Biografie

John Fante

John Fante
John Fante nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di John Fante Discografia

Biografia

John Fante nasce l'8 aprile del 1909 a Denver, in Colorado, figlio di Nicola Fante, di origini abruzzesi, e di Mary, di origini lucane. Frequenta diverse scuole cattoliche a Boulder, prima di iscriversi alla University of Colorado, che però lascia nel 1929 per trasferirsi in California e concentrarsi sulla scrittura. John Fante inizia a scrivere dei luoghi e delle persone in cui si imbatte, da Wilmington a Manhattan Beach, da Long Beach al distretto Bunker Hill di Los Angeles. Così vengono pubblicate le sue prime storie, mentre sua madre e i suoi fratelli si trasferiscono vicino a lui, a Roseville.

Dopo numerosi tentativi di scarso successo di pubblicare i suoi racconti su "The American Mercury", celebre rivista letteraria, Fante riesce a far accettare la sua storia "Altar Boy" dall'editor del magazine, H. L. Mencken, che gli invia una lettera che recita così:

"Caro sig. Fante, cos'ha contro lo scrivere a macchina? Se trascriverà il suo manoscritto a macchina sarò contento di acquistarlo".

Da quel momento John Fante intraprende a tutti gli effetti la carriera di scrittore.

La fama iniziale e la saga di Arturo Bandini

Arrivando alla fama soprattutto grazie ad "Ask the Dust", "Chiedi alla polvere", romanzo semi-autobiografico che attualmente è ritenuto il terzo capitolo della cosiddetta "Saga di Arturo Bandini", presente come alter ego dell'autore in quattro romanzi: "Wait Until Spring, Bandini" ("Aspetta primavera, Bandini"), del 1938; "The Road to Los Angeles" (in realtà scritta prima di "Wait Until Spring, Bandini", anche se verrà pubblicato solo nel 1985, due anni dopo la morte di John Fante); il già citato "Ask the Dusk"; e infine "Dreams from Bunker Hill" ("Sogni di Bunker Hill"), che vedrà la luce negli anni Ottanta.

Durante la Seconda Guerra Mondiale

Fante usa Arturo Bandini come suo alter ego un po' come Charles Bukowski farà con il suo personaggio Henry Chinaski, e lo stesso Bukowski sarà fortemente influenzato dall'opera di Fante. Durante la Seconda Guerra Mondiale, però, John deve fare i conti con un momento di blocco creativo: un po' perché è impegnato in qualità di collaboratore per i servizi di informazione, e un po' perché la famiglia assorbe gran parte del suo tempo (nel 1937 sposa Joyce Smart, che gli darà ben quattro figli).

"Il narratore più maledetto d'America". (Charles Bukowski, parlando di John Fante)

Gli anni '50 e '60

Negli anni Cinquanta, John Fante pubblica "Full of Life", da cui verrà tratto un film omonimo, con protagonisti Richard Conte e Judy Holliday, che contribuisce a scrivere e che gli vale una nomination ai WGA Awards del 1957 per la categoria Best Written American Comedy (commedia americana meglio scritta).

Nel 1962, invece, partecipa alla sceneggiatura di "Walk on the Wild Side", con Jane Fonda, film ispirato al romanzo di Nelson Algren. Nel corso della sua vita Fante lavora per il cinema diverse volte: se già nel 1935 aveva firmato il soggetto di "Dinky", film di Howard Bretherton e D. Ross Lederman, e nel 1940 quello di "The Golden Fleecing", per la regia di Leslie Fenton, nel 1956 era stata la volta di "Jeann Eagles" (titolo italiano, "Un solo grande amore"), di George Sidney, seguito quattro anni più tardi da "Il re di Poggioreale", di Duilio Coletti.

Nel 1962 John Fante scrive anche la sceneggiatura di "The Reclutant Saint" ("Cronache di un convento"), dello stesso regista di "Walk on the Wild Side"; quindi, tra il 1963 e il 1964 sceneggia "My Six Lovers" ("I miei sei amori") di Gower Champion e un episodio del telefilm "The Richard Boone Show" intitolato "Capitain Al Sanchez".

Nella seconda metà degli anni Sessanta, inoltre, partecipa alla sceneggiatura del film di John Berry "Maya" e del film di Don Taylor "Something for a Lonely Man".

Gli anni '70 e '80

Dopo essersi ammalato di diabete, nel 1977 l'autore americano pubblica un nuovo romanzo, intitolato "The Brotherhood of the Grape" ("La confraternita dell'uva").

Un anno più tardi ha l'occasione di conoscere Charles Bukowski, che dichiara di ritenerlo lo scrittore migliore che abbia mai letto, il suo dio e il narratore americano più maledetto. Lo stesso Bukowski gli domanda l'autorizzazione per scrivere una prefazione di una ristampa di "Chiedi alla polvere", per poi minacciare la Black Sparrow Books, la casa editrice da cui le opere di Fante avrebbero dovuto essere ristampate, di non consegnare loro il suo nuovo romanzo.

Tra la fine degli anni Settanta e l'inizio degli anni Ottanta, quindi, Fante assiste a una nuova pubblicazione dei suoi scritti, e ritrova una speranza che la cecità causata dal diabete gli aveva tolto.

