Messaggi e commenti per Massimo Cacciari - pagina 6

Messaggi presenti: 239

Lascia un messaggio o un commento per Massimo Cacciari utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Leggi anche:
Frasi di Massimo Cacciari

Venerdì 30 luglio 2021 18:37:20

La prego di candidarsi per il nostro bene


Buongiorno professore, la prego di pensare di candidarsi alle prossime elezioni perché è una sofferenza vedere che la res pubblica è un mano a inetti che sono stipendiati da multinazionali. L'unico che parla secondo logica è lei... perchè le cose che abbiamo studiato in università riguardo ai lavori di equipe, il dialogo necessario e costruttivo per ottenere qualcosa di utile e umano vengono continuamente disattese solo per la logica di un profitto a qualsiasi costo per pochi bastardi?

Giovedì 29 luglio 2021 09:08:33

Egregio professor Cacciari
Le sono riconoscente per il suo articolo sulla discriminazione e le limitazioni di libertà per chi, come me, non vuole vaccinarsi.
Ogni mattino mi sveglio incredula e amareggiata su quel che sta succedendo.
È una tale ingiustizia e mi sconvolgo ogni volta che sento dibattiti televisivi sull’ovvietà di doversi vaccinare per risolvere questo problema.
Ho contratto il COVID l’inverno scorso e l’ho superato, come molti, standomele a casa e spegnendo la tv per non farmi assalire dall’ansia che i media hanno esercitato.
Mi sono curata con l’aiuto del mio medico omeopata che ogni giorno contattavo e mi supportava.
Molti hanno avuto ben più gravi problemi ma parecchi si sono immunizzati come me.
Non voglio vaccinarmi perché non ho fiducia in questo vaccino e perché esistono altre modalità di cura. Che male faccio?
Com’è possibile che una tale semplice posizione possa non essere compresa e rispettata??? ! ! ’
Occorrono persone autorevoli come lei che abbiano il coraggio di esprimere un’analisi logica e razionale della questione.
Grazie ancora
Cristina Caserini

Mercoledì 28 luglio 2021 17:10:02

Onore ai giusti


Egregio professore,
mi ci consenta di esprimere la mia ammirazione per lei, uomo libero, in merito alle sue posizioni di motivata e civile opposizione al lockdown dapprima e. al. c. d. green pass poi. Purtroppo anche oggi, come 100 anni fa in questo povero e decaduto paese troppo pochi sono gli uomini giusti e tanti, troppi, coloro che alimentano la canea urlante degli ipocriti, profittatori, servi sciocchi. Onore a lei.

Mercoledì 21 luglio 2021 18:23:07

Miglior centro universitario al mondo per lo studio delle lettere moderne


Egregio professor Cacciari,

complimentandomi per tutto con Voi, mi premeva sottoporre alla Vostra attenzione una domanda di estrema importanza per me:

qual è secondo Voi la migliore università di tutto il globo per quanto afferisce allo studio della lingua e della letteratura italiana — delle origini, antica, medievale, moderna e contemporanea — in primis, della storia, della cultura e della civiltà italiana in secundis?

In altre parole, qual è secondo Voi il miglior centro universitario al mondo per conoscere al meglio le terzine di Dante, i sonetti di Petrarca o il genio del Manzoni (cioè l’equivalente di lettere [moderne] in Italia – posto che tale università sia ubicata all’estero) ?

Mi sta veramente a cuore questa domanda, e mi auguro vivamente che Voi possiate fornirmi una risposta.

Grazie infinite.

Distinti saluti,
Mattia Lorenzo Andreoni

Domenica 30 maggio 2021 16:45:22

Egregio Professore, vorrei complimentarmi con Lei. Non ho mai compreso i modi con cui esponeva le Sue ragioni nei dibattiti televisivi.
Le Sue posizioni mi apparivano eccessive e ottusamente di sinistra.
Da alcuni mesi invece mi ritrovo perfettamente con i Suoi giudizi e le Sue tesi e informazioni mi illuminano.
Da ultimo l’interessante articolo su L’ESPRESSO m. 23 del 30 maggio 2021: UNA REPUBBLICA DIFFICILE.
Grazie e ancora complimenti.
Tiziano

