Messaggi e commenti per Massimo Giletti

Messaggi presenti: 6

Lascia un messaggio o un commento per Massimo Giletti utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Venerdì 11 gennaio 2019 01:25:00

Mi chiedo se sia proprio tanto difficile capire la "tecnica" delle lobby asfalto, gomme, petrolio...
Con l'aiuto "politico" :
-freno lo sviluppo del trasporto ferroviario...
-freno lo sviluppo del trasporto pubblico...
-aumento il traffico commerciale sulle autostrade, per esempio facendo scaricare a Genova merci dirette a Trieste, e facendo scaricare a Trieste merci dirette a Genova... (contravvenendo alle norme europee sul limite dei percorsi su gomma delle merci).
-Permetto ai porti (es. Ancona) di scaricare merci dirette in Nord Europa, (ancora contro le direttive europee), e, con l'impegno di farle caricare su ferrovia, permetto che vadano via terra... (vedi l'incidente mortale sulla A31 sud, ed il recente clandestino, sul Tir che era stato scaricato al porto di Ancona...)
-Intaso le autostrade in tal modo, e lascio che si verifichino incidenti mortali lungo tutta la tratta, non solo sul Ponte Morandi (Che a questo punto è la minor causa dei morti sulla A4, riflettiamo...), mi concentro sulla incidentalità della tratta che più mi interessa "sensibilizzare" e "convincere" , che in questo caso è la Verona-Padova.
-Tolgo il divieto di sorpasso fra TIR nella tratta dove già più succedono gli incidenti, nei pressi delle gallerie Vicenza Est-Vicenza Ovest... con un finto ragionamento, cioè in questo tratto gli incidenti succedono perchè i TIR tentano il sorpasso fra loro, dunque tanto vale, lasciamo che si sorpassino...
-Aumentiamo la velocità consentita, perchè, con altro finto ragionamento, dico che gli incidenti non sono dovuti alla velocità, ma alla distrazione degli sbadati alla guida, che si perdono con l'uso del cellulare, benedetto 'sto WA...
(In realtà, aumentando la velocità, aumento il numero orario di veicoli; altro aumento lo ottengo non facendo rispettare le distanze di sicurezza... Ovviamente poi se aumenta la velocità, col quadrato aumentano le conseguenze dell'incidente...)
Ed ecco chiara la necessità di fare un'altra corsia, di fare una bretella, un'altra autostrada, eccetera.
-Incolpiamo gli ambientalisti, i retrogadi, tutti quelli che non capiscono che il progresso sta nell'asfaltare il mondo...
Rifletto su questo che segue, chi vuole può rendersi conto, specialmente se si è trovato imbottigliato a quella uscita:
Il caos che si aveva, prima della realizzazione del nuovo passante, alla barriera di Villabona, era dovuto alla mancata separazione delle due destinazioni in uscita, separazione che era facilissima da ottenere. E non sarebbe costata proprio nulla, lo spazio c'era.
Si è continuato a permettere che l'utente scegliesse le porte con la fila più corta, e non le porte di destra per chi poi proseguiva a destra, separate dalle porte di sinistra, per chi doveva proseguire a sinistra...
Così, oltre le porte era il caos, ovvio...
Ecco... così fanno le Lobby... e ci troviamo a sperare nell'aumento dell'asfalto, ad odiare chi si batte per la vivibilità.
Ha ragione il sindaco Sindaco di Villa Lagarina, Romina Baroni. Fai una strada, e attrai la necessità di farne un'altra… traffico di richiamo, un fenomeno ben noto.
Siamo la regione (VENETO) al mondo con la maggiore percentuale di asfalto... inquinata molto ma molto di più di quanto ci dicono le centraline.

