Messaggi e commenti per Gianrico Carofiglio - pagina 3

Messaggi presenti: 168

Lascia un messaggio o un commento per Gianrico Carofiglio utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Domenica 31 maggio 2020 13:25:37

Egregio dott. Carofiglio,
vorrei iniziare questi miei ringraziamenti per la Sua persona di ex magistrato e di scrittore riportando testualmente alcuni pezzi tratti da “La misura del tempo”: " […] accettando l’incertezza, l’errore, il dubbio è possibile osservare più in profondità, cogliere le sfumature e i dettagli, porre nuove domande, anche paradossali e dunque allargare i confini della conoscenza e della consapevolezza. […] in ogni attività, in ogni lavoro, è salutare di tanto in tanto mettere un punto interrogativo ad affermazioni che abbiamo sempre dato per scontato".

Stia tranquillo, non penso assolutamente che Lei possa aver già dimenticato i suoi scritti! Semplicemente, il “dubbio” è il mio punto di partenza.

Mi chiamo Sara, ho 29 anni, vivo a Genova e sono una dei 20mila praticanti avvocato che da dicembre sta aspettando la correzione delle prove scritte, sospesa per l’emergenza sanitaria Covid-19.
Evidentemente il 2020 – anno “bisestile” come la mia età – è l’anno delle “grandi” attese: attesa che il numero dei contagi scenda, attesa che la pandemia scompaia, attesa che il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte ci parli in diretta, attesa che il lockdown non sia prolungato per altre settimane, attesa di rivedere i propri cari dopo mesi di allontanamento forzato, attesa di… ricominciare.

Complice un sistema che per anni e anni impedisce a noi appassionati del diritto di esercitare “a pieno titolo” la professione e complice altresì il recentissimo lockdown di cui tutti siamo stati vittime, il 09 marzo u. s. (non appena è stata annunciata la chiusura totale del Paese) ho deciso di “rimboccarmi le maniche” e creare un Blog di Diritto con l’obiettivo di fornire “a chiunque” dei contributi informativi e dei chiarimenti sulla tutela dei propri diritti.
Insomma, “aiutare le persone a districarsi tra norme e normette della giustizia del Bel Paese”.
A fortiori in un momento storico in cui si è vissuto un paradossale ritorno all’incertezza del diritto.

In modo un po' frizzante ed innovativo – lasciando da parte lo stereotipo dei libri impolverati sulla scrivania di un avvocato – ho provato così ad essere utile alla comunità.

Si starà domandando cosa c’entra Lei in tutto questo. C’entra eccome.

Se sono diventata la donna che sono, se imperterrita continuo a lottare per poter essere – un giorno – “Avvocato”, lo devo anche ai suoi libri: quante volte mi sono ritrovata ad indagare e a ragionare insieme al
nostro Guido Guerrieri? !

“L’Arte Del Dubbio”, questo è il nome che ho scelto per il mio Blog di Diritto (www. lartedeldubbio. it).
Il suo libro omonimo l’ho riletto almeno tre volte; è uno dei più “sgualciti” che possiedo, pieno di post-it colorati sulla psicologia dei testimoni, sottolineature, note a margine… Una sorta di “legge complementare” al Codice penale e di procedura penale verde de LaTribuna che ho sempre con me sotto braccio. Ogni volta che in udienza, da praticante abilitato al patrocinio, mi trovo a dover decidere se procedere o meno al controesame, mi ricordo di Lei e dei suoi casi pratici ed errori fatali.

In attesa del risultato dell’Esame di Stato e con la speranza che questa mia iniziativa non resti una parentesi dovuta alla quarantena e allo smartworking, La ringrazio per essere una costante fonte di ispirazione.

Sara Dealessandri

Sabato 30 maggio 2020 01:23:21

Egregio dott. Carofiglio,
La stimo molto come persona e come scrittore. Fortunatamente, in passato, ho avuto modo di conoscerla durante le presentazioni dei suoi libri a Torino.
Mi piacerebbe poterle scrivere un'e-mail, ma non conoscendo il suo indirizzo, lo farò qui, con la speranza che possa leggere questo mio messaggio.

