Messaggi e commenti per Lucia Annunziata - pagina 5

Messaggi presenti: 84

Lascia un messaggio o un commento per Lucia Annunziata utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Sabato 2 maggio 2020 15:21:24

Buongiorno Dott. ssa Lucia Annunziata
sono una persona piuttosto ritrosa a disturbare e a far perdere tempo a chi sta facendo il proprio lavoro, a maggior ragione in un contesto come quello che stiamo vivendo, ma la questione è di tale importanza che ho bisogno che qualcuno come lei, che quotidianamente con senso critico mette in luce le discrepanze della politica e del mondo in cui viviamo più in generale, possa aiutarmi a far pervenire la mia istanza al mondo scientifico, facendosene portatore.

Premessa :
Gli esperti, durante questa emergenza, sono stati sicuramente utilissimi, e li dobbiamo ringraziare, tuttavia non si può sottacere che in alcuni momenti si siano contraddetti più volte. Ma mentre la cosa può risultare in buona parte comprensibile visto che parliamo di un virus nuovo di cui si conosce poco, non altrettanto possiamo fare se a vacillare e a presentare incongruenze è uno dei loro capisaldi … l’unica cosa su cui fin dall’inizio si sono trovati tutti concordi, quasi fosse un comandamento scolpito sulla pietra: LE MASCHERINE DEVONO ESSERE ASSOLUTAMENTE PORTATE DA CHI HA CONTRATTO IL VIRUS, IN MODO DA IMPEDIRE CHE POSSANO CONTAGIARE ALTRE PERSONE.
Ora, tale postulato, non è che sia sbagliato, anzi è giustissimo! Il problema sta nel fatto che sia INCOMPIUTO, per cui se lo si prende “parzialmente” come è stato enunciato perde di efficacia ai fini della prevenzione e della salvaguardia della salute delle persone.

Tesi :
Ora quello che mi lascia sgomento è il fatto che in più di 2 mesi, nessuno (e di trasmissioni televisive ne ho viste tante) abbia completato il discorso sulle mascherine in modo chiaro ed INEQUIVOCABILE, dicendo che, perlomeno a livello teorico, se TUTTI (100% delle persone) INDOSSASSERO LE MASCHERINE NESSUNO POTREBBE PIÙ CONTAGIARE NESSUNO !!! … i contagi si azzererebbero o quasi ! (Con “tutti” intendo anziani, adulti o bambini, persone in salute o allettate).

Mi spiego meglio :
Le mascherine, come ci è stato detto, non sono del tutto efficaci a proteggere l’individuo che le indossa, in quanto il Covid-19 attraverso le micro-goccioline (le famose “droplets”) di saliva nebulizzate nell’aria da altri, potrebbe ugualmente penetrare all’interno dell’organismo attraverso gli occhi, o attraverso mani infette portate alla bocca o al naso.
Il vero problema di questa emergenza, fin troppo sottovalutato visto che non eravamo il primo paese al mondo a dover affrontare questa pandemia, sono stati:
• SIA gli ASINTOMATICI (cioè coloro che hanno contratto il virus, ma non hanno sintomi) perché possono continuare a contagiare durante tutto il decorso della loro malattia senza che gli stessi ne abbiano consapevolezza
• SIA i SINTOMATICI, in quanto già nei 3/4 giorni precedenti al manifestarsi dei primi sintomi il virus inizia la sua contagiosità e trasmissibilità.
Virologi e medici in generale, sembrano invece essere sicuri nell’affermare che la mascherina indossata dalla persona infetta costituisca una barriera insuperabile in grado di salvaguardare la salute altrui. La motivazione, a rigor di logica, mi sembra intuitiva e facilmente comprensibile: essendo la bocca l’unica porta di propagazione del virus verso l’esterno dell’organismo, se le goccioline di saliva attraverso cui il Covid viene veicolato trovano un ostacolo che le imprigiona, l’agente patogeno cessa di essere un pericolo.
Ora, io non ho la presunzione di avere conoscenze scientifiche che non ho, ma rivendico la mia, ancora in essere, capacità di raziocinio … per cui mi sembra assurdo che non si sia addivenuti alla fisiologica conclusione che, SE TUTTI (anche le persone SANE, che non hanno contratto il Covid) fossero obbligate a muoversi, in spazi aperti e chiusi, con Dispositivi di Protezione Individuale (DPI), il virus, se non verrebbe eliminato definitivamente, verrebbe quanto meno
fortemente limitato nella sua propagazione. Ci sarà pur stato un motivo se in Cina, fino a pochi giorni fa, non c’era nessuno potesse girare senza tali dispositivi !!!
Se in Italia, congiuntamente con il distanziamento sociale e il lavarsi spesso le mani, si fosse adottata questa semplicissima precauzione, si sarebbe potuti tornare quasi subito alla normalità: sarebbe stato superfluo qualsiasi “lockdown”, si sarebbero salvati il lavoro di milioni di italiani e migliaia di vite umane. Se non si può correggere il passato, si può però fare in modo da non incorrere negli stessi sbagli in futuro, possibilmente già da domani, visto che questo virus ci accompagnerà quantomeno fino alla fine dell’anno.

