Messaggi e commenti per Gianrico Carofiglio - pagina 8

Messaggi presenti: 360

Lascia un messaggio o un commento per Gianrico Carofiglio utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Leggi anche:
Frasi di Gianrico Carofiglio

Nota bene
Biografieonline non ha contatti diretti con Gianrico Carofiglio. Tuttavia pubblicando il messaggio come commento al testo biografico, c'è la possibilità che giunga a destinazione, magari riportato da qualche persona dello staff di Gianrico Carofiglio.

Lunedì 1 febbraio 2021 22:13:10

Invito presentazione libro


Gent. ma Dott. Gianrico Carofiglio

In qualità di Presidente della Pro Loco di Comiso mi pregio di chiederLe la disponibilità per la presentazione online del Suo ultimo pregevole scritto ”La disciplina di Penelope” per i nostri soci, per gli studenti del nostro Liceo Classico e per tutta la città.
Comiso è una realtà culturale molto vivace che vanta fra i suoi figli lo scrittore Gesualdo Bufalino, il pittore Salvatore Fiume, l’archeologo Biagio Pace, solo per citarne alcuni, e la conversazione che Lei potrà tenere sarà sicuramente un motivo ulteriore di crescita culturale, sociale e umana per noi tutti ancora di più in un momento come questo in cui noi operatori culturali viviamo quotidianamente la difficoltà di far sentire a gran voce il valore della lettura sempre più bistrattata a favore di una formazione tecnico-pratica che offre l’illusione di una immediata spendibilità.
Ringraziando sempre per la disponibilità e per le suggestioni e gli spunti di approfondimento che offre a tutti con i Suoi scritti, porgo distinti saluti

Comiso 1 febbraio 2021

Maria Stella Micieli
-------
347-------

Sabato 30 gennaio 2021 18:37:11

Richiesta di collaborazione


Egr. dott. Carofiglio,
con la presente sono a chiedere la sua disponibilità per tenere un incontro formativo rivolto ai giovani che stanno svolgendo il servizio civile in Trentino.
Si tratta di un incontro di 3 ore, da fissare in data ed orario a lei più comodi durante i mesi di marzo oppure aprile. Si svolge on line attraverso la piattaforma Zoom. I partecipanti sono 15.
Intendiamo lavorare su parole chiave, di cui vorremmo presentare ai giovani il senso ed il significato oggi. A lei proponiamo di parlare del concetto di COMPROMESSO.
Se la cosa può essere di suo interesse, la prego di darmi un cenno di riscontro, per poterla poi contattare e fornirle ulteriori spiegazioni. Allo scopo, la prego di inviarmi un suo recapito e dirmi quando posso chiamarla.
Per ora la ringrazio dell’attenzione e la saluto cordialmente.
Giampiero Girardi

Sabato 30 gennaio 2021 15:35:32

Presentazione on line


Sen. re Buonasera
Sono il Dott. Riccardo Sedini
gestisco il blog Geografie letterarie.
Volevo sapere se era disponibile a fare una presentazione in diretta del libro
La disciplina di Penelope e quali sono le sue eventuali richieste.
Grato di un suo riscontro
Distinti Saluti

Mercoledì 27 gennaio 2021 19:36:06

Sono una su lettrice e la seguo molto volentieti nelle trasmissioni a cui partecipa. Nella trasmissione di sabato scorso"Le parole della settimana", lei ha menzionato un libro "Bastava dirlo", gradirei conoscere l'autore perché forse riuscirei a trovarlo sul web per acquistarlo... insieme al suo ultimo lavoro.
Grazie.

Mercoledì 27 gennaio 2021 09:40:23

La magistratura e quel sistema ​che ha infettato la politica italiana


La magistratura e quel sistema ​che ha infettato la politica italiana

Il sistema con cui vengono decisi i vertici della giustizia condiziona anche la vita democratica del Paese. Ecco come: esce in libreria Il sistema, il libro scritto dal direttore Sallusti
Alessandro Sallusti - Mer, 27/01/2021 - 07: 38
commenta

"Sono consapevole di aver contribuito a creare un sistema che per anni ha inciso sul mondo della magistratura e di conseguenza sulle dinamiche politiche e sociali del Paese.

