Messaggi e commenti per Lilli Gruber

Messaggi presenti: 1311

Lascia un messaggio o un commento per Lilli Gruber utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Lunedì 28 ottobre 2019 08:01:16

Gentile Lilli sono la presidente della fidapa di Castelvetrano ho ascoltato la sua intervista con Fabio Fazio, mi piacererebbe averla mia ospite per poter parlare del suo ultimo libro" BASTA", la fidapa è sempre sensibile a promuovere e sostenere le donne.
In attesa di un suo cordiale riscontro le porgo cordiali saluti Antonella Giardina

Lunedì 28 ottobre 2019 05:09:54

Finalmente i rossi in Umbria hanno finito di comandare.
Lei sara' contenta, iiiihhhhhn!!!

Domenica 27 ottobre 2019 19:42:52

Giù la maschera

Ha biasimato di Bersani e Speranza la scissione,
mentre ne provava grande soddisfazione.
Egli reso impossibile a Bersani la convivenza,
perché sentiva urgente un'altra esigenza:
fare dei Democratici un partito personale,
eliminando ogni discussione, ogni ideale.
Ora invece è lui il protagonista di una scissione,
con Italia Viva, il partito di nuova formazione.
Ma il suo tentativo è senza radici e senza storia
proprio perché è partito personale con tanta boria.
Tra i politici si è sempre creduto il migliore,
geniale statista, di qualsiasi problema il solutore,
ma è arrogante, cinico, solo pieno di sé,
in una monarchia vorrebbe essere il re.
E' purtroppo succube del suo enorme narcisismo
ed è evidente la sua propensione al populismo.
L'altro ieri ha elogiato il modello berlusconiano,
che è stato una vera anomalia del governare italiano.
All'ammirazione di Berlusca non ha mai messo freno:
di ciò è testimonianza lo scellerato patto del Nazareno.
Ormai Renzi - è certo- il centrosinistra ha ricusato
ed un fumoso inconcludente progetto ha presentato.
Pasquino, ottobre 2019.

Domenica 27 ottobre 2019 08:14:15

Ho notato che tutti i messaggi postati sono tutti a Suo favore.
Mi sembra un po' strano.

Sabato 26 ottobre 2019 19:10:15

Buongiorno,
sono un cittadino contribuente e apprezzo molto il suo operato, anche per la lotta all'evasione realistica, e per il suo equilibrio.
Desidero dirle che nella sua azione il governo non tiene conto della scarsa organizzazione
dell'Agenzia delle Entrate che danneggia molto i contribuenti onesti.
Recentemente mi sono rivolto all'Agenzia e ho constatato carenza di informazioni, mancanza
di circolarità, confusione di ruoli fra Agenzia e Riscossione, impossibilità ad avere chiarimenti
sufficienti per capire alcune situazioni, accertamenti fatti senza spiegazione e quasi
certamente errati, ecc
Credo si debba considerare tutto ciò ben prima delle famose manette e di consentire una vita normale al contribuente normale.
Nel contesto le chiedo di adoperarsi per riaprire i termini della rottamazione onde consentire di chiuderealcune partite da parte di chi non ha avuto giuste informazioni.
Grazie cordiali saluti
v pretali

Sabato 26 ottobre 2019 16:01:02

Buongiorno Lilli,
Ho appena letto la sua intervista su io donna.. nutro molta stima nei Suoi confronti e proprio per questo vorrei esprimere a Lei il mio sconforto!

Da un paio di giorni la mia riflessione ruota intorno ad un fatto accaduto... L'altra sera mi sono soffermata sulla trasmissione Diritto e Rovescio... mai vista prima di questa sera... e ho impiegato davvero poco per capire il perché. Ospite in collegamento da Perugia Matteo Salvini. Salvini, sollecitato da una domanda, ad un certo punto dell'intervista afferma:"devo stare attento a ciò che mangio.. dovrei mangiare in bianco.. verdure.. frutta.. ma sono in Umbria e come si fa con la cucina che offre! ! ". La frase non riporta le esatte parole di Salvini ma ciò che vorrei evidenziare non è quanto affermato da Salvini stesso ma la risposta di Paolo Del Debbio, conduttore della trasmissione:"beh si... restare a dieta in Umbria è come restare casti in una discoteca di notte! ". Trovo l'uscita deprimente, sgradevole, fuori luogo, descrittiva di una prassi legittimata. In un momento in cui chi è genitore di ragazzi adolescenti si interroga su come poter tenere lontani i propri figli dal pericolo o da quanto consida alienante, svilente e non utile alla loro crescita, questa affermazione porta alla luce quanto all'oggi non solo è considerato "normale".. ma da cui non è possibile sottrarsi... come evitare di mangiare della buna cucina in Umbria! ! Che esempio diamo, come adulti? Qual'è il senso del bello del giusto del bene e del valore che vogliamo trasmettere ai ragazzi.. se questa è la visione del mondo che un adulto maschio mediamente scolarizzato ha in mente? ?
Grazie per la sua attenzione e per la sua professionalità!
Cristina Rollando

Sabato 26 ottobre 2019 08:11:11

Tutte le sere io e la mia famiglia alle 20, 35 siamo su la 7 per vedere il suo programma. Non perdiamo mai una puntata e quando è l'ora risuona la voce... venite che sta parlando la nostra Paesana... abitiamo a Mezzocorona prov. di Trento. Alcuni consigli che dovrebbe tenere in considerazione: non fare l'errore di fare parlare e urlare tre persone insieme, diventa una rissa che è di altre trasmissioni ed è utile che parli uno alla volta e Lei come faceva una volta interrompa subito la sovrapposizione di voci.
Post s. - abbiamo tutti i suoi libri e un giorno se torna dalle sue parti e dato che siamo vicini vorrei una dedica.

