Biografie

Stendhal

Stendhal
Stendhal nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

Biografia Il realismo delle passioni

Stendhal, pseudonimo di Henri Beyle (nato a Grenoble il 23 gennaio 1783), è uno dei più importanti scrittori francesi di sempre. Nato da una ricca famiglia borghese, a soli sette anni venne colpito dal lutto della madre, donna che amava un modo viscerale. I rapporti con il padre (avvocato al Parlamento), viceversa, furono sempre pessimi, essendo quest'ultimo un esempio preclare di uomo bigotto e conservatore.

Sedicenne, si recò a Parigi con l'intenzione di iscriversi all'Ecole polytechnique. Vi rinunciò subito e, dopo aver lavorato alcuni mesi al ministero della guerra grazie all'appoggio del cugino Daru, nel 1800 raggiunse l'armata napoleonica in Italia, che molto presto riconobbe come sua patria d'elezione.

Sottotenente di cavalleria, poi aiutante di campo del generale Michaud, dal 1806 al 1814 fece parte dell'amministrazione imperiale, con funzioni sia civili sia militari che lo obbligarono a spostarsi dall'Italia all'Austria, dalla Germania alla Russia. Caduto Napoleone, si ritirò in Italia. dove conobbe il suo primo amore (Angiola Pietragrua) e dove rimase sette anni, prevalentemente a Milano, interessandosi di musica e pittura. Deluso nel suo amore per Matilde Dembowski (conosciuta nel 1818) e sospettato di carbonarismo, dalle autorità austriache, tornò a Parigi (è il 1821). Per sopperire alle spese di una vita mondana superiore alle sue risorse economiche, collaborò ad alcune riviste inglesi, come ad esempio il "Journal de Paris", con articoli di critica d'arte e musicale; sollecitò anche, invano, un impiego governativo.

Dopo la rivoluzione del 1830 e l'avvento di Luigi Filippo, ottenne la nomina di console a Trieste, ma, a causa dell'opposizione del governo austriaco, fu destinato a Civitavecchia. Il lavoro consolare gli lasciò molto tempo libero, che Stendahl impiegò, oltre che a scrivere, in viaggi e in lunghi soggiorni in Francia. Chiesto nel 1841 un congedo per ragioni di salute, tornò a Parigi e qui, un anno dopo, mori improvvisamente a causa di un attacco apoplettico il 23 marzo 1842.

Stendhal, dopo un certo numero di saggi (tra cui di un certo interesse il "Sull'amore" del 1822 e "Racine e Shakespeare" dell'anno successivo), e da una forte passione per la musica e la pittura (che lo indussero a scrivere anche in questo campo notevoli saggi, nonchè romanzate vite di grandi compositori), iniziò la sua attività di scrittore con il romanzo "Armance" (1827) e con il racconto "Vanina Vanini" (1829).

Ma è soprattutto con "Il rosso e il nero" (1830) romanzo che narra la lotta di un giovane spiantato e ambizioso, Julien Sorel, contro la società ostile (la Francia della restaurazione) che inaugura la stagione del grande romanzo realistico.

L'altro suo grandissimo capolavoro, in questa direzione, è rappresentato dall'indimenticabile "La certosa di Parma", un vasto affresco in cui vi si narra ancora la sconfitta delle aspirazioni individuali per opera di una società che qui rappresenta, sotto le apparenze di una corte italiana dell'età della restaurazione, la tipica struttura del dispotismo moderno.

L'opera di Stendhal si fa di solito rientrare nel movimento romantico, ma si tratta di un romanticismo condizionato dalla formazione illuministica dello scrittore, dalla sua filosofia atea e materialista. Propio per questo, d'altronde, Stendhal è considerato di solito come il fondatore di quel moderno realismo che rappresenta l'uomo all'interno di una realtà sociale in evoluzione, e le idee e le passioni degli individui come condizionate dalle tendenze politiche ed economiche dell'epoca.

Aforismi di Stendhal

3 fotografie

Foto e immagini di Stendhal

Commenti

Non ci sono commenti per Stendhal.

Argomenti e biografie correlate

Stendhal nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

9 biografie

Nati lo stesso giorno di Stendhal

Elizabeth Taylor

Elizabeth Taylor

Attrice inglese
α 27 febbraio 1932
ω 23 marzo 2011
Piero Martinetti

Piero Martinetti

Filosofo italiano
α 21 agosto 1872
ω 23 marzo 1943
Santorre di Santarosa

Santorre di Santarosa

Patriota e rivoluzionario italiano
α 18 novembre 1783
ω 8 maggio 1825
Giovanni Berchet

Giovanni Berchet

Poeta e scrittore italiano
α 23 dicembre 1783
ω 23 dicembre 1851
Simón Bolívar

Simón Bolívar

Generale, patriota e rivoluzionario venezuelano
α 24 luglio 1783
ω 17 dicembre 1830