Messaggi e commenti per Giuseppe Conte

Messaggi presenti: 1.908

Lascia un messaggio o un commento per Giuseppe Conte utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Sabato 30 maggio 2020 20:46:08

Egregio Presidente, il mio locale aperto a luglio 2019 come Sala biliardi con servizio bar rischia di non aprire più, Le chiedo una data di apertura visto che l'accumulo di bollette e affitti da pagare non sono più sostenibili, la ringrazio.

Sabato 30 maggio 2020 19:30:21

Perché non fa un decreto che per fare il ministro occorre laurea e parlare correttamente l inglese ? Oppure dire che se non si ha istruzione avere il buon senso di non occupare posti da rappresentare il popolo italiano all'estero grazie

Sabato 30 maggio 2020 18:36:30

Cercate su google::" Debito a meta' per Miss Conte"

Sabato 30 maggio 2020 17:25:44

Buonasera sig. Presidente del Consiglio avrei desiderio segnalarLe l'enorme difficolta' in cui si trovano i disabili con una pensione di 286 euro al mese, la piu' bassa in Italia, certamente insufficiente per poter andare avanti, La pregherei di darci voce alla nostra richiesta affinche' anche noi potremmo vivere con piu' tranquillita', confido nella Sua comprensione grazie.

Sabato 30 maggio 2020 12:17:43

Sono una ex votante di sinistra: dopo tantissimi anni di non voto (la sinistra non esiste più) finalmente avevo trovato chi votare in futuro: Lei (nel caso si candidasse chiaro). Perché? Perché con forza e coraggio è riuscito a gestire la situazione della epidemia in Italia, come nessun politico avrebbe fatto, senza, a mio avviso, pensare ai voti del futuro, ma solo pensando al bene del paese, cosa, purtroppo molto rara nei politici di oggi. Come ci é riuscito? Mi sono data molte risposte, una fra le quali è che Lei non è nato come politico: si è costruito una carriera come docente universitario e magari non le dispiacerebbe tornare al suo lavoro, contrariamente a tanti che, senza arte ne’ parte hanno ricoperto incarichi politici e debbono rimanere ancorati al sistema se vogliono uno stipendio. Lei per me ha rappresentato uno dei pochi che ha lavorato per difendere dei valori: la salute dell’Italia. Ma allora, Giuseppe, perché ora molla tutta la prudenza e lascia che il paese si rinfetti di nuovo? Quanti tedeschi, spagnoli, inglesi, lombardi arriveranno nelle nostre città e spiagge e lasceranno migliaia di infettati rischiando che tutti i sacrifici si vadano a far benedire? Per una volta nella vita, non si può fare le vacanze nella propia regione? Capisco che le pressioni siano fortissime, capisco che si possa delegare a altri la responsabilitá di chiudere zone e regioni, ma in Italia nessuno o pochissimi se la prenderanno, Lei era l’eccezione.

Sabato 30 maggio 2020 10:33:12

Egregio Presidente,
sono una mamma di una bambina di 7 anni che a settembre, probabilmente, farà rientro a scuola ! Premetto che durante tutti i giorni della quarantena abbiamo seguito scrupolosamente tutte le norme di sicurezza indicate dai suoi decreti, per la nostra sicurezza e quella dei dei cittadini. Ora si stanno delineando le norme per i rientri a scuola ed ho deciso di scriverle queste righe per esprimere la mia grande preoccupazione come mamma nonché a nome di tantissime altre mamme che a settembre riporteranno i figli a scuola.
Mi domando come faranno questi bambini a tenere la mascherina per tutto quel tempo durante tutta la settimana senza che si arrechino danni alla loro salute??? L' ossigenazione del sangue come avverrà visto che ingoieranno costantemente anidride carbonica ??? E come faranno a non ammalarsi visto che la mascherina sarà causa di abbassamento delle difese immunitarie (come è ben noto) ?
Io, come tante altre persone, evito di tenere la mascherina a lungo proprio perchè sono consapevole dei danni che essa può provocare... ed evito quindi di andare in luoghi dove è obbligo tenerla a lungo... Non pretendo assolutamente di non portarla quando sono in mezzo ad altre persone, quindi mi guardo bene dai luoghi in cui possono verificarsi assembramenti. ma se tante altre persone la pensano come me... come ripartirà l' economia se i luoghi restano vuoti, in quanto scomodo e nocivo dover respirare con una mascherina ?
Avrei voluto portare mia mia figlia al Bio parco a Roma durante questo ponte del 2 giugno, ma non lo farò perché lì, sebbene sia un luogo all' aperto, con ingresso contingentato, vige l' obbligo perpetuo della mascherine, e non me la sento di tenere una bambina di 7 anni un'intera giornata con una mascherina conoscendone i danni. Ma se evitiamo di uscire come rilanceremo l 'economia?
Chiedo da mamma e da cittadina la possibilità di valutare a fondo il pericolo mascherine per la nostra salute e quella dei nostri figli... Le chiedo di rivedere le decisioni che prevedono l'uso di mascherine nelle aule scolastiche perchè vedremo i nostri figli stanchi, con il mal di testa, con infezioni, irritazioni senza parlare dei danni più gravi... Ritengo a questo punto che sarebbe meglio proseguire con la didattica a distanza, perché se non ci ammaleremo di Coronavirus, ci ammaleremo di altro, a causa dell' ingente quantità di anidride carbonica costante nel nostro sangue e in quello dei nostri bambini.
Sono tuttavia consapevole del grave rischio di contagio, e reputo giusto indossarla quando si parla con qualcuno, o si passa per luoghi affollati, ma solo per poco tempo,.. però i bambini hanno bisogno di respirare, non possono sentirsi bene senza un'adeguata ossigenazione, senza considerare anche il fatto certo che la toccherebbero in continuazione, la poggerebbero sul banco per bere o mangiare aggravando, in tal modo, il rischio di contagio. Suggerisco che, se proprio necessaria, potrebbero indossarla solo se interpellati dagli insegnanti, o durante le interrogazioni.. ma sui banchi, mentre sono in silenzio ad ascoltare la maestra che spiega e parla per lungo tempo... mi sembra un suicidio di massa... una tortura... dopo, di chi sarà la responsabilità dei danni di salute che seguiranno?
Spero che rivalutiate i rischi di questa terribile decisione che gira sul web ormai come per certa.
Confido in lei che fino ad oggi ha tutta la mia stima per come ha gestito e sta gestendo l'emergenza Coronavirus.. e mi auguro che le arrivi questo messaggio...
Si tratta del benessere comune e della salute dei nostri figli... CI AIUTI A TUTELARE LA SALUTE DEI NOSTRI BAMBINI
Cordiali saluti
Sabrina Luongo