Non rinnego ciò che ho fatto, dico solo che tutti quelli, colleghi magistrati, leader politici, uomini delle istituzioni, molti dei quali tutt'ora al loro posto, che hanno partecipato con me a tessere questa tela, erano pienamente consapevoli di ciò che stava accadendo". Inizia così un lungo racconto, una lunga intervista che Luca Palamara, il magistrato al centro del sistema della magistratura, ora finito sotto la lente degli stessi magistrati, mi affida in questo libro Il Sistema. Potere, politica affari: storia segreta della magistratura italiana (Rizzoli). Il punto di partenza è: è possibile che quel sistema interno alla magistratura con cui venivano decisi in modo abbastanza discutibile i procuratori, i magistrati più importanti d'Italia abbia infettato, oltre che la magistratura, anche la vita politica italiana? In altri termini, è possibile che abbiano subito attacchi giudiziari molti governi, da quello di Prodi a quello di Berlusconi, a quello di Renzi, financo a quello di Salvini? È possibile che quel sistema abbia condizionato anche la vita democratica del Paese? Ecco, queste sono tutte le domande che io ho posto a Palamara in una lunga serie di incontri. Domande alle quali Palamara non si è sottratto. Ne esce uno spaccato di vent'anni di amministrazione della giustizia che, immagino e spero, faccia riflettere più d'uno.

Che cosa è successo in questi ultimi vent’anni? È successo, e da questo libro emerge chiaramente, che la magistratura ha interferito, a volte anche pesantemente, sulla vita politica italiana e, in particolare, ha interferito partendo da una posizione politica ideologica che fa capo alla sua corrente di sinistra, Magistratura democratica. Tant'è vero che anche Palamara è stato uno dei più grandi oppositori dei governi di destra. E alla domanda: "Ma allora anche tu sei di sinistra? ", lui risponde così: "Non è vero. Io non ero il protettore di questo o di quello, di una parte politica o dell'altra, io ero il protettore del sistema correntizio che a maggioranza era su posizioni politiche e ideologiche di sinistra in conflitto con le destre di Silvio Berlusconi. Il mio compito non era di cambiare quella posizione, ma semplicimente di difendere il sistema. L'ho fatto per convenienza? Perché ci credevo? Per calcolo? L'ho fatto e l'ho fatto con successo. Punto". E da qui parte il racconto, non solo di quello che è successo all'interno della magistratura, ma anche di quello che è successo nei rapporti tra la magistratura e la politica, tra la magistratura e il Quirinale, tra la magistratura e i poteri costituiti di questo Paese. È uno spaccato che riguarda, come dicevo, vent'anni, che coinvolge i governi di destra e di sinistra, perché, ancora prima di essere di destra e di sinistra, il sistema voleva, e vuole, comandare sulla politica.

Sallusti presenta "Il sistema"
Pubblica sul tuo sito

Com'è potuto succedere tutto questo? E, soprattutto, com'è successo nei fatti, concretamente? Ecco, Palamara in questo libro non dà le sue opinioni, ma documenta episodio per episodio, inchiesta per inchiesta, nomina per nomina che cosa è successo dietro le quinte della magistratura e della politica italiana. È forse la prima volta che si scoperchia questo vaso di Pandora. Non è la verità completa, ma è pur sempre una prima verità sulla quale, immagino e spero, si inizi a riflettere concretamente.

Martedì 26 gennaio 2021 16:37:11

Dopo l'elezione del Presidente della Repubblica, forse, voteremo anche noi


Finalmente si balla. È strano che tutti dicano di saper ballare e contemporaneamente temano che possa partire il disco? Un tempo, nel nostro parlamento, vi erano le menti e le braccia. Queste ultime venivano definite" peones", ma erano funzionali allo scopo delle menti. Adesso tutti pensano di poter scrivere pagine politiche che passeranno alla storia!, molti, purtroppo, hanno dimenticato di non sapere scrivere (essere ignoranti di POLITICA). POCHE LE MASSIME IN POLITICA, la più importante: MAI DIRE MAI. È UN ASSIOMA CERTO, eppure Il professore Conte, Di Maio, Salvini, Meloni ecc, lo hanno pronunciato. Anche alcuni scienziati del Pd, UOMINI che hanno scritto tutte le enciclopedie in tutte le LINGUE. Basta credere nella reincarnazione e riconoscerai negli occhi di D'Alema, Bersani, Orlando, Zingaretti ecc., il meraviglioso Marco Aurelio, Socrate, Macchiavelli ed altri che vogliate aggiungere. NON C'È L'AMORE CHE TUTTO MUOVE. Per comprendere l'inutilità cosmica dei sopra citati è sufficiente ascoltarli con gli occhi chiusi: sentirete IL NULLA. Del resto, HANNO mai pagato tasse con il proprio lavoro non di apparato? Se il professore Conte - uomo accademico, avvocato, che ha pagato tasse allo stato italiano- è divenuto più
bravo politicamente di chi ha sempre vissuto di politica di apparato, dobbiamo affermare che chi ha fatto solo politica non ha per davvero imparato nulla. Che parta il disco è che si balli, poi, dopo l'elezione del Presidente della Repubblica, forse, voteremo anche noi. Speriamo di ricordarci dell'intero quinquennio politico, tanto, la prima repubblica (per fortuna), è ancora tra noi. Amiamoci, il resto è riso... o pasta asciutta.

