Ultimi commenti alle biografie - pagina 3

Mercoledì 17 luglio 2019 08:53:22 Per: Dacia Maraini

Gentilissima Dacia,
ieri ero a Sabaudia dove lei ha presentato il suo libro "Il corpo felice", che leggerò con gioia, così come ho fatto tutti gli altri suoi libri. Volevo ringraziarla perchè, come le accennavo ieri mentre mi faceva la dedica sul libro, lei non parla mai di ricordi nei suoi libri, a mio avviso, ma di radici.
Radici universali riconducibili ad un etica meravigliosa, ecco il motivo della bellezza di ciò che lei scrive.
Ieri ha accennato alla preziosa eredità delle persone anziane, che tanto avrebbero da narrare, da trasmettere, da insegnare, mentre invece l'ipocrisia della nostra società ha inventato le "Case di riposo".
Non faccio altro che chiedermi: "Ma riposo da cosa? "
Sarebbe più sincero chiamarle Case di Attesa; attesa di quella morte che sopraggiungerà sicuramente prima del dovuto, per porre fine a quei silenzi terribili, a quegli odori stantii, a quell'assenza di curiosità, dove l'unico svago è rappresentato da mortificanti programmi alla TV.
Grazie per il pomeriggio sabaudiano ricco di spunti, di riflessioni che solo una mente così aperta e vigile come la sua poteva offrirci.
Se possibile sarei lieta da accompagnarla per una passeggiata sulle aree archeologiche interne al Parco Nazionale del Circeo, essendo io dipendente dell'Ufficio Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Sabaudia.
Un cordiale e mi permetta affettuoso saluto
Titti

Mercoledì 17 luglio 2019 07:27:49 Per: Mario Giordano

Buongiorno, ho pensato di scriverle in quanto la vedo sempre della parte del cittadino. Avrei bisogno di parlarle di quello che sta accadendo alle Maestre. A breve a migliaia di noi sarà tolto il ruolo e saremo a breve licenziate. Nessuno ne parla Grazie se mi contatterà. Caterina Scrigna

Mercoledì 17 luglio 2019 02:24:15 Per: Silvio Berlusconi

Buona sera, mi chiamo Valentina e avrei bisogno di una mano per poter fare un regalo particolare ad una persona speciale. Questa persona per me è come una mamma, l'ho conosciuta il giorno dopo la morte del suo unico figlio; a distanza di 11 anni fanno ancora parte della mia vita sia lei che suo marito Claudio. A novembre 2018 loro mi hanno fatto un regalo immenso, mi hanno regalato una casa dove adesso abitiamo io, mio marito e i nostri 3 bimbi di 6 anni, 3 anni e l'ultimo di 5 mesi ormai. Lei (Doria) ha un solo grande desiderio, quello di poter sentire il battito cardiaco del cuore di suo figlio che 11 anni fa è stato trapiantato a Bologna ad un uomo di 55 anni residente in Emilia Romagna. So che la privacy non si può scavalcare, ma lei può fare tantissime cose e io sto chiedendo solo una registrazione per rendere un desiderio esaudito. Vi imploro con tutto il cuore di potermi aiutare. Per qualsiasi cosa io sono disponibile, per favore aiutatemi ad esaudire questo desiderio.
Cordiali saluti
Volpe Valentina
371-------
Io attendo speranzosa una risposta. Grazie

Martedì 16 luglio 2019 23:48:20 Per: Matteo Salvini

Messaggio urgente vorrei essere breve perché è un po lunga. Penso che le denunce sono una perdita di tempo. Il giorno 5 mi rubano a casa sospetto di una persona vicina di casa di mia sorella, ieri una amica di essa mi dice la tizia il giorno 7 e andata da Fabiani a vendere qualche oggetto doro, allora cerco di informarmi per andare a vederli mi dicono ci vuole la denuncia vado perdo 4 ore per fare la denuncia, vado da Fabiani mi dicono devono venire i carabinieri per poter vedere gli oggetti. Per fare venire i carabinieri devi denunciare una persona con il rischio che se poi gli oggetti non sono tuoi rischi di essere denunciato. idea (non posso essere becco e bastonato) ho due vicini di casa carabinieri li chiamo gli chiedo se possono accompagnare la moglie (ho capito non e regolare) solo per vedere gli oggetti che a portato la signora, mi dicano la prassi non è questa. Ho capito domani e l'ultimo giorno utile per poter vedere gli oggetti, ed io non ho modo di vederli. Mi domando perché ho perso tempo a fare la denuncia. Mi domando la prassi va sempre seguita o a volte ci vuole qualcuno che prende una decisione, che chiude un occhio e per poter prendere una ladra patentata. Devo rischiare la denuncia io che sono il derubato. Mi scusi per l italiano. Mi domando come si fa a prendere i ladri. Se mi può dare una mano per vedere gli oggetti senza rischiare una denuncia. SALUTI E BUON LAVORO

