Messaggi e commenti per Massimo Cacciari - pagina 6

Messaggi presenti: 165

Lascia un messaggio o un commento per Massimo Cacciari utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Martedì 30 giugno 2020 21:39:54

Massimo cacciari sei rimasto l unico ad avere la testa pensante Sei grande Non mollare!!!

Martedì 23 giugno 2020 16:38:26

L'EUROPA CHE DIVENTA SVIZZERA

Questa situazione tragica e pericolosa, di carattere sanitaria ed economica, potrebbe offrire l'occasione ad un ripensamento, ad una presa di coscienza. Volando in alto immaginerei una Europa tipo Svizzera. Questa Europa che è stata concepita e fortemente desiderata da precursori illuminati quali Johan Willem Beyer con il "piano Beyen" che prevedeva, tra l'altro, l'unione doganale. Winston Churcill che lanciò gli "Stati Uniti d'Europa". Alcide De Gasperi che sosteneva "il Piano Schuman". Altiero Spinelli che si spendeva per i Trattati dell'Unione Europea.
Tenendo presente:
"La Fine del Potere", titolo del libro di Moisé Naìm, Mondadori, 2013.
Aristotele che disse. "il potere, la ricchezza e l'amicizia sono i tre componenti necessari per la felicità individuale".
Plauto (nell'opera Asinara): "lupus est homo homini".
Nietzsche che stigmatizza: "ogni essere umano tende al potere e anche quando serve tende ad essere padrone".
Sogno:
1) -Una Europa disarmata, cioè che non si prepara, eventualmente, ad sterminare esseri umani o a vendere armi.
2) -La eliminazione delle disuguaglianze. L'attrito tra ricchi e poveri si accentua sempre più. La tecnologia aiuta, enormemente, questo processo. Il sapere è globalizzato-. Tutto si sa, in tempo reale e gratis.
L'attrito tra ricchi e poveri tende a livellarsi naturalmente, volente o nolente, come l'acqua nei vasi comunicanti. A questo livellamento aspira non solo chi ha poco o niente ma anche chi già gode di un certo benessere.
E' diventato sempre più impossibile continuare a raccontare favole o notizie trite e/o "ad usum delphini". Agli inizi del '900 per far sì che l'Italia entrasse in guerra contro la Cina, Luigi Barzini, padre, scriveva da Pechino che i Cinesi avevano sgozzato il Capo della Legazione italiana a Pechino, Salvago Raggi, il quale a fronte della bufala inventata, continuerà la sua carriera come Ambasciatore in Africa.
3) - Un governo centrale per tutti gli stati che conserveranno ognuno la propria lingua, come i cantoni della Svizzera.
4) - L'unione doganale e fiscale. Chi esce dalla comunità dovrebbe provare di essere in regola con il fisco. Lo stesso dovrebbe fare anche chi si rivolge ad un pubblico servizio.
5) - Qualsiasi altro tipo di regolamento teso ad "una morale in cui si fondano un ideale di armonia interiore ed esteriore e la volontà di un costante impegno sociale" (Confucio).
6) -Se il tuo vicino sta bene stai bene pure tu.

Sono sogni che aleggiano in questo mondo abitato dall'essere umano titolare di una "stupidità infinita" (Einstein), nell'ambito della quale "L'imbecillità è una cosa seria" (è il titolo del libro di Maurizio Ferraris, ed. Il Mulino) e l'handicap che lo caratterizza è solo, parzialmente, oggetto di riabilitazione.
Montesilvano, 23 giugno 2020
Enrico Gambacorta (348 -------)

Martedì 9 giugno 2020 02:01:07

Ho letto sul Giornale alcuni passaggi della sua intervista ad Huffington Post.
Dopo averne dette di cotte e di crude contro i 5S (non solo nella intervista) perché hanno scaricato Salvini, lei, ha scritto:: "Avrei preferito che i Cinquestelle facessero autocritica, pentimento, conversione e perdono, Dante me lo ha insegnato",
Enorme contraddizione.. I 5S potrebbero risponderle: "Abbiamo fatto autocritica, ci siamo pentiti, ci siamo convertiti al punto che abbiamo scaricato Salvini. E non chiediamo perdono per averlo scaricato. La voluta, la cercata, la trovata"..
Io non ho votato 5 stelle.
A me sembra che da intellettuale quale era nel passato, lei diventato intellettualoide.
con affetto gmb

Martedì 2 giugno 2020 20:33:34

Chiaro. mo Prof. Cacciari.
mi permetto scriverLe per chiedere che cosa Lei pensi dell'atteggiamento mostrato dal Governo verso i docenti precari; terrei molto a ricevere un Suo parere; se Lei avesse modo e tempo, La pregherei di leggere il mio intervento in merito
(ecco il link utile:
http://www. infodocenti. it/ogni-docente- precario-e-un-individuo-operatore -di-civilta-non-una-comoda-macchina -par-time/ ).
RingraziandoLa sin da ora dell'attenzione, con stima,
Luca Ventricelli.

