Ultimi commenti alle biografie - pagina 22

Sabato 27 giugno 2020 08:56:47 Per: Luca Zaia

Buongiorno Presidente, sono una ballerina di balli caraibici e sono stata contenta quando ha riaperto i locali per ballare. Ma ieri sera alla riapertura non sono andata. Ho aspettato di vedere i post nei social per capire la situazione. Così ho fatto è stamattina mi è salito un nodo alla gola. Tantissima gente, promiscuità nessun tipo di rispetto, ma non dico per le distanze perché posso capire che in questo contesto sia difficile ma troppa troppa gente. Ho tanta paura. La gente ha già dimenticato tutto ma ci sono famiglie che non hanno da mangiare perché a causa del Covid non hanno lavorato. Non permetta che si torni indietro per la smania di queste persone incoscienti.
Capisco e sono contenta per i gestori che hanno ripreso a lavorare ma nel caso di Villa Barbieri ieri sera hanno permesso l accesso a troppa troppa gente.
Sono davvero preoccupata.
Le auguro un sereno weekend
Eleonora

Da: Eleonora

Sabato 27 giugno 2020 08:32:47 Per: Luca Zaia

Buongiorno Presidente Zaia, l'ho ascoltato e ammirato in tutti questi giorni con molto interesse!
Oltre al Civid, ci sono anche altri problemi legati al rispetto, al buon vivere e rispetto Civico!!! Molte persone non le conoscono.
Io abito in un piccolo paesino Cinto Euganeo nel Parco dei Colli Euganei, vicino vo'. In questo tranquillo paesino c' è un bar trattoria che sistematicamente al venerdì sera fa Karaoke! Incurante del rispetto della tranquillità altrui. Sicché per farla breve ogni venerdì io, noi dobbiamo subire la loro musica con voci esasperanti! Non sono sicura siano rispettate le regole Covid!!!
Tutto questa accadeva anche prima Covid. Informati Vigili, il Sindaco mi ha invitato a mie spese di far valutare la fuori uscita dei DECIBEL!!! MA IL RISPETTO per il cittadino? Mi chiedo e' un bar trattoria e come tale dovrebbe gestire la sua attività! La musica va fatta in regolari locali i quali non vanno a disturbare gli altri! !
Io lavoro e verso le 22.00 o 22.30 ho voglia di andare a letto, NON POSSO FARLO! ! DEVO ASPETTARE LORO CHE FINISCANO DI CANTARE
E IL RISPETTO CIVICO? CHE SI PARLA TANTO?
La ringrazio per l'attenzione che mi darà... spero di ricevere una risposta...
Cristina Vigolo
Cinto Euganeo PD
349 -------.

Da: Cristina Vigolo

Sabato 27 giugno 2020 08:15:03 Per: Dacia Maraini

Cara Dacia Maraini
stamattina ho ascoltato su uno mattina un suo intervento e sono rimasto colpito... che dire bello davvero... ora anch’io ho scritto un libro di poesie e volevo sapere la prassi, come fare per avere lo spazio che c'è e farla leggere lì, se a loro piacerà, all'inizio del programma intorno alle 6:45…ora innanzitutto vorrei fargliene leggere qualcuna a lei... ci tengo ad avere un suo parere spassionato e se secondo lei qualcuna di queste (magari indicata da lei) possono accettarla... allora qui di seguito le metto una cernita quelle che ai miei occhi sono più belle... eccole:

errante vado solitario in luoghi indefiniti tra una caduta e una ricaduta mi immergo in spazi nascosti e alle volte misteriosi... desidero l'amore e l'amore vero... l'amore bambino... quello puro ma alle volte fugace... che non si riesce a fermare... e così mi perdo... errante... tra una salita e una discesa chiedendomi della diversità tra di esse

il cielo... unico, inconfondibile maestro d'arte e di serenità... quanto imparai da lui... nelle sue nuvole ospiti il ritrovo di un'antica miniera di immagini fatte di seta... non disperare sono la per noi... o cielo per noi unico e inconfondibile... parla al nostro Creatore... o Cielo parla di noi... dei nostri gemiti dei nostri desideri... e fin quando il sole sorgerà regalaci quel misto arco celeste e insieme a te potremo glorificare il Creatore... dopo una pioggia trionfante uno spicchio di arcobaleno regnerà ancora sopra due colline, tenue, semplice, pacato…

dietro la carezza di un abbraccio, un sincero mistero di pace... dietro il leggero mormorio di un suono introvabile, la novità della parola... dietro un disegno fatto di vivaci colori, un messaggio di luce..

