Messaggi e commenti per Massimo Giannini

Messaggi presenti: 48

Lascia un messaggio o un commento per Massimo Giannini utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Lunedì 16 settembre 2019 15:14:26

Buongiorno. Mi ha colpito una sua osservazione: nessuno prima del 4 marzo avrebbe, secondo lei, immaginato un governo gialloverde. Non so se qualcuno lo aveva immaginato, ma io certamente ho votato in quelle elezioni lega al senato e 5stelle alla camera. E non penso di essere l'unico. Vorrei, se permette suggerirle una riflessione. Perché nessuno di voi che avete la possibilità di adire il pubblico, non fate notare come dietro ai 5 stelle non esiste nulla, solo un sacco di gente che li ha votati per reazione, per protesta? Non vi è un movimento, vi è solo un insieme di foglie secche che lo spazzino ha accumulato in mucchio e che una folata di vento può disperdere. Esattamente come si disperde un pubblico che va ad ascoltare un comico e che, finito lo spettacolo, ognuno va per la sua strada. Grazie

Venerdì 6 settembre 2019 15:33:36

Volevo complimentarmi con lei M. Giannini verace poeta, forse senza saperlo e neppure volerlo! Con riguardo ult. avv. pol. Davvero profondo! Nella sinteticità capace di spingersi notevolmente nei meandri tortuosi ed equivoci magistralmente illuminati a giorno dai titoli-VERSi: IL BALLO TRISTE DELLE ANIME PERSE! e anche quello precedente a codesto; abilmente, trasparenza simile a un Dante a un Goethe.
Questo appunto lo Consideri un dono da una persona sincera e compiaciuta, che mai s'è sentita così bene come in questa spontanea reazione di ilarità! Cordialità Giuseppe Minardi

Venerdì 6 settembre 2019 13:36:03

Caro Massimo ti leggo sempre con molto interesse e condivido i tuoi giudizi e valutazioni ma chi ti ha detto che il "calabrone sfida le leggi della fisica"? Ho insegnato per 40 anni a FISICA UNIMI ma sono sicura che anche il moto del calabrone si spiega normalmente come tutti i moti. Allora anche il governo nonostante i saltinbanchi che lo formano funzionerà! Me lo auguro! Complimenti e buon lavoro

Giovedì 5 settembre 2019 21:35:22

Salve egregio massimo, ok con lo sbarco dei migranti, ok accoglienza... ma qualcuno e alcuni piu' si trasferira' spero in europa??? o tutti qui' da noi? ? condivido a meta'.. o il nostro paese e' una colonia? ? e se esiste veramente una eu, e ci stiamo in e. u e' anche plausibile chi li dividiamo un po' da noi, e un po' da loro, nel resto dei paesi membri, altrimenti sara' un kaos.. per loro e per noi! a tutti e buon lavoro a nome di tutti gli italiani e non... ok? ? condivide? ?

