Messaggi e commenti per Corrado Formigli

Messaggi presenti: 19

Lascia un messaggio o un commento per Corrado Formigli utilizzando il pulsante seguente, oppure il sistema di commenti di Facebook, più in basso.

Scrivi un messaggio

Giovedì 18 aprile 2019 22:43:13

Buonasera dottor Formigli, sto guardando piazza pulita.. Sono sinceramente dispiaciuta per come applichi due pesi e due misure ai suoi ospiti.. Anche a me piaceva il partito democratico, ma ahimé é stato, ed é ben lontano dalle aspettative.. Molto bravi a criticare ma incapaci di parlare del loro programma.. E un accanimento incredibile per la Raggi dalla quale cmq non si poteva pretendere che miracolosamente risolvesse anni di mala, anzi pessima gestione...

Domenica 14 aprile 2019 09:48:03

Buongiorno, volevo dirle invece di fare il paladino dei rom, difenda le persone oneste e utilizzi la sua trasmissione a favore del lavoro ai giovani onesti e per risvegliare chi si è dimenticato di ciò!

Giovedì 21 marzo 2019 23:04:40

Complimenti per la puntata di stasera con Prodi. Gli applausi a richiesta. lei che non ha l'ha mai contraddetto seriamente. Eppure era facile perchè lui si che si è contraddetto parecchie volte per difendere l'inutile europa che ha voluto ad esempio quando ha detto che gli unici a lamentarsi sono gli italiani e i greci quando avevate appena mandato in onda un servizio dei francesi. Caro Formigli lei dovrebbe iniziare a prendere in considerazione il fatto che i sostenitori dell'attuale governo sono persone che ragionano e che le trasmissioni come la sua atte a destabilizzare a tutti i costi l'attuale governo, perchè non di sinistra, sono totalmente controproducenti verso lo stesso fine che lei si prefigge perchè aggredendo gli ospiti che non la pensano come lei, non fanno altro che accrescere il consenso verso l'attuale governo. I conduttori televisivi di oggi dovrebbero prendere esempio dal compianto Ruggero Orlando e limitarsi a fare le domende agli ospiti senza commentare e cercare di influenzare il pubblico
Saluti e in bocca a lupo per la sua battaglia.

Domenica 10 marzo 2019 12:39:40

Gentile Dr Formigli
A completamento del precedente messaggio, avendo ascoltato anche l'ultima parte della sua trasmissione di piazza pulita del 07/03/2019 non posso non aggiungere il seguente commento sulla discussione avvenuta nel suo studio.
Con riferimento al fatto che noi calabresi non facciamo abbastanza per la nostra terra le porto due esempi che confutano tale teoria:
-Il primo è il commissariamento per mafia di due comuni con amministrazione comunale pulita, provvedimento annullato in entrambi i casi da sentenza del Tar che ha annullato lo scioglimento. Parlo del comune di marina di gioiosa Jonica e di quello di Lamezia terme. Negli ultimi due anni è stato praticamente impedito a queste due amministrazioni di compiere il loro lavoro, il cui principale obiettivo era ristabilire la cultura democratica nel paese.
Il secondo è lo smantellamento dello sprar di Riace comune simbolo dell'accoglienza in tutto il mondo tranne che in italia dove l'artefice di tale simbolo è stato esiliato dal proprio paese.
Me lo spiega lei con che cuore davanti ad episodi del genere un giovane dovrebbe impegnarsi a cambiare il proprio paese con la consapevolezza che qualunque cosa di buono farà, sarà se va bene oscurata e se va male ostacolata con la complicità dello stato ?
Come si fa a pensare di tornare a casa in queste condizioni quando rischi, se ti ammali di non poterti curare e di essere anche accusata di non fare nulla per metterti nelle condizioni di avere quel servizio ? Se ci si riflette bene, a livelli diversi, la situazione della Calabria, a livello di abbandono, rischia di avvicinarsi inesorabilmente a quella della Libia.
Grazie, cordiali saluti
Giovanna Macrì