Precisazione :
Sarebbe bene che le persone la smettessero di pensare alle mascherine come ad un prodotto tecnologicamente avanzato. Non è fondamentale che la trama delle mascherine sia particolarmente ridotta, perché non è la dimensione del virus che il tessuto deve ostacolare, ma la dimensione delle goccioline che lo contengono. La certificazione delle mascherine, penso che sia più rivolta al fatto che possano essere prodotte con materiali nocivi alla salute piuttosto che ad altro. Quindi andrà bene qualsiasi mascherina, non necessariamente le FFP2, le FFP3 o le chirurgiche. Sarà sufficiente una qualsiasi barriera formata da un qualsiasi tessuto (o quasi) davanti alla nostra bocca per evitare di contagiare gli altri. Possono andar bene anche le mascherine artigianali fatte in casa. L’importante è che siano efficaci !!! … l’unica cosa che conta veramente, è che le micro particelle di saliva di ognuno di noi non si propaghino nell’aria o verso il nostro interlocutore. (per capire se la mascherina che si ha, esplichi efficacemente la sua funzione proteggendo gli altri dal virus è sufficiente effettuare la prova che fa un farmacista veneto in questo video visionabile su Youtube (www. youtube. com/watch? v=YVfrWVuJuFc).
Per quanto possa apparire assurdo, a mio modo di vedere, non ci sarebbe neppure il problema di doverle cambiare spesso buttandole o di doverle sanificare, perché se una persona infetta tocca la propria mascherina con le mani non aumenta il proprio rischio (malato lo è già!), mentre se una persona sana tocca la propria mascherina la potrà tranquillamente continuare a toccare perché non sarà stata contaminata, ne da lui (sano), ne da altri (che, sebbene magari malati, sarebbero stati inibiti a propagare il virus dall’obbligo di indossare la mascherina). Tra l’altro, in questo modo si risolverebbe il problema dell’approvvigionamento delle mascherine, con evidenti ricadute economiche.

Conclusione :
La questione, a mio modesto parere, mi sembra di tale rilevanza e di tale linearità logica, che meriti quantomeno di essere confutata e smontata pezzo per pezzo dal mondo scientifico, cioè da chi il compito e la responsabilità di guidarci fuori da questa pandemia c’è l’ha !!!
Spero non si commetta l’errore di dare per scontato che, siccome questa mia tesi appaia anche fin troppo banale, non sia meritevole di essere verificata ed eventualmente smentita, perché gli interessi in termini di vite umane, economici e di coesione sociale sono tali da spazzar via qualsiasi interesse del singolo, qualsiasi ego, o qualsiasi brutta figura conseguente all’aver preso un abbaglio.
Magari la mia è solo una farneticante illusione! … magari, no !!!
Perché dovremmo rinunciare a toglierci ogni dubbio, chiedendo lumi al mondo scientifico ? … anche perché, a ragione o a torto, una cosa è inconfutabile: ancora oggi, a distanza di ben 2 mesi, l’argomento mascherine è lungi dall’essere del tutto chiaro ai più !!!

Immensamente grazie per l’ascolto

Giovedì 30 aprile 2020 11:19:29

Grazie per la chiarezza delle sue interviste, è sempre un piacere ascoltarle..
Mi piacerebbe affrontasse con ministro BOCCIA le ragioni per cui gli fu Impedita la presentazione di una legge (se non sbaglio da renzi) tendente a far pagare tasse alle multinazionali che vendono in italia. La situazione è molto più grave di quello che percepisce popolazione: la guerra alle "isole del tesoro" va fatta subito ed eventualmente anche solo dall' Italia.
Io italiano compro soggiorno in albergo a firenze e mi perviene fattura da sito svizzero MAIMONE senza iva (ma quanto incassa albergo???) ho segnalato a guardia di finanza ma... niente..
Compro antivirus bit difender e internet mi dice che mi viene venduto dall'irlanda (senza iva e senza tasse in italia) POTREI CONTINUARE ALL'INFINITO...
Ma e' tanto difficile fare legge che disponga "società che ha più di 1. 000 contatti e/o vendite giornaliere su internet in italia ha obbligo e si considera a tutti gli effetti legali avere sede stabile in italia" (con i conseguenti obblighi fiscali... iva e tasse. .)
Altrimenti le multinazionali continueranno ad impoverire il paese facendo anche concorrenza sleale ai nostri negozianti, albergatori... ecc ecc
GRAZIE E SALUTI
Guido Giannini
via ------- 17
80122 napoli
348 -------

