Biografie

Francesco Rutelli

Francesco Rutelli
Francesco Rutelli nelle opere letterarie

Biografia Fra ulivi e margherite

Politico, uno dei leader dell'attuale centrosinistra, Francesco Rutelli nasce il 14 giugno 1954 a Roma.

Il suo passato politico è assai burrascoso e segnato soprattutto dall'incontro con il grande capo carismatico dell'area politicamente "dissonante" italiana, Pannella. Ed è proprio nel partito Radicale del "deus ex machina" Marco Pannella, battagliero promotore di innumerevoli referendum sui diritti civili, che Rutelli muove i primi passi. Sono gli anni settanta, anni segnati da grandi battaglie, combattute spesso per affermare valori o diritti che oramai paiono scontati ma che all'epoca non lo erano affatto come, tanto per fare un paio di esempi, quelli sul divorzio e l'aborto. In tutte queste occasioni Rutelli si dimostra un valido oratore e un carismatico accentratore di progetti e movimenti. Dopo questa lunga gavetta, nel 1981 ottiene lo scettro di segretario nazionale del piccolo ma combattivo partito.

Un episodio che coinvolge uno dei maggiori teorici della sinistra estrema in Italia, Tony Negri, vede Rutelli salire alla ribalta delle cronache e delle polemiche sui giornali. Pannella, infatti, aveva con un atto provocatorio candidato alla Camera il professore universitario Tony Negri, in carcere da quattro anni perché sospettato di avere rapporti con l'eversione armata (sulla base, più che altro, del contenuto di molti suoi scritti). L'opinione pubblica, all'epoca, si spaccò in due, fra classici "colpevolisti" e "innocentisti". Questi ultimi, erano del parere che il "cattivo maestro" Negri stesse semplicemente esprimendo delle sue idee e di questo stesso avviso era Rutelli. A disbrigare la complessa matassa politico-giuridica, intervenne proprio l'elezione di Negri nei ranghi del Parlamento, in seguito alla quale potette godere dell'immunità parlamentare. Purtroppo, subito dopo l'insediamento, il professore si dileguò, facendo perdere le sue tracce per poi ricomparire a Parigi. Si trattò, in pratica, di una fuga. Rutelli, ad ogni modo, difende imperterrito la sua linea, secondo la quale difendendo Negri si sarebbe difeso un diritto elementare di libera espressione democratica.

Nel 1983 viene eletto deputato al Parlamento italiano. La grande attenzione che i Radicali avevano sempre posto nei confronti dell'ambiente porta Rutelli ad avvicinarsi moltissimo alle tematiche legate appunto all'ambientalismo. Già attivista della Lega Ambiente attua la propia svolta definitiva quando viene nominato Presidente del gruppo dei Verdi, affermazione che lo obbliga a lasciare i Radicali. Alle successive elezioni del 1987, viene rieletto e così anche in quelle del 1992. In entrambe le legislature presiede il Comitato per i Diritti Umani presso la Commissione Affari Esteri della Camera dei Deputati.

Nominato nell'aprile 1993 ministro dell'Ambiente e delle Aree urbane nel Governo Ciampi, si dimette dopo un solo giorno in seguito al voto parlamentare che negava l'autorizzazione a procedere nei confronti di Bettino Craxi. Intanto, tenta la strada dell'elezione a sindaco della città eterna, Roma, e si butta nella competizione elettorale comunale con il massimo dell'entusiasmo. Grazie alla nuova legge da poco introdotta, per la prima volta deve affrontare il sistema che prevede il "ballottaggio" fra i due candidati che superano il primo turno delle votazioni. Diviene così il primo sindaco della capitale eletto direttamente dai cittadini. Dopo quattro anni, viene riconfermato dai romani nel novembre 1997.

con una percentuale di quasi il 70 per cento. Da allora Rutelli lavora per conquistare autorevolezza come politico nazionale ed europeo. E' tra i fondatori dei Democratici, insieme a Prodi e Di Pietro.

Nel giugno 1999 viene eletto deputato al Parlamento europeo, dove siede nel gruppo dei Liberali e Democratici e fa parte della Commissione Affari esteri. Durante il governo Prodi assume la carica di Commissario straordinario per il coordinamento del Grande Giubileo dell'anno Duemila. Si avvicina al mondo cattolico ed è il principale sostenitore della creazione della Margherita, il raggruppamento centrista dell'Ulivo.

Nel settembre del 2000 il centrosinistra lo sceglie come candidato premier. Il 13 maggio 2001 il centrosinistra perde le elezioni e Rutelli, che come capo della Margherita ottiene un buon risultato elettorale, tenta di accreditarsi come leader dell'opposizione. Ma nell'Ulivo non tutti sono d'accordo. Per l'ex sindaco di Roma comincia una fase nuova.

Negli anni successivi rimane tra i leader protagonisti dello schieramento di centrosinistra. In vista delle elezioni politiche del 2006 vengono indette delle primarie dove oltre 4 milioni di persone indicano in Romano Prodi, il leader della coalizione.