Lunedì 25 gennaio 2021 15:15:17

Buon pomeriggio. Molti "personaggiucci" insignificanti debbono dire grazie al coronavirus (leggi Fontana). Dopo che la Lombardia ha mostrato a tutto il mondo il fallimento politico sulla gestione del virus, dopo che è stato mostrato un sistema sanitario privato inefficiente, pur in presenza di professionisti di fama mondiale, - molto buono per il Pil(un regalo al nuovo assessore di FI come me). dopo tante vicissitudini poco gradevoli a carico del MEDESIMO presidente, dopo la rimozione dell'assessore alla sanità, sostuito da una persona che pensavo fosse liberale, la Lombardia, nel suo splendore politico, ha dimostrato al mondo intero che: AL MALE NON C'È FINE. Domanda: come sarebbe la faccia di queste persone se non indossassero la mascherina? Mentre gli algoritmi sul rt sono sballati, dopo che 10. 000. 000 di poveri Lombardi sono stati costretti agli arresti domiciliari, dopo che tante attività commerciali sono rimaste chiuse, dopo tanti danni..., il capo politico lombardo, o presunto tale, va in televisione a parlar male di giornalisti americani. Vuoi vedere che non rimane in Lombardia perché è consapevole che altrove, forse, il virus è stato meglio gestito? Un po' di AUTOCRITICA farebbe bene. Mi dispiace tanto per i lombardi, ma forse dovrebbero anche capire che la politica fatta da persone più addottrinate di buon senso potrebbero dare più affidabilità.

Domenica 24 gennaio 2021 13:42:55

Richiesta di un parere


Buongiorno sono Giorgio di gioia ho scritto un libro... il fattore y... edito da albatros... mi piacerebbe lo leggesse e mi desse un parere... grazie mille... Giorgio

Sabato 23 gennaio 2021 18:28:48

La disciplina di Penelope: commento al libro


Egregio dottore, premetto che la stima che ho di Lei può essere compresa dai 15 suoi libri sul mio e-book, dal numero notevole dei cartacei che ho regalati, dal fatto che La seguo sempre con attenzione quando è “di servizio” da Lilli Gruber. Questa premessa mi era necessaria di modo che non si pensi che sono prevenuto nei Suoi confronti. Ma a “Penelope” ho dato 4 stelle, 4 perché la stima in Lei è tanta. Ma Penny, anche la presenta di genere femminile, è un maschio. Risolve il caso, ma la lacuna nelle indagini era palese. Vi si trova, con le giuste spiegazioni sull’uso, il nome commerciale di tre farmaci, Poi, chi era nell’altra vita Penelope? Questo è un buco nero. Dottore, mi aspettavo di più da Lei. Sempre con stima, Enrico Spano

Sabato 23 gennaio 2021 13:24:49

Adoro la politica e non solo di parte


Buon giorno dalla Terronia (Basilicata o Lucania). Sono mortificato che non sia stata presa nessuna iniziativa in relazione ai contagi della repubblica Ceca. Più avanti, credo già inizio settimana, verrà chiusa dalla Germania (ho scritto alla Bild ed al the guardian). Per ciò che concerne la votazione al senato invece mi diverto nel leggere ed ascoltare tante idiozie da parte dei vostri giornalisti italiani. Tutti accaniti contro i due senatori che hanno votato alla fine. Si è accertato via var che erano nei tempi. Qualcuno vota per primo ed a qualcuno toccherà votare alla fine. La domanda seria è: perché era stato detto che il tempo era scaduto? Se il "giochino lo avesse fatto qualche" intelligentone! " che piace ai nostri giornalisti, gli stessi avrebbero detto che si era trattato di una tattica da conoscitore dei regolamenti, poiché è stata fatta da 2 signori un po' sconosciuti, sono da considerare poca cosa. Magari, anzi sicuramente, i due senatori hanno fatto il loro gioco: aumentare il proprio livello di contrattazione. Morale: il/la presidente del Senato non conosceva per bene i regolamenti, ma a lei che è una " nobile" non viene mossa alcuna responsabilità, così come all'altra baronessa" Donna Letizia ". Io sono/ero di forza Italia, come le due nobili, ma adoro la POLITICA e non solo di parte.

Commenti Facebook