Mercoledì 29 aprile 2020 09:21:36

Gentile dottoressa. Sono alla disperazione culturalmediatica per l'ascolto delle rassegne stampa, per la lettura di qualche quotidiano, per la visione in tv di alcuni blasonati talk shaw. Pochè nel suo modello di conduzione non rilevo mai toni stridentemente ironici, violenti attacchi alla presidenza del governo non collaborativi ma palesemente destinati a sviluppare interessi di partito e personali, una certa empatia e seria dubbiosità, quando occorre. Infine, poiché lei non esibisce abbronzature che hanno il gusto di una certa invincibile fatuità, la prego di farsi uno spazio e interagire con i suoi colleghi. Trasmetta loro l'appello di persone che hanno la comprensione logica e fattuale che, come dice Ilaria Capua, vi sono alcune proposizioni, collegate alla complessità della realtà, che confliggono tra loro, che necessitano del ritrovamento di un punto di equilibrio. I giornali diventino più seri nei toni, facciano interviste alle persone coinvolte nelle situazioni più controverse ,: INPS, Regioni non rosse in merito alle riaperture, dirigenti scolastici per capire quali problemi da nord a sud si devono affrontare, mandino inviati sul territorio per sentire con quale modello concreto bar, pasticcerie, servizi alla persona pensano di organizzarsi. riferiscano quanto costa una sanificazione ambientale e perché il lavaggio dell'auto da 10 euro è balzato a 20 per una presunta sanificazione e così via discorrendo in modo serio, senza i soliti toni speculativi e scandalistici che hanno stancato. Sono laureata e ho lavorato per quasi 40 anni in prima linea nelle scuole a rischio di Palermo. Avrei voluto assistere al cambiamento che oltretutto sarebbe stato coerente con il mio sforzo personale e professionale. Così non è stato e quando 20 anni fa lamentavo l'insensatezza dell'utilizzo dei fondi europei per portare i bambini in cortile a giocare a pallone, speravo in un impeto d'orgoglio e nell'investimento per esempio nella didattica informatizzata, con cervello, Adesso non ce la faccio, con tutto il rispetto a seguire gli strilli (anche corretti e giustificati) sulle violazioni della Costituzione, a fronte dell'inaccessibilità per un'ampia fetta della popolazione giovanile (molto al sud) dei diritti tanto celebrati, a volte per mero analfabetismo. Grazie, perdoni la lungaggine. Daniela Cecchini da Palermo

Domenica 26 aprile 2020 18:13:48

Gentile Signora Annunziata. Seguo spesso con interesse il suo programma "Mezz'ora in più" che è davvero interessante. Oggi tuttavia, in qualità di appassionata di opera lirica, sono spiacente di mostrarle il mio disappunto. Dopo aver ascoltato con lei la voce di Paolo Bordogna, le ho sentito chiamare l'artista "tenore". Ahimè, è un baritono-basso (e lo ha pure ascoltato!). Ciò vuol dire che non si intende di lirica. Poco male; tuttavia la prossima volta che presenta un cantante si accerti di che tipo di cantante lirico si tratta - non è musica leggera! Mi scusi ancora. Cordiali saluti, Edoarda Paolini

Domenica 26 aprile 2020 17:42:16

Carissima Lucia oggi domenica 26 aprile sono rimasta felicemente sorpresa perché ti ho vista nuovamente alla RAI. Posso dirti che, come sempre, sei la mia giornalista preferita perché hai un modo di intervistare le persone inedito e particolare, e poi sei chiara, sottolinei le informazioni più importanti, cerchi di metterti al posto dell’ascoltatore che ora, come non mai, per me, avrebbe bisogno di certezze, chiarezza e anche sicurezza soprattutto nei luoghi di lavoro. E’ proprio di questo che la gente ha bisogno in una situazione come questa dove neanche i medici non hanno proprio le idee del tutto chiare. E vero, la nostra è una situazione mai vista dove i conti si potranno fare dopo, ma le persone riusciranno a comportarsi meglio, (dal4/5) nel momento in cui avranno dei messaggi e delle regole chiare. Augurandoti ogni bene, mi piacerebbe sapere se leggi i miei messaggi. Fiorella

Venerdì 24 aprile 2020 16:18:06

Cara Lucia, ho saputo del ripresentarsi della polmonite interstiziale e ti faccio i miei migliori auguri. Anche io due anni fa, ho avuto questa malattia (per me di origine autoimmune) e vivo da allora con l'angoscia di sentire il mio respiro affievolirsi. Sono sotto terapia e questo non è sicuramente un periodo facile per noi immunodepressi. Ti sono vicina con il pensiero e spero vivamente che tu ti riprenda al più presto. Un abbraccio grande e facci avere buone notizie.
Angela.