Sabato 30 maggio 2020 05:04:27

Buongiorno sig. Conte. Lavoro come domestica con un contratto indeterminato inizialmente 16 ore in settimana poi con una riduzione di 4 ore, lavoro 12 ore settimanale. Ho 2 figli di 8 e 10 anni che sono costretta a lasciargli qualche mezza giornata da soli e qualche volta devo pagare una ragazza per guardarli. La mia domanda e perché non posso percepire anche io il bonus colf? Che c'entra che ho un contratto indeterminato? Ho le busta paga mese di marzo, aprile con 0 euro e quella di maggio altrettanto bassissima. Abbiamo il mutuo da pagare, prestito, bollette e dobbiamo pure mangiare. Come aiutate tutti? Non e colpa mia che sono stata costretta a n on lavorare.

Venerdì 29 maggio 2020 23:51:08

Caro Presidente Conte, non so se leggera' questo messaggio, io i suoi li ho visti tutti in tv... e mi ricordo ogni cosa... nessuno restera' lasciato solo...
Premetto che sono un lavoratore autonomo
co co co iscritto alla gestione separata Inps dal 2010.
Ho presentato domanda all'Inps dei 600 euro in data 01/ 04/2020, numero identificativo 191506, l'hanno tenuta 50 giorni "in attesa di esito", il 19 maggio l'hanno respinta perche' secondo loro non risultavo iscritto alla gestione separata inps (assurdo) visto che hanno tutti i miei dati nel database inps e visto che sono 10 anni che verso migliaia di euro di contributi.
In ogni caso, ho assecondato la loro richiesta (mi chiedevano la documentazione che attesti l'iscrizione alla gestione separata (un paradosso), cosi facendo, la domanda e' passata in "riesame" e per 10 giorni e' rimasta cosi ferma... oggi 29 maggio 2020, nonostante tutto, nel mio fascicolo previdenziale del cittatdino ho trovato" la sorpresa" la sua domanda e' stata respinta". Senza alcuna motivazione!
Le faccio una domanda... perche' un lavoratore autonomo che ha le carte in regola, che ha partita iva, che paga le imposte e le tasse al governo, deve essere, preso in giro dalla burocrazia inutile dell'inps?
Il decreto cura italia prevede che la mia categoria di lavoratore autonomo, abbia diritto ai 600 euro di marzo e succesivamente col decreto rilancio a quelli di aprile.
Io non ho visto 1 euro, solo scuse e prese in giro, visto che miei colleghi con lo stesso idendico inquadramento hanno ricevuto entrambi i bonus.
Perche alcuni si altri no! ! ???
Sono stato fermo 3 mesi perl'emergenza COVID19, e contavo e conto su questi 1200 euro... Purtroppo al contrario di quello che ha dichiarato lei in diretta nazionale piu volte... sono rimasto SOLO!!!
Nessuno mi da risposta, L'inps e' gestito da una manica di incompetenti! !
Le sembra normale che alcuni hanno ricevuto 1200 euro e alti nulla?
E' davvero paradossale e vergognoso! !
I 600 vanno pagati a tutti o nessuno!!!
Buon proseguimento di lavoro!
Io intanto da ITALIANO aspetto... lasciato SOLO...
E gli immigrati vedo che vengono regolarizzati e aiutati con i sussidi che pago io! !
Caro Presidente, le auguro tutto il bene di questo mondo e sopratutto le auguro di non essere mai cittadino di un paese dove vengono lasciati SOLI i contribuenti ITALIANI e aiutati gli immigrati, glielo auguro perche io lo sto vivendo in prima persona...
Distinti saluti
Caravotta Gaetano Rosario
Cittadino Italiano lasciato solo!