Nel maggio del 2006 il nuovo Governo Prodi vede Rutelli ricoprire la carica di Ministro per i Beni Culturali, oltre che Vicepresidente del Consiglio (insieme a D'Alema).

Scaduto il mandato in corrispondenza delle elezioni comunali del 2008, nel mese di aprile si candida nuovamente per succedere a Veltroni come nuovo sindaco di Roma, ma viene sconfitto dal concorrente Gianni Alemanno, candidato del Popolo della Libertà.

Dopo essere stato tra i fondatori del Partito Democratico, all'indomani delle primarie del mese di ottobre 2009 che eleggono nuovo segratario Pier Luigi Bersani, Rutelli lascia il partito per avvicinarsi alle posizioni di centro di Pierferdinando Casini.

Frasi di Francesco Rutelli

3 fotografie

Foto e immagini di Francesco Rutelli

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Francesco Rutelli ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Francesco Rutelli nelle opere letterarie

7 biografie

Nati lo stesso giorno di Francesco Rutelli

Mango

Mango

Cantautore italiano
α 6 novembre 1954
ω 7 dicembre 2014
Angela Merkel

Angela Merkel

Politica tedesca
α 17 luglio 1954
Annie Lennox

Annie Lennox

Cantante scozzese
α 25 dicembre 1954
Bobby Sands

Bobby Sands

Attivista politico nordirlandese
α 9 marzo 1954
ω 5 maggio 1981
Chris Evert

Chris Evert

Tennista statunitense
α 21 dicembre 1954
Condoleezza Rice

Condoleezza Rice

Politica statunitense
α 14 novembre 1954
Corrado Passera

Corrado Passera

Banchiere e manager italiano
α 30 dicembre 1954
Dennis Quaid

Dennis Quaid

Attore statunitense
α 9 aprile 1954
Denzel Washington

Denzel Washington

Attore statunitense
α 28 dicembre 1954
Edoardo Agnelli

Edoardo Agnelli

Figlio di Gianni Agnelli
α 9 giugno 1954
ω 15 novembre 2000
Elvis Costello

Elvis Costello

Cantautore inglese
α 25 agosto 1954
Emir Kusturica

Emir Kusturica

Regista bosniaco
α 24 novembre 1954
Ezio Greggio

Ezio Greggio

Comico italiano
α 7 aprile 1954
Fabrizio Barca

Fabrizio Barca

Economista e politico italiano
α 8 marzo 1954
Fiorella Mannoia

Fiorella Mannoia

Cantante italiana
α 4 aprile 1954
François Hollande

François Hollande

24° Presidente della Repubblica francese
α 12 agosto 1954
Gad Lerner

Gad Lerner

Giornalista italiano
α 7 dicembre 1954
Gianroberto Casaleggio

Gianroberto Casaleggio

Imprenditore italiano, co-fondatore del MoVimento 5 Stelle
α 14 agosto 1954
ω 12 aprile 2016
Hugo Chávez

Hugo Chávez

Presidente venezuelano
α 28 luglio 1954
ω 5 marzo 2013
Jackie Chan

Jackie Chan

Attore cinese
α 7 aprile 1954
James Cameron

James Cameron

Regista canadese
α 16 agosto 1954
Joel Coen

Joel Coen

Regista statunitense
α 29 novembre 1954
John Travolta

John Travolta

Ballerino, cantante e attore statunitense
α 18 febbraio 1954
Marco Tardelli

Marco Tardelli

Ex calciatore ed allenatore di calcio italiano
α 24 settembre 1954
Massimo Ghini

Massimo Ghini

Attore italiano
α 12 ottobre 1954
Matt Groening

Matt Groening

Fumettista statunitense
α 15 febbraio 1954
Michele Serra

Michele Serra

Giornalista, scrittore, autore tv e umorista italiano
α 10 luglio 1954
Milena Gabanelli

Milena Gabanelli

Giornalista e conduttrice tv italiana
α 9 giugno 1954
Milly Carlucci

Milly Carlucci

Presentatrice TV italiana
α 1 ottobre 1954
Oprah Winfrey

Oprah Winfrey

Conduttrice tv statunitense
α 29 gennaio 1954
Oscar Farinetti

Oscar Farinetti

Imprenditore italiano
α 24 settembre 1954
Paolo Gentiloni

Paolo Gentiloni

Politico italiano
α 22 novembre 1954
Pat Metheny

Pat Metheny

Musicista statunitense
α 12 agosto 1954
Ron Howard

Ron Howard

Regista e attore statunitense
α 1 marzo 1954
Serena Dandini

Serena Dandini

Autrice e conduttrice tv italiana
α 22 aprile 1954
Stevie Ray Vaughan

Stevie Ray Vaughan

Chitarrista statunitense
α 3 ottobre 1954
ω 27 agosto 1990
Tayyip Erdogan

Tayyip Erdogan

Politico turco
α 26 febbraio 1954