Guido Gozzano

Guido Gozzano

Guido Gozzano

Guido Gozzano nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

Biografia

Guido Gustavo Gozzano nasce a Torino il 19 dicembre 1883. La famiglia, benestante, borghese e di buon livello culturale, è originaria di Agliè, paese nei pressi di Torino. Il padre Fausto muore a causa di una polmonite quando lui è ancora un ragazzino. Dopo le scuole superiori si iscrive alla Facoltà di Giurisprudenza, ma non si laurea perché i suoi interessi letterari prendono in lui il sopravvento. In particolare, Guido Gozzano preferisce frequentare i corsi di letteratura, soprattutto quelli tenuti dallo scrittore e letterato Arturo Graf.

Guido Gozzano: le frequentazioni culturali ed il primo amore

Durante gli anni dell’Università Guido Gozzano conosce alcuni esponenti del Crepuscolarismo (che in quel periodo è la corrente letteraria più diffusa anche in Italia) e comincia a collaborare ad alcune riviste di letteratura e giornali torinesi. Nel contempo partecipa attivamente alla dinamica vita culturale del capoluogo piemontese. Nello specifico, lo scrittore è tra i più assidui frequentatori della “Società di Cultura”, un circolo fondato nel 1898 da alcuni intellettuali del periodo.

Nel 1907, ancora giovanissimo, si ammala di tubercolosi; per curarsi trascorre lunghi periodi lontano dalla città, in località montane o marittime.

Durante gli anni giovanili Guido Gozzano si innamora (corrisposto) di una poetessa, Amalia Guglielminetti, con la quale ha una breve relazione; di essa c’è traccia in un epistolario intitolato “Lettere d’amore”. Pare che i due si siano conosciuti proprio durante la frequentazione del circolo culturale torinese. Si tratta di un rapporto intenso ma tormentato: la Guglielminetti è una donna assai sofisticata, una musa perfetta per le sue poesie.

Guido Gozzano

Guido Gozzano

Una vita breve ma intensa

A partire dal 1912 il poeta comincia a girare il mondo, visitando alcuni Paesi orientali come l’India e l’isola di Ceylon, insieme all’amico Giacomo Garrone. Il libro “Verso la cuna del mondo” è il resoconto di questi viaggi durati alcuni mesi, pubblicato anche sul quotidiano torinese “La Stampa”.

La vita di Guido Gozzano è breve ma intensa.

La tubercolosi se lo porta via a soli 33 anni, il 9 agosto 1916. Muore nella sua Torino.

Le opere e la poesia di Guido Gozzano

Gozzano è un intellettuale incapace di vivere nel suo tempo, è un ribelle che si rifugia in un passato fatto di cose semplici, rifiutando quell’ambiente borghese e provinciale che caratterizza la società dell’epoca. Il taglio del linguaggio letterario è diretto, immediato, piuttosto vicino al parlato. Questa caratteristica rende le liriche di Gozzano più simili a “novelle in versi”: infatti, dal punto di vista della metrica, la scelta del poeta ricade soprattutto sulla forma chiusa della sestina.

Il tono delle poesie di Guido Gozzano è piuttosto distaccato, ironico; è tipico di chi si diverte a cogliere e mettere in evidenza la meschinità di un ambiente chiuso e provinciale.

Le prime poesie vengono raccolte nel volume “La via del rifugio”. In seguito viene elaborata una seconda raccolta di componimenti, intitolata “I colloqui” - considerato il capolavoro del poeta torinese. Quest’ultima opera, particolarmente apprezzata dal pubblico e dai critici, è strutturata in tre parti:

  • Il giovenile errore
  • Alle soglie
  • Il reduce

Le influenze letterarie

Mentre il primo periodo di produzione poetica e letteraria di Gozzano si caratterizza per l’emulazione di Gabriele D’Annunzio, ed in particolare del mito del “dandy”, successivamente il poeta si avvicina ai versi di Giovanni Pascoli, che sente sicuramente più affine al proprio modo di essere e di intendere la vita.

Sempre a Gozzano viene attribuita la novella dal titolo “I tre talismani” ed il poemetto incompiuto “Le farfalle”.

Il poeta e scrittore torinese è anche autore di un copione cinematografico, dal titolo “San Francesco”.

Negli ultimi anni di vita dimostra interesse per la sceneggiatura e l’arte cinematografica, ma purtroppo nessuna delle sue opere riesce a diventare una pellicola.

Nel 1917, un anno dopo la sua morte, la madre pubblica una raccolta di fiabe per bambini scritta da Gozzano ed intitolata “La principessa si sposa”.

In alcuni versi, ed in particolare nel poemetto “Le farfalle” ci sono echi poetici che ricordano Giacomo Leopardi, nell’ultimo periodo della sua produzione poetica.

