Biografie

Knut Hamsun

Knut Hamsun
Knut Hamsun nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

Biografia Il più grande neo-romantico nordeuropeo

Knut Pedersen nasce il 4 agosto 1859 a Lom, nella vallata del Gudbrandsdal, al centro della Norvegia, quarto figlio del modesto sarto Per e di sua moglie Tora Olsdatter Garmostraet. Le difficoltà economiche inducono Per, tre anni dopo, a trasferirsi con la famiglia nel nord norvegese, presso un parente che ha acquistato una piccola tenuta ad Hamsund. Qui Knut trascorre gli anni dell'infanzia legandosi di un amore viscerale a quei paesaggi incantati, al silenzio di quella natura colorata e austera, alla delicatezza di quel mondo da fiaba.

All'età di nove anni e sempre per le difficoltà economiche della famiglia, Knut viene affidato ad uno zio benestante e bigotto che provvede ai suoi studi. Quando, nel 1873, finisce la scuola, inizia a girovagare per la Norvegia accontentandosi di lavoretti fra i più disparati, dal commesso all'ambulante, dal calzolaio allo scaricatore di porto e, quando può, impartisce lezioni private a ragazzini. Al contempo coltiva una vena letteraria che già da bambino si era manifestata e, nel 1877, dà alle stampe la sua prima pubblicazione dal titolo "L'enigmatico - Storia d'amore del Nordland". L'anno successivo, durante la stampa del poemetto "Un nuovo incontro" e del racconto "Bjorger", un refuso dell'editore fa sì che il suo cognome diventi Hanmsun (si era infatti firmato Knut Pedersen di Hamsund) ed egli, divertito più che infastidito, decide di assumere Hamsun quale nome d'arte e così continuerà a firmare tutte le sue opere.

Il successo, però, non gli arride, ed è costretto a tirare a campare continuando a svolgere lavori manuali anche quando si trasferisce inutilmente in America. Nel 1888 lascia gli Stati Uniti e si stabilisce in Danimarca, a Copenaghen, dove trova tranquillità e concentrazione che gli consentono di mettere mano al romanzo autobiografico "Fame": due anni dopo l'opera è finita e data alle stampe, e per il trentunenne Knut Hamsun giunge il grande successo riuscendo a conquistare il pubblico con la magistrale contrapposizione, al cinismo del progresso e della civiltà, di un'orgogliosa esaltazione dello spirito e del sentimento umano. Ed è proprio in questa contrapposizione la natura rivoluzionaria e a tratti anarchica che contraddistingue il suo stile letterario e di vita. Nel 1892 pubblica "Misteri", opera intrisa di influenze nietzschiane e, due anni dopo, "Pan", il romanzo della natura selvaggia, imperscrutabile, fatale, conosciuta nell'infanzia.

Nel 1898 sposa Bergljot Goepfert, una ragazza di venticinque anni, vedova, e pubblica "Victoria", travagliata storia d'amore vissuta tutta all'insegna dei moti interiori, senza condizionamenti di sorta dal mondo esterno. Ma i rapporti con sua moglie si deteriorano presto, e Knut Hamsun riprende la vita errabonda incalzato dal bisogno di trovare conferme alla sua mai spenta fame di idealismo e di poesia. Va in Svezia, in Finlandia, in Russia, in Medio Oriente, e poi di nuovo in Danimarca per ritornare, insieme a sua moglie, ad Hamsund, nel 1900, presso i genitori. Due anni dopo rientra nel sud della Norvegia e compone un'ode in onore del grande Bjornstjerne Biornson che sin dagli anni giovanili è stato il suo faro-guida e che egli ha amato ed ama molto. Nel 1906 finisce il suo primo matrimonio e, tre anni dopo, convola nuovamente a nozze con Maria Andersen.

Il filo conduttore della sua produzione letteraria diviene, in questi anni della maturità, il ritorno alla terra inteso come presa di distanze dal materialismo delle società industrializzate europee ed americane ormai prede della sola religione del profitto. E, a conferma di quanto sostiene nei suoi scritti, nel 1918 acquista una tenuta a Kristiansand dove si trasferisce con la moglie dedicandosi con passione all'agricoltura. Intanto ha pubblicato, nel 1917, "Il risveglio della terra", un altro capolavoro che, tre anni dopo, gli varrà l'assegnazione del Nobel per la Letteratura.

La sua lunga vita, così intensa e ricca di gloria intellettuale ed artistica, si adombrerà quando, con l'invasione nazista della Norvegia, Knut Hamsun manifesterà simpatia ed apprezzamento per Hitler. Dopo la guerra viene trattato da vecchio pazzo e rinchiuso in un ospedale psichiatrico. Ne uscirà nel 1948 per rientrare nella tenuta di Kristiansand dove si spegne quattro anni dopo, il 19 febbraio 1952, alla veneranda età di 93 anni.