Lunedì 26 agosto 2019 17:41:46

QUESTO E' UN GRIDO D'AIUTO
Regione Veneto: anziani, disabili, malati mentali e famiglie operaie truffate e de-rubate dei risparmi di una vita dalla giunta Zaia per speculazione edilizia.
Con l'attuazione della legge 39/2017 che riguarda l'ERP, il Presidente Zaia e la sua giunta, grazie anche al silenzio della maggior parte dei consiglieri di opposizione che si sono astenuti, ha seminato un clima di terrore tra i cittadini con una legge iniqua e dispotica, violando l'art. 3 della Costituzione Italiana e l'art. 25 della Carta dei di-ritti umani ONU.
Sono Helen, mamma single di 66 anni con un figlio di 27, gravemente disabile. Vivo nel Veneto, in un appartamento di Edilizio Pubblico e dal primo luglio di quest'anno ho subito un spropositato aumento del canone di affitto (da € 20 a €516).
Come me, sono tante le persone, che in questa lettera mi hanno mandato di rappre-sentarle, che hanno subito questo INIQUO aumento del canone di affitto: a Padova, dei 5300 inquilini che potevano vivere (o meglio, sopravvivere!) grazie ad un CANO-NE EQUO, ora sono circa 4099 (80%) coloro che hanno dovuto fare i conti con que-sto assurdo aumento! In tutto il Veneto sono 36. 000 gli inquilini ERP del quale 80% hanno avuto aumenti spropositati o sfratto.
Nella DGR 39/2017 gli articoli che "regolano" il nuovo calcolo dell'affitto, nonché lo sfratto sulla base dell'ISEE-ERP e lo spostamento coatto degli anziani, sono state ap-plicate senza alcun margine di trattativa, spaventando le famiglie che si sono viste arrivare aumenti spropositati dell'affitto. Per gli anziani che, tra reddito e patrimo-nio (il più delle volte una pensione che di poco supera la quota sociale e magari i ri-sparmi di una vita!) hanno un ISEE superiore ai €20. 000, la Legge prevede uno sfrat-to e 24 mesi per trovarsi un nuovo alloggio: così, si sradicano le persone più fragili, al capolinea della loro vita, dal luogo che da sempre hanno sentito come "casa". Si può solo immaginare il dolore di un'anziana, che vive da una vita in un appartamen-to, che ha allevato una famiglia insieme al marito, ora defunto, con tutti i ricordi di una vita intorno che deve lasciare la casa con poche cose... Eh sì, perché le verrà of-ferto un misero monolocale, chissà dove, per finire i suoi giorni.
Ma non è tutto. ATER pretende che la firma apposta per ritirare la raccomandata con la comunicazione dell'iniquo aumento, valga come firma per il nuovo contrat-to. Questo per noi si chiama TRUFFA!
Il partito del Presidente Zaia, la Lega, assieme ad ATER, con la scusa di fare pulizia dei "furbetti evasori", pensa di poter fare cassa sui diritti fondamentali, sui risparmi di una vita delle persone per bene, che sono la maggioranza di noi! La maggioranza in Regione, con questa legge infame, darà in pasto al mercato immobiliare ciò che per noi significa VITA. Si innescherà una catena di aumenti, in cui anche il mercato immobiliare privato si sentirà in diritto di alzare gli affitti (spesso già molto alti) che pagano tutti.
ATER, allo stesso tempo, svende le case ERP, costruite con i contributi GESCAL dei lavoratori negli anni passati. È illogico che un ente di tale importanza abbia un bi-lancio non in pareggio, ma in positivo, e cosa ancor più grave, che questa positività sia frutto dell'alienazione del proprio patrimonio immobiliare. I cittadini che non possono accedere ad alloggi a canoni del mercato immobiliare privato, assistono alla scelta politica della Regione Veneto di svendere all'asta case sulle quali potranno lucrare i privati: nel silenzio generale, l'8 Agosto scorso, ATER di Padova ha messo all'asta 21 lotti in tutta la provincia di Padova. QUESTA E' SPECULAZIONE IMMOBI-LIARE !
Lentamente la Giunta regionale a guida leghista sta smantellando la nostra sanità, il welfare, l'ambiente, investendo il bilancio regionale in mega-strade e costruzione fa-raoniche, speculando sul ceto popolare. I nostri contributi vanno ad ingrassare le ta-sche dei costruttori, mentre noi siamo chiamati "furbetti". Zaia ritiene necessario "sloggiare i furbetti" dalle case ERP perché dice: "Ci sono tante famiglie in coda per una casa... ". Ma anziani, disabili, malati mentali e famiglie operaie sono tutti "fur-betti"? Punire 1000 per colpa di 1 ? Mi ricorda gli anni '30 - '40 del fascismo
ASSURDO! SAREMO POVERI, MA NON STUPIDI!
Il Coordinamento per la resistenza a questa Legge regionale iniqua, che qui rappre-sento, chiede ora spiegazioni. Chiede che la Regione Veneto spieghi con quali criteri ha aggirato la Costituzione e la Dichiarazione dei diritti umani dell'ONU. Chiede che ci venga spiegato a che titolo ritiene tutti noi "furbetti". Chiede che ci venga spiegato come possiamo fare a sopravvivere adesso, dopo il primo luglio, agli aumenti del canone, che in alcuni casi hanno superato il 1000%. Chiede che fine hanno fatto i di-ritti. Chiede che fine abbia fatto il buon senso. Chiede che fine abbia fatto l'umanità. Non lo chiedo io, lo chiedono tutti i cittadini, quel "popolo" al quale la Costituzione ha dato la sovranità: perché l'aumento del canone, caro Presidente Zaia, è stata una scelta politica. E la politica deve dare spiegazioni.
Per ulteriore informazione:Sportello Metticio Padova: email --- OPPURE Adl COBAS Padova: email ---, (gli unici che fino a questo momento ci danno un sostegno).
Ringrazio per l'attenzione e saluto cordialmente
Helen Eggleton (Per tutti gli inquilini colpiti del Veneto)

Mercoledì 14 agosto 2019 09:59:11

Carissimi siccome x me siete molto importanti volete farmi ascoltare per intero il podcast di circo massimo. grazie. vostra fedele amica franca

Lunedì 15 luglio 2019 20:07:06

Massimo ciao, mi permetto di darti del tu visto che siamo coetanei e credo romani entrambi. Una domanda mi frulla nervosamente, ed è la seguente: ma Atlantia nn è la società del gruppo Benetton che è stata protagonista delle vicende drammatiche del crollo del ponte Morandi a Genova ? E questo paese pensa bene di ricompensare suddetta società per i morti causati dandole l'appalto della compagnia aerea italiana (Alitalia) per ringraziandola della solerzia e attenzione mostrata nei confronti della rete autostradale ? Cioè nn ci voglio credere.. Denunzia questo scandalo Massimo, è incredibile in un paese civile. Grazie un caro saluto.. L

