Biografie

Oskar Fischinger

Oskar Fischinger
Oskar Fischinger nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Oskar Fischinger

Biografia

Oskar Fischinger è ricordato come un artista, animatore e pittore, autore di cortometraggi d'animazione astratta. Nella sua carriera ha realizzato oltre 50 cortometraggi, e circa 900 tele. Tra i suoi film più noti c'è "Motion Painting No. 1", del 1947. L'opera fa parte dello statunitense National Film Registry.

Oggi Oskar Fischinger viene ricordato universalmente come uno tra i più importanti e celebri esponenti del cinema astratto. Fischinger è stato uno degli artisti che ha maggiormente innovato il campo delle tecniche di animazione. Nella prima metà del XX secolo, ha esplorato il rapporto esistente tra suono-segno e il suo connubio attraverso la realizzazione di noti brani musicali allora in voga.

Nato in Germania, a Gelnhausen, il 22 giugno 1900, viene ricordato ancora oggi come un precursore delle tecniche cinematografiche, sia per ciò che concerne gli aspetti visivi che quelli sonori.

Il flusso di sensazioni creato attraverso la musica intensifica le emozioni che la semplice espressione grafica sa conferire, soprattutto quando essa diventa visione filmica, aiutandoci a comprendere meglio il film assoluto.

I primi anni di vita di Oskar Fischinger

Oskar Wilhelm Fischinger è il quarto di sei fratelli. Il padre è padrone di una drogheria, mentre la madre gestisce un locale a metà tra una birreria, una taverna, ma anche sala da bowling.

Fin da piccolo Oskar si appassiona alla pittura. Il suo talento viene incoraggiato dagli artisti che vengono a dipingere i paesaggi di Gelnhausen. Si interessa anche di musica, prendendo lezioni di violino. Inizia a lavorare come apprendista presso un'azienda di costruttori d'organi, fino al giorno in cui i proprietari vengono chiamati alle armi.

L'anno seguente a tale evento lavora come disegnatore presso lo studio di un architetto, finché non arriva per egli stesso il momento della visita di leva. Oskar viene respinto per motivi di salute.

La sua famiglia si trasferisce poi a ovest di Francoforte. Qui Fischinger frequenta una scuola commerciale e lavora come apprendista presso una fabbrica. Completa gli studi ottenendo il diploma di ingegnere.

La professione di regista

Intorno al 1920 a Francoforte incontra il dottor Bernhard Diebold in un club letterario. Questi vedendo schizzi di scorrimento astratto di Fischinger, lo sollecita a intraprendere la strada della realizzazione di film astratti. Oskar rimane molto colpito dall'opposizione del regista Walter Ruttmann nel 1921, alla prima proiezione pubblica di un film astratto.

Fischinger lascia presto il suo lavoro di ingegnere e si trasferisce a Monaco, determinato a diventare regista a tempo pieno. Entro il mese di giugno del 1927 le difficoltà finanziarie costringono Fischinger a lasciare Monaco. Quindi si avvicina a Berlino dove si stabilisce. Nel 1928 lavora per costruire razzi e altri effetti speciali per "Una donna nella luna" (Frau Im Mond), film di Fritz Lang.

Nel 1929 si rompe una caviglia e viene ricoverato in ospedale. In questo frangente decide di dedicarsi a tempo pieno alla produzione di film astratti. In seguito produce una notevole serie di studi in bianco e nero strettamente sincronizzati con la musica. Questi studi vengono proiettati in Europa, Giappone e America, e sono stati così tanto oggetto di richieste che nel 1932 Fischinger, chiama a lavorare con lui il fratello Hans, la moglie Elfriede e tre altre ragazze.

Oskar esegue esperimenti con il suono "sintetizzato e disegnato" e collabora con Bela Gaspar su un processo cinematografico a tre colori, il GasparColor, che gli permette nel 1933 di completare il suo primo film a colori: "Kreise". I successivi film a colori di Fischinger "Muratti Marches On" e "Composition in Blue" ottengono così tanto consenso di critica e pubblico che la Paramount gli offre un contratto. Nel febbraio del 1936 parte per Hollywood. Non tornerà mai più in Germania.

L'arte di Fischinger

Sotto la guida della musica, Fischinger sembra scoprire nuove leggi. Sembra scoprire come l'acustica e l'ottica siano legate tra loro. Così il ritmo diventa importante: fa danzare semplici forme geometriche. Nuovi movimenti e ritmi emergono come spontanei.

Semplici forme geometriche diventano ornamento della musica, rendendo prevalente lo stimolo acustico che dirige la grafica e i colori, enfatizzandone il cambio di tonalità, come a volere provocare tutto il mondo musicale.

Dietro la sua opera si cela un profondo misticismo: Fischinger è solito seguire i principi astrologici, astenendosi dal lavoro, a seconda dei cicli lunari, e passa spesso le notti in contemplazione, osservando la luna in mezzo alla natura. Talvolta si rinchiude per ore in una stanza a praticare yoga per riallineare il suo corpo con i flussi magnetici della terra.

Motion Painting No. 1

Nella sua opera più nota, intitolata "Motion Painting No. 1", Fischinger utilizza una musica di Johann Sebastian Bach: il "Brandenburg Concerto no. 3, BWV 1048".

Il film cortometraggio è stato creato applicando vernice a olio su vetro acrilico. Fischinger ha filmato ogni singola pennellata in un arco temporale di nove mesi. Nel 1997, il film è stato scelto per essere incluso nel "National Film Registry" dalla Biblioteca del Congresso americano come "culturalmente, storicamente o esteticamente significativo".

