Messaggi e commenti per Massimo Giannini

Messaggi presenti: 83

Lascia un messaggio o un commento per Massimo Giannini utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Lunedì 14 ottobre 2019 14:37:07

Ore piccole in piazza. Si parla e si sparla di corna e di donnine facili… Se non la finiamo va a finire che scopriamo che una puttana in casa l'abbiamo tutti.
Non è difficile il parallelo con la politica che spera di formare eserciti di ignoranti dalla memoria cortissima cui rivolgere le proprie arringhe.
Un po' anche la stampa (o certa stampa) ripete fino alla noia le minchiate che sparano i "politici".
Ad es. Salvini ha fatto autogol
Salvini ha capito che per lui in Europa non tirava buon vento: e la manovra finanziaria, dopo aver mandato Conte e Tria a contrattare la volta passata, non sarebbe decollata… Ha trovato un capro espiatorio, un colpevole… di che? Non voleva andare a nuove elezioni e siccome sa che la nostra e una repubblica parlamentare (contrariamente a quanto gli attribuisce la stampa) voleva trovare nuovo Monti e nuova Fornero… capaci di far peggio. Ecco, in questo ha tratto buon profitto degli insegnamenti della politica. Non è la prima volta che succede nella nostra prima, seconda e terza Repubblica.

Martedì 1 ottobre 2019 21:07:11

Gentile Massimo, sono un suo fedele ascoltatore e lettore da anni. Sono davanti a 8 e mezzo, e mi ritrovo quel pallone. ., sempre più gonfiato, del ex ministro dell' interno e mi sta cambiando l' Umore. Mi irrita sentire Salvini parlare di contanti e di signore che non potranno fare la spesa causa l' Uso dei contanti. Ma vorrei chiedere a salvini cosa ne pensa di tanti suoi elettori, per esempio in valle D' Aosta tanti affitta case in val d' Aosta che non registrano neanche 2000 euro di contratto per affitti di 10. 000euro a stagione. Ci sono possessori di 20 case che affittano da anni senza pagare un euro di tasse. Da turista non puoi chiedere un contratto perché non riusciresti ad avere una casa in affitto. Questo è uno dei tanti casi italiani che andrebbero approfonditi. Tanti cordiali saluti Claudio

Giovedì 26 settembre 2019 09:31:11

Proposta di legge elettorale
Nome:sistema elettorale proporzionale con premio di maggioranza variabile Schema: Sistema di voto in ogni collegio elettorale si vota con un sistema proporzionale; opzioni: proporzionale puro proporzionale con sbarramento al 3 ÷ 5 % Assegnazione seggi I seggi saranno assegnati proporzionalmente in numero pari ai soli voti validi; il resto dei seggi andranno al partito o coalizione che ha ottenuto più voti. Si potranno effettuare due preferenze una femminile e una maschile, altrimenti non saranno valide scelte diverse (es. una sola preferenza maschile o femminile oppure due preferenze femminili o maschili).
Es: Se in un collegio ci sono a disposizione 20 seggi, e i voti validi sono il 75 % degli aventi diritto al voto, saranno assegnati proporzionalmente (con il sistema puro o con lo sbarramento) soltanto il 75 % dei 20 seggi ovvero 15 seggi. Gli altri 5 seggi andranno al partito o coalizione che ha ottenuto più voti, e questo rappresenta il premio di maggioranza. Con questo tipo di sistema elettorale si cerca di invogliare gli elettori a partecipare al voto per limitare il premio di maggioranza in ogni collegio, e soprattutto per non delegare il potere a chi non si vorrebbe, e di auspicare coalizioni di partito con programmi di governo condivisi per facilitare la scelta degli elettori. Il premio di maggioranza variabile da collegio a collegio in questione è in realtà l'accettazione da parte di tutti quegli elettori che non votano, votano scheda bianca o deliberatamente annullano il voto di accettare il volere della maggioranza come è previsto in democrazia. L'unico dubbio rimane per i voti non validi per errore, ma essendo di solito in percentuale irrilevante, si può ritenere la legge elettorale proposta abbastanza compatibile con il dettato costituzionale. in quanto tali voti non vengono considerati validi.

