Ultimi commenti alle biografie - pagina 19

Giovedì 7 novembre 2019 07:43:10 Per: Matteo Salvini

Stefano Bonaccini cerca di frenare sulla tassa per la plastiche e per le auto aziendali, cerca di attenuare le conseguenze elettorali di una politica fiscale a dir poco repressiva per l'economia italiana. Sta di fatto però l'evidente ed inequivocabile tendenza dittatoriale del governo PD- 5 stelle mirata a colpire la gente per fare cassa. Spero che gli emiliani capiscano che mettere tappi ad una barca che fa acqua da tutte le parti non serve a nulla, bisogna cambiare la barca.

Giovedì 7 novembre 2019 07:04:48 Per: Gigi Riva

Auguri di Buon Compleanno al Grande Gigi Riva da tutti gli sportivi italiani. L'Italia intera festeggia questo straordinario campione e grande uomo. Auguri Rombo di Tuono!

Giovedì 7 novembre 2019 06:57:23 Per: Lilli Gruber

Russia Gate, fondi della Lega e soprattutto il Papete hanno s t u f a t o. Non c'è politico o giornalista di sinistra e dei 5 Stelle che non ricordi questi argomenti ad ogni possibile occasione. Quando si è impotenti davanti alla forza straripante di un avversario, si diventa volpi e si cerca di far credere che l'uva è acerba. I signori al potere dovrebbero mostrarsi piu' furbi della stessa volpe, prendere la scala della coerenza e raccogliere l'uva invece di limitarsi allo sterile tentativo di demonizzare il rivale. I rappresentanti del PD in particolare, nella perenne ricerca di affermazioni personali, non solo non dispongono di una scala, ma hanno perso perfino lo sgabellino di un minimo di coesione che è la grande assente con l'intelligenza politica. Immaginiamo per un attimo che qualche nostalgico voglia dare il suo voto alla sinistra, quali idee sta scegliendo? Quelle di Zingaretti? Di Prodi? Di Bersani? Di D'Alema? Forse quelle di Renzi, di Fassina, di Civati oppure di Calenda? Ma c'è anche un Cofferati fuori corso che riemerge di tanto in tanto a dire la sua, un Orlando, un Del Rio, un Cuperlo sempre pronti a farsi intervistare, ciascuno con la sua personale idea di sinistra. Quasi tutti dissidenti, ma da quali idee ? Da quale programma ? E quali sono le « novità » che ciascuno di loro proprone? Non è dato saperlo. Ciascuno va per la sua strada creando un caleidoscopio di particole in perenne mutamento. L'unico risultato visibile di questo frenetico via vai è l'indebolimento del corpo principale del partito con la conseguente dispersione dei voti. Ma si ha l'impressione che in fondo i voti non interessino nessuno. Basta galleggiare ben in vista. Confuso e soprattutto deluso da un partito sminuzzato piu' del prezzemolo in una minestra, consapevole del fatto che il suo voto ad un gruppuscolo degno dello 0. 1 max. 4/5% andrebbe disperso e non servirebbe a nulla, l'elettore cambia radicalmente indirizzo e sceglie chi dimostra di avere le idee chiare e indica senza tentennamenti una via da seguire per realizzarle, giuste o sbagliate che siano.
Alcuni pokeristi, individualisti e improvvisatori dell'attuale PD non danno affidamento e soprattutto non riescono a convincere. Si dà loro il voto oggi e già domani non si sa piu' a chi e a quali idee lo abbiamo dato. Le persone che erano riuscite a convincerci hanno levato l'ancora per altri lidi, tutto è cambiato ma non si sa bene in che cosa e perchè. Come si puo' pretendere la fiducia degli elettori quando gli stessi rappresentanti di un partito ne criticano le idee e lo abbandonano ? Quali idee guiderebbero il paese se il partito stesso dimostra di non averne o di averle piuttosto confuse? Lo stanno dimostrando PD e 5 Stelle con l'affare Ilva, la tassa sulla plastica e tutto il resto. Non sanno cosa fare, che direzione seguire, quali provvedimenti prediligere. Stanno giocando a Mosca cieca riuscendo ad acchiappare solo… la poltrona.
P. S. : Qualcuno ha capito le ragioni di almeno uno dei dessenzienti ?

