Biografie

James Parkinson

James Parkinson
James Parkinson nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

Biografia Paralisi agitanti

James Parkinson nasce il giorno 11 aprile 1755 a Londra. E' il più grande dei tre figli di John Parkinson, farmacista e chirurgo.

James studia Medicina ed inizia ad esercitare a Hoxton, cittadina a nord-ovest di Londra, dove vive.

Alcuni documenti della sua epoca lo descrivono come una persona dal carattare confidenziale ed amichevole, di grande disponibilità con i pazienti, esauriente nelle sue esposizioni.

Tra i suoi lavori vi è un trattato dedicato alla formazione dei medici, nel quale Parkinson descrive le attitudini indispensabili necessarie per esercitare la professione. Parkinson riteneva che la lettura di pubblicazioni scientifiche provenienti da altri paesi fosse un'ottima abitudine e strumento per l'aggiornamento professionale.

Oltre ad occuparsi di medicina James Parkinson studia e si interessa di chimica e soprattutto paleontologia.

Tra le sue produzioni scientifiche vanno ricordate varie edizioni del "Manuale chimico", una lunga dissertazione sui vari tipi di fossili (1801), il primo volume di "Resti Organici di un Mondo precedente" (1804), cui seguono altri due volumi (1808, 1811) ed una piccola opera "Elementi di Ornitologia" (1822), sui resti fossili organici.

E' a tutti gli effetti un medico della prevenzione: all'epoca le terapie e i mezzi erano limitati nel numero e nelle possibilità, e per questo le sue opere giovanili che fornivano suggerimenti per mantenersi in buona salute, avevano un notevole valore.

Già allora Parkinson metteva in guardia la società dai pericoli dello stress, dai rischi dell'alcool e delle attività sportive praticate in modo troppo intenso. Si impegna inoltre per migliorare i cinti erniari: la sue considerazioni partivano dal riscontro di un'alta frequenza di ernie inguinali nei muratori, costretti ad eseguire il loro lavoro in pessime condizioni oltre che mal pagati. Parkinson pubblica addirittura una guida che insegna come costruire cinti erniari da sé, con resti di pelle e pezzi di stoffa.

Durante la sua attività salva diverse persone infortunate a causa del loro stato di ubriachezza: viene così nominato medico di pronto intervento.

Di Parkinson disse il Dr. Hans Kolbe "...aveva una intelligenza acuta, cognizioni mediche al passo con i tempi ed un'umanità che si esprimeva nella sua sollecitudine verso gli adolescenti. Aveva una profonda conoscenza delle difficoltà di vita dei bambini. Si rendeva conto delle condizioni catastrofiche in cui vivevano: la mancanza di igiene, il lavoro minorile che assicurava spesso la sopravvivenza delle famiglie. Sapeva anche che soltanto l'istruzione poteva salvare i bambini da questo circolo vizioso".

Scende in politica per impegnarsi nell'affermazione dei principi di uguaglianza sociale prodigandosi per l'approvazione delle riforme sociali emergenti in quel periodo, che segue al moto sociale diffuso dalla Rivoluzione Francese.

Nel 1794 l'associazione rivoluzionaria di cui faceva parte viene accusata di aver partecipato in un complotto che voleva uccidere re Giorgio III; per questo motivo Parkinson verrà anche processato.

Poi di James Parkinson non si parlerà più fino all'anno 1817 quando pubblica il celebre trattato "Essay on the Shalking Palsy". Qui descrive la nota malattia che che più tardi riceverà il suo nome, rendendolo celebre, fino ai giorni nostri (sarà il medico francese Jean-Martin Charcot circa 40 anni più tardi a chiamarla "malattia di Parkinson") . Molti storici della Medicina concordano nel riconoscere nel trattato di Parkinson la più ampia e sottile opera - fino ad allora eseguita - di osservazione di un quadro clinico.

Oggi il quadro clinico della malattia viene rappresentato in modo più dettagliato, tuttavia si riconosce che i sintomi più importanti sono stati descritti da James Parkinson in modo perfetto.

Il saggio darà subito l'avvio alla ricerca scientifica per individuare la cura. Dovranno passare decenni, fino al 1867, prima che venga scoperto l'"alcaloide hyoscina", primo farmaco antiparkinson sintomaticamente efficace.

James Parkinson muore all'età di 69 anni, il 21 dicembre 1824. Viene sepolto nel cimitero londinese di St. Leonard; la sua tomba sarebbe scomparsa.

Una targa sulla facciata di una fabbrica di Hoxton, ricorda la casa del Dr. James Parkinson.

Frasi di James Parkinson

2 fotografie

Foto e immagini di James Parkinson

Commenti

Non ci sono commenti per James Parkinson.

Argomenti e biografie correlate

James Parkinson nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

5 biografie

Nati lo stesso giorno di James Parkinson

Trilussa

Trilussa

Poeta italiano, noto per le sue opere in romanesco
α 26 ottobre 1871
ω 21 dicembre 1950
Enzo Bearzot

Enzo Bearzot

Allenatore di calcio italiano
α 26 settembre 1927
ω 21 dicembre 2010
Francesco Hayez

Francesco Hayez

Pittore italiano
α 10 febbraio 1791
ω 21 dicembre 1882
Francis Scott Fitzgerald

Francis Scott Fitzgerald

Scrittore statunitense
α 24 settembre 1896
ω 21 dicembre 1940
George Patton

George Patton

Generale statunitense
α 11 novembre 1885
ω 21 dicembre 1945
Giò Pomodoro

Giò Pomodoro

Scultore italiano
α 17 novembre 1930
ω 21 dicembre 2002
Giovanni Boccaccio

Giovanni Boccaccio

Scrittore e poeta italiano
α Anno 1313
ω 21 dicembre 1375
Giuseppe Gioachino Belli

Giuseppe Gioachino Belli

Poeta italiano
α 7 marzo 1791
ω 21 dicembre 1863
Vittorio Pozzo

Vittorio Pozzo

Allenatore di calcio italiano
α 2 marzo 1886
ω 21 dicembre 1968
Maria Antonietta

Maria Antonietta

Regina di Francia
α 2 novembre 1755
ω 16 ottobre 1793
Luigi XVIII di Francia

Luigi XVIII di Francia

Monarca francese
α 17 novembre 1755
ω 16 settembre 1824
Vittorio Emanuele I di Savoia

Vittorio Emanuele I di Savoia

Monarca italiano
α 24 luglio 1759
ω 10 gennaio 1824
Luigi XVIII di Francia

Luigi XVIII di Francia

Monarca francese
α 17 novembre 1755
ω 16 settembre 1824
George Byron

George Byron

Poeta inglese
α 22 gennaio 1788
ω 19 aprile 1824