! Abbiamo bisogno della tua opera. Grazie per quello che fai e come lo fai.
Maria Cristina Baldi

Venerdì 21 agosto 2020 12:46:00

Buongiorno Giletti, condivido in pieno quello che stai portando avanti, scoperchiare la "CUPOLA", so che sei sotto scorta, ed non è facile conviverci, ma ne vale la pena per quello che stai portando avanti. Ti sosterrò nel mio piccolo, coraggio e colpisci duro. E' ora di girar pagina. Fregatene di chi non lo vuole fare. Ti auguro di essere felice di sentirti te stesso.

Venerdì 21 agosto 2020 01:26:18

Ciao Masso, c'ero anch'io ai Bagni Clara a Varigotti in quegli anni e abbiamo condiviso tante partite a biglie e tante giornate in quelle estati che sembravano interminabili, dato che la scuola iniziava ad ottobre. Io non amavo molto il sole e preferivo stare sotto la rotonda da Secondino e Martina, o alle cabine; anche tu stavi lì, con la maglietta bianca ed il costume nero... giocavamo a calciobalilla, ancora adesso me la cavo bene. Poi la sera tua nonna veniva a fare l'uncinetto da mia madre, io e te guardavamo il cinema dalla finestra... Mia sorella usciva in compagnia con Giangio Marina Valeria Guido (e la sorella Laura detta Katanga...) Maurizio ed Emanuele, ma erano grandi loro e non ci consideravano granchè.
Sono passati tanti anni e l'articolo su La Stampa ha risvegliato in me tanti ricordi. Ora siamo adulti, spero tu abbia avuto una buona vita, partendo dai bambini che eravamo... poi chissà!
Io non mi posso lamentare, con me la vita è stata generosa nelle cose importanti. Mi ha fatto piacere ricordarti con affetto e spero tu legga personalmente questi messaggi: buona fortuna amico mio di 40 anni fa! !
Chantal

Lunedì 10 agosto 2020 19:28:08

Nelle trasmissioni di Non è l'arena (che poi per fare spettacolo del tipo Alla Sgarbi e Alla Santanchè diventa spesso una corrida Al sangue di toro) il mio divertimento consiste nel contare quante volte viene pronunciato il pronome di prima persona IO (talvolta sarebbe opportuno usare anche quello comitativo NOI (includendo il lavoro della redazione che presumo sia di peso non indifferente) Un esempio di instancabile narcisismo mediatico che finisce per schiantare la mia resistenza e cambio canale.. Sulle Sorelle Napoli è stata costruita una saga. Che siano vittima della schifosa mafia è documentato abbondantemente, ma fare del conduttore il vessillo del castiga-coppole risulta stucchevole oltre ogni limite. Il conduttore fa sentire fin troppo chiaramente d'essere figlio d'un imprenditore integerrimo che ha rappresentato un esempio per la vita (giustamente) ma tanti al contrario hanno avuto esempi paterni di operai altrettanto significativi senza per questo parlare con toni da metalmeccanico.. Il vanto di metterci senza pause la faccia sempre e dovunque non concede il salvacondotto libera-tutto per ogni prestazione da giornalista d'inchiesta perché il sottaciuto si rivela, quando si dà il caso, con indubbia evidenza. Il conduttore ha sicuramente fiuto per salire sul podio del gradimento, ma tante volte si ritrova con una narice intasata sia pure senza rischio di ospitare un virus.

Lunedì 10 agosto 2020 16:21:02

Col cuore inizierei il mio scritto con: caro Massimo, forse è troppo usare l'appellativo "caro" poiché non siamo amici e neppure conoscenti; ma tu sei l'amico e difensore delle persone perbene perciò anche amico mio. In questo momento ho appreso che ti hanno concesso la scorta avendo forse urtato la suscettibilità di chi la dignità, l'onore, il rispetto per la vita altrui non sa o fa finta di non sapere dove questi concetti siamo allocati. Ho sempre condiviso le tue battaglie per il rispetto della democrazia e delle sue regole, soprattutto per la difesa di chi voce non ne ha. Molte volte ti ho pensato, ammirando ti per il tuo coraggio, spesso riferendomi a te nei dialoghi con amici e preoccupandosi per te, riferivo ad amici e parenti questo: Giletti è il nostro difensore ce ne dovrebbero essere tanti come lui, ma purtroppo si espone molto e quelli che combatte hanno potere di vita e di morte sugli altri; chi ascolta è intelligente e sa dove ci sono le ragioni ed i torti, Massimo devono parlare i fatti non le persone. La gente non vuole simboli, ne abbiamo avuto di meravigliosi "Falcone, Borsellino, Don Diana e tanti altri" purtroppo sono persone che non possono fare più nulla per noi, ci hanno indicato una strada e sono dei simboli. Massimo, ma la gente la si può uccidere anche mettendola da parte., ricordalo e questo non lo vogliamo per te, perché sei nostro amico e sentiamo la necessità di vederti e sentirti. Ti auguro col cuore un presente ed un futuro meravigliosi ed in questo momento io che sono come Ulisse "nessuno" insieme credo a tanti milioni di italiani, ti siamo vicini affinché la tua voce si erga sempre più forte e vigorosa contro tutto quello rappresenta il malaffare in ogni sua forma anche e soprattutto la più violenta. Giuseppe

Commenti Facebook