Ammiravo le perle di rugiada riflettere quei tenui raggi di sole mattutini e autunnale che giacevano quietamente sugli ultimi resti di erbetta estiva... alle mie spalle si ergeva il maestoso capolavoro della natura dai sette colori... era appoggiato su due collinette ed era come se volesse essere mediatore di una lite... come se volesse unire due grossi colossi da tempo separati…a differirla da un tramonto in foto era difficile. E quell’aria fresca e rigogliosa che al solo ascoltarla sulle proprie braccia rinvigoriva destava emozioni forse mai vissute prima o semplicemente faceva vivere e vedere diversamente ciò che era stato l’anno prima. E così si iniziava a fare di qualche ricordo poco bello un insegnamento per la nuova stagione. Una costante da ricordare era non crearsi troppe illusioni ma vivere i momenti singolarmente senza avvedersene ne troppo ne troppo poco.

luminosi orizzonti splendono e si confondono in un mare quieto... sole tanto intenso quanto sereno indica un giorno che inizia... un giorno che, pronto, radioso di luce... è domenica e fa festa, uno sguardo tanto docile quanto dolce, occhi gai... la vita che inizia e scorre veloce, un turbinio di sensazioni si accavallano e s'incrociano tra due vite che vanno lieti... è l'amore tra loro che inizia... silenzi che parlano, parole che sembrano condurre al silenzio come un'altalena... come dei giochi fatti da bambini spensierati... parole di antica origine e che lasciano il posto a discorsi riconducibili a poche e a volte grandi emozioni... come miste a silenzi... e ognuna lascia il posto ad una catenella di significati... un originale giostra di sensazioni

fiori che date colori luminosi... immersi in un cielo celeste vi mettete in danze con un sereno venticello dove occhi ripieni di fascino vi contemplano... occhi che hanno preso il posto a seducenti ma passeggere realtà per posarsi lieti su cose impassibili che non passano facilmente e che il tempo fatica a logorare in bellezza... è il periodo dei fiori che resistono... e nati per essere ammirati... così fiori che appartengono al Creatore... ma in dono a noi

mi viene in mente il tuo sorriso... smagliante, vivo, sincero... ed io, incapace di restituirne uno così... il tuo, calmo... il tuo, sorriso bambino... ed io, ora, incapace di soffermarmi su di esso per impararne sentimenti di umiltà... preso da mille cose che occupano la mia mente... e cerco sentieri di speranza accompagnato dalla tua presenza in me... dal tuo sguardo che illumina il mio cammino... a volte circonfuso... a volte preso da pregiudizi... così, in quei pochi istanti in cui tu mi guardi negli stessi pensieri il mio animo risulta pacato, rinvigorito, acceso…

sei tornata e.. con te... il tuo sorriso... o come ne abbisogno e quando viene a mancare subito mi chiedo: "sono forse stato io? "... o com'è fresco e sincero.. Tu, sensibile, cresciuta tra la paglia e le cose antiche conservi quell'indole carica di cose buone che è sempre triste lasciare

parole: miniera rosea di cose da dire... come un vulcano attivo sono la via più breve per interloquire... in esse trapelano bisogni, aspettative, speranze... alla ricerca del positivo... ripieni delle cose di Dio... pronte per formare discorsi e ad essere formati... vie per discorsi festosi...
parole: miniera tetra di cose da dire... vie per discorsi effimeri, privi di senso, fugaci, in esse trapelano quasi soltanto bisogni di ogni tipo e non v'è spazio per le cose del cielo

