Marco Minniti

Marco Minniti

Biografia

Domenico Luca Marco Minniti nasce il 6 giugno del 1956 a Reggio Calabria, figlio di un generale dell'Aeronautica Militare. Da adolescente manifesta il desiderio di diventare pilota, ma all'età di diciassette anni è costretto ad abbandonare questo sogno persuaso dalla madre Angela, preoccupata per la pericolosità della mansione. Marco si ribella entrando a far parte, per protesta, della Federazione Giovanile Comunista Italiana.

Mio padre aveva otto fratelli e tre sorelle, i maschi erano tutti militari come lui. Quando mi impedirono di fare l'accademia aeronautica, mi iscrissi a filosofia perché mio padre la considerava la cosa più inutile del mondo.

Gli studi e l'inizio della carriera politica

Conclusi gli studi superiori, si iscrive all'Università di Messina dove si laurea in filosofia con una tesi su Cicerone. Nel frattempo continua a militare nelle file della FGCI, diventando amico di Giuseppe Lavorato. Negli anni Ottanta è segretario del Partito Comunista Italiano della Piana di Gioia Tauro, nell'epoca in cui la 'ndrangheta assassina Giuseppe Valarioti, il primo politico calabrese ucciso dalla criminalità organizzata.

Tra il 1986 e il 1988 Marco Minniti è nella Commissione problemi del lavoro e dell'economia della direzione del PCI, per poi abbandonare questo incarico quando viene nominato segretario di federazione a Reggio Calabria.

Marco Minniti negli anni '90

Nel 1992 è segretario regionale del Pds in Calabria. Due anni più tardi lascia l'incarico diventando membro della segreteria nazionale e Responsabile del Dipartimento problemi del partito. Nel 1996 è coordinatore della segreteria nazionale e viene candidato tra le file dell'Ulivo nel collegio uninominale di Reggio Calabria - Villa San Giovanni alla Camera dei deputati, non venendo eletto.

A partire dal 1997 è costretto a vivere sotto scorta a causa delle minacce ricevute dalla 'ndrangheta. Nel febbraio dell'anno successivo assume il ruolo di segretario organizzativo dei neonati Democratici di Sinistra. Nei governi D'Alema I e D'Alema II della XIII legislatura, Marco Minniti è sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio. Mentre durante il secondo governo Amato è sottosegretario di Stato alla difesa.

Gli anni 2000

Nel 2001 si ricandida alle elezioni politiche, venendo eletto deputato per la prima volta tra le file dei DS nella circoscrizione Calabria.

Cinque anni più tardi, in occasione della nuova tornata elettorale, viene scelto come capolista dell'Ulivo per la Camera dei deputati venendo eletto di nuovo: con il successo dell'Unione, diventa viceministro dell'Interno per il governo Prodi II.

Nel 2007 Minniti viene scelto come responsabile per la sicurezza nella Segreteria nazionale con Walter Veltroni, e in seguito alle primarie del 14 ottobre dello stesso anno viene eletto segretario regionale per la Calabria del Partito Democratico. Con tale incarico Minniti viene eletto di nuovo alle politiche del 2008, confermando la propria presenza alla Camera.

In seguito viene scelto come ministro ombra dell'Interno per il governo ombra del Pd, conservando tale compito fino al 21 febbraio del 2009. Pochi giorni più tardi viene nominato da Dario Franceschini, nuovo segretario del Pd, presidente nazionale del forum sicurezza del partito.

Dal mese di dicembre dello stesso anno è presidente della fondazione Intelligence Culture and Strategic Analysis, da lui stesso fondata, che vede come presidente onorario Francesco Cossiga.

Vita privata

Marco Minniti è sposato con la Mariangela Sera, di professione musicista. La coppia ha due figlie, Bianca Minniti e Serena Minniti.

Gli anni 2010

Il 4 agosto del 2012 il segretario del Pd Pier Luigi Bersani nomina Marco Minniti responsabile del partito per la verifica dell'attuazione del programma del governo di Mario Monti. Nel 2013 il politico calabrese viene candidato come capolista del Pd per il Senato per la regione Calabria, venendo eletto, e poco dopo è scelto come sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega ai servizi segreti per il governo Letta.

Ho passato anni importanti come autorità politica dei servizi segreti, un lavoro nel quale il massimo successo rivendicabile è quello che nessuno sa che cosa hai fatto.

Minniti al Ministero dell'Interno

Confermato in tale ruolo con il cambio del Presidente del Consiglio e l'arrivo di Matteo Renzi, dopo le dimissioni di quest'ultimo - successive ai risultati del referendum del dicembre 2016 - Minniti viene scelto da Paolo Gentiloni, il nuovo premier, come ministro dell'Interno.

Una delle sfide più impegnative che si trova ad affrontare in questo ruolo è quella relativa all'immigrazione e al contrasto del traffico di migranti: tra le misure che Minniti adotta per rimediare alla grave situazione che coinvolge l'Italia c'è la riapertura dei CIE, i Centri di identificazione ed espulsione dei migranti.

C'è una evidente correlazione tra terrorismo e mancata integrazione. Sull'immigrazione si giocano gli equilibri dentro le democrazie occidentali nei prossimi anni. Non è un tema di ordine pubblico, né può essere affrontato con soluzioni facili, spot.

Il nuovo ministro dell'Interno, inoltre, con il sostegno del capo della polizia Franco Gabrielli raddoppia il numero di espulsioni; in più si reca in Libia per trattare con il governo locale e il presidente Fayez al-Sarraj al fine di giungere a un accordo sui rimpatri. Dopo la riapertura dell'ambasciata italiana di Tripoli, il 31 marzo del 2017 Minniti firma con un rappresentante del governo libico un accordo che mira a limitare i flussi migratori al confine tra la Libia, il Ciad, il Niger e l'Algeria, anche con l'azione di dieci motovedette ristrutturate della guardia costiera a nord.