Mercoledì 25 settembre 2019 23:22:25

Le scrivo per la stima che ho per lei. Sono un'ex deputata (Rifondazione prima, PdCI dopo la caduta del governo Prodi) e mi sono occupata a lungo di immigrazione come membro della Commissione Affari Costituzionali. Dopo lo strapotere di Salvini in materia, speravo che il nuovo governo volesse sancire una chiara discontinuità con le politiche criminali del predetto. Invece osservo una sorta di pavido opportunismo e un vago balbettio... Le scrivo perché il dibattito in materia di migranti non resti confinato tra una destra becera e reazionaria e una sinistra che non ha il coraggio di proporre politiche alternative. Perciò le chiedo di volersi adoprare per dare voce a chi (non la sottoscritta che, pur mantenendo intatta la passione politica e gli ideali rappresentati nella Costituzione, fa prevalentemente la nonna) ha competenze, conoscenze e, soprattutto, aspirazioni alla giustizia e difesa dei diritti umani universali. Sono convinta che lei sia sensibile come me a queste tematiche e condivida la necessità di proporre ai nostri concittadini (disorientati dalle decennali campagne xenofobe della Lega e dall'assenza di una proposta e visione politica alternativa) una lettura che fornisca un quadro reale delle cause e concause di un movimento epocale, delle conseguenze
(e delle squallide strumentalizzazioni operate da certa politica),
e delle possibili azioni da avviare, in termini di accoglienza, integrazione, canali d'ingresso regolari, etc. In sintesi come governare un fenomeno finora presentato come emergenziale e con approccio poliziesco. Ino
Una lettura che ricomprenda serie, vere politiche di cooperazione internazionale realizzate in accordo tra gli stati UE, senza escludere una sorta di Piano Marshall
Una lettura, infine, che ricomprenda il contrasto effettivo alla rapina di materie prime di cui i paesi africani sono ricchi. Mi scuso per la lunghezza e rozzezza con cui ho tentato di spiegarle le ragioni per cui le chiedo aiuto, peraltro difficilmente sintetizzabili in modo efficace in una mail. In conclusione, se, come spero, condivide il mio desiderio di dare voce ad un punto di vista diverso da quelli imperanti, le chiedo di ospitare sul suo giornale interventi di un esponente di ASGI (Associazione Studi Giuridici sull'immigrazione) che ho conosciuto tanti anni fa, stimo molto per l'impegno competente, disinteressato e generoso
con cui da sempre si occupa della materia e aiuta, anche, migranti e centri di accoglienza, così come parlamentari che vogliano affermare i diritti degli esseri umani... La persona di cui parlo è Gianfranco Schiavone, vicepresidente di ASGI e presidente (non so se tuttora) di CIS. Se crede posso trasmetterle suoi scritti. Potrà comunque trovare sue notizie in rete. La ringrazio per l'attenzione. Attendo fiduciosa una risposta e le auguro di cuore buon lavoro

Mercoledì 25 settembre 2019 15:38:39

Gent. Massimo Giannini,
Sono normalmente restia a scrivere per motivi di reticenza personale a disturbare gli altri; tuttavia La ascolto spesso e, sebbene non sempre concordi con Lei, ieri ho sentito le Sue opinioni in merito al discorso della 'fine vita' di malati come Welby e Englaro.
Il motivo per cui Le scrivo è molto personale ma è qualcosa che avrei piacere di poter discutere pubblicamente. Mia madre, biologa del CNR, è morta di SLA. Mia madre era una donna estremamente colta, eclettica, sportiva, forte e curiosa. Ha fatto 6 figli pur lavorando fino a 67 anni e ha vissuto come cittadina del mondo.
La sua malattia è stata una devastazione. Ha raso al suolo tutto per un lungo periodo, ma ci ha fatti rinascere come persone forse migliori.
Mio padre ha scritto un manuale d'uso che vorrei condividere con il mondo e avere l'occasione di spiegare. Mio padre è ancora più reticente di me a esporsi sul piano pubblico, ma alcune cose vanno urlate al mondo.
L'Italia è terribilmente indietro sulla cura e il rispetto verso malati come mia madre.
Spero che Lei accolga il mio appello e mi contatti.
Il mio numero di telefono cellulare è 348 ------.
La ringrazio con tutto il cuore se vorrà un giorno contattarmi.
Cordiali saluti,
Francesca Borri