OSSERVAZIONE FINALE
La programmazione europea dei corridoi, fatta alla caduta del muro di Berlino, prevede il completamento dei corridoi per il 2070 circa... cioè circa un secolo dopo che sono stati ideati...
Nel frattempo arrivano in Europa i CINESI con le loro efficenti e veloci ferrovie, arriva lo scioglimento dei ghiacci polari, aprendo nuove vie di navigazione per le merci... e noi continuiamo ad asfaltare senza voler rivedere quella ormai superata programmazione???
CERTO che la consistnza del viavai Tireste-Genova, con carichi volutamente o meno sbarcati nel porto che comporta poi la percorrenza maggiore, merita un approfondimento. Come lo merita in generale il traffico, verso il Nord ed Oltralpe, delle merci scaricate ovunque, senza criterio alcuno, se non di caricare di pedaggi i soliti canali, e noi di inquinanti e spese...

Lunedì 12 febbraio 2018 06:04:42

Bravo, ed ottima persona

Domenica 2 aprile 2017 18:26:37

Caro Massimo, io ho avuto occasione di conoscere, credo, tua zia in fabbrica a Mongrando nel periodo in cui stavo dirigendo i lavori di costruzione della Diga sull'Ingagna e in quell'occasione passai proprio sul VS terreno con la condotta in acciaio che portava l'acqua dell'invaso verso la Baraggia. Al di là del tempo passato ho un bellissimo ricordo di quella signora dal vero cipiglio dell'Imprenditrice ma di una cortesia e signorilità che oggi è difficile troverne di eguali. Naturalmente io sono ormai in semi-quiescienza a causa della riduzione delle nostre pensioni dell'INARCASSA ma ho il piacere di vedere la tua trasmissione ogni domenica pomeriggio e sentire la verve spontanea con cui metti la tua anima nel dimostrare fatti ed eventi che forse una volta non sarebbe stato nemmeno necessario spiegare; non perchè nei tempi trascorsi le persone fossero più intelligenti e colte ma solamente perchè non erano ottenebrati dall'esigenza di una società che non distingue, o meglio non vuol distinguere, le motivazioni di buon senso e buona fede che animavano in ogni situazione la società cosidetta civile. Con riferimento alla trasmissione di questo pomeriggio sull'argomento dei 33 parenti e la relativa discussione del Sindacalista circa la responsabilità altrui ti segnalo un episodio del tutto marginale ma che è appena accaduto venerdì scorso a Pavia a mia figlia. Greta, così si chiama, laureata a Pavia da oltre tre anni in Economia aziendale ha iniziato il suo calvario per trovare un posto di lavoro, tre mesi a Milano in una multinazionale, 4 mesi a Vigevano presso il CAF delle ACLI, e l'anno scorso 5 mesi presso il CAF della CISL di Trento con buoni risultati e gli encomi da parte dei suoi dirigenti. Purtroppo siccome abitiamo a Diano Marina e Trento risulta troppo distante, nonostante le fosse stato offerto un contratto annuale, Greta ha preferito ritornare a Pavia in quanto molto più vicina a Diano Marina facendo richiesta al CAF della CISL di Pavia per il corso di aggiornamento. Viene classificata tra le migliori e venerdì deve firmare in contratto di assunzione part time per due mesi ma, prima della firma, vengono informati tutti i partecipanti che solo chi sottoscriverà la delega al Sindaco per il prelievo della percentuale per la tessera d'iscrizione ad esso potrà avere l'opportunità di avere una eventuale proroga del loro contratto! Così vanno le cose in Italia e difficilmente se non facciamo gruppo tra coloro che veramente credono nella legalità delle istituzioni difficilmente riusciremo ad uscire dalla nostra misera situazione. Mi scuso se mi sono dilungato ma ho ritenuto emblematico il comportamento di un Sindacato qualsiasi che, come i nostri partiti politici, sembrano molto più occuparsi della pecunia personale che non delle pessime figure che continuamente rappresentano al mondo e a chi gli elegge. Con grande simpatia e sostegno morale ti invio i miei più cordiali saluti Ing. Giacomo Saguato.