Venerdì 28 maggio 2021 10:55:53

Art. 53 della costituzione


Gentile Prof. Cacciari.
vorrei che Lei, che io stimo, in una delle Sue presenze alla televisione parlasse dell'applicazione completa dell'art. 53 della costituzione che ordina che le imposte non le devono pagare chi non può e che le devono pagare tutti quelli che possono ed in maniera progressiva. Il Presidente Draghi parlando di riforma fiscale ha annunciato che essa sarà progressiva e, quindi, ha rigettato la flat tax e l'elargizione di pannicelli caldi da elargire a destra e a manca.
L'art. 53 della costituzione è imperativo e non prevede eccezione alcuna. Ubi lex non distinguit nec nos distinguere debemus. Nessuna legge o circolare può andare contro la costituzione.
Vediamo chi è contrario all'applicazione di questo articolo. Questa applicazione sarebbe una rivoluzione non cruenta ma difficilmente si farà perché, temo, che a molti non torna conto.
Attualmente, questo articolo viene applicato solo parzialmente, (ma perché parzialmente?), con la dichiarazione dei redditi.
Ringrazio per quello che farà per la povera gente e per questo mal ridotto Paese e La saluto cordialmente. Enrico Gambacorta

Mercoledì 5 maggio 2021 16:55:50

2022 la Meloni ai Campidoglio


Caro Professore, ho seguito Cartabianca di ieri sera e ben compreso il senso politico per cui indicava la possibile candidatura della Meloni a sindaco di Roma e non una Sua proposta.
Giorni fa commentavo un articolo su Huff-post sostenendo che tale soluzione potrebbe derivare da una intesa, riappaficatrice, con Salvini ed aggiungevo che certamente Meloni avrebbe accolto in vista dell’anno successivo ed il “”28 OTTOBRE”” che con una giovane donna fascista, sul colle fatale del Campidoglio costituirebbe un clamoroso successo a livello internazionale. In pratica nel CENTENARIO una “Marcia su Roma”… assistita dal voto popolare. !
Ho 92 anni e ricordo con raccapriccio lo spirito di quella data; spero, salvo Covit, non doverla subire. Con profonda stima La ringrazio e cordialmente saluto. Mauro Borromeo -Milano-

Sabato 1 maggio 2021 00:15:47

Overpopulation


Sin da giovane e in maniera crescente sono stato angosciato dal tema della sovrappopolazione; paradossalmente negli anni 60-70 quando eravamo al mondo poco più di un terzo di quanti siamo ora se ne discuteva molto piu di oggi, anche a scuola con temi e letture pure nel libro di inglese.

Oggi no, ora che il problema è drammaticamente presente e il covid ne rappresenta solo uno dei tanti micidiali aspetti, si fanno interminabili discussioni su tutto tranne che sulla tragica origine di molti dei mali che minano la nostra stessa esistenza; quel fattore di moltiplicazione x 8 miliardi che rende praticamente ingovernabili problemi tra loro concatenati quali il cambiamento climatico, le migrazioni di massa, l'inquinamento, la plastica, il disboscamento selvaggio per arrivare appunto alla pandemia.

Preciso che ho 58 anni, ho un figlio, non mi ritengo affatto cinico anzi le persone ciniche mi fanno schifo ed è con disarmata umanità che guardo ora le pire dei poveri indiani colpiti dal covid in un paese di 1, 4 miliardi di persone frutto di un discutibile istinto di conservazione della specie costretti a vivere e morire come formiche impazzite.