Della sua copiosissima produzione letteraria si ricordano, inoltre: "Il redattore Lunge", del 1893; "Terra nuova", del 1894; le opere teatrali "Sulla soglia del regno", del 1895, "Il gioco della vita" del 1896, "Tramonto", del 1898, e i drammi "Il monaco Vendt", del 1892 e "La regina Tamara", del 1903; "Siesta" del 1897; la raccolta di poesie "Il coro selvaggio" ed il romanzo "Fanatici", del 1904; "L'ultima gioia", del 1912; la trilogia "Vagabondi" del 1927, "Augusto", del 1930 e "Ma la vita continua", del 1933; "Per i sentieri dove cresce l'erba", del 1949.

Frasi di Knut Hamsun

5 fotografie

Foto e immagini di Knut Hamsun

Commenti

Dopo aver letto la biografia di Knut Hamsun ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

Knut Hamsun nelle opere letterarie Libri in lingua inglese

12 biografie

Nati lo stesso giorno di Knut Hamsun

Balthus

Balthus

Pittore francese
α 29 febbraio 1908
ω 19 febbraio 2001
André Gide

André Gide

Scrittore francese, premio Nobel
α 22 novembre 1869
ω 19 febbraio 1951
Bon Scott

Bon Scott

Cantante scozzese, AC/DC
α 9 luglio 1946
ω 19 febbraio 1980
Deng Xiaoping

Deng Xiaoping

Leader politico cinese
α 22 agosto 1904
ω 19 febbraio 1997
Ernst Mach

Ernst Mach

Fisico e filosofo austriaco
α 18 febbraio 1838
ω 19 febbraio 1916
Oreste Lionello

Oreste Lionello

Attore e doppiatore italiano
α 18 aprile 1927
ω 19 febbraio 2009
Umberto Eco

Umberto Eco

Scrittore italiano
α 5 gennaio 1932
ω 19 febbraio 2016
Alfred Dreyfus

Alfred Dreyfus

Militare francese
α 9 ottobre 1859
ω 12 luglio 1935
Arthur Conan Doyle

Arthur Conan Doyle

Scrittore scozzese, padre di Sherlock Holmes
α 22 maggio 1859
ω 7 luglio 1930
Billy the Kid

Billy the Kid

Noto criminale statunitense
α 23 novembre 1859
ω 14 luglio 1881
Edmund Husserl

Edmund Husserl

Matematico e filosofo austriaco
α 8 aprile 1859
ω 26 aprile 1938
Georges Seurat

Georges Seurat

Pittore francese
α 2 dicembre 1859
ω 29 marzo 1891
Henri Bergson

Henri Bergson

Filosofo francese, premio Nobel
α 18 ottobre 1859
ω 4 gennaio 1941
Jerome Klapka Jerome

Jerome Klapka Jerome

Scrittore inglese
α 2 maggio 1859
ω 14 giugno 1927
John Dewey

John Dewey

Filosofo e pedagogista statunitense
α 20 ottobre 1859
ω 1 giugno 1952
Lejzer Zamenhof

Lejzer Zamenhof

Linguista polacco, fondatore dell'Esperanto
α 15 dicembre 1859
ω 14 aprile 1917
Giorgio VI del Regno Unito

Giorgio VI del Regno Unito

Monarca britannico
α 14 dicembre 1895
ω 6 febbraio 1952
Alberto Savinio

Alberto Savinio

Scrittore, pittore e compositore italiano
α 25 agosto 1891
ω 5 maggio 1952
Benedetto Croce

Benedetto Croce

Filosofo, storico, scrittore e politico italiano
α 25 febbraio 1866
ω 20 novembre 1952
Bruno Barilli

Bruno Barilli

Scrittore e compositore italiano
α 14 dicembre 1880
ω 15 aprile 1952
Evita Peron

Evita Peron

First Lady argentina
α 7 maggio 1919
ω 26 luglio 1952
John Dewey

John Dewey

Filosofo e pedagogista statunitense
α 20 ottobre 1859
ω 1 giugno 1952
Maria Montessori

Maria Montessori

Educatrice italiana
α 31 agosto 1870
ω 6 maggio 1952
Paramhansa Yogananda

Paramhansa Yogananda

Filosofo e mistico indiano
α 5 gennaio 1893
ω 7 marzo 1952
Paul Eluard

Paul Eluard

Poeta francese
α 14 dicembre 1895
ω 18 novembre 1952
Vittorio Emanuele Orlando

Vittorio Emanuele Orlando

Giurista e politico italiano
α 18 maggio 1860
ω 1 dicembre 1952