Mercoledì 26 giugno 2019 23:33:55

Per darmi un po' di tono progressista, sono un "assiduo" de La7 e di Radio Capital.
Quindi, mi capita spesso d'imbattermi nella cocciutaggine del mio coetaneo Massimo Giannini, con le sue "autorevoli" convinzioni assolute e discriminanti.
Dopo essermelo sorbito oggi a più riprese su Radio Capital, per fortuna questa sera a Otto e Mezzo non c'era.
Ma si è continuato a ripetere il mantra che l'immigrazione in Italia, seppur incontrollata, non è tra i problemi principali.
Si tratta del ritornello inconcludente di chi non ha la più pallida idea di come si gestisce il bilancio di una nazione (o di una famiglia normale).
Tutti bravi a parlare di doveri umanitari e a osannare chi si occupa d'imporli agli Stati.
Poi, da una parte abbiamo giornalisti e attivisti (anche imparentati) che si prendono i meriti (oltre ad un lauto compenso) e dall'altra, il ceto medio dei "veri lavoratori" che deve pagare il conto e prendersi anche del razzista.
Provo a dare un aiutino aritmetico ai nostri "letterati".
Oltre 5 milioni di immigrati stranieri è un numero esorbitante: più del 10% della popolazione negli ultimi 10 anni, senza contare tutti quelli che hanno già ottenuto la cittadinanza.
Circa il 30-35% vive sotto la soglia di povertà e gran parte degli altri non figura nella statistica, grazie al welfare di Stato.
Tutti insieme generano un gettito IRPEF non superiore agli 8 miliardi (rif. Fond. Moressa), pari a meno di 1. 600 euro pro-capite annuo.
Significa che in media non si pagano neppure l'assistenza sanitaria.
Per la cronaca, la spesa pubblica pro-capite supera i 13. 000 euro, per cui qualcun altro dovrà sobbarcarsi il deficit prospettico sui conti pubblici generato da "questa immigrazione" pari a oltre 50 miliardi annui (500 miliardi di nei prossimi 10 anni; oltre il 25% del PIL !).
I lavoratori attivi in Italia (stranieri compresi), non superano i 22 milioni e un terzo degli occupati (6-7 milioni) ha redditi troppo bassi e di tasse ne paga già poche e non ne potrà pagare di più.
Tolto il settore pubblico che somma circa 3-4 milioni di occupati (e che vive delle tasse altrui), per i restanti 11-12 milioni di contribuenti della "classe media" del privato il "carico fiscale da immigrazione" (o il taglio del rispettivo welfare, per pensioni, ecc.) supererà i 4. 100 euro pro-capite, all'anno !
Tale "esproprio" sarà addirittura il doppio se per questo motivo lo spread aumenterà del 2%, portandosi oltre gli 8. 000 euro su base annua per contribuente medio.
L'immigrazione non è l'unico problema in Italia, su questo siamo tutti d'accordo.
Ma è il primo problema da risolvere (e lo si deve fare subito, bloccando le frontiere) per non pregiudicare la risoluzione di tutti gli altri !

Mercoledì 26 giugno 2019 15:44:00

Egr. dr. Giannini

Se i migranti salpano dalla Libia non Le sembra che i porti della Libia siano porti sicuri che consentono un normale 'mettersi in mare'?
Poi è evidente che i naufraghi, o i naufragati, vanno salvati (ma solo se ci si trova per caso sulla loro rotta di collisione, non se li si va a cercare dopo averli avvisati dell'arrivo dei salvatori) ma poi vanno anche mantenuti 'vita natural durante' come in un film fece Totò con Gino Cervi che lo aveva salvato da un tentato suicidio nel Tevere, e come avviene per tutti i migranti, nessuno escluso, che giungono in Europa in qualsiasi modo.
Chi si butta nel pozzo per essere salvato io non lo vado a salvare, sia chiaro!

Saluti

Massimo Magni

Mercoledì 26 giugno 2019 15:34:33

Carissimo Massimo, è vero che Di Maio il M5S hanno perso 6 milioni di voti ma voi giornalisti che siete sempre in TV quando mai avete difeso una sola volta DI MAIO o il M5S eppure in un anno di Governo qualcosa di buono hanno fatto, ma io sono convinto che voi giornalisti avete paura che il M5S insiste di togliere il sovvenzionamento Pubblico ai giornali... Allora se il M5S hanno perso tutte quei voti grazie a voi giornalisti servitori dei padroni, che non avete mai detto una buona parola a favore DI DI MAIO. Ogni volta che una nave di Migranti bloccata in mezzo al mare e' pane per i denti di Salvini... Sempre una BUONA GIORNATA...

Commenti Facebook