Venerdì 23 aprile 2021 21:07:00

Lettera a Grillo


Ho scritto due righe a Grillo
Carissimo signor Grillo,
Capisco la sua estrema virulenza nel difendere un figlio come il suo che insieme a tre amici approfitta di una, anzi due ragazze che si sono fidate di loro, violentandole con uno stupro di gruppo che rimane nella denuncia ai carabinieri.
Un figlio si protegge, si aiuta, si difende con il cuore, con l’anima e con la lingua. Cerco di immaginare cosa avrebbe detto e fatto, quale virulento video avrebbe trasmesso, se fosse stata una figlia, non un figlio!.
Avrebbe sostenuto con forza, e con la bava alla bocca che era ‘consenziente’, e dunque colpevole di stupro indotto. Avrebbe chiamato a raccolta gli accoliti, quei poveretti che di sono spesi per riconoscere e colpire duramente il reato di stupro e avrebbe cercato di spiegare loro, sempre con la bava alla bocca, che lo stupro indotto deve essere punito e dunque quella poveretta di sua figlia doveva essere condannata senza pietà. E il maschietto che l’aveva penetrata doveva ricevere da Lei una indennità tipo vitalizio per l’offesa ricevuta.
Carissimo signor Grillo, Beppe per gli amici,
capisco la virulenza del suo video che non mi stanco mai di riguardare, riconoscendone la saggezza e la tempestiva opportunità. I magistrati impareranno molto da questo e saranno decisi nel condannare le due ragazze che hanno imposto a quei quattro poveretti molteplici accoppiamenti sul letto, per terra, sui divani, in cucina e nel giardino.
E mentre bevevano lo schampagne si giravano mettendo il culo in faccia a quei disgraziati offrendo loro una molteplicità di copule costringendoli a perforarlo più volte. Soltanto la stanchezza le ha portate a concedere ai ragazzi il giusto riposo.
La ringrazio per l’illuminante notizia e la saluto.
Sempre per il diritto e lo sviluppo, Ma si sa, siamo progressisti e siamo per il cambiamento. Saluti e buon lavoro
Paoletto Giosuè Negri
22/04/2021

Domenica 18 aprile 2021 15:59:19

Le ataviche disuguaglianze


Nel pianeta terra le società sono strutturate e finalizzate per creare ed aumentare le disuguaglianze sociali ed economiche. le posizioni egemoniche e le sopraffazioni, sono endemiche all'uomo che nasce "tabula rasa" quindi minorato cioè, direi, handicappato. isaac newton scrive di umana follia. albert einstein dice che la stupidità umana è infinita. tanti altri ancora in ciò concordano.
l'uomo dalla "tabula rasa" comincia una certa riabilitazione fisica, sentimentale e, soprattutto, mentale. quella parte dell'essere umano sofferente di handicap e non munita di una tentata e "sana" riabilitazione, è portata a soggiogare il suo simile, a comandarlo, cioè a far sì che questi faccia quello che lui vuole o che non faccia quello che lui non vuole. siamo alla schiavitù, antica e moderna. lo stesso tipo di essere umano ha creato il dominante che presuppone il dominato. in campo economico/finanziario l'handicappato ha la spasmodica passione di primeggiare accumulando ricchezze all'infinito per darsi agli agi più svariati. durante la settimana bianca va a cortina per sciare, mentre le gentile signore, in albergo, approfittano per sfoggiare fastosi abbigliamenti coronati da svolazzanti e variopinti cappelli. il tutto con il dolce richiamo alla "belle époque". in estate si bivacca a porto cervo in sardegna, alcuni preferiscono svernare sotto il sole delle isole caraibiche o a panama dove alcuni hanno anche il punto di approdo in proprietà. in grecia dopo aver "scalato" l'acropoli si scende verso il pireo dove la barca e lo schiper sono già riservati per perlustrare quello che rimane dei tempi che furono delle isole greche: poros, samo, ecc. ecc. potrei continuare a citare tanti altri paradisi (anche fiscali) avendo, per diletto, circumnavigato il globo terracqueo due volte, e, per lavoro, vissuto all'estero per 25 anni.
ora voler dominare vuol dire avere dei sudditi. arricchirsi all'infinito vuol dire impoverire sempre di più i meno abbienti.
da tener presente, inoltre, che un imbroglione presuppone un imbrogliato. un ricco presuppone un povero con le relative proporzioni. siamo di fronte alla logica aristotelica. logica perversa e nefasta che dà vita alle disuguaglianze degli attuali assetti societari a livello planetario.
"rebus sic stantibus" che fare? non lo so.
mi riviene in mente il manifesto del partito comunista che friedrich engels e karl marx fecero stampare a londra nel 1848 e che così, letteralmente, concludeva:
"i proletari non hanno nulla da perdere all'infuori delle loro catene: essi hanno un mondo da guadagnare.
proletari di tutti i paesi unitevi! "

montesilvano, 18 aprile 2021 enrico gambacorta 348-------

Commenti Facebook