Lunedì 16 settembre 2019 15:14:26

Buongiorno. Mi ha colpito una sua osservazione: nessuno prima del 4 marzo avrebbe, secondo lei, immaginato un governo gialloverde. Non so se qualcuno lo aveva immaginato, ma io certamente ho votato in quelle elezioni lega al senato e 5stelle alla camera. E non penso di essere l'unico. Vorrei, se permette suggerirle una riflessione. Perché nessuno di voi che avete la possibilità di adire il pubblico, non fate notare come dietro ai 5 stelle non esiste nulla, solo un sacco di gente che li ha votati per reazione, per protesta? Non vi è un movimento, vi è solo un insieme di foglie secche che lo spazzino ha accumulato in mucchio e che una folata di vento può disperdere. Esattamente come si disperde un pubblico che va ad ascoltare un comico e che, finito lo spettacolo, ognuno va per la sua strada. Grazie

Venerdì 6 settembre 2019 15:33:36

Volevo complimentarmi con lei M. Giannini verace poeta, forse senza saperlo e neppure volerlo! Con riguardo ult. avv. pol. Davvero profondo! Nella sinteticità capace di spingersi notevolmente nei meandri tortuosi ed equivoci magistralmente illuminati a giorno dai titoli-VERSi: IL BALLO TRISTE DELLE ANIME PERSE! e anche quello precedente a codesto; abilmente, trasparenza simile a un Dante a un Goethe.
Questo appunto lo Consideri un dono da una persona sincera e compiaciuta, che mai s'è sentita così bene come in questa spontanea reazione di ilarità! Cordialità Giuseppe Minardi

Venerdì 6 settembre 2019 13:36:03

Caro Massimo ti leggo sempre con molto interesse e condivido i tuoi giudizi e valutazioni ma chi ti ha detto che il "calabrone sfida le leggi della fisica"? Ho insegnato per 40 anni a FISICA UNIMI ma sono sicura che anche il moto del calabrone si spiega normalmente come tutti i moti. Allora anche il governo nonostante i saltinbanchi che lo formano funzionerà! Me lo auguro! Complimenti e buon lavoro

Giovedì 5 settembre 2019 21:35:22

Salve egregio massimo, ok con lo sbarco dei migranti, ok accoglienza... ma qualcuno e alcuni piu' si trasferira' spero in europa??? o tutti qui' da noi? ? condivido a meta'.. o il nostro paese e' una colonia? ? e se esiste veramente una eu, e ci stiamo in e. u e' anche plausibile chi li dividiamo un po' da noi, e un po' da loro, nel resto dei paesi membri, altrimenti sara' un kaos.. per loro e per noi! a tutti e buon lavoro a nome di tutti gli italiani e non... ok? ? condivide? ?