Le auguro un buon compleanno e spero che continui a scrivere libri sull'avvocato Guerrieri e non solo.

Con grande stima,
Andreea

Mercoledì 27 maggio 2020 11:49:26

Caro Gianrico,
sono un nonno della Versilia che vorrebbe mandarti una lettera con una proposta politica di aiuto ai giovani. Posso avere un tuo recapito? Cordialità
Giorgio Salvatori

Giovedì 21 maggio 2020 02:26:54

Gentile dott. Carofiglio,
sono un'insegnante in pensione, ho 60 anni e vivo nella provincia di Treviso.
La seguo sia in televisione che attraverso la lettura dei suoi libri. In questi giorni sto leggendo "L'estate fredda". Quando interviene in qualche trasmissione so sempre che dirà delle cose interessanti, mi piacciono la sua lucidità politica, il suo approccio equilibratamente ottimistico, la sua attenzione agli aspetti comunicativi, la sua eleganza che diventa parte sostanziale del messaggio da lei porto.
Vengo al dunque.
Qualche tempo fa, partecipai con mio marito, alla presentazione del suo libro "Con i piedi nel fango" organizzata dal PD di Treviso, presso la chiesa sconsacrata di Santa Caterina. Forse ricorderà questo suo appuntamento. In quell'occasione, dopo averla ascoltata e partecipato a dibattito, nel salutarla, mio marito si fece fare una dedica e le regalò un suo libro, l'unico che lui ha scritto, "Tempo elementare. La mia infanzia ad Aidone",
Ecco, per un po' di tempo ha aspettato un suo cenno - le aveva scritto l'indirizzo mail - poi ha capito che non sarebbe arrivato.
Prevedibile penso io, con tutti i suoi impegni non l'avrà nemmeno letto, oppure l'avrà letto, ma non avrà ritenuto o potuto dare un cenno.
Ora però c'è un problema, è un problema solo mio: ogni volta che la sentiamo in televisione, io commento positivamente i suoi interventi, mio marito concorda, ma poi immancabilmente aggiunge "Sì, però non mi ha mai detto niente sul mio libro".
Ecco io vorrei interrompere questo "mantra" e ci sono due possibilità: o io non commento più positivamente i suoi interventi o lei legge questo benedetto libro e scrive due righe a mio marito.
L'altro giorno la vedevo davanti alla sua libreria e mi chiedevo se tra i suoi libri ci fosse anche quello di mio marito, è un libriccino blu, mio marito si chiama Pippo Castiglione e la sua mail è -------.
Con stima,
Paola Mozzato

Mercoledì 13 maggio 2020 09:23:57

Buongiorno,
le scrivo per invitarla ad un evento virtuale per il nostro cliente Assicurazioni Generali, per il prossimo Giugno. Avremo collegate circa 100 persone, agenti Generali e vorremmo ascoltare un racconto della sua esperienza di vita e di scrittore, magari un punto di vista sulla situazione attuale. Potrà collegarsi dal suo pc di casa o se potesse recarsi in studio da noi a Milano. La data non è ancora stata fissata, Le chiedo cortesemente un suo cachet e una disponibilità di massima. Grazie 1000. Piero Pavanini NEWTON SPA