Domenica 10 marzo 2019 11:09:04

Gentile Dr Formigli
Mi chiamo Giovanna Macrì e sono socia di jimuel, una onlus nata 13 anni fa per la cura dei bambini nelle aree del mondo in cui il diritto alla salute non è garantito (www.jimuel.org). L'attività di Jimuel è partita nei sobborghi di Manila, nelle Filippine, si è estesa a Mulot, in Kenya e da 3 anni anche in Calabria, a Riace. I nostri medici forniscono cure gratuite attualmente anche in Calabria, dove l'assistenza sanitaria è stata smantellata, come lei ha documentato benissimo nella sua ultima puntata di piazza pulita del 07/03/3019. Da quando jimuel ha aperto il suo ambulatorio a Riace si è innescato un forte legame con recosol, la rete dei comuni solidali che gestisce tramite gli sprar, l'accoglienza agli immigrati diffusa sul territorio. Jimuel è dunque molto vicina al sindaco Domenico Lucano, che a proposito della tendopoli di San Ferdinando, di cui lei ci ha mostrato lo sgombero, si è fatto promotore di un comitato per il riutilizzo delle case disabitate, nella zona della Piana di gioia tauro. Il comitato ha ricevuto l'approvazione dalla Regione per procedere alla destinazione degli immobili agli ospiti della tendopoli ma è bloccata dalla provincia, in attesa dell'approvazione della prefettura, la stessa che è stata protagonista dell'attacco mortale al modello Riace (https://www.corrieredellacalabria.it/regione/reggio-calabria/item/173180-nasce-il-comitato-per-il-riutilizzo-delle-case-vuote-della-piana-di-gioia-tauro/). La stimo tanto e le sarei molto grata se volesse completare la sua splendida testimonianza, documentando anche questa iniziativa che potrebbe rappresentare la soluzione al problema posto dal sindaco di Rosarno. Rimango a disposizione per ogni altro chiarimento e la ringrazio per il tempo che ha dedicato a leggere il mio messaggio.
Cordiali saluti
Giovanna Macrì

Venerdì 1 marzo 2019 14:20:53

Buongiorno Corrado
ho appena letto sulla Repubblica di oggi a pag. 16, un articolo intitolato "denuncia i boss, lo Stato lo punisce suicida l'imprenditore antiracket". Molto in sintesi un imprenditore, Francesco Greco, denuncia i boss che gli avevano chiesto il pizzo. Lui è stato accusato da quegli stessi mafiosi denunciati, ma poi assolto. Il ministero dell'Interno ha negato a Greco l'iscrizione nella white list per lavori di ricostruzione dopo il terremoto. Rocco Greco 57 anni si è suicidato. E' possibile che se ne parli a Piazza Pulita? Quale aiuto lo Stato dà a chi denuncia? Grazie per quanto potrà fare.
Con tutta la mia stima
Carla de Chiara

Giovedì 21 febbraio 2019 22:51:12

Caro Dottor Formigli,
Lei ha in studio un ex magistrato. Gli ponga questo messaggio
Il dolo del delitto di cui all'art. 605 presuppone la coscienza della illegittimità del fatto: l'errore, anche colposo, per cui si creda di agire legittimamente, escluderebbe quindi la punibilità. Tale orientamento è stato ribadito dalla giurisprudenza in una pronuncia in cui si rileva che il reato di sequestro di persona richiede, sotto il profilo soggettivo, la consapevolezza di infliggere alla vittima una illegittima privazione della libertà personale. Ne consegue che deve escludersi la configurabilità del suddetto reato allorché la privazione della libertà costituisca il risultato di una condotta che, sebbene oggettivamente illegittima, sia contrassegnata soggettivamente dalla finalità di realizzare l'esercizio di un potere del quale l'agente sia legittimamente investito e non si caratterizzi come comportamento privo di ogni legame con l'attività istituzionale (Cassazione sez. VI, 9 dicembre 2002, n. 1808).
Grazie per l'attenzione

Lunedì 11 febbraio 2019 17:57:50

Gent.mo Sig. Formigli, ho letto ascoltato quanto riportato dal Blog delle Stelle sul diverso stile da lei utilizzato nell'ascoltare le parole di Di Battista e quelle esternazioni per cosi dire colorite di Pansa.
La differenza di reazione è evidente e non le fa un grande onore. Tra l'altro penso che il comportamento corretto sia quello da lei tenuto con Pansa che ovviamente vaneggia ma è libero di farlo. Correggere Di Battista è stato un messaggio di disponibilità nei confronti di De Benedetti più che una ricerca di rispetto forzato. E' stato un po come dire "caro Ingegnere io ti tutelo, fosse mai che ne avessi bisogno"... Ecco la tristezza del giornalismo sta proprio in questa evidente contrapposizione tra interessi personali legittimi e il futuro del Paese. Non saremmo in queste condizioni se un certo giornalismo di potere non fosse stato garante del sistema. Da qualche mese, più o meno dall'approvazione del Decreto Dignità anche LA7 ha mostrato il suo vero volto!
Con cordialità
Giovanni Baroso

Venerdì 1 febbraio 2019 19:53:34

Dopo tanto tempo ho seguito alcuni sprazzi della puntata di ieri di Piazza Pulita è ho trovato una trasmissione impoverita ed abbastanza squallida.
Come si fa ad imperniare una trasmissione su un certo Fratoianni, ovvero un egregio Sig. nessuno, che parla solo a nome di se stesso, poiche dietro ha un partitino del 2% ???.