Martedì 16 luglio 2019 23:43:27 Per: Ignazio Silone

Uno scrittore che parla all'anima, Ignazio Silone ha saputo trasmetterci verità profonde, riflessioni spirituali tipiche della Sapienza abruzzese, riservata e recondita, misteriosa e sapiente. Ignazio Silone ha trasformato il suo dolore in arte e parole un esempio edificante di come si possa lasciare il proprio segno nella storia della letteratura fondendo pensiero, riflessione del passato e sensibilità religiosa.

Martedì 16 luglio 2019 22:48:24 Per: Gerry Scotti

Ciao Gerry...
Vorremmo il tuo supporto morale per una causa... Un depuratore che scarica in mare vicino ad una riserva faunistica...
Il posto è Manduria... e lo scarico a Torre colimena... marina di Manduria
Ci sarà una grande manifestazione il primo agosto... so che non potrai venire.. ma un tuo videomessaggio... o un appello in TV...
Aiuterebbe la nostra causa...
Grazie di cuore

Martedì 16 luglio 2019 22:11:57 Per: Matteo Salvini

Buona sera Matteo Salvini. Un semplice grazie per avermi insegnato qualcosa di importante attraverso il suo operato. Con stima.

Martedì 16 luglio 2019 20:58:11 Per: Matteo Salvini

Mi ero tolta perché disperata, finalmente qualcuno che incomincia a chiedere. era ora. bisogna incominciare a pretendere. comunque non vi legge nessuno, è inutile che continuate a scrivere su questo sito. è solo un computer che permette di sfogarsi un po ' ma non risponde mai. insomma dall'altra parte non c'è nessuno e nessuno li legge. non si può parlare con salvini, lui è solo impegnato sui migranti, per depistarci su tutto il resto che è tanta roba. non scrivete più, magari non ricevendo più niente, penseranno, come mai, prima tanti fessi scrivevano ed ora no? oppure, più probabilmente non gliene frega niente

Martedì 16 luglio 2019 20:52:15 Per: Alberto Angela

Buonasera. Sono Barbara Casentini insegnante di scuola primaria a Velletri (RM). Insegno storia e quest'anno ho la classe 3. Un mio grande desiderio, poiché sono una sua fan, sarebbe quello di averlo nella mia scuola per fare ai bimbi una bella lezione di pale teologia. Come posso fare? Le piacerebbe fare questa cosa?
In attesa di un riscontro porgo i miei più cordiali saluti.
Barbara

Martedì 16 luglio 2019 20:29:59 Per: Mario Giordano

TELESFORO ha ragione quando scrive che il rendere pubblico uno scandalo e non poter comunicare in seguito le conseguenze penali che l'inchiesta ha provocato, non serve a nulla. Aggiungo che gli esempi reiterati di comportamenti truffaldini che restano impuniti possono essere controproducenti per il buon nome del nostro paese. La televisione e i giornali italiani non si fermano alle nostre frontiere. Non bisogna dimenticarlo mai quando si diffondono platealmente certi operati. Il grande pubblico « sente » la notizia, non la « ascolta » e alla fine ricorda solo di « aver visto o sentito da qualche parte che gli italiani sono tutti disonesti ». Sappiamo come si generalizzi con grande facilità, ma dovremmo anche sapere che quando si trattano argomenti pesanti come truffe, corruzione e delinquenza, l'uso smodato del « tam, tam» mediatico puo' ritorcersi contro di noi. Stampa e televisione, salvo rare mosche bianche, amano frugare nella spazzatura che « fa notizia » piuttosto che celebrare gli imprenditori italiani di successo, la nostra tecnologia innovativa, le eccellenze della ricerca italiana nel mondo e tutto quanto di positivo accade nel nostro paese. Un po' di positività gioverebbe grandemente al morale degli italiani che « non sanno » e contribuirebbe non poco a « ripulirebbe » il prestigio dell'Italia. Si dovrebbe esaltare quanto di positivo c'è nel nostro paese, propagandarlo, invece di sbandierare ai quattro venti solo i nostri punti deboli. Da veri masochisti, continuiamo a denigrarci nella convinzione che gli « altri » siano tutti migliori di noi.
Non bisogna meravigliarsi se poi gli stranieri si sentono in diritto di ripetere impunemente gli stessi insulti che i parlamentari italiani rivolgono pubblicamente al nostro Presidente del Consiglio davanti a giornalisti e reporters del mondo intero o se una Carola qualsiasi si permette di farsi gioco delle nostre leggi.