Lo stesso Minniti il 31 luglio introduce il Codice di condotta per le ONG impegnate nelle operazioni di salvataggio dei migranti in mare, per regolare le attività delle Organizzazioni non governative che agiscono nel Mediterraneo. In vista delle elezioni del 2018, Marco Minniti viene candidato per il Partito Democratico nel proporzionale in Veneto e nell'uninominale nel collegio di Pesaro-Urbino. Dopo le elezioni del 4 marzo 2018 il suo successore alla guida del Ministero degli Interni è Matteo Salvini (dal 1° giugno successivo).

Frasi di Marco Minniti

10 fotografie

Foto e immagini di Marco Minniti

Video Marco Minniti

Loading...

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Marco Minniti ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

12 biografie

Nati lo stesso giorno di Marco Minniti

Alain Ducasse

Alain Ducasse

Chef francese
α 13 settembre 1956
Alan Friedman

Alan Friedman

Giornalista economico e conduttore tv statunitense
α 30 aprile 1956
Andrea Pazienza

Andrea Pazienza

Fumettista italiano
α 23 maggio 1956
ω 17 giugno 1988
Andy Garcia

Andy Garcia

Attore cubano
α 12 aprile 1956
Antonello Colonna

Antonello Colonna

Chef italiano
α 1 gennaio 1956
Beppe Severgnini

Beppe Severgnini

Giornalista e scrittore italiano
α 26 dicembre 1956
Bjorn Borg

Bjorn Borg

Tennista svedese
α 6 giugno 1956
Carlo Urbani

Carlo Urbani

Medico italiano
α 19 ottobre 1956
ω 29 marzo 2003
Carrie Fisher

Carrie Fisher

Attrice statunitense
α 21 ottobre 1956
ω 27 dicembre 2016
Christoph Waltz

Christoph Waltz

Attore austriaco
α 4 ottobre 1956
Cristina Comencini

Cristina Comencini

Regista, sceneggiatrice e scrittrice italiana
α 8 maggio 1956
Danny Boyle

Danny Boyle

Regista inglese
α 20 ottobre 1956
David Copperfield

David Copperfield

Illusionista statunitense
α 16 settembre 1956
Eric Roberts

Eric Roberts

Attore statunitense
α 18 aprile 1956
Gerry Scotti

Gerry Scotti

Presentatore TV e attore italiano
α 7 agosto 1956
Giacomo Poretti

Giacomo Poretti

Attore e comico italiano
α 26 aprile 1956
Gianna Nannini

Gianna Nannini

Cantante italiana
α 14 giugno 1956
Giobbe Covatta

Giobbe Covatta

Attore e comico italiano
α 11 giugno 1956
Giuseppe Tornatore

Giuseppe Tornatore

Regista italiano
α 27 maggio 1956
Ivana Spagna

Ivana Spagna

Cantante italiana
α 16 dicembre 1956
Joe Satriani

Joe Satriani

Chitarrista statunitense
α 15 luglio 1956
Larry Bird

Larry Bird

Atleta statunitense, basket
α 7 dicembre 1956
Lars von Trier

Lars von Trier

Regista danese
α 30 aprile 1956
Laura Morante

Laura Morante

Attrice italiana
α 21 agosto 1956
Liam Brady

Liam Brady

Ex calciatore irlandese
α 13 febbraio 1956
Lorenzo Bini Smaghi

Lorenzo Bini Smaghi

Economista e manager italiano
α 29 novembre 1956
Luca Barbareschi

Luca Barbareschi

Attore, presentatore tv e politico italiano
α 28 luglio 1956
Mahmoud Ahmadinejad

Mahmoud Ahmadinejad

Leader politico iraniano
α 28 ottobre 1956
Marina Fiordaliso

Marina Fiordaliso

Cantante italiana
α 19 febbraio 1956
Martina Navratilova

Martina Navratilova

Tennista ceca
α 18 ottobre 1956
Massimo Carlotto

Massimo Carlotto

Scrittore italiano
α 22 luglio 1956
Maurizio Gasparri

Maurizio Gasparri

Politico italiano
α 18 luglio 1956
Mel Gibson

Mel Gibson

Attore e regista statunitense naturalizzato australiano
α 3 gennaio 1956
Michael Connelly

Michael Connelly

Giornalista e scrittore statunitense
α 21 luglio 1956
Michele Alboreto

Michele Alboreto

Pilota F1 italiano
α 23 dicembre 1956
ω 25 aprile 2001
Miguel Bosé

Miguel Bosé

Cantante, attore, compositore ed ex ballerino spagnolo naturalizzato italiano
α 3 aprile 1956
Paolo Rossi

Paolo Rossi

Calciatore italiano
α 23 settembre 1956
Patricia Cornwell

Patricia Cornwell

Scrittrice statunitense
α 9 giugno 1956
Piero Chiambretti

Piero Chiambretti

Presentatore tv italiano
α 30 maggio 1956
Roberto Calderoli

Roberto Calderoli

Politico italiano
α 18 aprile 1956
Stefano Parisi

Stefano Parisi

Politico italiano
α 12 novembre 1956
Sugar Ray Leonard

Sugar Ray Leonard

Pugile statunitense
α 17 maggio 1956
Theresa May

Theresa May

Politica inglese
α 1 ottobre 1956
Tom Hanks

Tom Hanks

Attore statunitense
α 9 luglio 1956
Veronica Lario

Veronica Lario

Attrice italiana
α 19 luglio 1956