Giovedì 7 novembre 2019 06:03:03 Per: Alberto Angela

Buongiorno volevo chiederle una curiosità sono stato a Matera e mi è capitato di trovare nei muri delle vecchie case pieni di conchiglie come mai essendo lontana dal mare? Grazie

Giovedì 7 novembre 2019 03:32:28 Per: Lilli Gruber

Lei ha superato se stessa quando ha detto che Salvini non doveva utilizzare il termine zecca, lei mi deve dire dove compare nel trattato perché lei l 'ha cercato con il lanternino in quanto ne' io, ne'Salvini, ne ' milioni di persone siamo a conoscenza di quel termine, ; a Sassari sa cosa vuol dire zecca? Corto di braccino! ! La prossima volta cerchi un altro pretesto per attaccare come e' solita fare lei le persone che non l'aggradano! !

Lei dimostra ogni volta la sua non professionalita', un giornalista che si rispetti non dovrebbe far emergere le proprie antipatie a scapito dell' informazione vera!

Giovedì 7 novembre 2019 03:13:27 Per: Mario Giordano

Buona sera, faccio seguito alla puntata di questa sera riguardo le varie agevolazioni fiscali inappropriate. Le racconto il sunto della storia per l'acquisto della mia casa. 1992 prenoto una casa da un costruttore. A giugno del 1994 prendo possesso parziale di questa in attesa del completamento dei lavori da parte dell'impresa. Questa mi propose di fare il rogito presso il suo notaio. Il notaio legge l'atto e sento che mi vendevano in corso d'opera al contrario di quanto sottoscritto nel contratto, ovvero chiavi in mano in tutto e per tutto.. Rifiuto motivando la cosa. Torno a casa e trovo che l'amministratore della società portava via attrezzature ed operai lasciando i lavori da fare per circa un 30% e versato 280. 000. 000 milioni di lire oltre a dover contabilizzare tutti i materiali da me acquistati decurtandoli dalla somma totale (320 milioni di lire). Dopo aver accertato al comune che il complesso costituito da 8 villini e che solo uno aveva la licenza di costruzione (i vigili del luogo erano quasi tutti i giorni sul loco!) Rappresentai la cosa al sindaco del paese che con naturalezza mi disse che anche lui abitava in una casa abusiva! Uscendo dagli uffici del comune entrai alla caserma dei carabinieri e presentai immediatamente denuncia. Successe un gran caos e Il mese di dicembre 1994 rilasciarono le licenze di costruzioni però per case di campagna. Nella sostanza una parte della metratura ad uso di rimessa per attrezzatura agricola. A dicembre 1994 querelai la società per il mancato adempimento dei lavori e risarcimento dei danni. La causa si è conclusa a giugno 2013 con sentenza a settembre a mio favore con la trascrizione d'autorità dell'immobile e risarcimento danni. A mie spese sanatoria, cambio d'uso, volumetria (il progetto presentato dall'impresa non corrispondeva all'effettivo stato di fatto!), antisismica ed altro oltre al pagamento dell'urbanizzazione e professionista. Pianificato tutto, avvocati inclusi il 15 ottobre di quest'anno, accedendo al sito dell'agenzia delle entrate per curiosità ho cliccato su "imposte da pagare" (ero serena perché sono precisa nelle mie cose) al danno anche la beffa: cartella esattoriale con richiesta di pagamento per un totale di oltre 37. 000 euro tra imposte sanzioni ed interessi da settembre 2013. Messami la via sotto i piedi e dopo aver fatto "VIA CRUCIS" tra le varie sedi dell'agenzia delle entrate ho appurato che trattasi di spese di giustizia a carico dell'impresa non pagate da questa ma che per legge (così mi hanno detto, incluso l'avvocato), se non paga l'uno deve pagare l'altro. Oltre al danno anche la beffa considerando che la casa mi è venuta a costare 3 volte e mezzo in più sommando il costo iniziale, i materiali anticipati, il completamento dei lavori (infissi, portone, riscaldamento periti, caldaia, sistemazione giardino, cancello, impianto idrico esterno), sanatoria, avvocati, ecc. Ecc. Spero di non averla annoiata e la ringrazio per la pazienza ma la mia angoscia oggi è tanta visto che non ho più la possibilità di poter provvedere se non mettendo in vendita la stessa dato che oggi vivo con la pensione.