Lunedì 18 maggio 2020 13:31:09

Buonasera Sig. Conte. Partiamo dal presupposto che come Presidente del Consiglio e garante di tutti i cittadini ritengo che quando dice qualcosa, ci si debba credere, o almeno così dovrebbe essere. La mia ditta svolge lavori di movimento terra. Siamo in tre a lavorare e fatturiamo circa 200/250 mila € annui. In questa fase di emergenza ci siamo trovati a corto di liquidità, perché con una scusa od un altra i ns. clienti non pagano. Mi sono rivolto alla mia banca (Banca del Monte di Lucca - filiale di Livorno) per ottenere il finanziamento di 25. 000 € covid-19. La domanda è stata presentata il 27/4 e a quanto detto da lei il finanziamento doveva essere erogato in 24/48 ore. Il 18/5 ci arriva la seguente e-mail "
-------
Con riferimento alla Vostra richiesta di finanziamento di Euro 25. 000, 00 del 27/04/2020, siamo spiacenti di comunicarVi che a seguito della valutazione delle informazioni in nostro possesso e dei dati da Voi forniti, la richiesta non è stata accolta.
Cordiali saluti
Banca del Monte di Lucca Spa
Agenzia 127
------- ------- 1
57126 Livorno
Faccio presente che la Ditta ha un DURC regolare. Ho provveduto anche al pagamento dei contributi in scadenza ad Aprile e Maggio. La Ditta è in regola con il pagamento delle tasse e lavora con capitali propri, infatti intrattiene rapporti con la banca su basi attive. I due dipendenti, sono stati messi in Cassa Integrazione. Ci sarebbero da pagare i fornitori (se non li pago non mi forniscono il materiale e se non mi forniscono il materiale mi devo fermare), ma i soldi che avevo li ho messi tutti in Ditta. Non sono più in grado di andare avanti. Abbiamo ripreso il lavoro e forse riusciamo ad arrivare a fine mese, dopo mi devo fermare e se non cambia qualcosa, chiudere. Questo è il felice quadro di un azienda, piccola sì, ma che faceva mille sacrifici per stare a galla, e ci riusciva Gentile Sig Conte, se una banca non eroga un finanziamento di € 25. 000, anche in presenza di una garanzia statale, vuol dire che lo Stato è morto o moribondo, e il suo dire "non lasciamo nessuno indietro" è pura demagogia. Sig. Conte, non sono arrabbiato, ma solo deluso ed amareggiato da questo Stato che promette, promette e mai mantiene. Spero almeno che i miei dipendenti, dopo la chiusura, possano usufruire della cassa integrazione, oppure ci sono problemi anche lì (non mi meraviglierei)
Distintamente la saluto, anche se mi costa parecchio farlo.
PAOLO BELLABARBA
Amministratore Unico
BELLABARBA IMPRESA Srl
PS. Mii scuso, ma stavo dimenticando una cosa. Altri Istituti di credito, a cui mi sono rivolto, non fanno finanziamenti e non aprono nuovi c/c perché, in questa fase, privilegiano le domande dei loro clienti

Sabato 16 maggio 2020 20:59:23

Sono una volontaria di un ente del terzo settore che tra le varie attività gestisce un mercatino dell'usato il cui scopo è sostenere attività caritative in alcuni paesi dell'america latina.. fino a questo momento come da dcpm siamo rimasti chiusi anche perché tutti i soci volontari hanno un età a rischio,. .. purtroppo abbiamo grosse spese da sostenere come affitto del luogo (35000+iva) e con la parte locatrice non abbiamo ottenuto nessuna agevolazione come possiamo riaprire le attività :
-ritiro merce da privati (come sapere se sono non contaminati?)
-attività di commercio di tali materiali non contribuendo a non diffondere virus
-mantenere il nostro fine e poter pagare l'affitto?
L'alternativa che ci pare più rapida è non aprire anche perché per questi enti non vi sono contributi (non siamo piccola o media impresa perché non abbiamo dipendenti). ..
Come poter continuare questa opera che ha anche una valenza sociale sul territorio nel sostenere alcune situazioni di povertà che ci vengono segnalati da parrocchie o altri enti..
Certa di una sua attenzione, la ringrazio del grande lavoro fatto in questa situazione grave per tutti noi.
Saluti,
Vergani paola

Commenti Facebook