Le nubi più passeggere invitavano alla loro sequela... invitavano a riconoscere in loro le cose più semplici... e c'era chi rimaneva indifferente... chi invece sbalordito... così, fatte di bianco nell'azzurro cielo... e ognuna distava dall'altra la giusta misura... eppure c'era il confidente, colui che vedeva un segnale di speranza, lo stupito colui che si lasciava come quasi guidare, e c'era chi non vedeva altro che un ammasso di cose bianche inutili... il cielo tinto di bianco antico, lo stesso da millenni, entusiasmava ancora alla stessa maniera... e nell'azzurro più azzurro... il bianco più bianco…

cosa sono i momenti di un abbraccio senza limite... mancanza di parole... parole grandi e piccole... corte ma forti, nella grandezza di un incontro tra il lussuoso e il sacro, discorsi tuonanti di umiltà, pensieri che vanno tra l'oggi e lo ieri... il domani sarà di un arcano incontro tra la fine di una povera povertà e l'inizio di una vita nuova, verità che si arrendono dinanzi allo splendore di una via che conduce alla piccolezza... carenza di parole... una povertà di parole... che si erge senza limite... ricercai nello stupore di un bimbo, la grandezza, la purezza... consolazioni di un discorso ritrovato in parole che sfuggono, la verità che regna nella tenerezza del sorriso di un bambino... il sole che sorge... la vita che inizia…

eppure credo di aver lasciato in ogni tratto del mio andare qualcosa. In maniera più o meno evidente accade che chiunque anche nel silenzio di un’attesa lasci nel proprio andare un desiderio. Esso si è poi offuscato e quando le circostanze si son fatte simili, ripresentato. è accaduto che esso sia diventato una forza leggera che silente ha portato in valichi prima sconosciuti. Da lì proprio da lì mi sono trovato da un lato il respiro di un coraggioso ottimismo quello di un’alba di tenue sole tiepido non ardente, speranzoso ma non illuso, pacifico ma non scettico, dall’altro l’affanno che si nasconde dietro un tramonto non vissuto... Mi son chiesto se questi due mondi, il solo averli di fronte nella loro forte pienezza, mi avrebbero influenzato; ho scorto il volo sincero di una colomba che, impassibile, ha varcato ogni sorta di questi mondi e ne ha tratto moventi di speranza.

Nell'attesa di una sua risposta la ringrazio anticipatamente.

Cordiali saluti
Antonio Giuseppe

Da: Antonio Giuseppe

Sabato 27 giugno 2020 07:29:23 Per: Vittorio Sgarbi

Sei un uomo di cultura e sapere, non puoi ridurti così, un po' di dignità

Da: Muhammad Cristian Farano

Sabato 27 giugno 2020 03:16:09 Per: Silvio Berlusconi

La Città del Foro: Continua una POLITICA CONFUSA.
Non sono bastati quattro anni di politica confusa da parte dell’amministrazione guidata dal sindaco MIRRA nella città del Foro. In questi giorni si è notato dai giornali e sui social una confusione che ha fatto da padrona in città, vedendo un braccio di ferro tra rappresentati provinciali e regionali del gruppo Politico di Forza Italia per la nomina del coordinatore cittadino e del presidente del circolo sammaritano.
Infatti, il 23 giugno 2020 c’è stato un comunicato stampa da parte del senatore Domenico De Siano, coordinatore di Forza Italia in Campania, il quale ha ufficializzato la nomina all’Architetto Francesco Marino a coordinatore cittadino di Forza Italia nella città di Santa Maria Capua Vetere.
Il Presidente della Provincia di Caserta, Giorgio Magliocca, Coordinatore provinciale di Forza Italia, ha annunciato che l’Architetto Francesco Marino rappresenta il Presidente del circolo di Forza Italia sammaritano, mentre la carica di Coordinatore cittadino sarebbe ricoperta dall’ Avv. Francesco Russo.
Insomma, dai fatti sembrerebbe che ci sia stato un disallineaménto tra i vertici del partito di Forza Italia della provincia di Caserta con quelli del coordinamento regionale a cui fa capo il coordinatore senatore Domenico De Siano.
Da questa diatriba si spera che ci sia un responso da parte dei vertici di Forza Italia per fare chiarezza su queste importanti nomine. Tali nomine dovrebbero rappresentare un momento fondamentale d’impulso ad una politica stagnante che soggiace da anni nella città sammaritana. Tra l’altro, da parte dell’ Avv. Francesco Russo, pur reggendo negli ultimi tempi la nomina di coordinatore cittadino del partito, non sembrerebbe ci sia stata alcuna proposta di azione politica mirata ad un rilancio della città.
Oggi pomeriggio nella villa comunale alcuni cittadini dicevano: ”Siamo stanchi di vedere e sentire queste diatribe politiche che non portano a NULLA, vogliamo una politica chiara che parte con il piede giusto e che raggiunge un risultato per la collettività. Non vogliamo nomine politiche inutili, vogliamo persone che si assumino la responsabilità politica della carica che ricoprono e dimostrano ai cittadini, con i fatti, di aver raggiunto un risultato per la città.