Giovedì 7 novembre 2019 01:57:22 Per: Bruno Vespa

Egregio Dr. Vespa, io seguo costantemente Porta a Porta e sono una costante lettrice di tutti i suoi libri. Con questo vorrei dimostrarle il mio interesse per la sua intelligenza e professionalità".
A questo punto in coerenza a ciò detto la mia domanda è questo.
Perché si chiedono incessantemente sacrifici agli italiani è mai ai politici e a tutti i loro privilegi? Tutti con i loro guadagni si pagano ogni loro necessita'. O sono favole tutto quanto si sente, ma è innegabile per esempio che il nostro Quirinale costa ben più della Casa Bianca. Perché i politici hanno più pensioni mentre una povera Crista come era la mia tata che usufruiva di una pensione sociale quando rimase vedova le fu revocata la pensione sociale perché già usufruiva della reversibilità di quella del marito di 720 € e neache per intero, ma ridotta trovandosi a vivere con 550€ mensili. Io sto parlando di una persona fortunata che essendo stata nella mia vita da quando nacqui ha potuta vivere in modo decoroso.
Questo è la normalità di molti italiani di cui non fanno certo parte ammininistratori delegati di aziende che le hanno fatte fallire o bancari che vengono liquidati per inefficienza.
Io credo che se un Uomo è capace di creare profitti, bene, la meritocrazia deve essere proporzionalmente riconosciuta, ma purtroppo si vedono uomini che nessun profitto hanno creato largamente premiati.
Idem i politici che vengono liquidati in modo vergognoso.
Ma, mi domando e non solo io, questa gente non è italiano come tutti gli altri? ?
Non chiedo certo la parità generalizzata, sicuramente deve esistere una gerarchia con diversi riconoscimenti economici, ma con le stesse norme
Se un dipendente viene licenziato non se ne esce mai con un premio, ma con la calcolata liquidazione.
Allora esistono Italiani e italiani???
Perché quindi anche Lei non dichiara questo scandalo pubblicamente. Ho troppa stima per Lei per credere che tutto ciò sia da Lei approvato.
Ma che razza di politici abbiamo che solo per difendere le loro poltrone distribuiscono soldi per essere votati indebitandosi ancora di più anche con "uffici di collocamento" che non hanno nessun lavoro da offrire???
Non era meglio al contrario dare un sostegno alle imprese con l'impegno di assunzioni? ?
Sono d accordo che ho solo detto cose ovvie, ma mi piacerebbe tanto sentire da Lei che tutto questo deve finire e che anche i
dirigenti dovrebbero essere retribuiti percentualmente agli utili e non andarsene in gloria carichi di soldi lasciando le aziende in "braghe di tela"
Con stima.

Giovedì 7 novembre 2019 01:28:12 Per: Bruno Vespa

Gentile dr. Vespa,
la contatto in merito al tema che tratterà a breve sulla diffusione della droga anche in ambienti insospettabili. Volevo farle sapere che c'è un nuovo metodo molto efficace per vincere la dipendenza, che ho sperimentato con successo anche qui in Italia. Le lascio qui il link ad uno studio scientifico che dimostra come il metodo sia efficace nel superare la dipendenza da droga e alcol in 45 giorni. https://www. angieclaire. com/home-it/testimonianze/studio-cleanlife/ Se volesse farmi avere un indirizzo email vorrei scriverle alcune cose delicate per poterle scrivere qui. Ringraziandola per l'attenzione le invio cordiali saluti. Angie Claire.

Giovedì 7 novembre 2019 00:40:15 Per: Francesco Salvi

Ciao Francesco mi chiamo Andrea Lucchetta e sono un gallerista di Treviso volevo chiamarti se posso. So che sei anche un pittore e avrei piacere di vedere qualcosa di tuo. Un abbraccio.

Giovedì 7 novembre 2019 00:19:51 Per: Mario Giordano

In riferimento alla puntata di oggi 7 novembre 2019.
io 3anni fa ho lavorato come barman in un club di scambisti e anche loro non mi anno assicurato perche erano una associazione e al momento in cui io mi sono ribellatto a il contratto, mi hanno licenziato senza giusta causa... da firenze un saluto