Di lui Eugenio Montale scrisse:

Colto, intrinsecamente colto se anche di non eccezionali letture, ottimo conoscitore dei suoi limiti, naturalmente dannunziano, ancor più naturalmente disgustato del dannunzianesimo, egli fu il primo dei poeti del Novecento che riuscisse (com'era necessario e come probabilmente lo fu anche dopo di lui) ad «attraversare D'Annunzio» per approdare a un territorio suo, così come, su scala maggiore, Baudelaire aveva attraversato Hugo per gettare le basi di una nuova poesia. Il risultato di Gozzano fu certo più modesto: un album di vecchie stampe che resterà, nel primo Novecento, come 'Gaspard de la Nuit' di Aloysius Bertrand resterà nel primo Ottocento francese. (E. Montale, Saggio introduttivo a Le Poesie, I Garzanti)

Frasi di Guido Gozzano

3 fotografie

Foto e immagini di Guido Gozzano

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Guido Gozzano nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

10 biografie

Nati lo stesso giorno di Guido Gozzano

Edith Stein

Edith Stein

Santa cattolica, filosofa, monaca, vittima dell'Olocausto
α 12 ottobre 1891
ω 9 agosto 1942
Franca Valeri

Franca Valeri

Attrice italiana
α 31 luglio 1920
ω 9 agosto 2020
Hermann Hesse

Hermann Hesse

Scrittore tedesco, premio Nobel
α 2 luglio 1877
ω 9 agosto 1962
Hieronymus Bosch

Hieronymus Bosch

Pittore olandese
α 2 ottobre 1453
ω 9 agosto 1516
Ruggero Leoncavallo

Ruggero Leoncavallo

Compositore italiano
α 23 aprile 1857
ω 9 agosto 1919
Sharon Tate

Sharon Tate

Attrice statunitense
α 24 gennaio 1943
ω 9 agosto 1969
Anna Johnson Pell Wheeler

Anna Johnson Pell Wheeler

Matematica statunitense
α 5 maggio 1883
ω 26 marzo 1966
Benito Mussolini

Benito Mussolini

Dittatore italiano
α 29 luglio 1883
ω 28 aprile 1945
Coco Chanel

Coco Chanel

Stilista francese
α 19 agosto 1883
ω 10 gennaio 1971
Franz Kafka

Franz Kafka

Scrittore ceco
α 3 luglio 1883
ω 3 giugno 1924
John Maynard Keynes

John Maynard Keynes

Economista inglese
α 5 giugno 1883
ω 21 aprile 1946
José Ortega y Gasset

José Ortega y Gasset

Filosofo spagnolo
α 9 maggio 1883
ω 18 ottobre 1955
Joseph Pilates

Joseph Pilates

Insegnante e imprenditore tedesco naturalizzato statunitense
α 9 dicembre 1883
ω 9 ottobre 1967
Kahlil Gibran

Kahlil Gibran

Scrittore, poeta e filosofo libanese
α 6 gennaio 1883
ω 10 aprile 1931
Umberto Saba

Umberto Saba

Poeta e scrittore italiano
α 9 marzo 1883
ω 25 agosto 1957
William Garbutt

William Garbutt

Allenatore inglese di calcio
α 9 gennaio 1883
ω 24 febbraio 1964
Rasputin

Rasputin

Mistico russo
α 10 gennaio 1869
ω 17 dicembre 1916
Francesco Giuseppe I d'Austria

Francesco Giuseppe I d'Austria

Imperatore austriaco
α 18 agosto 1830
ω 21 novembre 1916
Cesare Battisti

Cesare Battisti

Geografo, giornalista e patriota italiano
α 4 febbraio 1875
ω 12 luglio 1916
Charles de Foucauld

Charles de Foucauld

Religioso francese, esploratore e studioso della cultura Tuareg
α 15 settembre 1858
ω 1 dicembre 1916
Ernst Mach

Ernst Mach

Fisico e filosofo austriaco
α 18 febbraio 1838
ω 19 febbraio 1916
Henry James

Henry James

Scrittore e critico letterario statunitense naturalizzato inglese
α 15 aprile 1843
ω 28 febbraio 1916
Henryk Sienkiewicz

Henryk Sienkiewicz

Scrittore polacco, Premio Nobel
α 5 maggio 1846
ω 16 novembre 1916
Jack London

Jack London

Scrittore statunitense
α 12 gennaio 1876
ω 22 novembre 1916
Nazario Sauro

Nazario Sauro

Militare e patriota italiano
α 20 settembre 1880
ω 10 agosto 1916
Umberto Boccioni

Umberto Boccioni

Pittore e scultore italiano
α 19 ottobre 1882
ω 17 agosto 1916