Messaggi e commenti per Massimo Giletti

Messaggi presenti: 13

Lascia un messaggio o un commento per Massimo Giletti utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Martedì 10 settembre 2019 17:04:51

Buonasera. La seguo spesso. Vorrei chiederle che visto che parla di argomenti vari, perché non parlate della tutela degli animali, degli esperimenti inutili e crudeli che si fanno. Di quanti soldi ci sono dietro. Del dolore che provano. Delle schifezze che ci sono dietro alle sperimentazioni. Non siamo in pochi a volergli bene e ad aiutarli. La televisione aiuta a farlo. Grazie

Domenica 11 agosto 2019 16:42:30

Salve Massimo, mi scusi se la disturbo ma non so piu a chi rivolgermi, neanche il mio antenista riesce venire a capo di questo problema, allora io abito a Candelo Biella che lei conosce bene e per questo che le scrivo, allora qui non c'è verso di vedere la 7 e sono veramente amareggiata perche mi piace il suo programma, sa io non esco di casa perche abito in campagna verso la baraggia di Candelo e alla sera essendo isolata la casa non mi va di uscire anche perche ho 77 anni ben portati ma sono 77, se lei potesse fare presente alla 7 e 7d che qui non si vede, cioe e tutto a quadrettini ho fatto il filmino ma continua uscire la scritta segnale debole oppure in cerca di segnale, siccome siamo vicini a settembre per favore se può dica alla direzione che qui e tragico, grazie, ADMAIORA

Domenica 26 maggio 2019 13:57:50

Seguo con interesse "Non è l'Arena".
Giornalista serio che va fino in fondo con professionalità.
Gli argomenti sono trattati a 360°

Ottima la puntata a MezzoJuso, azzeccatissimo il collegamento nell'altro comune siciliano, ha dato una svolta alla Piazza. Questo è giornalismo.

Giovedì 23 maggio 2019 13:26:25

Gentile Redazione Le mando questo mio semplice scritto veda se ritiene utile pubblicarlo, grazie
C'è bisogno di più Europa.
Alcune considerazioni sull'unione degli stati europei, l'Europa unita nei suoi limiti ci ha garantito più di 70 anni di pace, dentro un processo di pace, ha abolito le frontiere e le dogane e favorito la libera circolazione di persone e di merci. Ha istituito la moneta unica l'euro, l'Europa unita aiuta le zone più fragili, basta che i governi degli stati dell'unione europea presentino progetti di sviluppo economico e sociale, seri e fattibili per avere i finanziamenti, qui purtroppo l'Italia è molto carente, nel presentare progetti e spende una minima parte dei soldi a disposizione, nei fatti perdendo tanti soldi. Tante altre cose utili sono state fatte.
Sicuramente c'è bisogno di più Europa per raggiungere nuovi obiettivi.
1) Una costituzione europea
2) Unire tutte le forze dell'ordine pubblico, dentro un progetto per la sicurezza, per combattere le mafie, la corruzione, l'illegalità, l'evasione fiscale, lavoro nero, poi un esercito militare europeo.
3) Istituire una bella e solida federazione di stati europei
4) Istituire un servizio sanitario europeo universalistico efficiente e efficace.
5) Istituire una scuola europea, di studio, formazione e istruzione.
6) Moneta unica in tutti gli stati dell'unione europea.
7) Gestione europea dell'immigrazione, con bella umanità, i migranti sono una doppia risorsa, per l'Italia e per l'Europa, visto anche il calo demografico e i piccoli paesi che si stanno svuotando, basta filo spinato, basta paure, basta odio, basta porti chiusi, basta muri materiali e mentali, altrimenti come dice Papa Francesco, chi costruisce muri finirà di rimanere chiuso dentro. C'è bisogno di porte aperte, di ponti di dialogo, di apertura mentale, di aiuti per salvarli in mare, poi ospitarli e integrarli.
8) Piani, progetti agricoli europei, per favorire, il ricupero di zone abbandonate, lo spopolamento di colline e montagne, servirebbe anche per la salvaguardia e la conservazione del territorio e dell'ambiente.
9) Nella globalizzazione c'è bisogno di un'Europa forte e unita politicamente, socialmente, culturalmente e bella. Che si impegna e contribuisca con tenacia a fermare le guerre nel mondo.
10) C'è bisogno di un'Europa piena di valori umani, culturali, sociali e ambientali, che faccia emergere il positivo, la collaborazione, la solidarietà, una cultura di pace, un' Europa dei diritti e doveri, un'Europa che apra una via bella con il resto del mondo, favorendo un processo per diventare tutti cittadini, europei e cittadini del mondo.
11) Questi obiettivi si possono più facilmente raggiungere, con la partecipazione, l'impegno e responsabilità da parte di tutti i cittadini, per raggiungere anche l'obiettivo di una società più giusta e migliore per tutti i cittadini europei e del mondo, dove l'amore e il bene trionferà.
Francesco Lena