Sabato 26 ottobre 2019 01:03:36

Ad Anna Rosa, Annamaria, Piazza e Antonio.
Cara Anna Rosa, Gruber, che nonostante sia di sinistra è intelligente, invita gente come Sgarbi (il suo contrappunto a sinistra è Cacciari), esponente di centro-destra perché sa benissimo che senza antagonisti politici la trasmissione ne soffrirebbe dal lato dell'interesse, sarebbe piuttosto un comizio per gente come lei, già ideologizzata, e anche diverrebbe auto-preclusa agli altri e infine non più proficua dal lato della pubblicità che la regge. Inoltre Lilli è anche generosa e rende consapevoli i compagni che esistono anche altre visioni del mondo.

Cari Annamaria e Umberto Piazza,
la Laurea non rende di per sè la gente professionale nella propria occupazione. Einstein non era laureato (né Quasimodo, Montale, ecc.), Cacciari, invece, è un politico, mentre Carofiglio, Travaglio e altri si sentono già realizzati dove stanno e non vogliono certo, come neanche il sottoscritto, sporcarsi con la politica. In un regime come l'attuale "oclocrazia" sono cooptati al potere tanti che non hanno altra possibilità di un lavoro soddisfacente, e, una volta arrivati, approfittano di tutto per farsi un po' di soldi e faranno di tutto per non perdere la poltrona. Questi, nella loro massima parte, trovano nei partiti del centro-sinistra l'occasione del proprio riscatto dal essere costretti a vendere bibite, consegnare pizze, ecc. Dottor Piazza, lei sa a cosa serve il nero in Italia? Con i soldi risparmiati (evasi) sul monte-tasse, asfissiante oggi in Italia, i privati, almeno al Nord, creano nuovi investimenti e nuovi posti di lavoro con benessere di tutti. Cosa fa lo Stato con le ulteriori tasse incassate. Sperpero con nullafacenti, migranti, appropriazioni indebite di politici e funzionari pubblici, baratro della Cassa del Mezzogiorno e con ciò che l'ha sostituita, ripianamento dei debiti di enti mal amministrati del centro-sud, insomma sperpera e non diminuisce il debito pubblico in continuo aumento. Ergo, il privato che fa nero risulta perfino un benefattore per l'Italia. E se lei avesse studiato economia, saprebbe che il capitale parte dall'accumulo primario non assorbito dalle tasse. O come crede che sia partito il miracolo economico del dopo-guerra! Suvvia, s'informi, e la prossima volta, come mi ha promesso il mio medico di famiglia, si faccia trovare più preparato, non anestetizzato. E intanto, grazie specialmente agli ultimi governi, siamo gli schiavi d'europa e, tra poco, dei migranti. E l'ambiente? Lo sapeva che gli africani hanno perso il 60% di selvaggina ultimamente? E cosa sarà quando, nel 2050, saranno raddoppiati? E il nostro ambiente con tutti quelli che i governi sinistri lasciano fluire? Ecc.

Caro Antonio,
non deve parlare male della pubblicità, visto che la trasmissione della Gruber può essere esistente grazie a quella. Se si riferisce a me con le sue battute sulla pubblicità, sì è vero, io la faccio e me la godo. Ma vede, caro Antonio, io sono un ricercatore scientifico di successo, le mie acquisizioni hanno dato origine a una nuova scienza e le mie esposizioni qui nei commenti valgono molto alla formazione della maggioranza di voi e possono essere uno stimolo a riprendere lo studio. Magari all'università della terza età. Sempre parlando della vostra maggioranza, lo sa che le vostre opinioni sono su base non adeguata, ma si formano per convinzione nel sentire personaggi come la Gruber o altri che vi promettono soldi, e soldi, e soldi, in cambio del voto? Ha presente l'obolo di Renzi, con debito aumentato e sulle spalle di chi paga le tasse? Se si formano invece su nozioni di filosofia, possono essere parimenti sbagliate, perché la Filosofia non è una scienza. Invece le mie, di opinioni, delle quali lei si chiede, derivano da ricerca, esperimenti, inferenze statistiche, non da corbellerie che passano dalla testa di scienziati che tali non sono. Infine, per me è divertente partecipare al blog e leggere le molte sciocchezze che vi trovo dentro. Quindi unisco l'utile al dilettevole e a chi non garbo, non mi legga! E adesso scatenatevi, gente, scatenatevi! Ciao, Flavio

Venerdì 25 ottobre 2019 21:45:13

Buonasera sg. ra Gruber, ma perché continua a invitare Sgarbi? È una persona ignobile, non vedo cosa possa apportare a noi spettatori al di là della conferma di quanto brutta sia quell'Italia lî. La prego, lo lasci espettorare altrove!

Venerdì 25 ottobre 2019 18:45:59

Per Umberto Piazza
Sono arrivata a leggere tutta la sua lettera (la Gruber non saprei). Sono d'accordo con lei che al potere ci dovrebbero essere persone comunque adatte a ricoprire ruoli così importanti per tutti noi, ad esempio penso che sia stato indecoroso nominare Ministro dell'Istruzione Università e Ricerca una diplomata; è vero però che ad esempio per essere nominato Presidente della Repubblica non è richiesta una laurea: basta avere 50 anni compiuti, godere dei diritti civili e politici e avere la cittadinanza italiana. Questo è ciò che prevede la Costituzione. Per quanto riguarda Cacciari, Carofiglio e Travaglio è una vera fortuna che non facciano politica, ma sono sicura che neppure loro si metterebbero in politica: sono troppo indipendenti, presuntuosi e individualisti per farsi coordinare da un altro "capo".

Commenti Facebook