Sabato 30 maggio 2020 11:30:13

RESTAURATIO AB IMIS FUNDAMENTIS (F. Bacone)

Nell'attuale tragica situazione mondiale invocherei un riflessione, una presa di coscienza per idealizzare un cambiamento strutturale per l'essere umano che nasce "tabula rasa" e cresce, nel bene e nel male, secondo la formazione che avrà dato a se stesso con gli infiniti stimoli ricevuti ed accettati dalla società. Le conseguenze estreme sono alcuni assassini da un a parte e alcune brave persone dall'altra.
Ciò premesso, l'attuale società andrebbe così rivoluzionata:
1) Abolire la guerra, ritenuta oggi normale, con tutti i suoi effetti diretti e collaterali. La riconversione delle industrie degli armamenti. Il famoso Papa Pio Nono (oggetto anche lui delle Pasquinate, una in nota) che chiedeva ad un Ministro inglese di mettere fine agli eccidi ed alle nefandezze causate dalla guerra, ebbe questa risposta: "Sua Santità la guerra è la guerra". Oggi ho chiesto ad una persona, di apparente buon senso, perché la guerra ? "Caro, la guerra è la guerra", è stata la risposta. Perché sradicare persone dalle proprie famiglie e mandarle ad uccidere consimili sconosciuti? E perché colpire anche gli ospedali? Risposta: "sono gli effetti collaterali". E pensare che io che non ho mai creduto al diavolo...
La guerra è da bandire, come vuole anche la costituzione italiana, dalla faccia della terra. Di conseguenza da rigettare il detto romano: "Si vis pacem para bellum" poiché costituisce il presupposto della guerra.
Se gli ignari poveri sapessero la quantità di denaro dissipato per fabbricare le armi! Quelle armi che, certamente, non servono per innaffiare fiori ma, bensì, per sterminare milioni di persone. "O tempora o mores! (Cicerone).
2) Come sistemare gli assassini. Chi ammazza una persona è condannato all'ergastolo, chi provoca uno sterminio, se risultato vincitore, viene osannato.
Chi è dedito alla morte altrui o ad essa attenta va messo in condizioni di non nuocere più.
3) - La democrazia, questo tipo di democrazia, si è auto esaurita. Platone diceva che al comando, alla guida dei popoli deve essere preposto chi è competente e di buona volontà. Da tener presente che dall'aggregato o dalla somma di mille persone incompetenti, difficilmente, emerge una persona competente.
4) - La ripartizione delle risorse. Il fattori della produzione sono le attrezzature, il capitale umano e l'attività imprenditoriale. Solo di quest'ultima attività non viene stabilita il limite della remunerazione. Ciò fa sì che il profitto possa essere illimitato e, quindi, consentire un accumulo della ricchezza che genera una vita da nababbi, da permettere l'uso sfrenato di essa, che, nelle nostre parti, si concretizza, per esempio, in una settimana d'inverno a Cortina D'Ampezzo dove si va per vedere e farsi vedere o in un panfilo ancorato a Porto Cervo in Sardegna per galleggiare sulle miserie altrui. E la solidarietà? Non vi alberga.
5) - L'etica (l'ethos) ? Fondiamo una società su "un armonia interiore ed esteriore con la volontà di un costante impegno sociale", (Confucio).
6) -Siamo ospiti di questo pianeta e godiamo della sua ospitalità. Ci ha dato la vita e la sopravvivenza, con la sinfonia dei suoi sapori, odori, emozioni, sentimenti ed amori. Ricambiamo. Alla fine, la vita è uno scambio. La riconoscenza è dovuta e da galantuomini.
Conclusioni. Se il tuo vicino sta bene starai bene pure tu.
Teniamo presente. "memento, homo, quia pulvis es, et in pulverem reverteris" (Bibbia (Genesi III, 19).
E ricordiamo il nostro Padre Dante: "Nati non foste e a viver come bruti ma per seguir virtute e conoscenza".
Montesilvano, 9 maggio 2020
Enrico Gambacorta (348 -------)