Giovedì 23 maggio 2019 08:34:00

Salve, spero si vorrà dare spazio a questo genere di soprusi nei confronti di un cittadino/contribuente. Vengo ai fatti. Mia figlia residente all'estero sin dalla nascita, ha introdotto per errore un ricorso/istanza di mediazione alla Commissione tributaria di Frosinone, pur inviandone l'originale al comune interessato, vero destinatario dello stesso.
Ora, dopo aver ricevuto detto ricorso/istanza di mediazione, la Commissione tributaria di Frosinone notifica a mia figlia una sanzione di circa 3000 euro (allorché il contenzioso Imu con il comune interessato era di circa 500 euro). Pretendendo che il ricorso aveva scomodato i giudici tributari et utilizzando come base della sanzione i massimali previsti per i contenziosi.
Sarebbero tollerati simili « soprusi/abusi » nei confronti di un cittadino che è comunque un « contribuente » e come tale un « cliente » per l'amministrazione tributaria?
In caso di interesse per la questione trasmetterò la necessaria documentazione.
Grazie.
A. P.
PS: per info, sul sito del Ministero delle Finanze sotto il titolo « Giustizia sociale » s'informa il cittadino che per contenziosi superiori a 3000 euro si deve obbligatoriamente fare appello a « consulenti tecnici », fra i quali vi sono ex dipendenti pubblici (stesso ministero) della carriera di concetto e esecutiva. Bello no? Si tratterebbe anche qui di una casta meno nota?

Mercoledì 22 maggio 2019 23:11:44

Giletti. sono. un. uomo. amaregiato. la. mia. famiglia. mi. vuole. che. riagisco. perche.. sto. male. molto. male. ti. preco. invitami. con. lo. staf. da. te. fami. dire. qualcosa. loso. io. non. sono. unico. mo. sto. male. tanto. male. anni. 58. dovrei. esere. piu. uomo. di. caratere. ma. sono. debole. fragile. devo. ragire. scusami. se. ci. sono. erori. di. scritura. grazie. aiutami

Giovedì 16 maggio 2019 12:07:11

Buongiorno sig. Giletti, seguo la sua trasmissione da tanti anni con molto piacere in quanto molto equilibrata, con spunti molto interessanti e condotta con molto garbo. Volevo però farle presente che, a mio modesto parere, la vicenda delle sorelle Napoli nelle prime puntate era interessante, la causa era nobile, ma ora comincia a stancare: quando vedo queste tre signore vestite di scuro, così lamentose, cambio canale e magari guardo con rammarico Fazio. Le suggerirei di fare un po' di sondaggi per vedere se la mia visione rispecchia il sentire generale. Cordiali saluti.

Venerdì 11 gennaio 2019 01:25:00

Mi chiedo se sia proprio tanto difficile capire la "tecnica" delle lobby asfalto, gomme, petrolio...
Con l'aiuto "politico" :
-freno lo sviluppo del trasporto ferroviario...
-freno lo sviluppo del trasporto pubblico...
-aumento il traffico commerciale sulle autostrade, per esempio facendo scaricare a Genova merci dirette a Trieste, e facendo scaricare a Trieste merci dirette a Genova... (contravvenendo alle norme europee sul limite dei percorsi su gomma delle merci).
-Permetto ai porti (es. Ancona) di scaricare merci dirette in Nord Europa, (ancora contro le direttive europee), e, con l'impegno di farle caricare su ferrovia, permetto che vadano via terra... (vedi l'incidente mortale sulla A31 sud, ed il recente clandestino, sul Tir che era stato scaricato al porto di Ancona...)
-Intaso le autostrade in tal modo, e lascio che si verifichino incidenti mortali lungo tutta la tratta, non solo sul Ponte Morandi (Che a questo punto è la minor causa dei morti sulla A4, riflettiamo...), mi concentro sulla incidentalità della tratta che più mi interessa "sensibilizzare" e "convincere" , che in questo caso è la Verona-Padova.
-Tolgo il divieto di sorpasso fra TIR nella tratta dove già più succedono gli incidenti, nei pressi delle gallerie Vicenza Est-Vicenza Ovest... con un finto ragionamento, cioè in questo tratto gli incidenti succedono perchè i TIR tentano il sorpasso fra loro, dunque tanto vale, lasciamo che si sorpassino...
-Aumentiamo la velocità consentita, perchè, con altro finto ragionamento, dico che gli incidenti non sono dovuti alla velocità, ma alla distrazione degli sbadati alla guida, che si perdono con l'uso del cellulare, benedetto 'sto WA...
(In realtà, aumentando la velocità, aumento il numero orario di veicoli; altro aumento lo ottengo non facendo rispettare le distanze di sicurezza... Ovviamente poi se aumenta la velocità, col quadrato aumentano le conseguenze dell'incidente...)
Ed ecco chiara la necessità di fare un'altra corsia, di fare una bretella, un'altra autostrada, eccetera.
-Incolpiamo gli ambientalisti, i retrogadi, tutti quelli che non capiscono che il progresso sta nell'asfaltare il mondo...
Rifletto su questo che segue, chi vuole può rendersi conto, specialmente se si è trovato imbottigliato a quella uscita:
Il caos che si aveva, prima della realizzazione del nuovo passante, alla barriera di Villabona, era dovuto alla mancata separazione delle due destinazioni in uscita, separazione che era facilissima da ottenere. E non sarebbe costata proprio nulla, lo spazio c'era.
Si è continuato a permettere che l'utente scegliesse le porte con la fila più corta, e non le porte di destra per chi poi proseguiva a destra, separate dalle porte di sinistra, per chi doveva proseguire a sinistra...
Così, oltre le porte era il caos, ovvio...
Ecco... così fanno le Lobby... e ci troviamo a sperare nell'aumento dell'asfalto, ad odiare chi si batte per la vivibilità.
Ha ragione il sindaco Sindaco di Villa Lagarina, Romina Baroni. Fai una strada, e attrai la necessità di farne un'altra… traffico di richiamo, un fenomeno ben noto.
Siamo la regione (VENETO) al mondo con la maggiore percentuale di asfalto... inquinata molto ma molto di più di quanto ci dicono le centraline.

