Ultimi commenti alle biografie - pagina 8

Domenica 19 gennaio 2020 11:03:13 Per: Amadeus

Caro (mi permetta la confidenza) Amadeus, da alcuni giorni leggo sui giornali la polemica contro di lei per una frase dette rivolta ad una donna, polemica culminata oggi con una lettera scritta da 29 vecchie galline che pretendono che lei si scusi pubblicamente. Io penso invece che il suo sia stato un complimento non sessista, non volgare, e che penso anche che abbia fatto piacere alla bella signora. Quindi lei non si deve scusare se le suddette vecchie galline non capiscono quello che lei dice, perchè mentre ritengo che lei sia responsabile di quello che dice non è responsabile dei quello che altri non capiscono.
Con tutta la mia solidarietà, un cordiale saluto, Guido Fenaroli

Domenica 19 gennaio 2020 10:57:56 Per: Bianca Berlinguer

Del voto in Calabria non interessa a nessuno.
Gent. ma Lilli Gruber,
da sua assidua spettatrice mi duole, da calabrese, rappresentarle che Giorgetti (Lega) nella sua trasmissione del 15/01/20 ha affermato con sorprendente disinvoltura che DEL VOTO IN CALABRIA NON INTERESSA A NESSUNO. Solita quale è' lei incalzare i suoi ospiti per le giuste cause, mi sarei aspettata una sua adeguata e opportuna reazione. Invece ahimè anche Otto e Mezzo è' caduta nell'onda dell'esclusione del voto in Calabria dai media e da tutte le trasmissioni di approfondimento, per le quali sembra si voti solo in Emilia. Vorrei ricordare che in Calabria paghiamo le tasse come in Emilia, che qui sforniamo gran parte di quei cervelli che portano lustro al nostro paese in tutto il mondo e che abbiamo un patrimonio storico-artistico, oltre che inestimabili valori paesaggistici, gastronomici e culturali, su cui ogni Stato degno di questo nome dovrebbe investire e di cui dovrebbe andare orgoglioso, invece di lasciare tutto nel dimenticatoio. In Calabria si muore di sanità, si emigra per lavoro, la strada è' tutta in salita, ma questo dovrebbe implicare una maggiore considerazione della politica e dei mezzi d'informazione e non la totale esclusione di questa terra da ogni dibattito. Poco tempo fa si è' votato in Umbria e vi si è' data l'attenzione del secolo, ora si vota in una regione che ha il doppio degli abitanti, del territorio e dell'importanza strategica e turistica e qualcuno si permette di dire che il nostro voto non interessa a nessuno. Proprio quel qualcuno che è' espressione di un partito che per decenni ha praticato politiche che hanno voluto che il Meridione fosse una zavorra, politiche che per tempo hanno distratto i finanziamenti destinati al Sud per dirottarli al Nord. Comodo farsi i forti e ricchi sulle spalle del resto del paese. Un partito che si "occupa" dei meridionali, ma oserei dire degli italiani tutti, solo fino a un secondo prima che entrano nella cabina elettorale, per poi abbandonarli e continuarli a sfruttare esattamente un secondo dopo. In Calabria si sta tentando un rinnovamento. Sul caso Bibbiano, che è' più fumo che arrosto ci sono stati mesi di discussione. ll Procuratore antimafia Gratteri ha colpito al cuore le cosche e il sistema deviato pilitico-massonico- criminale con oltre 330 arresti e nessuno vi ha dedicato un minimo di approfondimento o, eccezion fatta per il Fatto Quotidiano, una prima pagina di giornale. Comprendiamo bene il valore politico dell'Emilia, ma il totale oscuramento della Calabria è' inaccettabile. Paghiamo le stesse tasse come a Milano o a Torino e non abbiamo le stesse strade, la stessa sanità e gli stessi sevizi alla persona, ma ciò non è' un problema del Paese, non si risponde mai con interventi seri e strutturali, anzi qualcuno vorrebbe anche peggiorare la situazione. E no non è' questo che ci dice la nostra Costituzione, che impone alla Repubblica di rimuovere gli ostacoli che di fatto limitano la libertà e l'uguaglianza dei cittadini. I voti si contano, non si pesano. E io voglio credere che la Costituzione sia ancora la via maestra e che chi e' più basso abbia diritto ad un gradino sotto i piedi e non ad essere sprofondato sotto terra. Ci sarebbe tanto da discutere sulle cause e le origini del divario Nord Sud, ci sarebbe forse da riscrivere la storia, ma non si può tornare indietro e cambiare l'inizio, si può invece partire da dove siamo e tentare di cambiare il finale. Ecco in Calabria c'è tanta gente che sta tentando di cambiare il finale, che ci prova ogni giorno nonostante le difficoltà. E mi auguro che anche i mezzi di informazione e la politica, cui e' anche indirizzata questa nota, si adoperino insieme a noi a cambiare il finale e diano alla Calabria il giusto spazio che merita. Il paese è' uno: se vince il
Sud vince il paese, se il sud perde perdiamo tutti.
Con stima e orgoglio per la mia terra
Graziella Secreti da Cosenza

