Messaggi e commenti per Corrado Augias

Messaggi presenti: 108

Lascia un messaggio o un commento per Corrado Augias utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Sabato 19 ottobre 2019 09:33:18

Gentile dottor Augias vorrei mandarLe, se Lei è d'accordo, il mio ultimo libro, intitolato "Spegnavano anche i fiordalisi" ed. Guerini, che uscirà in novembre. E'una breve cronaca di quanto io bambina ho visto a Milano durante l'occupazione tedesca della città, negli anni tra il 43 e il 45. Poichè la mia generazione sta terminando il suo percorso, mi sembra giusto ricordare ai giovani, come testimone, a che cosa possono portare le follie degli uomini che decidono per tutti nel caso decidano male. Avrei desiderato presentare il libro a Parigi con il comune amico Michele Canonica, ma so che è tornato a Roma. Vorrei dirle che La seguo con piacere e attenzione e riconoscerei la Sua voce tra altre mille. Un saluto cordiale, con viva simpatia. Ada Grecchi

Venerdì 18 ottobre 2019 22:52:32

Buonasera. Nel 2007 vinsi il premio internazionale "Premia l'Autore" con il mio scritto "Giuda, storia di un uomo". Il libro fu edito nel 2009, ma a causa di una pessima pubblicità ne furono vendute sì e no un migliaio di copie. Avendo saputo stasera che il Dottor Augias ha pubblicato una nuova opera basata, per quanto ho capito, su temi molto prossimi a quella mia, ovviamente senza fare ridicoli paragoni, mi farebbe piacevole che mi fosse concesso di potervi inviare via e mail una copia per avere un parere, anche critico, che possa consentirmi di decidere se proseguire col tentare nuove possibilità o chiudere semplicemente il mio scritto nel libro delle occasioni perdute. Ringrazio da ora per la cortese attenzione.

Venerdì 18 ottobre 2019 21:34:07

Chiede gentilmente la disponibilità del Dr Corrado Augias per la presentazione del suo libro presso il nostro teatro di Asparetto, comune di Cerea provincia di Verona. la nostra associazione denominata Teatro Aperto da 26 anni organizza attività di prosa musica, corsi di filosofia, psicologia, incontri sulle religioni del mondo, conferenze, presentazione libri... La richiesta è per i primi mesi 2020, preferibilmente gennaio o febbraio... Ma anche novembre se possibile. Restiamo in attesa di un cortese cenno di riscontro. Cordiali saluti. Associazione Teatro Aperto. Giuseppe Rossignoli

Venerdì 18 ottobre 2019 20:54:56

Dott. Augias, parlando alla sette, dalla Gruber, Lei ha appena detto che ha comperato un cappello da 80€. Alla faccia! Ma come una persona così illuminata, difensore dei poveri proletari, paga un cappello ciò 80€? Un vestito, una giacca, un pantalone quanto li paga? 80€ bastano ad una povera famiglia italiana per una settimana (intendo il mangiare). Delusione totale!

>
Venerdì 18 ottobre 2019 17:49:54

Vorrei inviare il mio libro "Libertà o arbitrio?" memoriale di un magistrato

Venerdì 18 ottobre 2019 07:42:53

Buongiorno Dott. Augias, la ringrazio di cuore, lei mi ha dato il gusto della lettura e della curiosità attraverso il suo linguaggio e la sua scrittura. Mi rammarico di non averla conosciuta e apprezzata prima, allorché sono sempre stato lettore distratto.

Giovedì 17 ottobre 2019 13:09:14

Dott. Augias perché mai se ne è andato da "Quante storie"... che dispiacere!!!
Non sono in grado di giudicare la competenza del nuovo conduttore, ma creda è davvero noiosissimo e troppo rigido mentalmente il che forse si lega al primo aggettivo. Inoltre mi sono cadute le braccia quando al grande entusiasmo che manifestava Concita De Gregorio sia per essere presente nel programma, sia per riscontrare, forse dopo tanto tempo, il giornalista con il quale probabilmente aveva avuto un rapporto di forte condivisione in campo professionale e per questo gli ha dato del "tu".
È stata gelata dal conduttore rimproverando il fatto che in: "in questo programma ci diamo del lei! " ; dimostrando una così grande grettezza mentale ed anche una mancanza di sensibilità nei confronti della sua ospite.
Infatti, la bella dentro e fuori, Concita ha avuto una mimica facciale inequivocabile, rassicurando poi, in una risposta successiva che si era adeguata alla direttiva dando del lei al conduttore. Sono una donna "diversamente giovane", ma i ragazzi romani dicono.. "non se po racconta'! ! " La prego ritorni con noi.

>
Lunedì 14 ottobre 2019 10:20:56

Gentile signor Augias. Avrei tanto piacere di inviarle un mio romanzo, se preferisce in carta, per avere una suo gentile riscontro. Si intitola la Scomparsa della vetta più alta d'Italia, un romanzo che mischia storia e fantasia, seguendo due topografi nel loro viaggio nell'Italia preunitaria. So di chiederle tanto. La ringrazio comunque Con cordialità Chiara Davite

Lunedì 14 ottobre 2019 10:03:12

Racconti, Augias: "Umani", Adam Rutherford ci spiega che razza di animali siamo (diventati)

Adenina, timina, guaina e citosina (A T G C) le diverse basi azotate che ci accomunano a tutti gli esseri viventi. Biologicamente semplice, meccanicamente funzionante.
Eppure questa "macchina Enigma" è stata parzialmente decodificata e solamente per quanto riguarda gli aspetti morfologici, strutturali che ci differenziano.
Rimane il grosso buco nero "dell'intangibile" perché è noto che oltre ad un certo orizzonte dell'infinitamente piccolo o dell'infinitamente grande si può solo filosofeggiare senza certezze. È lo spazio del pensiero e della cultura.
"Che razza di animali siamo (diventati) ? "
Lo scopriremo in A-G-T-C?
In un libro che si può sfogliare?
Nelle pagine impalpabili di un infinito al quale si può solo tendere?
Per il momento è già tanto arrivare ad accettare che ciò che è considerato anormale e sbagliato dal giudizio umano e invece la normalità nell'andamento della vita perché è sulla necessità e coesistenza della variazione che radifica l'evoluzione stessa.

Lunedì 14 ottobre 2019 03:25:29

Egr. Dott. Augias, mi hanno molto colpito queste Sue parole, pronunciate a Tagadà: "Gesù era un uomo che ha combattuto 2 poteri ed è rimasto schiacciato da entrambi". Pensando alle cose ineccepibili che Gesù ha detto (tutte scritte dentro di noi, atei o religiosi), che rendono il suo pensiero unico e irripetibile nella storia, non posso pensarlo un uomo che permette a qualcuno di schiacciarlo. Non risponde alla logica. Penso che la logica, che distinguo nettamente dalla razionalità pur in essa contenuta, ci conduca altrove. (Mettendo in relazione tra loro, filosofia, psicologia e teologia, forse troviamo una risposta che non contraddice se stessa).
Se avessi un Suo indirizzo, mi farebbe piacere inviarLe il libro "L'uomo Gesù e le radici dell'etica laica", scritto dal mio amico Ettore Perrella. Me lo invierà? La ringrazio e La saluto molto cordialmente. Marialuisa Tonon

Commenti Facebook