Biografie

Thomas Mann

Thomas Mann
Thomas Mann nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

Biografia Testimonianze d'autore

Scrittore tedesco multiforme, sensibile antenna della decadenza, impolitico per eccellenza e, come qualche autorevole critico lo ha definito, ultimo dei classici; tutto questo, e molto altro ancora, è stato Thomas Mann, un colosso della letteratura di tutti i tempi. E non solo per lo stile penetrante ed insuperabile, nè per l'eterogeneità della sua produzione, che spazia dal racconto breve alla romanzo-fiume fino al saggio politico, ma anche per il grande spessore di intellettuale a tutto tondo, di testimone civile del proprio tempo che ha saputo incarnare.

Nato il 6 giugno 1875 a Lubecca, frequenta il ginnasio nella stessa città ma con risultati non certo brillanti. Nel 1894 si trasferisce a Monaco dove si iscrive all'Università. Nel 1905 sposa, colpito dall'avvenenza e dall'intelligenza della ragazza Katia Pringsheim, figlia di uno degli uomini più ricchi della capitale del regno della Baviera.

Thomas e Katia fecero il loro viaggio di nozze a Zurigo dove, seppur sconsigliati da un ginecologo (che suggerì alla signora Mann di non avere bambini nei primi anni di matrimonio, vista la sua delicata costituzione), concepirono Erika, la prima figlia; i due coniugi, però, desideravano fortemente un maschio e dunque, solo un anno dopo, arrivò anche Klaus, futuro scrittore sulle orme del padre. Successivamente i Mann ebbero anche Golo e poi Monika. Nel 1918 nacque Elisabeth e poi per ultimo Michael.

In questo frangente di tempo, l'attività letteraria di Thomas è sempre più frenetica: il suo primo grande romanzo è "I Buddenbrook" uscito nel 1901 a cui fa seguito quello di "Tristan" (una raccolta di sei novelle fra cui anche la celeberrima "Tonio Kroger"), nonché, nel 1909, quell'altro grande capolavoro che è "Altezza reale", incentrato sulla figura del principe Klaus Heinrich, regnante in un piccolo Stato immaginario, e sulla sua vita di corte fatta di regole e di fastose apparenze. Alla fine della storia il principe sposerà la figlia di un miliardario americano.

Nel 1912 esce "La morte a Venezia", un romanzo breve destinato a suscitare grande scalpore a causa dell'adombrata pedofilia del protagonista. Una storia di amore e morte, con contorno di arte e letteratura, che è anche un'evidente metafora della decadenza estetica della vecchia Europa.

Nel 1914 con il saggio "Pensieri di guerra", Mann sostiene la causa tedesca in aperto contrasto con il fratello Heinrich, pacifista convinto. Alla fine della guerra escono le "Considerazioni di un apolitico". Nel '19 viene pubblicata la novella "Cane e padrone" mentre nel 1924 esce il capolavoro "La montagna incantata".

Nel 1926 inizia la tetralogia biblica "Giuseppe e i suoi fratelli" a cui lavorerà per 15 anni, e che comprende: "Le storie di Giacobbe", "Il giovane Giuseppe", "Giuseppe in Egitto" e "Giuseppe il nutritore". La storia biblica diventa una suggestiva narrazione che unisce mito e psicologia, ricerca ed epica. Nel 1929 riceve il Premio Nobel per il romanzo "I Buddenbrook".

Nel 1933 inizia il suo esilio: dapprima in Svizzera, poi negli Stati Uniti dove accetterà l'incarico di docente nell'Università di Princeton. Nel 1936 prende ufficialmente posizione contro la dittatura nazista; in Germania intanto gli viene tolta la cittadinanza tedesca e i suoi beni sono confiscati. Nel 1939 viene pubblicato il romanzo "Lotte a Weimar" e il racconto indiano "Le teste scambiate", poi nel 1947 esce quell'altro immane manifesto estetico in forma di romanzo che è "Doktor Faustus".