Praticamente la trasmissione ha avuto il suo esito finale nel trio Formigli, Fratoianni ed un ex giudice della corte costituzionale, molto compiacente, che ha persino negato il pronunciamento della Corte di Strasburgo sulla Sea Watch che ha avvallato il comportamento si Salvini.

Mi spiace caro Formigli, in passato ti stimavo, ma a questo punto stai facendo una trasmissione faziosa, dove hanno spazio solo i Comunisti ed i favorevoli all'immigrazione a prescindere.
Stai perdendo ascolti perche hai perso credibilità, e sei fuori dalla realtà degli italiani, e sinceramente piuttosto che seguire la tua trasmissione preferisco seguire Porta a Porta, condotta da Vespa che trovo sia un conduttore equilibrato e serio.
Penso che quella di ieri serà l'ultima mia incursione a Piazza Pulita, non si puo fare un Talk Show in questo modo.
cordiali saluti.

Venerdì 5 ottobre 2018 02:49:05

Dr. Corrado Formigli, mi chiamo Federico Maremmani, stavo guardando la sua trasmissione, come del resto faccio quasi sempre da anni, quando ho sentito sempre più forte il bisogno di scriverle. Vado diretto al punto e in modo netto: a mio avviso l'On. Borghi, suo ospite, è una persona mentalmente pericolosa e purtroppo non è l'unica.
Sono sconvolto dalle parole del suo ospite e soprattutto dalla razionalità che sostiene la struttura dei suoi pensieri e di quanto questi siano totalmente privi di sentimento e ricchi invece di lucidità.
Queste due mie righe ritraggono aspetti che credevo appartenere ad alcuni libri e invece sembrano essere "normali" e sempre più diffusi.
Specie sul tema immigrazione ritengo che la questione si stia facendo sempre più drammatica e non tanto per il tema in sé.
Penso infatti che non è più solo un fatto liquidabile come propaganda e ritengo sia necessario, cercare di creare le condizioni affinché, le cosiddette persone "italiane", comincino a riflettere sul rischio possibile che certi trattamenti, prima o poi, possano essere riservati anche a loro, a tutti noi. E' sufficiente che una questione arrivi a coinvolgere negativamente degli Italiani e che abbia consenso...
Inoltre ho notato il pubblico in studio applaudire i suoi ospiti, spesso in massa, mentre sostenevano posizioni opposte, come ad esempio del Sindaco De Magistris e dell'On. Borghi, come a dire di essere d'accordo con tutti e tutto a dimostrazione della dilagante schizofrenia.
Ho una curiosità che intendo offrirle: pensa possa essere possibile introdurre nei dibattiti anche l'argomentazione di questo fenomeno? Perché io penso sarebbe molto utile poter riuscire far notare, proprio mentre queste contraddizioni emergono, che esse sono in atto, dicendolo chiaramente e parlando, non tanto Al PUBBLICO, quanto piuttosto DEL PUBBLICO, che comunque è lì, di quello che sta vivendo e di come sta reagendo, di come e quanto viene sollecitato a "tifare" e da chi soprattutto, singoli o partiti che siano. Cercare insomma di cogliere le dinamiche relazionali che ci sono tra il pubblico e gli ospiti e che vedono il primo non narrato nel momento in cui comunque partecipa, retro-agisce, apprende.
Penso sarebbe utile cominciare a far prendere consapevolezza alle persone delle loro modalità d'agire e reagire, oltre che delle influenze cui sono soggette: che sono spesso indotte a pensare su determinati temi e non altri e che a "ricette" inconciliabili tra di loro, rispondono con un egual applauso.
Ignoranza e manipolazione, per chi ambisce solo al potere, sono risorse decisive; riflessività e conoscenza, le uniche forme di difesa.
Un ringraziamento a lei per questa opportunità e per la qualità del suo giornalismo.
Distinti Saluti, Federico

Commenti Facebook