L'esilio negli Stati Uniti

Nella Germania di Hitler l'arte di Fischinger viene considerata come Arte degenerata (in tedesco entartete Kunst). E' un termine che nel contesto del regime nazista indica le forme d'arte che riflettono valori o estetiche contrarie alla filosofia e alla concezione nazista. Il regime si opponeva a molte forme di arte contemporanea, nell'intento di conservare i valori creduti tipici della razza ariana e della sua tradizione culturale.

Per questo motivo Oskar Fischinger viene esiliato negli Stati Uniti. Nell'anno 1936, come detto, l'artista decide di trasferirsi nella città che meglio può ospitare la sua arte cinematografica: Hollywood.

Oskar Fischinger muore a Los Angeles il 31 gennaio 1967, all'età di 66 anni.

Frasi di Oskar Fischinger

5 fotografie

Foto e immagini di Oskar Fischinger

Loading...

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Oskar Fischinger ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Oskar Fischinger nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di Oskar Fischinger

10 biografie

Nati lo stesso giorno di Oskar Fischinger

Don Bosco

Don Bosco

Sacerdote e santo cattolico italiano
α 16 agosto 1815
ω 31 gennaio 1888
Alan Alexander Milne

Alan Alexander Milne

Scrittore e sceneggiatore inglese, padre di Winnie the Pooh
α 18 gennaio 1882
ω 31 gennaio 1956
Leonardo Sinisgalli

Leonardo Sinisgalli

Poeta, ingegnere e pubblicitario italiano
α 9 marzo 1908
ω 31 gennaio 1981
Silvio Pellico

Silvio Pellico

Patriota, scrittore e poeta italiano
α 24 giugno 1789
ω 31 gennaio 1854
Antoine de Saint-Exupéry

Antoine de Saint-Exupéry

Scrittore e aviatore francese
α 29 giugno 1900
ω 31 luglio 1944
Eduardo De Filippo

Eduardo De Filippo

Commediografo italiano
α 24 maggio 1900
ω 31 ottobre 1984
Erich Fromm

Erich Fromm

Psicoanalista e sociologo tedesco
α 23 marzo 1900
ω 18 marzo 1980
Eugenio Da Venezia

Eugenio Da Venezia

Pittore italiano
α 9 novembre 1900
ω 8 settembre 1992
Hans Georg Gadamer

Hans Georg Gadamer

Filosofo tedesco
α 11 febbraio 1900
ω 14 marzo 2002
Heinrich Himmler

Heinrich Himmler

Gerarca nazista
α 7 ottobre 1900
ω 23 maggio 1945
Howard Hathaway Aiken

Howard Hathaway Aiken

Matematico e informatico statunitense
α 9 marzo 1900
ω 14 marzo 1976
Ignazio Silone

Ignazio Silone

Scrittore italiano
α 1 maggio 1900
ω 22 agosto 1978
Jacques Prévert

Jacques Prévert

Poeta e sceneggiatore francese
α 4 febbraio 1900
ω 11 aprile 1977
Lo Zeppelin

Lo Zeppelin

Il primo dirigibile
α 2 luglio 1900
Margaret Mitchell

Margaret Mitchell

Scrittrice statunitense
α 8 novembre 1900
ω 16 agosto 1949
Spencer Tracy

Spencer Tracy

Attore statunitense
α 5 aprile 1900
ω 10 giugno 1967
Totò

Totò

Comico italiano
α 15 febbraio 1898
ω 15 aprile 1967
Don Milani

Don Milani

Educatore e sacerdote cattolico italiano
α 27 maggio 1923
ω 26 giugno 1967
Camillo Sbarbaro

Camillo Sbarbaro

Poeta e scrittore italiano
α 12 gennaio 1888
ω 31 ottobre 1967
Dorothy Parker

Dorothy Parker

Scrittrice statunitense
α 22 agosto 1893
ω 7 giugno 1967
Edward Hopper

Edward Hopper

Pittore statunitense
α 22 luglio 1882
ω 15 maggio 1967
Ernesto Che Guevara

Ernesto Che Guevara

Rivoluzionario argentino
α 14 giugno 1928
ω 9 ottobre 1967
Gigi Meroni

Gigi Meroni

Calciatore italiano
α 24 febbraio 1943
ω 15 ottobre 1967
Jack Ruby

Jack Ruby

Criminale statunitense
α 25 marzo 1911
ω 3 gennaio 1967
John Coltrane

John Coltrane

Musicista jazz statunitense
α 23 settembre 1926
ω 17 luglio 1967
Josef Frank

Josef Frank

Architetto austriaco - svedese
α 15 luglio 1885
ω 8 gennaio 1967
Joseph Pilates

Joseph Pilates

Insegnante e imprenditore tedesco naturalizzato statunitense
α 9 dicembre 1883
ω 9 ottobre 1967
Konrad Adenauer

Konrad Adenauer

Politico e statista tedesco
α 5 gennaio 1876
ω 19 aprile 1967
Luigi Tenco

Luigi Tenco

Cantautore italiano
α 21 marzo 1938
ω 27 gennaio 1967
Otis Redding

Otis Redding

Cantante soul statunitense
α 9 settembre 1941
ω 10 dicembre 1967
Primo Carnera

Primo Carnera

Pugile italiano
α 25 ottobre 1906
ω 29 giugno 1967
René Magritte

René Magritte

Pittore belga
α 21 novembre 1898
ω 15 agosto 1967
Robert Oppenheimer

Robert Oppenheimer

Fisico statunitense
α 22 aprile 1904
ω 18 febbraio 1967
Spencer Tracy

Spencer Tracy

Attore statunitense
α 5 aprile 1900
ω 10 giugno 1967
Vivien Leigh

Vivien Leigh

Attrice inglese
α 5 novembre 1913
ω 7 luglio 1967