Negli anni seguenti lo scrittore è sconvolto da una serie di disgrazie: nel 1949 il figlio Klaus si suicida; l'anno seguente muore il fratello minore Viktor; nel 1950 scompare anche l'altro fratello Heinrich.

Nel 1951 esce il romanzo "L'eletto" e Mann si stabilisce definitivamente a Kilchberg, sul lago di Zurigo, dove continua a lavorare fino alla morte. Nel 1953 esce il racconto "L'inganno"; nel 1954 "Le confessioni del cavaliere d'industria Felix Krull", l'ultimo suo grande successo.

Thomas Mann muore per collasso il 12 agosto 1955.

Frasi di Thomas Mann

6 fotografie

Foto e immagini di Thomas Mann

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Thomas Mann ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Thomas Mann nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

11 biografie

Nati lo stesso giorno di Thomas Mann

Cleopatra

Cleopatra

Regina egiziana
α Anno 69
ω 12 agosto 30
Francesco Crispi

Francesco Crispi

Politico italiano
α 4 ottobre 1818
ω 12 agosto 1901
George Stephenson

George Stephenson

Ingegnere, inventore e padre delle ferrovie a vapore inglesi
α 9 giugno 1781
ω 12 agosto 1848
Ian Fleming

Ian Fleming

Scrittore inglese, padre di James Bond
α 28 maggio 1908
ω 12 agosto 1964
Jean-Michel Basquiat

Jean-Michel Basquiat

Artista statunitense
α 22 dicembre 1960
ω 12 agosto 1988
Les Paul

Les Paul

Chitarrista statunitense
α 9 giugno 1915
ω 12 agosto 2009
William Blake

William Blake

Poeta, artista, incisore inglese
α 28 novembre 1757
ω 12 agosto 1827
Albert Schweitzer

Albert Schweitzer

Teologo e organista tedesco, premio Nobel
α 14 gennaio 1875
ω 4 settembre 1965
Antonio Machado

Antonio Machado

Poeta spagnolo
α 26 luglio 1875
ω 22 febbraio 1939
Carl Gustav Jung

Carl Gustav Jung

Psicologo svizzero
α 26 luglio 1875
ω 6 giugno 1961
Cesare Battisti

Cesare Battisti

Geografo, giornalista e patriota italiano
α 4 febbraio 1875
ω 12 luglio 1916
Edgar Rice Burroughs

Edgar Rice Burroughs

Scrittore statunitense
α 1 settembre 1875
ω 19 marzo 1950
Ferdinand Porsche

Ferdinand Porsche

Progettista austriaco
α 3 settembre 1875
ω 30 gennaio 1951
Giovanni Gentile

Giovanni Gentile

Filosofo e pedagogista italiano
α 29 maggio 1875
ω 15 aprile 1944
Maurice Ravel

Maurice Ravel

Compositore francese
α 7 marzo 1875
ω 28 dicembre 1937
Rainer Maria Rilke

Rainer Maria Rilke

Poeta e scrittore ceco
α 4 dicembre 1875
ω 29 dicembre 1926
Albert Einstein

Albert Einstein

Fisico tedesco, premio Nobel
α 14 marzo 1879
ω 18 aprile 1955
Alexander Fleming

Alexander Fleming

Scienziato scozzese, premio Nobel
α 6 agosto 1881
ω 11 marzo 1955
Anselmo Bucci

Anselmo Bucci

Incisore e pittore italiano
α 25 maggio 1887
ω 19 novembre 1955
Charlie Parker

Charlie Parker

Sassofonista e jazzista statunitense
α 29 agosto 1920
ω 12 marzo 1955
James Dean

James Dean

Attore statunitense
α 8 febbraio 1931
ω 30 settembre 1955
José Ortega y Gasset

José Ortega y Gasset

Filosofo spagnolo
α 9 maggio 1883
ω 18 ottobre 1955
Paul Claudel

Paul Claudel

Poeta, drammaturgo e diplomatico francese
α 6 agosto 1868
ω 23 febbraio 1955