Oggi: lunedì 20 ottobre 2014 » S. Aurora
Giorno per giorno i profili di miti e personaggi famosi che si sono meritati un posto nella storia

Maria Cristina delle Due Sicilie

Le abilità di una tessitrice

Commenta
Maria Cristina delle Due Sicilie

Maria Cristina nasce a Palermo il 27 aprile 1806 da Francesco I re delle Due Sicilie e Maria Isabella del ramo spagnolo dei Borbone. Nel 1829 sposa, divenendone la quarta moglie, il re di Spagna Ferdinando VII, suo zio. Pur avendo già avuto tre mogli, il re non ha ancora figli, ragione per la quale Maria Cristina, rimasta incinta, preme sul marito perché abolisca la legga salica - che esclude le donne dalle successioni dinastiche - assicurandosi così la successione per il primo suo discendente, a prescindere dal sesso.

Il marito la asseconda, promulgando nel marzo del 1830 una Prammatica Sanzione e, infatti, il 10 ottobre 1830 nasce Isabella che erediterà la corona paterna. Nel 1802 nasce la seconda figlia, Maria Luisa Fernanda.

Con il decesso di Ferdinando, avvenuto il 29 settembre del 1833, da regina consorte ella diviene reggente per conto di Isabella che ha appena tre anni, conservando dunque inalterato il suo potere. Nello stesso 1833, il 28 dicembre, sposa in segreto Fernando Munoz, ufficiale della guardia reale, cui assegna il titolo di duca di Riansares.

Da reggente si trova subito a dover gestire la difficile situazione venutasi a creare proprio in conseguenza della mutata legge sulla successione al trono, perché il fratello del defunto sovrano, don Carlos, non intende rinunciare a quella che fino a pochissimi anni prima era la sua legittima aspettativa di ascesa al trono.

Intorno a Carlo si è creato un foltissimo seguito deciso a rivendicare in ogni modo il diritto sottratto, e Maria Cristina si appoggia ai liberali, prospettando la concessione di una costituzione, per trovare sostegno contro i "carlisti", e dando così vita ad un movimento contrapposto, quello dei "cristini".

La battaglia dei carlisti degenera presto in guerra civile che si estende a tutto il regno dando inizio a quella che sarà detta la Prima Guerra Carlista. Le ostilità cessano con la vittoria dei cristini, sancita dalla Tregua di Vegara dell'agosto 1839, grazie soprattutto all'esercito che è rimasto sin dall'inizio fedele alle due donne.

Tornati alla normalità, però, Maria Cristina abbandona i liberali manifestando forti tendenze assolutistiche; il suo mutato atteggiamento incontra, però, il deciso disappunto del generale Espartero il quale le impone la rinuncia alla reggenza, che assume lui con il sostegno dei liberali, inducendola a cercare asilo in Francia.

Con la fine della reggenza fa ritorno in patria nel 1843, dove ordisce il matrimonio di Isabella con il cugino diretto Maria Ferdinando Francesco d'Assisi e, contestualmente, quello dell'altra figlia più piccola Luisa Ferdinanda con Antonio d'Orleans, figlio del re dei Francesi Luigi Filippo: non potendo infatti Isabella avere figli con suo cugino, il disegno di Maria Cristina è quello di mantenere la corona in famiglia facendola inevitabilmente ereditare da uno dei figli di Luisa Ferdinanda.

La rivolta di O'Donnel, nel 1854, la costringe ad abbandonare nuovamente la Spagna. Nel 1868 è raggiunta da Isabella, anch'essa costretta a rinunciare al trono in favore di suo figlio Alfonso XII.

Maria Cristina di Borbone-Napoli muore in Francia, a Le Havre, il 22 agosto 1878, a 72 anni.

Ultimo aggiornamento: 02/01/2012

Accadde oggi

20 ottobre 1973
Viene inaugurato il teatro dell'opera di Sidney (Sidney Opera House), una delle opere architettoniche più famose al mondo, simbolo della città e del continente australiano.

Ha detto:

«Non sono un angelo e non pretendo di esserlo. Non è uno dei miei ruoli. Ma non sono nemmeno il diavolo. Sono una donna e una seria artista, e gradirei essere giudicata per quello.»
Maria_Callas
Testo di Stefano Moraschini