Sabato 9 maggio 2020 07:38:25

Ho sempre apprezzato la persona, il politico e lo scrittore..
Ho sempre apprezzato i suoi interventi netti e perentori in ogni trasmissione televisiva invitato da opinionista.
Ieri sera 8 Maggio nella trasmissione di Lilli Gruber sul LA7 ho provato una grande delusione ascoltando il suo intervento sbiadito dove ha tentato di giustificare quella " VERGOGNA ASSOLUTA DI IMBECILLI CHE AFFOLLAVANO I NAVIGLI A MILANO" già recidivi che fregandosene delle disposizioni hanno offeso milioni di persone che per oltre due mesi, tra cui il sottoscritto ottantenne, si sono sacrificati nelle proprie case per il bene e la sicurezza personale e degli altri. Mi ha sconcertato oltremodo il tentativo di accreditare una situazione meno preoccupante a seconda dell'ottica, dell' inquadratura e degli obiettivi usati!!! Ma nonostante si possano inquadrare i maniera diversa restano sempre quella parte peggiore della società italiana che non ha rispetto di alcunché.
Immutata è la stima... ma tanto Le dovevo.
un saluto cordiale da Alfonso Bettini della maggioranza silenziosa e rispettosa degli italiani

Domenica 3 maggio 2020 08:55:26

Buongiorno, sto leggendo ‘La misura del tempo’, che apprezzo, come tutta la sua produzione; il mio libro del cuore è ‘Le tre del mattino’, che mi ha incantato per il rapporto padre-figlio, da ricostruire e ricostruito poi, sia pure con fatica. ho una domanda forse un po’ curiosa: in un suo libro ho trovato un accenno al 'riso Sartou' e sarei curioso di sapere come si prepara, se ha tempo (e voglia) di spiegarmelo. Ho poi trovato la ‘cialledda’, che le mie zie mi preparavano a Matera, un po’ diversa, forse da quella barese. Quella materana è con pane raffermo bagnato con acqua, pomodoro fresco, aglio e olio abbondante. Con questo la saluto e le auguro di trascorrere in pace questo lungo periodo di confinamento domiciliare.
Cordialmente,
Francesco Cicchetti

Venerdì 1 maggio 2020 18:18:06

Gentilissimo dot. Carofiglio, apprezzo molto il suo spessore culturale ed umano, i suoi scritti e le sue opinioni ed il modo con cui le porge, sempre molto chiare e nette Le dico questo non per "captatio. benevolentiae" ma perché la stimo veramente, Sono un ex professore di matematica, in pensione Mi diletto a scrivere, mi è nata questa esigenza, per il desiderio di narrare le cose minime, semplici storie di gente qualunque, che hanno attraversato la vita, il cui tracciato ha costituito, insieme a tanti altri orditi, la storia. Ho già scritto ed editato un romanzo storico. In questi giorni di quarantena ho quasi completato un secondo scritto "racconti della soffitta". La narrazione scorre sull'onda di ricordi che aprono finestre di vita vissuta, pur se vagamente rielaborata,. Sarei onorato se in un prossimo futuro lei potesse dargli uno sguardo ed esprimere una sua gradita opinione, se lo ritenesse possibile,. Mi scusi se la importuno ma si apprende dai maestri. Ringraziandola, ad un suo cenno le invio le bozze del mio scritto
La saluto con stima e simpatia Claudio Morbidelli
cell:327 --------via ------- 92 Taranto

Domenica 26 aprile 2020 12:54:36

Buon giorno Carofiglio, sono un papà di un ragazzino di 12 anni e abitiamo a Novara. Vorrei che Lei si faccia portavoce riguardo la riapertura della scuola, per esempio intorno al 10 di maggio, perché così come avviene ora serve a poco. !!!. il problema è l'assemvramento? bene, che si faccia lezione all'aperto! Ma perfavore riapriamo perché i nostri ragazzi a settembre avranno tantissime lacune. grazie luca

Giovedì 23 aprile 2020 11:11:44

Gentile Gianrico, sono una sua costante lettrice e vorrei che Lei, con la sua grande abilità di trovare le parole giuste potesse confezionare una risposta all'ennesima esternazione del (non so come definirlo) Vittorio Feltri il quale si è espresso con disprezzo verso i meridionali. La prego, intervenga alla sua maniera su tutti i possibili mezzi divulgativi.
Purtroppo questo è il regalo che Berlusconi ha fatto all'Italia con Mediaset. Grazie!
Maria De Tullio

Commenti Facebook