Klemens von Metternich

Klemens von Metternich
Klemens von Metternich nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

Biografia Stratega della “realpolitik”

Il conte Venceslao Clemente Metternich (nome completo Klemens Wenzel Nepomuk Lothar von Metternich-Winneburg-Beilstein) nasce a Coblenza, in Renania (Austria), il 15 maggio 1773.

Inviato a Berlino come ministro con pieni poteri nel 1803, due anni dopo consegue un ottimo risultato diplomatico riuscendo a convincere la Prussia ad aderire alla terza coalizione antinapoleonica, con il trattato di Postdam.

Nel 1806 Metternich è inviato come ambasciatore a Parigi. Dopo la sconfitta subita dagli austriaci a Wagram contro Napoleone nel 1809, assume l'interim agli Esteri ed è costretto ad accettare le mortificanti condizioni della pace di Vienna. L'anno successivo si rende artefice del matrimonio fra Napoleone e l'arciduchessa Maria Luisa, figlia dell'imperatore d'Austria Francesco II. Questa mossa diplomatica, però, si rivela utile solo nell'immediato (campagna di Russia del 1812), perché poco dopo i rapporti fra i due Paesi tornano a raffreddarsi al punto che, nel 1813, mentre acquisisce il titolo di principe di Winneburg, Metternich chiude un accordo con Russia e Prussia per una congiunta dichiarazione di guerra alla Francia.

In Italia e in Germania attua la restaurazione asburgica e, con il congresso di Vienna del 1814-1815, ripristina gli equilibri europei.

Caduto Napoleone, si fa promotore ed attuatore della Santa Alleanza, ideata dallo zar Alessandro I di Russia e sancita il 26 settembre 1815, tramite la quale riesce a fare sottoscrivere un accordo che, fondato su generici e pretestuosi principi di religiosa fratellanza, di fatto legittima l'uso delle armi contro i liberali ed il ritorno all'"Ancien Régime", cioè all'assolutismo monarchico. Riesce in questo modo ad attuare i propri progetti: in Italia, in Germania e in Spagna la violenta repressione sopprime ogni residua protesta. Ed anche quando, nel 1820, l'Alleanza comincia a perdere consistenza, potendo fare affidamento ormai solo su Russia e Prussia, Metternich rinsalda imperterrito i rapporti con le due potenze rimaste amiche e continua a perseguire i suoi ideali assolutistici. Ma il 13 marzo 1848 a Vienna esplodono i moti rivoluzionari - seguiti da quelli di Milano e Venezia - evento che Metternich non ha previsto e di fronte al quale si accorge di non avere più strumenti: rassegna dunque le dimissioni e si affretta a trasferirsi in Gran Bretagna.

Soltanto tre anni dopo è autorizzato a rientrare in Austria ed avere accesso alla corte dell'Imperatore Francesco Giuseppe, ma il suo prestigio è ormai scemato e lo stesso sovrano mostra di avere scarsa considerazione delle sue opinioni. Raggiunta la veneranda età di 86 anni, Metternich si spegne l'11 giungo 1859, a Vienna.

Frasi di Klemens von Metternich

3 fotografie

Foto e immagini di Klemens von Metternich

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Klemens von Metternich nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

7 biografie

Nati lo stesso giorno di Klemens von Metternich

Enrico Berlinguer

Enrico Berlinguer

Politico italiano, leader comunista
α 25 maggio 1922
ω 11 giugno 1984
Giuseppe Saragat

Giuseppe Saragat

Quinto Presidente della Repubblica Italiana
α 19 settembre 1898
ω 11 giugno 1988
John Wayne

John Wayne

Attore statunitense
α 26 maggio 1907
ω 11 giugno 1979
Julius Evola

Julius Evola

Filosofo, pittore, poeta e scrittore italiano
α 19 maggio 1898
ω 11 giugno 1974
Luigi Filippo di Francia

Luigi Filippo di Francia

Monarca francese
α 6 ottobre 1773
ω 26 agosto 1850
Ludwig Tieck

Ludwig Tieck

Poeta, scrittore e critico letterario tedesco
α 31 maggio 1773
ω 28 aprile 1853
Ferdinando II delle Due Sicilie

Ferdinando II delle Due Sicilie

Monarca italiano
α 12 gennaio 1810
ω 22 maggio 1859
Alexis de Tocqueville

Alexis de Tocqueville

Politologo e storico francese
α 29 luglio 1805
ω 16 aprile 1859