Nota: PIO? NO, NO, MA STAI FERRETTI

Venerdì 29 maggio 2020 10:13:03

Buongiorno Professor Massimo Cacciari 
sono Renato Restelli, artista scrittore storico di Rovereto

con piacere le scrivo per chiedere la sua disponibilità a partecipare ad un breve evento culturale online, si tratta un iniziativa culturale importante, poco prima del lockdown ho ultimato una mia opera sul lavoro in Trentino Alto Adige, un volume storico e artistico che narra le vicende umane legate al lavoro, forgiate dagli eventi della vita, racconta i sacrifici quotidiani spesi per costruire il futuro che ora appartiene a tutta la società, attraverso il lavoro, ho narrato la storia delle più significative realtà lavorative del Trentino Alto Adige ed a ognuno ho dedicato un'opera.
Oggi più che mai sappiamo che c'è bisogno di tenere alto lo spirito e la voglia di fare che contraddistingue da sempre il nostro popolo, ed in questo periodo particolare ed anche di restrizioni per l'arte e la cultura, vorrei proporre un semplice simposio online tramite le mie pagine social, quelle di alcuni musei d'arte contemporanea italiani e qualsiasi canale adatto ad allargare al massimo la divulgazione, sto lavorando per coinvolgere un critico d'arte di livello internazionale il Prof. Daverio ha dato la sua disponibilità e sto attendendo la sua comunicazione sulla data in cui è libero, ci terrei particolarmente data la stima che nutro nei suoi confronti alla sua partecipazione,  

L'idea in questo momento di restrizioni sarebbe come base di partenza presentare la mia opera e poi lasciare spazio agli opinionisti e ai critici per parlare della tematica dell'arte, del lavoro...   
Questa potrebbe essere una buona occasione per offrire alla popolazione costretta a casa un momento di coinvolgimento e riflessione incentrata sulle nostre radici per guardare al futuro e raccogliere le forze per uscire da questa difficoltà.  

Rimango a disposizione e le lascio i miei contatti

Sono disponibile al telefono ed eventualmente il mio curatore: 329 -------
Allego la copertina del volume ed alcuni capitoli estratti dallo stesso

La ringrazio e saluto cordialmente
Renato Restelli
http://www. renatorestelli. it/? pagina=Artistahttps://de. wikipedia. org/wiki/Renato_Restelli

Lunedì 18 maggio 2020 01:00:40

Caro Professore Massimo Cacciari, sappiamo tutti che oggi da soli possiamo vincere una battaglia, ma perderemo la guerra..
Ma perché secondo lei, almeno gli intellettuali del mondo intero, non ripetono, come un mantra, tutti i giorni, con ogni mezzo d'informazione, una soluzione valida per cercare di salvare il genere umano?
Non sarebbe forse sufficiente che 4 leader: USA, Cina, Russia e Europa (marionette del capitale e "auto-rappresentanti" di un 1/3 della popolazione mondiale), adottassero il semplice decalogo sottoscritto, come vaccino contro la pandemia "Diodenaro"?
Un virus creato dal mondo economico/ finanziario, a favore di oligarchie capitaliste, a svantaggio dei poveri e delle classi medie del pianeta.
Invenzione letale, la cui mutazione attuale permette, a degli inresponsabili, la distruzione dell'equilibrio biologico, fondamentale alla vita umana sulla Terra. Quindi.. :
1. Abolire borse, mercati azionari e paradisi
fiscali
2. Abolire il costo del denaro, oltre l'onere
dell'attività bancaria
3. Istituzione di una nuova Banca mondiale con
emissione di un moneta geolocalizzata
4. Estrazione, senza diritti di proprietà, e
distribuzione delle risorse energetiche,
collegate alla produzione di beni di
consumo ecologicigici nel rispetto della
sostenibilità globale
5. Stabilire prezzo minimo/massimo per ogni
bene di consumo
6. Intervento formativo dei paesi avanzati
presso le popolazioni sotto il livello
d'autosufficienza alimentare e di controllo
nascite
7. Abolizione e disarmo delle forze militari nei
paesi in via di sviluppo, previa ripartizione e
inserimento di presidi militari dei paesi
avanzati, a garanzia della sicurezza, durante
il periodo di pacificazione dei territori
8. Abolizione della produzione e vendita di
ulteriori armamenti militari
9. Istituzione di un welfare "umano" per tutti i
lavoratori
10. Istituzione di un limite massimo, ai redditi
personali elevati
Interpretazione del mondo attuale, secondo l'unica e antica regola etica di reciprocità che, fin da tempi biblici, gli esseri umani non sono riusciti ancora ad interiorizzare, "Non fare ad altri quello che non vorresti fosse fatto a te"
Buona serata
PS
Grazie, per un suo commento

Sabato 16 maggio 2020 21:10:54

Buona sera non hai pensato come e' che sui biglietti dei dollari. che e'una forte economia ci sia scritto in GOD we trust ? Dime..