Da: Ferdy Fusco

Venerdì 26 giugno 2020 23:12:08 Per: Barbara Palombelli

Carissima Barbara ti scrivo come se scrivessi ad una sorella con tanta tristezza nel cuore. La nostra è una famiglia unita "vecchio stampo ". mio figlio è un ragazzo d'oro, un gran lavoratore e mia nuora orfana di madre di è attaccata a noi come una figlia. Peccato che da un po'di tempo c'è tanta tristezza e lo stare male ogni giorno. Non ti spieghi perché non sia possibile dare amore ad un bimbo che a sua volta anche lui avrebbe bisogno di noi. Ormai sono quasi 3 anni che hanno l' idoneità per l'adozione nazionale. Credimi Barbara è un chiodo fisso che non ci fa più vivere. Ho pensato a te per avere magari un consiglio o un suggerimento. Spero tu legga queste righe... credimi abbiamo bisogno di aiuto ci conto veramente è l'ultima speranza. Scusami per la confidenza ma ti sento parte della mia famiglia. Ti ringrazio infinitamente e ti auguro un gran bene per tutto a te e famiglia... un bacione gra
ne... spero di sentirti presto. Scusami non mi sono presentata... mi chiamo Luana e abito a Pistoia.

Da: Luana

Venerdì 26 giugno 2020 22:49:09 Per: Lilli Gruber

Nella trasmissione di questa sera Massimo Giannini a dimostrato il suo livello di giornalista di ultimo della classe, infatti alla sua domanda se avesse installato la app Immuni a risposto "non ancora" e si è sentito in dovere di spiegare "perchè". Ebbene "perchè Immuni è attiva solo in quattro Regioni per prova e sono pronto ad installarla quando sarà attiva in tutta Italia!!! "

Peccato che Immuni sia attiva in tutta Italia sin dal 15 giugno u. s. !!!

Ma cosa ci possiamo aspettare da uno che è solo e sempre concentrato su Salvini... ovviamente in negativo.

Da: Bruno

Venerdì 26 giugno 2020 22:37:39 Per: Vittorio Sgarbi

Carissimo Vittorio, siamo in molti ad esserci risvegliati e a voler smascherare quei traditori ignoranti senza cultura nè saggezza che ci governano!
La tua voce è importante!!! Molto importante!!! Confido che tu resista nel portare avanti quei valori che sono anche i miei: libertà, responsabilità, cultura, bellezza.
Un carissimo saluto, Tamara Collavo

Da: Tamara Collavo

Venerdì 26 giugno 2020 21:43:25 Per: Alex Zanardi

Buonasera. Sono la mamma di Mario un ragazzo di 14 anni che ha appena concluso gli esami di terza media. Mario è un ragazzino dislessico con una grande passione per le motociclette. Il suo elaborato finale intitolato " MOTO: LA MIA EVOLUZIONE. IL VIAGGIO DENTRO E FUORI DI ME" ha preso ispirazione dalla vita di Alex Zanardi, dalla sua tenacia e dal suo impegno per il sociale. Mario si informa di continuo sulle condizioni di salute del suo campione ed è sinceramente preoccupato. Mi piacerebbe poter inviare la sua presentazione come portafortuna perchè tutto si risolva al più presto e nel migliore dei modi. Grazie Laura

Da: Laura Magni

Venerdì 26 giugno 2020 21:35:47 Per: Lilli Gruber

Sono un affezionato ascoltatore del programma Otto e mezzo. Quantunque non sia un sostenitore delle destre e di Salvini in particolare, mi sono ripromesso di spegnere il televisore appena Lei o i Suoi ospiti pronunciano (in senso denigratorio ovviamente) il nome di Salvini. Mi spiace dirlo, ma il Suo programma ha assunto una deriva troppo faziosa.

Da: Maurizio Virginio Cerri