Lunedì 26 agosto 2019 17:41:46

QUESTO E' UN GRIDO D'AIUTO
Regione Veneto: anziani, disabili, malati mentali e famiglie operaie truffate e de-rubate dei risparmi di una vita dalla giunta Zaia per speculazione edilizia.
Con l'attuazione della legge 39/2017 che riguarda l'ERP, il Presidente Zaia e la sua giunta, grazie anche al silenzio della maggior parte dei consiglieri di opposizione che si sono astenuti, ha seminato un clima di terrore tra i cittadini con una legge iniqua e dispotica, violando l'art. 3 della Costituzione Italiana e l'art. 25 della Carta dei di-ritti umani ONU.
Sono Helen, mamma single di 66 anni con un figlio di 27, gravemente disabile. Vivo nel Veneto, in un appartamento di Edilizio Pubblico e dal primo luglio di quest'anno ho subito un spropositato aumento del canone di affitto (da € 20 a €516).
Come me, sono tante le persone, che in questa lettera mi hanno mandato di rappre-sentarle, che hanno subito questo INIQUO aumento del canone di affitto: a Padova, dei 5300 inquilini che potevano vivere (o meglio, sopravvivere!) grazie ad un CANO-NE EQUO, ora sono circa 4099 (80%) coloro che hanno dovuto fare i conti con que-sto assurdo aumento! In tutto il Veneto sono 36. 000 gli inquilini ERP del quale 80% hanno avuto aumenti spropositati o sfratto.
Nella DGR 39/2017 gli articoli che "regolano" il nuovo calcolo dell'affitto, nonché lo sfratto sulla base dell'ISEE-ERP e lo spostamento coatto degli anziani, sono state ap-plicate senza alcun margine di trattativa, spaventando le famiglie che si sono viste arrivare aumenti spropositati dell'affitto. Per gli anziani che, tra reddito e patrimo-nio (il più delle volte una pensione che di poco supera la quota sociale e magari i ri-sparmi di una vita!) hanno un ISEE superiore ai €20. 000, la Legge prevede uno sfrat-to e 24 mesi per trovarsi un nuovo alloggio: così, si sradicano le persone più fragili, al capolinea della loro vita, dal luogo che da sempre hanno sentito come "casa". Si può solo immaginare il dolore di un'anziana, che vive da una vita in un appartamen-to, che ha allevato una famiglia insieme al marito, ora defunto, con tutti i ricordi di una vita intorno che deve lasciare la casa con poche cose... Eh sì, perché le verrà of-ferto un misero monolocale, chissà dove, per finire i suoi giorni.
Ma non è tutto. ATER pretende che la firma apposta per ritirare la raccomandata con la comunicazione dell'iniquo aumento, valga come firma per il nuovo contrat-to. Questo per noi si chiama TRUFFA!
Il partito del Presidente Zaia, la Lega, assieme ad ATER, con la scusa di fare pulizia dei "furbetti evasori", pensa di poter fare cassa sui diritti fondamentali, sui risparmi di una vita delle persone per bene, che sono la maggioranza di noi! La maggioranza in Regione, con questa legge infame, darà in pasto al mercato immobiliare ciò che per noi significa VITA. Si innescherà una catena di aumenti, in cui anche il mercato immobiliare privato si sentirà in diritto di alzare gli affitti (spesso già molto alti) che pagano tutti.
ATER, allo stesso tempo, svende le case ERP, costruite con i contributi GESCAL dei lavoratori negli anni passati. È illogico che un ente di tale importanza abbia un bi-lancio non in pareggio, ma in positivo, e cosa ancor più grave, che questa positività sia frutto dell'alienazione del proprio patrimonio immobiliare. I cittadini che non possono accedere ad alloggi a canoni del mercato immobiliare privato, assistono alla scelta politica della Regione Veneto di svendere all'asta case sulle quali potranno lucrare i privati: nel silenzio generale, l'8 Agosto scorso, ATER di Padova ha messo all'asta 21 lotti in tutta la provincia di Padova. QUESTA E' SPECULAZIONE IMMOBI-LIARE !
Lentamente la Giunta regionale a guida leghista sta smantellando la nostra sanità, il welfare, l'ambiente, investendo il bilancio regionale in mega-strade e costruzione fa-raoniche, speculando sul ceto popolare. I nostri contributi vanno ad ingrassare le ta-sche dei costruttori, mentre noi siamo chiamati "furbetti". Zaia ritiene necessario "sloggiare i furbetti" dalle case ERP perché dice: "Ci sono tante famiglie in coda per una casa... ". Ma anziani, disabili, malati mentali e famiglie operaie sono tutti "fur-betti"? Punire 1000 per colpa di 1 ? Mi ricorda gli anni '30 - '40 del fascismo
ASSURDO! SAREMO POVERI, MA NON STUPIDI!
Il Coordinamento per la resistenza a questa Legge regionale iniqua, che qui rappre-sento, chiede ora spiegazioni. Chiede che la Regione Veneto spieghi con quali criteri ha aggirato la Costituzione e la Dichiarazione dei diritti umani dell'ONU. Chiede che ci venga spiegato a che titolo ritiene tutti noi "furbetti". Chiede che ci venga spiegato come possiamo fare a sopravvivere adesso, dopo il primo luglio, agli aumenti del canone, che in alcuni casi hanno superato il 1000%. Chiede che fine hanno fatto i di-ritti. Chiede che fine abbia fatto il buon senso. Chiede che fine abbia fatto l'umanità. Non lo chiedo io, lo chiedono tutti i cittadini, quel "popolo" al quale la Costituzione ha dato la sovranità: perché l'aumento del canone, caro Presidente Zaia, è stata una scelta politica. E la politica deve dare spiegazioni.
Per ulteriore informazione:Sportello Metticio Padova: email --- OPPURE Adl COBAS Padova: email ---, (gli unici che fino a questo momento ci danno un sostegno).
Ringrazio per l'attenzione e saluto cordialmente
Helen Eggleton (Per tutti gli inquilini colpiti del Veneto)

Commenti Facebook