Sabato 16 maggio 2020 09:45:06

Il doppio come doppiezza della persona il doppio sosia per accendere appetiti carnali o sostituire una passione con un'altra ma tanti altri aspetti verranno toccati. Il potere non tocca persone egoiste mosse dalla ratio economica ma altruisti. Il complottista non è che vuole dare un volto al potere il potere prende il volto dei suoi conoscenti. Cari amici vicini e lontani ti presenta dei sosia solo che i sosia di Carlo Conti li riconoscono tutti i sosia dei tuoi amici li riconosci solo te. Non è un potere che usa violenza fisica si istalla nella mente. Dura anni è lo stato. All’individuo altruista fa questo. Ora diciamo cos’è lo stato dopo lo zucchero datogli. Aristotele nella Politica dice che la politica nasce per evitare l’oklocrazia il potere dei poveri che toglierebbero la proprietà a chi ha qualcosa non avendo loro nulla. Lo stato è la dittatura di una classe su un'altra la dittatura della borghesia sul proletariato. La democrazia è l’involucro migliore per lo sfruttamento permette di comprare la forza lavoro con la 5 libertà la libertà di sfuttare come dice Guevara pirateria organizzata per prendere il lavoro di molti da parte di pochi. Lo stato è il comitato d’affari della borghesia è uno scontro molare tra classi lo stato non è arbitro non credo al cavallo di troia socialdemocratico ed è concludo uno stato imperialista. Ho descritto una struttura l’individuo che si oppone viene dissuaso allontanato dalla vita politica grado per grado fino alla sua rovina definitiva. Tocca stringere legami politici su cose importanti economiche sociali. Lottare assieme da soli si resta nel solipsismo che ti creano. L’uomo egoista che segue il profitto è l’uomo dell’economia scienza triste sganciata dall’etica si sdoppia il capitalista stesso in manager o capitalista operante ed in capitalista che lo assolda capitalista proprietario di fatto società per azioni giganti multinazionali. Immani forze ci sovrastano non credo in una microfisica del potere e mi contraddico siamo pedine di forze gigantesche ed irrazionali che portano crisi economiche e guerre.
La realtà che vogliamo abbracciare non ha solo a che fare con il sentire personale ma anche con l’esperienza storica di alcuni in un certo momento Norbert Whitehead filosofo
Il mio amico Giuseppe Santalesa a cui ruppi la testa togliendoli di mano un flauto traverso aveva qualche colpa? Io congetturai di si ma mi prefiguro quello che mi sarebbe successo, ora Andreotti è morto ma lui mi diceva ti metteranno davanti al sosia di Andreotti. Oggi ho incontrato la sosia di Kristine Lagarde.
Carlo Maurizio Benveduti mi disse che vedeva i sosia dei suoi compagni di partito poi lo ha negato.
Stefano della Chiaie il torturatore nero cugino di un mio amico diceva di aver trovato la casa del sosia della nipote di un politico di sinistra
E SOPRATTUTTO SILVIA ZENOBI CHE MI RACCONTO MOLTE COSE-la semiotica entra nella cibernetica-SILVIA OGGI HA SETTANTANNI HA “20 ANNI PIU DI ME SOLO CON LEI C’E STATA UNA VERA FUSIONE DI IDEE E STATA LA PERSONA CHE MI HA CAPITO DI PiU’IN VITA MIA
Io dico che i sosia li mandano i poteri-lo stupore crea asservimento-Astrarre, cioè togliere isolare da un corpo, persone hanno elementi di un altro corpo collezione di tratti, una bisociazione di elementi duali, con un astrazione determinata possiamo risalire proprio perché ad una valle corrisponde un monte alla persona bersaglio verso cui siamo spinti, ma un nome senza oggetto ciechi della percezione visiva ci spinge in modo più forte sono sempre persone del sesso che attrae a spingerci in modo più forte.

