Messaggi e commenti per Lucia Annunziata - pagina 7

Messaggi presenti: 84

Lascia un messaggio o un commento per Lucia Annunziata utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Lunedì 30 marzo 2020 10:56:52

Ill. ma dott. ssa lucia Annunziata, sono certo che attraverso la persona Vostra si possa dare voce alle piccole società, semplicemente facendo presente al governo la problematica di chiudere la mia "come tante altre"senza dover pagare nessuna spesa notarile e fiscale, visto l'attuale triste situazione che ha decapitato ormai ogni forma di commercio.
La saluto distintamente, con osservanza
Umberto Fera amm. soc. turistica Mediterranean Events srl

Domenica 29 marzo 2020 20:08:03

Buonasera, ho seguito come oggi si segue tutte le televisioni sul coronavirus, vorrei segnalare una volta di più le condizioni misere in cui lavora da settimane e per chissà quanto ancora, il personale delle case di riposo anche in provincia di Brescia, dove gli ospiti muoiono a decine senza poter fare nulla di più che i farmaci che ancora ci arrivano e l ossigeno che a qualcuno già scarseggia. Poco personale ancora forse sano che deve accudire decine di persone, tutti stiamo facendo di tutto e abbiamo anche noi famiglie a casa, ci siamo procurati DPI pagati che non vengono consegnati perché i corrieri non vogliono venire da noi, come dar torto... Ci sono negati dalle ATS i tamponi richiesti per ospiti e personale, stiamo morendo e in regione devono decidere come procedere??? Il 112 non porta le persone in ospedale perché secondo loro va bene quello che stiamo facendo. Se solo ci avessero avvisati già da fine gennaio col decreto che si è saputo solo ora, forse saremmo riusciti almeno a preparare il materiale a tempo debito, mi scusi lo sfogo sono settimane ormai fisicamente e psicologicamente pesanti. Facciano i benedetti tamponi a tutti e almeno sapremo come regolarci altrimenti ci continueremo ad infettare a vicenda. Grazie.

Domenica 22 marzo 2020 19:13:08

Buongiorno, o ascoltata oggi e volevo farle presente che non ha il diritto di rivolgersi a noi runner come ha fatto lei. Noi non siamo quelli, siamo sportivi a cui è rimasta solo la possibilità di correre. Chi si allena non gironzola per le città con le scarpe da tennis. Noi corriamo per davvero la mattina presto o la sera dove non c'è nessuno. Io personalmente sono piuttosto adirata per le nuove disposizioni.. e credo di non essere l unica. Sarebbe auspicabile che ci venisse concesso l allenamento in certi orari siamo disposti ad alzarci presto ma non a rischiare un ammenda. La saluto e spero che voglia cogliere anche la nostra voce.

Domenica 22 marzo 2020 17:03:26

Buonasera
Sono la proprietaria di un asilo nido privato di Roma "Fantasilandia Srl" in questa situazione d'emergenza nazionale io e la mia categoria ci sentiamo davvero abbandonate e in serio pericolo. Le chiedo di dedicare un po' del suo tempo a questa problematica.
Al momento nessun aiuto è stato destinato alle scuole private che vivono solamente delle rette mensili pagate dai genitori.
Abbiamo bisogno di aiuto!
Io e le altre titolari delle strutture private del Lazio sia a completa disposizione per ogni chiarimento.
Grazie per la disponibilità
Stefania Proietti

Domenica 22 marzo 2020 16:04:20

Gentilissima La seguo spesso e le scrivo per ciò che ritengo una cosa molto urgente. Visto il facile contagio da Covid 19, ora è stata imposta la chiusura di tutte le attività non essenziali.
Però resta ancora un canale di contagio pericoloso costituito dal recarsi al supermercato per la spesa.
In molti paesi italiani (come ad esempio a Vignola in provincia di Modena dove io vivo) solo qualche esercizio offre il servizio ma anche con ritardo di consegna di 30 giorni (Coop), ma credo vi siano problemi notevoli per le consegne anche per gli altri esercizi.

PROPOSTA:
UTILIZZARE I BENEFICIARI DEL REDDITO DI CITTADINANZA PER LE CONSEGNA (che allo stato attuale mi risulta percepiscano il reddito ma non vengano impiegati in alcun modo).

I supermercati si potrebbero attrezzare per:
- la ricezione degli ordinativi via mail, telefono, liste cartecee ecc…;
- i dipendenti vedrebbero ridotti i propri rischi perché potrebbero operare a porte chiuse, riservando la principalmente la loro attività a preparare i lotti per la consegna ed aprire al dettaglio solo per qualche ora o persino non aprire;
- si eviterebbero le sanificazioni degli ambienti, l’allestimento degli scaffali ecc…;
- pagamento on line con carta di credito o bancomat;
- servizio di consegna gratuito in quanto a mezzo beneficiari già retribuiti dalla collettività.

Vi prego di sostenere questa proposta che mi sembra di assoluto buon senso.

Cordiali saluti.
Roberto Bulgarelli (cell. 335/-------).

Domenica 15 marzo 2020 17:50:43

Non riesco a contattarti.
Mio cellulare é 333 -------.
Volevo che verificassi l'influenza del vento (del forte pericolo) che ha sul coronavirus. Vedo che nessuno ne parla.
Cmq sto divulgando ai miei conoscenti. Grazie

Domenica 15 marzo 2020 17:07:42

Gent. mo dottoressa, comprendo la difficoltà del momento, ma quanto mi è stato riferito da un mio carissimo amico lo trovo inaccettabile, pertanto penso sia giusto riferirlo. All'istituto Pascale di Napoli un chirurgo epatobiliare è risultato positivo al coronavirus tre giorni fa. Ad oggi nessun provvedimento è stato preso dall'azienda per tutelare gli infermieri, che hanno lavorato con il medico durante i giorni precedenti, e le loro famiglie

Domenica 15 marzo 2020 17:06:31

Bisogna dare ai soggetti che vengono ricoverati almeno due caricatori per cellulari pieni per consentire ai parenti di essere collegati almeno via sms o altro.
I pazienti rimangono con i cellulari scarichi e a casa sono angosciati

grazie
BRUNO SOLERTE
Prof. di Medicina Interna
Università di Pavia

Domenica 15 marzo 2020 15:46:05

Buonasera,
Sto seguendo la sua trasmissione da sempre, ma oggi ancora di più.
Vorrei denunciare una situazione di debolezza.
La polizia locale non ha i presidi di sicurezza e deve come i medici fare un servizio.
Vanno due agenti in una auto senza mascherine adeguate.
Grazie dell'attenzione.
Cristina bonamici

Domenica 15 marzo 2020 15:12:41

Dopo aver seguito i progressi del Cotugno di Napoli nella cura degli intubati malati di coronavirus, perché non propone anche ai professori lombardi di adottare il protocollo di Napoli? Grazie

Commenti Facebook