Domenica 12 febbraio 2017 20:39:08

Buonaera Sig. Massimo Giletti, Intanto le faccio i complimenti come giornalista di successo in tv ed avendo seguito la sua trasmissione oggi ho risentito la critica del Sig. Cristiano Malgliolo a proposito delle ragazze apparentate ai famosi attori Belmondo ed Alain Delon, le chiedo, perche' sentire in pubblico questa discriminazione di origine quando siamo in Europa apparentemente? le belle donne si trovano dovunque, anche in Francia le donne italiane partecipano a trasmissioni televisive! mi e' sembrato di cattivo gusto... ed e' cosi che si sperava nell'unione dell' Europa? la strada e' lontana... in certi soggetti la cultura avrebbe ancora bisogno di scuola. La sottoscritta e' francese ex dello spettacolo orchestrale romagnolo in Emilia Romagna, in Italia, attuale hostess promoter madrelingua francese, in regione. La ringrazio del suo ascolto e spero che dara' voce a questa mia osservazione. Buona fortuna e buona continuazione alla sua carriera. Distinti saluti.Huguette Croullebois

Lunedì 17 novembre 2014 13:28:19

Mettere nel curriculum la relazione con la Moretti! Fa curriculum? Vi do una notizia, nell'ambiente si sapeva gia che aveva un'altra da temp, ma lo stesdo Giletti alla trasmissione di Rai 2 Un giorno da pecora ha detto che non beve birra, è diventato astemio. Aggornate il curriculum

Domenica 16 novembre 2014 15:24:24

Gentile Redazione Le mando questa mia semplice poesia Veda se ritiene utile pubblicarla, grazie,
Poesia di Natale 2014
Credo in un Natale, dove le persone festeggiano la ricorrenza della nascita di Gesù bambino, con armonia tenerezza e amore,
vivere ogni giorno quello che ci unisce con gli altri, farebbe bene anche al cuore.
Credo in un Natale di riflessione, dove la gente sa usare con dolcezza, rispetto e gentilezza,
che sa apprezzare a pieno la vita e l'ascolto della propria coscienza.
Credo in un Natale, in cui i cittadini, coltivano grandi orizzonti, danno il meglio di se per costruire ponti verso l'altro, di voler bene a tutto e a tutti,
seminando ogni giorno con umiltà e con un cuore grande piccole ma buone azioni, per far crescere sull'albero della vita i veri valori, ottimi frutti.
Credo in un Natale, di collaborazione, amicizia, d'impegno per prendersi cura dell'ambiente, del territorio, come se fosse un giardino,
da coltivare e rispettare, per farlo diventare come un paradiso divino.
Credo in un Natale, pieno di luci magiche, che ci accompagnano nel sentiero della vita, aiutano a vedere la bellezza delle persone, i suoi magnifici colori,
il cielo ci offre le stelle, emanano quell'energia che da la forza per aprire le menti e i cuori.
Credo in un Natale, d'impegno per costruire la pace, nella cultura, nel dialogo e nella vera fraternità,
La sua strada si trova, nella pratica della solidarietà, giustizia, verità, amore e libertà per tutta l'umanità.
Credo in un Natale, ricco di sentimenti buoni, che ci fanno mantenere le porte aperte, per l'accoglienza,
tutti i cittadini del mondo trovino da mangiare serenità e sicurezza.
Credo in un Natale, con dignità, saper guardare l'altro con una visione globale e solidale,
il sole con i suoi raggi ci trasmetta il calore, per donare un sorriso, ospitalità e un abbraccio cordiale.
Credo in un Natale creativo, al centro ci sia sempre la persona, trionfi il bene e l'amore globale,
in ogni posto del mondo vinca la vita, sarebbe per tutti una vittoria e un felice Natale.
Se sapremo con genialità, tirar fuori il positivo che ognuno di noi ha dentro che è un tesoro speciale,
speranza, bontà, tenerezza, amore e condividerli con gli altri, allora sarà per tutti, ogni giorno un magnifico e sereno Natale.
Francesco Lena Via Provinciale,37 24060 Cenate Sopra ( Bergamo) tel. 035------

Commenti Facebook