Biografie

Max Born

Max Born
Max Born nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

Biografia Quanti cristalli

Max Born nasce il giorno 11 dicembre 1882 a Breslau, in Polonia, da Gustav Born, professore di anatomia ed embrionologia, e Margarete Kauffmann, moglie del professore, membro della famiglia di industriali silesiana. Max frequenta il König Wilhelm's Gymnasium presso Breslau e continua i suoi studi presso le Università di Breslau, Heidelberg, Zurich e Göttingen. Nel suo ultimo periodo da studente si concentra nello studio della matematica seguendo gli insegnamenti di Hilbert, Minkowski e Runge, da considerare come padri del calcolo algebrico e matriciale moderno, concedendo però attenzione anche alla fisica, grazie alla disponibilità del suo docente, Voigt. A soli 24 anni riceve il premio della facoltà di Filosofia dell'Università di Göttingen per un suo studio sulla stabilità dei cavi e nastri elastici, laureandosi l'anno successivo con una tesi sulle stesse basi dell'argomentazione fonte del premio.

Max Born si sposta quindi a Cambridge per un breve periodo sotto il patrocinio J. J. Thomson, riprendendo la via per Breslau l'anno successivo: qui lavora per un biennio con i fisici Lummer e Pringsheim, studiando la teoria della relatività. Sulla base della validità degli argomenti di uno degli scritti del giovane Born, Minkowski lo invita a collaborare con lui presso l'istituto di Göttingen ma pochi mesi dopo l'arrivo del giovane, Minkoski muore, durante il gelido inverno del 1909. Da qui il compito non facile di concludere e gestire gli scritti nel campo della fisica di Minkowski e di pubblicarne alcuni.

Sulla base dei suoi studi riguardo l'elettrone relativistico, Born si "guadagna sul campo" una cattedra a Göttingen, accettando anche l'invito come professore ospite da parte di Michelson (che insieme a Morley aveva compiuto importanti esperimenti sugli elettroni) a Chicago nel 1912, collaborando anche con quest'ultimo ad alcuni esperimenti sullo spettrografo. Al ritorno da questa esperienza, nel 1913, sposa Hedwig Ehrenberg, che nel corso della sua vita gli darà tre figli.

Nel 1915 gli viene chiesto di affiancare Max Planck alla Berlin University come professore straordinario, ma Born viene chiamato alle armi e viene inviato presso un ufficio scientifico dell'esercito; qui lavora sugli aspetti fisici delle bande sonore e studia, pubblicandone i risultati, la teoria dei cristalli.

Nel 1919, alla conclusione della Grande Guerra, Born viene nominato Professore all'Università di Francoforte sul Meno, ove gli viene messo a completa disposizione un grande laboratorio, nel quale sperimenta le sue ricerce con il suo assistente Otto Stern. Nel 1921 ottiene una cattedra anche a Göttingen, dove rimane per oltre dodici anni, escludendo un breve periodo negli Stati Uniti; in questi anni Born produce i suoi lavori più importanti: una versione rivista, corretta e migliorata sui cristalli, seguita da una serie di studi sulla teoria dei quanti. Tra i suoi collaboratori vi sono diversi fisici che guadagneranno poi grande fama, tra i quali vale la pena ricordare Pauli, Heisenberg, Jordan, Fermi, Dirac, Hund, Hylleraas, Weisskopf, Oppenheimer, Joseph Mayer e Maria Goeppert-Mayer.

Durante il periodo tra il 1925 e il 1926 Born pubblica, con il supporto di Heisenberg e Jordan, i suoi studi sulla meccanica quantistica (meccanica matriciale), quindi poco dopo, i suoi studi sulla interpretazione statistica della meccanica quantistica.

Come molti scienziati tedeschi, Born nel 1933 è costretto ad emigrare; viene invitato a Cambridge dove insegna per tre anni; in questo periodo il suo campo principale di ricerca è l'elettrodinamica non lineare, argomento per il quale sviluppa una collaborazione con Infeld.

Durante l'inverno tra il 1935 e il 1936 Born passa sei mesi a Bangalore presso l'Istituto Indiano di Scienze, dove collabora con Sir C.V. Raman ed i suoi allievi. Viene nominato Professore Emerito di Filosofia Naturale ad Edimburgo nel 1936, dove lavora fino al suo ritiro dall'attività accademica, avvenuto nel 1953.

Dopo essere stato nominato cittadino onorario di Göttingen, nel 1954 viene assegnato a Max Born il Premio Nobel per la Fisica, per gli studi statistici sulle funzioni d'onda. Nel 1959 è insignito della Grande Croce al Merito e della stella dell'Ordine del Merito da parte del presidente della Repubblica Federale Tedesca.