Il doppio
Pasolini in un uscita pubblica parlando in televisione diceva che la società rompe i rapporti diretti ci troviamo davanti a rapporti mediati che non sono più quelli di una comunita mediati ed intermediati andare in televisione sui media giornali internet oggi si raggiungono molte persone ed in questo si detiene un potere, il sosia è anche semplicemente una risposta alla comunicazione in un paese che il giornalista Piero Ottone diceva alle lettere in Italia non risponde nessuno. Il sosia nel mito greco e nella psicoanalisi da il perturbante di Freud a Rank non ci interessano il nostro campo è sul potere il nostro campo non è il trascendente ma il piano immanente ed i suoi personaggi che escono dal luogo buio del privato piano approfondito con i suoi simboli e valori per dirla con Gurvitch per un idea di società in divenire e non chiusa. Ma a distanza di anni ripropongo un mio testo di cui questa è una nuova premessa.
Il behaviourismo studia il comportamento con l’osservazione. Contrario ad una psicologia della coscienza intimistica osserva reazioni glandolari, muscolari, esterne. Ci sono oggi microprocessori nell’ambiente. Per dirla con Peirce siamo di vetro per un pubblico tribunale, ogni cosa porta informazione la semiosi è infinita. Siamo alla solita formula -sorvegliare e punire- solita e vera! Il comportamentismo:Osserva i cicli di comportamento e cerca di correggere il comportamento è del 1913 il manifesto di Watson padre di questa scuola orgogliosamente americana. Cosa piace del comportamentismo l’egualitarismo supposto che non ci siano differente date innate, l’importanza dell’ambiente degli stimoli, uno pensa prima a Montesquieu e perfino ad Owen. Per il comportamentismo ci sono comportamenti:Meccanici, appresi, vitali. Annota Russel in analisi della mente. Il contributo più chiarificatore però viene da Wittgenstein in lezioni e conversazioni dove dice e viene trascritto:AL RAGAZZO CHE ERA TRATTATO MALE DAL PADRE gli psicologi METTERANNO DAVANTI UN UOMO CHE SOMIGLIA AL PADRE. Lo schema stimolo risposta è la base del comportamentismo eredità della scuola russa e degli studi sull’adattamento ed il condizionamento animale. Il rapporto tra abito e credenza cioè quando lo stimolo ha l’aspetto di qualcosa di conosciuto per il soggetto in osservazione. Una persona sotto qualche aspetto è somigliante ad un'altra. La fisica ci dice che non ci sono due cose uguali ma che ci sono cose simili. I fatti la cui testimonianza non è chiara e plurale ma singolare necessitano della psicologia, i fatti si dividono in soggettivi ed oggettivi. Abito e credenza rapportati alla sfera delle relazioni ed affetti privati danno alle rappresentazioni del behaviourismo problemi alle persone creano solipsismo che allontana dalla vita associata. Si crea un concetto coperchio e dietro al behaviourismo di Watson che non è l’aiutante di Sherlock holmes si può dire che certa filosofia e psicologia confinino con la polizia come scrisse Engels. Per Pavlov l’artista ragiona per immagini ed il behaviourismo presenta le sue rappresentazioni, analogie, nomi omonimici che sono altrettanti stimoli. Catene di analogie reti s-r stimolo che attende risposte. L’organismo, la mente e la coscienza che non ci sarebbero. Nelle rappresentazioni che arrivano ai sensi non c’è la materia, le cose esistono indipendentemente dalla nostra coscienza la materia è in movimento, ed in essa c’è una contraddizione, fatta dal movimento degli opposti. I fatti rientrano nella natura e solo nel mondo fisico c’è una spiegazione i fatti sono di natura meccanica e chimica e diventano chimico meccanici. La psicologia operativa lavora. Watson seguendo la sua attività di studio per la grande comunicazione ci porta a dire che nei giornali per accostamenti di immagini si diano reti di s-r stimolo risposta, quella tipografica si chiama gabbia appunto. Nella comunicazione si usa l’immagine l’head line o slogan etc…Tutto si può centrare su