Gli ultimi anni

In effetti, le sue condizioni di salute peggiorano sempre di più. E' costretto a subire l'amputazione di tutte e due le gambe. Detta alla moglie "Sogni di Bunker Hill", conclusione della saga di Arturo Bandini.

John Fante muore l'8 maggio del 1983 in un sobborgo di Los Angeles, Woodland Hills, in una stanza della clinica Motion Picture and Television Country House, lasciando un gran numero di inediti che negli anni e nei decenni successivi saranno progressivamente riscoperti.

Nel 1987 a John Fante viene assegnato un premio postumo dal PEN americano, mentre due anni più tardi è distribuito al cinema il film "Aspetta primavera, Bandini". Del 2006 è il film "Chiedi alla polvere" (Ask the Dust), diretto da Robert Towne, con protagonisti Colin Farrell e Salma Hayek.

Frasi di John Fante

5 fotografie

Foto e immagini di John Fante

Video John Fante

Loading...

Commenti

Dopo aver letto la biografia di John Fante ti invitiamo a lasciare un commento, qui: sarà utile ai visitatori, alla redazione e a un confronto tra opinioni diverse. L'opinione può essere soggettiva ma può in ogni caso fornire spunti preziosi.

Commenti Facebook

Argomenti e biografie correlate

John Fante nelle opere letterarie Libri in lingua inglese Film e DVD di John Fante Discografia

8 biografie

Nati lo stesso giorno di John Fante

Santorre di Santarosa

Santorre di Santarosa

Patriota e rivoluzionario italiano
α 18 novembre 1783
ω 8 maggio 1825
Antoine Lavoisier

Antoine Lavoisier

Chimico francese
α 26 agosto 1743
ω 8 maggio 1794
Dirk Bogarde

Dirk Bogarde

Attore inglese
α 28 marzo 1921
ω 8 maggio 1999
Eadweard Muybridge

Eadweard Muybridge

Fotografo inglese
α 9 aprile 1830
ω 8 maggio 1904
George Peppard

George Peppard

Attore statunitense
α 1 ottobre 1928
ω 8 maggio 1994
Gianni Baget Bozzo

Gianni Baget Bozzo

Sacerdote e politico italiano
α 8 marzo 1925
ω 8 maggio 2009
Gilles Villeneuve

Gilles Villeneuve

Pilota F1 canadese
α 18 gennaio 1950
ω 8 maggio 1982
Gustave Flaubert

Gustave Flaubert

Scrittore francese
α 12 dicembre 1821
ω 8 maggio 1880
John Stuart Mill

John Stuart Mill

Filosofo ed economista inglese
α 20 maggio 1806
ω 8 maggio 1873
Paul Gauguin

Paul Gauguin

Pittore francese
α 7 giugno 1848
ω 8 maggio 1903
Pietro Longhi

Pietro Longhi

Pittore veneziano
α 15 novembre 1702
ω 8 maggio 1785
Robert A. Heinlein

Robert A. Heinlein

Scrittore statunitense, fantascienza
α 7 luglio 1907
ω 8 maggio 1988
Wilhelm August von Schlegel

Wilhelm August von Schlegel

Scrittore, traduttore e critico letterario tedesco
α 8 settembre 1767
ω 8 maggio 1845
Aldo Bozzi

Aldo Bozzi

Politico italiano
α 22 febbraio 1909
ω 1 novembre 1987
Alfonso Gatto

Alfonso Gatto

Poeta, scrittore e giornalista italiano
α 17 luglio 1909
ω 8 marzo 1976
Elia Kazan

Elia Kazan

Regista statunitense
α 7 settembre 1909
ω 28 settembre 2003
Eugène Ionesco

Eugène Ionesco

Drammaturgo e saggista francese di origini romene
α 26 novembre 1909
ω 28 marzo 1994
Il Futurismo

Il Futurismo

Movimento culturale
α 20 febbraio 1909
Il Giro d'Italia

Il Giro d'Italia

Manifestazione sportiva
α 13 maggio 1909
Indro Montanelli

Indro Montanelli

Giornalista italiano
α 22 aprile 1909
ω 22 luglio 2001
Leo Valiani

Leo Valiani

Politico e giornalista italiano
α 9 febbraio 1909
ω 18 settembre 1999
Leo Fender

Leo Fender

Imprenditore statunitense
α 10 agosto 1909
ω 21 marzo 1991
Norberto Bobbio

Norberto Bobbio

Filosofo italiano
α 18 ottobre 1909
ω 9 gennaio 2004
Rita Levi Montalcini

Rita Levi Montalcini

Scienziata italiana, premio Nobel
α 22 aprile 1909
ω 30 dicembre 2012
Simone Weil

Simone Weil

Sociologa francese
α 3 febbraio 1909
ω 24 agosto 1943
Stanislaw Jerzy Lec

Stanislaw Jerzy Lec

Scrittore e aforista polacco
α 6 marzo 1909
ω 7 maggio 1966
Umberto II di Savoia

Umberto II di Savoia

Monarca italiano
α 15 settembre 1904
ω 18 marzo 1983
George Cukor

George Cukor

Regista statunitense
α 7 luglio 1899
ω 24 gennaio 1983
Joan Miró

Joan Miró

Artista spagnolo
α 20 aprile 1893
ω 25 dicembre 1983
Tennessee Williams

Tennessee Williams

Scrittore e drammaturgo statunitense
α 26 marzo 1911
ω 25 febbraio 1983