Trascorre un tranquillo periodo di pensionamento a Bad Pyrmont, piccola città termale, prima di morire il 5 gennaio 1970 nella sua amata Göttingen.

Aforismi di Max Born

3 fotografie

Foto e immagini di Max Born

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Max Born ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Max Born nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

14 biografie

Nati lo stesso giorno di Max Born

Alfonso La Marmora

Alfonso La Marmora

Generale e politico italiano
α 17 novembre 1804
ω 5 gennaio 1878
Calvin Coolidge

Calvin Coolidge

30° Presidente degli Stati Uniti d'America
α 4 luglio 1872
ω 5 gennaio 1933
Carlo Porta

Carlo Porta

Poeta dialettale milanese
α 15 giugno 1775
ω 5 gennaio 1821
Ernest Henry Shackleton

Ernest Henry Shackleton

Esploratore irlandese
α 15 febbraio 1874
ω 5 gennaio 1922
Josef Radetzky

Josef Radetzky

Militare austriaco
α 2 novembre 1766
ω 5 gennaio 1858
Momofuku Ando

Momofuku Ando

Imprenditore giapponese, inventore dei noodles istantanei
α 5 marzo 1910
ω 5 gennaio 2007
Pippo Fava

Pippo Fava

Giornalista e scrittore italiano
α 15 settembre 1925
ω 5 gennaio 1984
Alan Alexander Milne

Alan Alexander Milne

Scrittore e sceneggiatore inglese, padre di Winnie the Pooh
α 18 gennaio 1882
ω 31 gennaio 1956
Bela Lugosi

Bela Lugosi

Attore ungherese
α 20 ottobre 1882
ω 16 agosto 1956
Charles Ponzi

Charles Ponzi

Noto truffatore italiano
α 3 marzo 1882
ω 18 gennaio 1949
Edward Hopper

Edward Hopper

Pittore statunitense
α 22 luglio 1882
ω 15 maggio 1967
Franklin Delano Roosevelt

Franklin Delano Roosevelt

32° Presidente degli Stati Uniti d'America
α 30 gennaio 1882
ω 12 aprile 1945
Georges Braque

Georges Braque

Pittore e scultore francese iniziatore del cubismo
α 13 maggio 1882
ω 31 agosto 1963
Giuseppe Prezzolini

Giuseppe Prezzolini

Giornalista, scrittore, editore e aforista italiano
α 27 gennaio 1882
ω 14 luglio 1982
Igor Stravinsky

Igor Stravinsky

Compositore russo
α 17 giugno 1882
ω 6 aprile 1971
James Joyce

James Joyce

Scrittore irlandese
α 2 febbraio 1882
ω 13 gennaio 1941
John Barrymore

John Barrymore

Attore statunitense
α 14 febbraio 1882
ω 29 maggio 1942
Umberto Boccioni

Umberto Boccioni

Pittore e scultore italiano
α 19 ottobre 1882
ω 17 agosto 1916
Virginia Woolf

Virginia Woolf

Scrittrice inglese
α 25 gennaio 1882
ω 28 marzo 1941
Bertrand Russell

Bertrand Russell

Filosofo e matematico gallese
α 18 maggio 1872
ω 2 febbraio 1970
Charles De Gaulle

Charles De Gaulle

Generale e statista francese
α 22 novembre 1890
ω 9 novembre 1970
Edward Morgan Forster

Edward Morgan Forster

Scrittore inglese
α 1 gennaio 1879
ω 7 giugno 1970
Erich Maria Remarque

Erich Maria Remarque

Scrittore tedesco
α 22 giugno 1898
ω 25 settembre 1970
Gamal Abd el Nasser

Gamal Abd el Nasser

Militare e politico, 2° Presidente della Repubblica egiziana
α 15 gennaio 1918
ω 28 settembre 1970
Giuseppe Ungaretti

Giuseppe Ungaretti

Poeta italiano
α 8 febbraio 1888
ω 1 giugno 1970
Janis Joplin

Janis Joplin

Cantante statunitense
α 19 gennaio 1943
ω 4 ottobre 1970
Jean Giono

Jean Giono

Scrittore francese
α 30 marzo 1895
ω 9 ottobre 1970
Jimi Hendrix

Jimi Hendrix

Chitarrista statunitense
α 27 novembre 1942
ω 18 settembre 1970
Maria Yudina

Maria Yudina

Pianista russa
α 9 settembre 1899
ω 19 novembre 1970
Mauro De Mauro

Mauro De Mauro

Giornalista italiano, rapito da Cosa Nostra e mai più ritrovato
α 6 settembre 1921
ω 16 settembre 1970