messaggi che usino un sottocodice privato istaurando una comunicazione ad personam. Perfino con il mezzo televisivo in trasmissioni compaiono persone che ricordano familiarmente nostri conoscenti un canovaccio e schegge, frammenti del nostro privato per portarci a pensare. Ancora messaggi subliminali, reparti della polizia operano nella comunicazione, ma nei giornali c’è un direttore un intelligenza, centrale la redazione. Quando hanno arrestato Negri misero la pubblicità del salame negroni:Le stelle sono tante milioni di milioni la stella di negroni. Brutto esempio ma calzante. Ci sono annotava un materialista come Lenin:rappresentazioni che arrivano ai nostri sensi ma in esse ma non c’è la materia. La prova della cosa in sé kantiana è che la rendiamo conoscibile con la prova del pudding. Il Pudding esiste e la prova la hai mangiandolo. Ci sono concetti coperchio dietro alla psicologia operativa che senza unità di tempo e di luogo presenta un teatro alla persona delle rappresentazioni, la realtà che non ha a che fare con il sentire personale ma con l’esperienza di tutti e l’esperienza storica ci faccia dire che aveva ragione Guattarì in desiderio e rivoluzione :La litania gauchista del doppio c’è perché ci sono reparti psicologici della polizia. Creano dossier sulle persone. I luoghi della vita associata:posti di lavoro, scuole, condomini, vengono osservati si studia non la persona ma i gruppi ed in essi le relazioni tra le persone. Non è esperienza di tutti o sentire di tutti ma la memoria non solo quella individuale provate da tracce ed esche delle polizia, la memoria di tutti deve ricordare. Negri lo ho detto lo stato compie una ricerca feticistica nel passato, un sistema c’è perché ci sono degli osservatori con i report, verbali, film, foto etc…e si compie una retroazione. Allora ricostruiscono situazioni fanno confronti all’americana. Non è un poeta chi riconosce in una bella passante un volto è il behaviourismo. Il mentale si fa instaurare una credenza e se incontri dei filippini devi pensare alla losca gente dei servizi, se vedi un gabinetto sono i cosiddetti servizi come li chiamiamo. e il mentale. Ha ragione Negri lo stato ti getta in un crepaccio Joiceiano. Il linguaggio. Lo ripeto non amo il teatro. Ma più che i servizi sono le organizzazioni di massa, partiti sindacati sempre organizzazioni infiltrate dai servizi e controllate dalla politica da li c’è il bacino da cui trovare i sosia, masse fideistiche possono perseguitare qualcuno.
Guattari scrive del ‘’signore della rete’’lo psichiatra amico di Deleuze il filosofo dice di chi si sente al centro delle comunicazioni perché mette un significato davanti ai significanti in effetti ci si potrebbe mettere tutti a parlare indirettamente tra le righe di qualcuno e farlo sentire al centro dell’attenzione. I giornali i media fanno questo mettono dei sosia dei nostri conoscenti tra il pubblico di programmi più svariati. fax accompagnano queste trasmissioni dicendo di chi si tratta sui libri compaiono schemi che riportano fatti e persone di fori privati e poi a margine si scrive di chi si vuole parlare con un appunto a matita. Agaver la serva sciocca di Abramo aveva delle visioni uomini prudentissimi non avevano questo dono-B. Spinoza. Da queste visioni apprendiamo si normalizzano i corpi si istaurano legami spazio temporali tracce; nomi, particolari portano ad altri contesti spazio temporali. Lo stato ha i dati biometrici di ogni persona e può ripresentarcela creando frammenti di un discorso di amore o di odio. Un segno è una cosa al posto di un'altra ma la denota, un sosia come a tale e quale show è qualcuno che sotto qualche aspetto ricorda un altro è un inganno può non aver niente a che fare con questa persona di cui prende le sembianze o per casualità assomiglia. Ci sono delle rappresentazioni a cui i poteri medico legali polizieschi ci fanno assistere per farci apprendere qualcosa, sono specchi per realazionarsi a noi