Domenica 19 gennaio 2020 10:30:50 Per: Matteo Salvini

Continuano senza pudore alcuno le vergogne di questo governo PD 5 stelle. Gli italiani sono schiacciati da tantissimi problemi creati dalla politica sopratutto di sinistra. Burocrazia complicatissima oltre che inefficiente e parassitaria, magistratura che non funzione e cammina a passi di lumaca, immigrazione senza controllo, pressione fiscale soffocante per famiglie e imprese, hanno messo tasse su tutto anche su immobili che non danno alcun reddito e che costringono molti anziani pensionati a sacrificare la pensione per pagare L'IMU non avendo altri redditi dove attingere. Chi non ha redditi sufficienti non può neppure ereditare una casa in campagna o un terreno perché non ha la possibilità di pagare l'IMU che si aggiunte alla tassa TASI. Nonostante tutti i problemi che assillano gli italiani il PD, i 5 stelle, leu e tutta la sinistra pensano alle strategie di potere per eliminare la controparte politica non con libere e democratiche elezioni ma con trucchi, strategie di palazzo, complicità con chi si presta al gioco sporco, tutto in spregio alla volontà del popolo italiano. Si illudono di schiacciare la volontà popolare con le loro meschine strategie ma schiacciando Salvini la volontà popolare rimane e schiaccerà loro, e solo questione di tempo ed il tempo è galantuomo. I 5 stelle perdono e continueranno a perdere consensi, il PD recupera qualcosa perché parte di chi abbandona i 5 stelle torna al PD. Siamo arrivati al punto in cui dare ragione al generale Charles de Gaulle quando, alla fine della seconda guerra mondiale al tavolo di concertazione per il nuovo assetto dell'Europa parlando dell'Italia disse: " l'Italia è un paese da vendere al miglior offerente " riferendosi al fatto che in Italia non c'erano le condizioni per una vera democrazia ed i fatti dimostrano che è così. L'unica speranza e che gli italiani aprano gli occhi di fronte agli usurpatori di potere che vogliono restare incollati alle loro poltrone ricorrendo a qualunque meschina strategia in spregio alla democrazia.

Domenica 19 gennaio 2020 10:00:44 Per: Luigi Di Maio

AUGUSTO riporta la citazione di Ge Gaulle che defini' l'Italia come "un paese da vendere al miglior offerente" e ne spiega il senso scrivendo che nel nostro paese la democrzia è impossibile. Ma di chi è la colpa se non degli italiani che pur di dimostrarsi piu' furbi degli altri ricorrono sempre a vie traverse, scorciatoie, raccomandazioni e varie prestando il fianco alla sinistra che, pur non avendo vinto piu' nulla dal 2011, riesce a trovarsi sempre al potere. Il sistema politico italiano è tale da consentire "costituzionalmente" queste cose. La lingua biforcuta della sinistra ripete di continuo che "l'avversario si vince nelle urne" ma "casualmente" la magistratura e la "costituzione" intervengono regolarmente e ad orologeria perchè cio' non avvenga. Il sindaco di Bibbiano viene riabilitato e Salvini processato. "Per caso" ogni affare losco perpetrato da un dichiarato membro della sinistra o viene archiviato o sotterrato per sempre. In premio, un numero incredibile di magistrati, ancora una volta "casualmente", entra in politica ed occupa posti non da niente.
E' una rete di collusioni da sbalordire i piu' incalliti trasgressori della legge che al confronto sembrano verginelle da prima comunione. La colpa di questo andazzo pero' non è tutta dei politici o dei magistrati, E' DEGLI ITALIANI furbetti del quariere e degli italiani IGNAVI che, avendone la possibilità NON VANNO A VOTARE o VOTANO PER ASSICURARSI LA CIOTOLINA DI CROCCHETTE che ricevono in cambio del loro voto dal padroncino politico del caso. Continuate cosi' e ne vedrete delle belle. Invece di dormire, SVEGLIATEVI, REAGITE, RIFLETTETE, COGLIETE LE RARE OPPORTUNITA' DI MOSTRARE IL VOSTRO DISSENSO E FATE FINALMENTE SENTIRE ALTA, FORTE E CHIARA LA VOSTRA VOCE. Vi restano poche opportunità, se le perderete sarà FINITA perchè il giochetto "costituzionalmete corretto" si ripeterà all'infinito e la democrazia diventerà solo carta da parati infiorettata di belle parole vuote di significato e di promesse senza azioni se non quelle dei "Cicero pro domo sua".