OSSERVAZIONE FINALE
La programmazione europea dei corridoi, fatta alla caduta del muro di Berlino, prevede il completamento dei corridoi per il 2070 circa... cioè circa un secolo dopo che sono stati ideati...
Nel frattempo arrivano in Europa i CINESI con le loro efficenti e veloci ferrovie, arriva lo scioglimento dei ghiacci polari, aprendo nuove vie di navigazione per le merci... e noi continuiamo ad asfaltare senza voler rivedere quella ormai superata programmazione???
CERTO che la consistnza del viavai Tireste-Genova, con carichi volutamente o meno sbarcati nel porto che comporta poi la percorrenza maggiore, merita un approfondimento. Come lo merita in generale il traffico, verso il Nord ed Oltralpe, delle merci scaricate ovunque, senza criterio alcuno, se non di caricare di pedaggi i soliti canali, e noi di inquinanti e spese...

Lunedì 12 febbraio 2018 06:04:42

Bravo, ed ottima persona

Domenica 2 aprile 2017 18:26:37

Caro Massimo, io ho avuto occasione di conoscere, credo, tua zia in fabbrica a Mongrando nel periodo in cui stavo dirigendo i lavori di costruzione della Diga sull'Ingagna e in quell'occasione passai proprio sul VS terreno con la condotta in acciaio che portava l'acqua dell'invaso verso la Baraggia. Al di là del tempo passato ho un bellissimo ricordo di quella signora dal vero cipiglio dell'Imprenditrice ma di una cortesia e signorilità che oggi è difficile troverne di eguali. Naturalmente io sono ormai in semi-quiescienza a causa della riduzione delle nostre pensioni dell'INARCASSA ma ho il piacere di vedere la tua trasmissione ogni domenica pomeriggio e sentire la verve spontanea con cui metti la tua anima nel dimostrare fatti ed eventi che forse una volta non sarebbe stato nemmeno necessario spiegare; non perchè nei tempi trascorsi le persone fossero più intelligenti e colte ma solamente perchè non erano ottenebrati dall'esigenza di una società che non distingue, o meglio non vuol distinguere, le motivazioni di buon senso e buona fede che animavano in ogni situazione la società cosidetta civile. Con riferimento alla trasmissione di questo pomeriggio sull'argomento dei 33 parenti e la relativa discussione del Sindacalista circa la responsabilità altrui ti segnalo un episodio del tutto marginale ma che è appena accaduto venerdì scorso a Pavia a mia figlia. Greta, così si chiama, laureata a Pavia da oltre tre anni in Economia aziendale ha iniziato il suo calvario per trovare un posto di lavoro, tre mesi a Milano in una multinazionale, 4 mesi a Vigevano presso il CAF delle ACLI, e l'anno scorso 5 mesi presso il CAF della CISL di Trento con buoni risultati e gli encomi da parte dei suoi dirigenti. Purtroppo siccome abitiamo a Diano Marina e Trento risulta troppo distante, nonostante le fosse stato offerto un contratto annuale, Greta ha preferito ritornare a Pavia in quanto molto più vicina a Diano Marina facendo richiesta al CAF della CISL di Pavia per il corso di aggiornamento. Viene classificata tra le migliori e venerdì deve firmare in contratto di assunzione part time per due mesi ma, prima della firma, vengono informati tutti i partecipanti che solo chi sottoscriverà la delega al Sindaco per il prelievo della percentuale per la tessera d'iscrizione ad esso potrà avere l'opportunità di avere una eventuale proroga del loro contratto! Così vanno le cose in Italia e difficilmente se non facciamo gruppo tra coloro che veramente credono nella legalità delle istituzioni difficilmente riusciremo ad uscire dalla nostra misera situazione. Mi scuso se mi sono dilungato ma ho ritenuto emblematico il comportamento di un Sindacato qualsiasi che, come i nostri partiti politici, sembrano molto più occuparsi della pecunia personale che non delle pessime figure che continuamente rappresentano al mondo e a chi gli elegge. Con grande simpatia e sostegno morale ti invio i miei più cordiali saluti Ing. Giacomo Saguato.

Commenti Facebook