nella semiosfera entra l’informazione secondo il MIC:modello integrato di comunicazione ci siamo noi riceventi il messaggio che ci arriva dal trasmittente, l’attore ed un sottocodice personale riconosciamo qualcuno, sotto qualche aspetto:persona del nostro privato o pubblica persona. Ci comunicano delle emozioni le porta la drammaturgia, passioni che ci infettano buone, cattive, neutre. Spesso è un messaggio ad personam estraneo a chi ci sta intorno ci lascia nel solipsismo incomunicabile. La semiosi riporta per astrazione il segno il sosia a farci tornare a certe situazioni come sovente succede con parole frasi che abbiamo sentito in altri contesti spazio temporali. Ci sono delle retroazioni feedback postivi e negativi è comunicazione con i corpi ed il potere e la disciplina dei corpi e delle passioni è arte antichissima. La parte destra del cervello irrazionalmente scambia il segno e la cosa la persona ed il sosia da questa associazione condizionante nasce l’ipotesi di una guerriglia un teatro senza le tre unità aristoteliche di tempo, luogo, azione, come in un confronto all’americana possiamo incontrare persone che hanno tra loro una relazione di familiarità possiamo incontrare degli omonimi ed è sempre un modo per farci pensare a qualcuno e coltivare una passione affezione. Lo stato ha i dati biometrici di tutti e come da un bussolotto escono combinazioni corpi diversi si allungano si accorciano ma hanno legami di familiarità. L’individuazione riconoscimento è potere dello stato, dare un nome proprio per pagare le tasse lo stato come il mostro della bibbia è leviatano ha potere di individuazione riconoscimento su tutti per punire e per proteggere, perché il sosia è una controfigura. Nel tempo una persona non sappiamo come sarà cambiata fisicamente possono metterci un sosia proprio per non farcela riconoscere o come mera sostituzione. I poteri fanno avvenire delle rappresentazioni dei tableau vivant persone escono da foto sono mezzi per stupire e portare all’asservimento, ed anche mezzi per veicolare messaggi chi esce da un contesto a quel contesto ed a cosa stava facendo rimanda. Io sono attentissimo a queste presenze per niente subliminali con coscienza però non parlo dei personaggi rappresentati. Si parla di oggetti non di soggetti si studia la mente mettendoci davanti qualcuno che ci deve ricordare qualcun altro si studia cosa diciamo stimolo organismo risposta, non solo la condotta non viene più tenuta in considerazione esclusiva, anche il corpo mente quanto il cosa pensiamo ad uno stadio cognitivo e non solo comportamentale. Come nei dialogai Socraticon si parla davanti ad una rappresentazione, un teatro ad personam i cui sosia ci stimolano a parlare di qualcuno che ci portano davanti, persone in modo immaginario o reale ci influenzano. Tutto sta nel fatto che il sosia per una serie di tratti che percepiamo uguale a qualcuno, in modo saliente, riconosciuto, con questo qualcuno non ha a che fare per volontà del modello o nostro conoscente. Si deve ricordare il motto questa non è una pipa perché ne è la raffigurazione, il modello non è l’originale il sosia non è la persona di cui ha tratti in comune e di cui svolge la recita, così si influenza l’originale rapporto che avevamo o potremmo avere con il modello o originale. La realtà esterna è un fatto indipendente dala nostra coscienza, oggettiva e reale i sensi sono strumenti che informano del mondo dall’esterno alla mente. La traccia che mettono gli psicologi è esterna e ci arriva alla coscienza non perché abbiamo sensi di colpa ma perché è informazione modellata per noi, la semiosi opera. Come in una recita teatrale con associazioni condizionanti tra oggetti, persone, parole solo che non c’è unita di tempo di luogo e di azione, cammina con noi questo spettacolo abusivo come recita l’articolo 607 del codice penale. Non ha avuto luogo nulla perché siamo gli unici a riconoscere un recitare chiuso solo noi ne abbiamo il codice.