Domenica 19 aprile 2020 16:25:13

Lucia buongiorno, come stai? So che sei stata dimessa dall'ospedale. Mi manchi, ho vissuto il tuo contagio da covid 19 come se fossi una mia sorella,
Un saluto caro, un abbraccio forte forte, a presto, con affetto, olimpia

Sabato 18 aprile 2020 22:15:14

La Signora Fiorella Angelino non ne ha azzeccata una. Io non sono Cinquestelle e tanto meno seguace del signor Salvini. Io sono meridionale e meridionalista, provengo da una famiglia di operai di estrazione COMUNISTA e tale io sono. Per questo sono contro le ingiustizie e i privilegi (ah, ecco perché la signora ha pensato che io fossi un cinquestelle, perché ho usato il termine privilegi, è ridicolo!). Non posso sopportare, lo ribadisco, che delle persone anziane emerite sconosciute non abbiano avuto le stesse attenzioni di persone illustri e sono morte.
Chi fa il primo della classe
deve poi comportarsi come tale, l'ipocrisia l'aborro.
Io ho 71 anni non ho paura del Covid-19 ma temo che per la mia età possa essere trascurato e non curato adeguatamente.
Non sono un misogino, credo invece che la signora soffra di misandria. Ho due splendide figlie, sono fiero di loro.
La mia prima figlia e militare e lavora a Roma tra molti rischi, non ha avuto nessun tampone.
La seconda è nata l'8 di Marzo e ne sono felice. Gli ultimi giorni di gravidanza di mia moglie speravo che partorisse una seconda femmina proprio l'8 di Marzo, il giorno della DONNA, è così è stato.
Mi reputo FORTUNATO!
Adesso è infermiera, vive a Bergamo e lavora all'ospedale di Seriate nel reparto riservato alla Covid-19 ed ancora non ha avuto un tampone.
Non auguro alla signora le ansie che sto patendo io per le mie figlie. La signora dove ha visto la cattiveria.
Le mie sono state delle semplici domande rivolte alla signora Annunziata scaturite dalla mia indignazione, quelle della signora, invece, delle irritanti congetture.
Mi scusi signora, con tutto il rispetto, ma lei non ha capito un ca... di me e dello scopo del mio primo messaggio!
Buonasera
Pietro

Sabato 18 aprile 2020 16:02:25

Carissima Lucia, la cattiveria vedo nel messaggio di un certo signor Pietro che parla come un cinque stelle o peggio un simpatizzante Salvini. Essere ricoverati a uno Spallanzani non è un privilegio e tanto meno trovarsi nelle condizioni inaspettate nelle quali anche lei ha dovuto affrontare. Mi viene un dubbio se quella stessa cattiveria, non sia nata dalla solita scarsa considerazione che hanno certi uomini nei confronti delle donne, specialmente donne in gamba come lei. Ma siamo proprio noi donne che, ancora una volta, in un momento così difficile, dimostriamo il nostro vero valore, la nostra forza. Ancora tanti auguri da parte mia Fiorella Angelino

Sabato 18 aprile 2020 11:16:35

Mi compiaccio per la sua negatività alla SARS-Cov2.
Lo scopo del mio messaggio è una serie di domande.
Nelle sue apparizioni televisive ha sempre denunciato le ingiustizie, gli errori e le incapacità, a dir suo, di alcuni dirigenti politici in massima parte.
Considerato che spesso ha
anche criticato la mancanza di immediati interventi ed inadeguate precauzioni a favore degli ammalati di virus, spesso anziani, che sono stati lasciati morire nelle loro abitazione senza cure e test.
Come mai lei, solo presunta ammalata di Covid 19, è stata ricoverata allo Spallanzani, ospedale d'eccellenza, e sottoposta a cure e test ?
Forse perché donna famosa?
Forse per raccomandazioni ?
Non ritiene di essere stata trattata da privilegiata (come l'"infallibile" e "perfetto" Signor Porro) anche nei confronti di operatori sanitari che stanno in prima linea e che non sono mai stati sottoposti a test per la Covid-19?
Non prova vergogna?
Avrà ancora il coraggio di denunciare ingiustizie e prtivilegi?
Buongiorno
Pietro Foti

Commenti Facebook