Domenica 19 gennaio 2020 09:53:35 Per: Corrado Augias

L'abbiamo ascoltata al Duse. Molto deludente. Chi ha seguito qualche gruppo di Vangelo può contestare le molto piatte Sue affermazioni. Ogni credente non vede il Cristo elegantino sulla croce ma sa quanto orribili siano state prima le torture e va OLTRE LA CROCE. C'e' la RESURREZIONE DOPO. E se quanto accaduto nel Tempio non puo' essere accaduto perche' riportarlo. Non so se i partecipanti fossero credenti, a Bologna ne sono rimasti ben pochi, Pensavamo ad un contraddittorio fra uno scrittore credente e Lei giornalista convintamente ateo. I migliori auguri per un futuro meno buio

Domenica 19 gennaio 2020 09:24:55 Per: Pippo Baudo

Caro Pippo, sono Vincenzo Nicola Orlando, ho 63 anni e sono nato a Mineo da genitori pugliesi, ma vivo a Piazza Armerina (EN) ormai da oltre cinquant'anni. Figlio d'arte, ma mai dedicato alla musica in modo professionale.
Prima di chiudere gli occhi ho un sogno nel cassetto… incidere un cd (senza scopo di lucro) con un mio brano creato 45 anni fa, dopo essermi innamorato di una ragazza, ella morì giovanissima con un tumore e a lei dedicai questa mia canzone.
SE PUOI DAMMI UNA MANO! Questo è il mio cellulare 368. --- - --- - Ciao!

Domenica 19 gennaio 2020 08:54:12 Per: Luigi Di Maio

Gli italiani sono schiacciati da tantissimi problemi creati dalla politica sopratutto di sinistra. Burocrazia complicatissima oltre che inefficiente e parassitaria, magistratura che non funzione e cammina a passi di lumaca, pressione fiscale soffocante per famiglie e imprese, hanno messo tasse su tutto anche su immobili che non danno alcun reddito e che costringono molti anziani pensionati a sacrificare la pensione per pagare L'IMU non avendo altri redditi dove attingere. Chi non ha redditi sufficienti non può neppure ereditare una casa in campagna o un terreno perché non ha la possibilità di pagare l'IMU che si aggiunte alla tassa TASI. Nonostante tutti i problemi che assillano gli italiani il PD, i 5 stelle, leu e tutta la sinistra pensano alle strategie di potere per eliminare la controparte politica non con libere e democratiche elezioni ma con trucchi, strategie di palazzo, complicità con chi si presta al gioco sporco, tutto in spregio alla volontà del popolo italiano. Vi illudete di schiacciare la volontà popolare con le vostre strategie ma schiacciando Salvini la volontà popolare rimane e schiaccerà voi, e solo questione di tempo ed il tempo è galantuomo. I 5 stelle perdono e continueranno a perdere consensi, il PD recupera qualcosa perché parte di chi abbandona i 5 stelle torna al PD. Siamo arrivati al punto in cui dare ragione al generale Charles de Gaulle quando, alla fine della seconda guerra mondiale al tavolo di concertazione per il nuovo assetto dell'Europa parlando dell'Italia disse: " l'Italia è un paese da vendere al miglior offerente " riferendosi al fatto che in Italia non c'erano le condizioni per una vera democrazia ed i fatti dimostrano che è così.

Sabato 18 gennaio 2020 23:45:03 Per: Alberto Angela

Vorrei segnalare la certosa di calci (pisa) con il suo meraviglioso museo e un comp'esso molto bello da proporre al pubblico

Sabato 18 gennaio 2020 23:21:23 Per: Alberto Angela

Sarò breve, mi sono rotto I c... Di essere disturbato da quella rumorositá non musica di fondo Che impendisce il buon ascoltato delle sue interessantissme illustrationi delle bellezze italiane Che la Bella trasmissione ci propone.
Le garantisco Che la Mia lagnanza è molto condivisa! Sono certo la condivida anche lei. Cordiali salut con complimenti, Luigi Migliore.

Sabato 18 gennaio 2020 22:57:18 Per: Mario Giordano

Gentile direttore,
Le scrivo perché siamo in una situazione insostenibile, sono mamma di tre bimbe di 14, 12 e 5 anni e il 31 gennaio 2020 cioè fra una settimana e mezza siamo senza casa perché la banca ha pignorato il capannone e la prima casa dove abitiamo l'hanno venduta all'asta il 25 settembre. Ho chiesto aiuto dappertutto:ad associazioni, al comune, a Fedriga, abbiamo cercato avvocati che riuscissero a darci una mano, ma ci hanno lasciato a piedi, nel frattempo la casa è stata venduta. Il 6 dicembre dovevamo lasciarla, ma abbiamo chiesto una proroga avendo la figlia più grande che sta finendo la scuola(terza media) e con la 104 e grave almeno fino alla fine di giugno. Il giudice non ha risposto ma l'ufficiale giudiziario ha detto che il 31 l'immobile deve essere lasciato libero. Ora chiedo aiuto a lei perché non è possibile che non ci sia una tutela per noi da parte dello Stato dopo che abbiamo solo chiesto una semplice proroga, non di non pagare il nostro debito, ma neanche dare tutta la libertà di fare quello che vogliono le banche. Io la ringrazio per il tempo dedicato alla lettura della mia lettera, ringraziandola le auguro una buona serata. Giada Cepile.