Tutta la trattazione arriva ad un punto imprescindibile il potere come consorzio organizzazione sistema parola più adatta quest’ultima ha osservatori ed una scatola nera per permettere delle retroazioni secondo la teoria cibernetica come un nastro di una pizza, un disco con una traccia su cui ritornare siamo noi umani sistemi circolari le parole le immagini sono traccia per tornare ad un altro punto del disco, nastro i due momenti rendono possibile una comunicazione consonante un insight, che ci arriva qualcosa di non direttamente rispondibile secondo il suddetto MIC modello integrato di comunicazione c’è tra i soggetti in comunicazione un non esplicitabile sottointeso sottocodice. La moda in statistica è un indicatore detto della tendenza centrale tra una serie di numeri:1, 9, 5, 9, 4, 9, 6, 9 la moda è 9 il numero che ricorre più spesso nella serie presentata. Nella semiosfera la moda è cosa ricorre più spesso ad esempio in una serie di apparizioni le persone gli oggetti appartenenti ad un insieme, ne vengono tratti fuori con consequenzialità d’apparizione in questo teatro senza unità aristotelica di tempo luogo azione e creano una catena con le loro reciproche familiarità d’insieme. Il sosia o controfigura prende il posto di qualcuno per ingannare si vuole far credere che sia il famoso leader su cui fischiano proiettili ed a costo della vita del sosia il dittatore è salvo, dittatori disponevano di squadre di sosia, nel mio episodio ho incontrato il sosia di un amato leader politico, discusso ma non odiato: Bertinotti era il finire degli anni novanta lo incontrai sull’autobus che portava ad un annunciato festival politico a Roma nei luoghi ameni di Castel Sant’Angelo, ma anche un cittadino sottoprotezione ha il sosia messogli a disposizione. Nelle grandi aziende nei luoghi della vita associata scuole, condomini possono far circolare identikit per le strade per riconoscere qualcuno:colpevole e ci sono falsi positivi, scambi di persona nella pratica statale e poliziesca dell’identificazione. Per sabotare la vita privata nel suo piano approfondito personale oggi il fenomeno microcriminale del revenge porn i servizi di tutto il mondo già lo praticavano oltre a cercare reali situazioni compromettenti per politici ed uomini pubblici ai cosiddetti nemici dello stato è riservato, certo dossieraggio con profili psicologici e studio del gruppo d’appartenenza umano di lavoro, familiare. Entrando nella sfera pubblica individuale come zona d’influenza individuale nel piano dell’esistenza privata e sociale si fanno circolare per le donne specialmente riviste pornografiche con attrici in gesta spinte in tutto rassomiglianti alle nostre nemiche dello stato al fine del discredito e con intenzioni calunniose, il mondo del porno è un ricettacolo di fai da te oggi e tutto finisce sulla rete una volta decenni or sono giravano foto giornaletti numerosi ed incontrollati su cui apparivano sosia di militanti politiche contestatrici da screditare, emarginare. Questi giornali porno si fanno trovare ai conoscenti inibiti a comunicare il fatto ma lesti ad avere pregiudizi, odio scandalo. In un telefilm della serie Don Matteo s deve ritirare un calendario prima che si diffonda perché c’è una foto di nudo della figlia di un carabiniere, nella realtà sono i servizi a diffondere queste foto compromettenti per qualcuno in cui sosia si dedicano a scandalizzare a piè sospinto i pregiudizi e gli scandali sessuali funzionano sempre.
Il sosia di qualcuna/ qualcuno ci direzionano a recarci alla fonte alla persona rappresentata sotto qualche aspetto che non ci crederà mai ci allontanerà probabilmente si può creare un amore passione un gioco non un fuoco. Laborit un neurofisiologo scriveva nel bel libro”Elogio della fuga”:L’amore è un oggetto gratificante nel nostro territorio avvertito da un fascio di nervi. La persona comune a cui lo stato ed i suoi apparati danno un sosia è una persona non tollerata un oppositore una persona che lo stato come per tutti ha modo di identificare. Colui che ha epifanie aparizioni come Agaver la serva sciocca di Abramo ha restituiti precisi limiti virtuali. Non ho parlato di violenza tortura di qualcosa di invisibile e mortale come il covid 19. Adesso ne parlo le voci messe in giro sul conto delle persone, pensate alla tragica storia della cantante Mia Martini, una regia o una cattiva, catastrofica reazione del suo difficile, competitivo ambiente di vita e lavoro. Noi non dipendiamo solo dal giudizio che abbiamo di noi stessi autostima dipendiamo anche dal giudizio degli altri in tante caselle che occupiamo nell’ambiente il doppio se la ride di noi una voce una calunnia disseminata ci prepara l’ingresso, spesso sono i nostri errori passati atti cose scritte, giudizi positivi o negativi ricevuti o dati che innemicano altre persone siamo stati preceduti da un dossier che non è il curriculum che presentiamo noi ma qualcos’altro un profilo di personalità di professionisti quasi una cartella clinica. Voci profonde della citta nei luoghi di ritrovo comuni, soprattutto bar fanno entrare le camere da letto le alcove, la dichiarazione dei redditi ed il circolo politico. Si possono diffondere voci sulla vita sessuale delle persone diminuendo o accrescendo le persone ed il loro stile di vita sessuale minando nell’intimo coppie, dividendole o minando gruppi di amici. Si possono far circolare voci sull’insolvenza di qualcuno o su altre condotte economiche rischiose ed infine voci su le combattute posizioni politiche nel gruppo d’appartenenza movimento, partito producendo voci e prove che svantaggiano qualcuno lo isolano gli fanno perdere la stima dei commilitoni, compagni. Creare problemi psicologici guasti ferite nell’ideale e nei sentimenti di autostima fino al venir meno come dice Simmel del segreto che fonda e tiene unito ogni gruppo e la lealtà. ”In ogni epoca la società elebora un idea su sé stessa che non corrisponde alla realtà è una falsa rappresentazione come un immagine capovolta di una camera oscura è l’ideologia”-Karl Marx. ”
Le fonti aperte interne ed estere vengono lette ascoltate se è radio o tv ed oggi soprattutto la rete ed i social. Tutto quello che esce dal paese viene controllato.

Venerdì 15 maggio 2020 21:21:28

Gentilissimo PROF. ovviamente CACCIARI non le sembra che questa situazione habbia unito le persone e le faccia riscoprire il senso del bello della comunita di DIO. che e ' L'ESSENZIALE jn grado di sovvertire tutte le logichd dell 'economia!.

Commenti Facebook